Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Dragon Ball: Fusion

Sviluppato da Bandai Namco, Dragon Ball: Fusion è un gioco di ruolo per 3DS.

7.3

Recensioni

3 utenti

Nigomonster

Nigomonster ha scritto una recensione su Dragon Ball: Fusion

Cover Dragon Ball: Fusion per 3DS

A volte escono quegli spin-off da cui non ti aspetti poi così tanto, ma che tirano fuori quell'idea talmente carina che non puoi non avere un apprezzamento in più per quel che dovrebbe semplicemente essere un gioco per fare soldi facili e nulla più.

Dragonball Fusions è tra queste piccole gemme inaspettate. Sviluppato da Ganbarion, team famoso per aver lavorato a Pandora's Tower per Wii e i titoli di One Piece: Unilimited Adventure, questo gioco è lungi dall'essere un capolavoro, ma presenta un sistema di gioco sorprendentemente appagante.

L'incipit del gioco è semplicissimo. Due giovani guerrieri in rodaggio,di cui uno il personaggio personalizzato del protagonista, riescono a trovare le sfere del drago ed evocano Shenron per chiedergli di organizzare un torneo che riunisca tutti i migliori guerrieri dell'universo. Shenron esaudisce il desiderio creando una dimensione alternativa sospesa su isole volanti in cui il torneo avrà luogo, e i due guerrieri vengono separati, ritrovandosi in questo piccolo mondo sconosciuto poco prima che abbia inizio il campionato. Compito del giocatore sarà quello di costruirela propria squadra di guerrieri, ottenendo alleati ed usufruendo del nuovo sistema di fusione EX, che permette a chiunque di eseguire una fusione senza alcun tipo di allenamento o requisito particolare.

Lo stile grafico è di buona fattura per 3ds, presentando visuali in cel-shading e animazioni e camere dinamiche abbastanza curate durante le battaglie. Lo stile super deformed potrebbe spaventare alcuni giocatori, visto che da al gioco un look più "bambinesco", ma vista la buona fattura generale del gioco nel comparto tecnico, personalmente non mi ha dato fastidio.

Il gameplay si divide in esplorazione dell'overworld, in cui si potrà svolazzare in completa libertà per trovare side quest o battaglie casuali, e combattimenti a turni. è in questi ultimi in cui il sistema di gioco brilla di più, andando a mettere il team del giocatore e quello avversario in un'arena circoscritta, sospesi per aria.

Il giocatore potrà impartire ordini ai propri lottatori (che possono raggiungere un massimo di 6 per squadra) che, a seconda della loro velocità potranno anche scavalcare i turni dei personaggi più lenti, scegliendo tra attacchi fisici, onde d'energia, tecniche speciali, oggetti e, come si evince dal titolo, fusioni. Quel che però, a prima vista, potrebbe sembrare un semplice sistema a turni è reso molto più interessante dal fatto che la posizione dei combattenti nell'area ha un'importanza ben precisa.

Per eseguire attacchi fisici infatti, un lottatore dovrà scagliarsi contro chi ha deciso di attaccare, cosa che potrebbe esporlo ad attacchi nemici o ad un fuori campo che andrebbe a danneggiarlo ulteriormente in caso di una posizione troppo vicina al bordo dell'arena. Inoltre gli attacchi a distanza come Kamehameha, Kienzan e simili hanno una certa portata che, a seconda della posizione dei nemici, potrebbe permettere di attaccare più avversari in una volta. è possibile anche concatenare danni scagliando i nemici verso i propri alleati o verso i suoi stessi compagni. Questi elementi, insieme ad un semplice sistema di difesa, rendono le battaglie molto più dinamiche e sorprendentemente simili, scenicamente, alle lotte del manga/anime originale.

le fusioni che danno il nome al gioco tra l'altro, oltre a permettere combinazioni impossibili nell'opera originale, permettono di andare ad affinare la propria squadra, unendo le abilità dei personaggi compatibili per creare guerrieri ancor più utili in battaglia. La possibilità di sbloccare e collezionare i diversi guerrieri tramite side quest e un sistema di caccia ai guerrieri più rari da al gioco un sapore simil-Pokemon o Yokai Watch, dando al giocatore la possibilità di personalizzare la propria squadra preferita, continuando a reclutare guerrieri e ad ottenere nuove tecniche da insegnare alla propria squadra tramite le diverse battaglie.

Certo, c'è da dire che molti dei guerrieri più forti sono sbloccabili solo dopo la storia principale (che di per se, a livello di trama, è praticamente una giustificazione per il gioco in se), e i requisiti per alcune fusioni risultano abbastanza difficili da ottenere se non con molta pazienza.

La soundtrack è abbastanza funzionale, seppur generica, molto simile allo stile dei giochi della serie Tenkaichi, con temi molto rockeggianti a farla da padrone nelle battaglie.

Un esperimento davvero interessante, con un sistema di combattimento che da solo riesce a fare da perno al gioco, insieme all'elemento "da collezione", che se riuscirà ad affascinarvi abbastanza potrà occupare il vostro tempo per un bel pò. Se siete fan della serie vi consiglierei anche solo un'occhiata e posso solo sperare che il sistema di combattimento escogitato dai Ganbarion possa essere ripreso in futuro, perché merita davvero di essere espanso.

8

Voto assegnato da Nigomonster
Media utenti: 7.3 · Recensioni della critica: 7.2

Fenixthegamer

Fenixthegamer ha scritto una recensione su Dragon Ball: Fusion

Cover Dragon Ball: Fusion per 3DS

Strano. Particolare. Solo per alcuni palati, non per tutti. Certamente molto giapponese. Queste le prime parole che vengono in mente pensando a Dragon Ball Fusions. Il titolo si presenta come uno strategico a turni, che gestisce gli scontri come dei combattimenti aerei tra lottatori di arti marziali. E' presente una modalità storia che ci farà ritrovare nei panni di un combattente di nostra creazione, scelto tra una delle cinque razze che il titolo mette a disposizione ( che, per inciso, sono le stesse di Xenoverse ), e che ci permetterà di scorazzare negli scenari più iconici della serie ed incontrarne i personaggi più importanti, con il pretesto di un torneo mondiale per il quale allenarsi ed al quale arrivare più che preparati. Inutile dire che le cose non andranno come previsto dai protagonisti. In realtà, il gioco conta più di mille personaggi, collezionabili in maniera molto simile a quanto accade per i pokemon, e vanta un numero smisurato di mosse speciali utilizzabili da ciascun lottatore, oltre ai classici colpi fisici e colpi dell'aura. Il sistema studiato da Ganbarion nel complesso funziona, ed il combattimento a metà tra l'action e lo strategico, sulle prime risulta molto dinamico e divertente. Il problema è che titolo è piagato da una forte ripetitività di fondo, che comincerà a farsi sentire a partire soprattutto da metà avventura in poi. Se è vero, infatti, che il gioco offre la bellezza di oltre mille combattenti collezionabili, è vero anche che le differenze strutturali tra gli stessi sono ridotte all'osso, e che le squadre finiscono per somigliarsi un pò tutte. Si, ci sono le statistiche da gioco di ruolo, ci sono gli healer, ci sono i buff ed i debuff, ma il gioco si può anche giocare in maniera ignorante, senza per questo precludersi i titoli di coda ( fatta eccezione per qualche brutto picchio di difficoltà ). Poi ovviamente ci sono le fusioni tra tutti i personaggi che possiate pensare, ma una volta constatata la loro poca rilevanza, anche quelle perderanno di significato. Insomma siamo ben lontani dai fasti dei giochi di Dragonball sviluppati su Game Boy Color o sull'advance, ma ci sono buone idee che avrebbero potuto essere sfruttate meglio, e che probabilmente lo saranno in un sequel. Sarebbe bastato aggiungere qualche attività secondaria qua e là ( qualche corsa, peraltro non ripetibile una volta terminata, e qualche missione di ricerca di oggetti qua e là non basta ), e aggiungere un pò di pepe ai combattimenti con qualche variante in più, ed il gioco sarebbe venuto fuori in forma molto più smagliante. Nota di merito comunque per l'atmosfera che riesce a ricreare per i nostalgici. Consigliato quasi solo ai fan del manga, i quali comunque devono sapere che si trovano davanti a un passatempo piuttosto mediocre nel suo genere, che si lascia apprezzare solo per la presenza dei personaggi della saga. Consigliato anche a chi avesse catturato tutti i pokemon dell'universo e non fosse ancora stanco di collezionare, anche se, come già detto, collezionare più di mille personaggi richiederà un grinding esasperato. Considerate a tal proposito che io ho finito l'avventura facendo parecchie secondarie ed un pò di grinding e avrò sbloccato non più di un'ottantina di personaggi...... su mille...... Detto ciò tenete anche conto del fatto che buona parte della valutazione è figlia dell'amore smisurato che provo per la saga, e che, quindi, chi non l'apprezza e non l'ha mai apprezzata può pure sentirsi libero di sottrarre un punto, un punto e mezzo, o addirittura due punti al voto finale.Si spera bene per un sequel, più varietà magari.

7

Voto assegnato da Fenixthegamer
Media utenti: 7.3 · Recensioni della critica: 7.2

Nigomonster

Questo gioco ha un sistema di combattimento davvero carino! Se lo espandessero per un RPG di Dragon Ball più ambizioso non mi dispiacerebbe per niente! Da proprio la sensazione di una battaglia di Dragon Ball, ma a turni!

-------------------------

This game has a very nice battle system! If they expanded it for a more ambitious Dragon Ball RPG I wouldn't complain at all! It really gives the feeling a turn-based DB battle!

GameBack.it

GameBack.it ha pubblicato un link riguardante Dragon Ball: Fusion per 3DS

Fu-sio-ne!

Nintendo Hall

Nintendo Hall ha pubblicato un link riguardante Dragon Ball: Fusion per 3DS

redsquirrel87

Nuova promo preorder da Mediaworld: Dragon Ball Fusions per Nintendo 3DS gratis con un usato della loro lista.

Non ci sono interventi da mostrare.