Ludomedia è il social network pensato per chi ama i videogiochi. Crea il tuo profilo adesso per iniziare.
Cover L.A. Noire

Amazon IconCompralo su Amazon.it

49,00 €32,00 €Lingua

Screenshot L.A. Noire Xbox 360Screenshot L.A. Noire Xbox 360Screenshot L.A. Noire Xbox 360Screenshot L.A. Noire Xbox 360

L.A. Noire è un videogioco per Xbox 360 appartenente al genere Azione/Avventura. Sviluppato da Team Bondi e prodotto da Rockstar Games, è uscito il 20 maggio 2011 · Pegi 18+ · Anche su PC, PS3

"L.A. Noire è una finestra aperta verso il videgioco cinematico che verrà. E' coraggioso, e si addentra in terreni poco conosciuti persino dalla stessa Rockstar. Ma ne esce con qualcosa di nuovo in mano, qualcosa che nessun gioco oggigiorno possiede: l'emozione vera, quella che solo un attore capace può suscitare. La struttura è sorprendentemente varia e disallineata dai canoni soliti dei free roaming, sebbene qualche eccesso di linearità e la costrizione nelle facoltà decisionali possano inizialmente indispettire. Ma è un dazio piccolissimo per un'opera così toccante, ispirata e semplicemente bella anche solo da ammirare, stando a fianco di chi gioca." da Everyeye.it

Cover L.A. Noire per Xbox 360

Dal punto di vista "cinematografico" è sicuramente un capolavoro, ti coinvolge dall'inizio alla fine. Purtroppo ci sono alcuni momenti di gioco che si ripetono spesso durante la storia e questi fanno peggiorare leggermente il voto totale al gioco.. Risulta molto "legato" alla storia principale, nel senso che non è permesso "vagare" molto per la mappa ( come succede invece per GTA V per esempio ).

Dal punto di vista "cinematografico" è sicuramente un capolavoro, ti coinvolge dall'inizio alla fine. Purtroppo ci sono alcuni momenti di gioco che si ripetono spesso durante la storia e questi fanno peggiorare leggermente il voto totale al gioco.. Risulta molto "legato" alla storia principale, nel senso che non è permesso "vagare" molto per la mappa ( come succede invece per GTA V per esempio ).

Cover L.A. Noire per Xbox 360

Capolavoro assoluto. Storia coinvolgente e personaggi con una personalità e movimenti che sfiorano il reale,epoca perfetta e importante dal punto di vista della storia,curata in ogni più piccolo dettaglio,inoltre gli interrogatori sono favolosi.Per me è il massimo dei voti.,l'ho amato dala prima all'ultima scena.

Capolavoro assoluto. Storia coinvolgente e personaggi con una personalità e movimenti che sfiorano il reale,epoca perfetta e importante dal punto di vista della storia,curata in ogni più piccolo dettaglio,inoltre gli interrogatori sono favolosi.Per me è il massimo dei voti.,l'ho amato dala prima all'ultima scena.

10

Voto assegnato da Miss Daduss
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 9.0

Cover L.A. Noire per Xbox 360

Un prodotto che vive di alti e bassi; per parte mia ammetto di averlo desiderato e comprato per il fascino che il setting storico, ricostruito assai verosimilmente, sa restituire, ma che non convince pienamente su quello che dovrebbe essere il suo punto forte e cioè la parte investigativa (quella free roam invece è appena abbozzata e francamente è meglio così). Anche il finale lascia perplessi, non tanto per quello che succede ma per come succede, tutti gli eventi che portano alla conclusione sembrano un pò rushati o almeno questa è la mia impressione. In definitiva lo trovo un gioco comunque discreto, ma data la forte discrepanza tra i valori di produzione (obiettivamente alti) e le lacune del gameplay (che comunque può piacere) mi troverei davvero in difficoltà a dargli un voto.

Un prodotto che vive di alti e bassi; per parte mia ammetto di averlo desiderato e comprato per il fascino che il setting storico, ricostruito assai verosimilmente, sa restituire, ma che non convince pienamente su quello che dovrebbe essere il suo punto forte e cioè la parte investigativa (quella free roam invece è appena abbozzata e francamente è meglio così). Anche il finale lascia perplessi, non tanto per quello che succede ma per come succede, tutti gli eventi che portano alla conclusione sembrano un pò rushati o almeno questa è la mia impressione. In definitiva lo trovo un gioco comunque discreto, ma data la forte discrepanza tra i valori di produzione (obiettivamente alti) e le lacune del gameplay (che comunque può piacere) mi troverei davvero in difficoltà a dargli un voto.

Cover L.A. Noire per Xbox 360

L.A. Noire è uno di quei giochi che rientravano pesantemente nella mia valutazione all'epoca dell'uscita di PS3 e Xbox 360, quando il gioco era ancora sotto Sony. Purtroppo le poche informazioni che già presagivano tempi biblici mi fecero capire l'antifona. Ora dopo anni ho potuto gustarmelo appieno (con una recensione alquanto tardiva, visto che l'ho preso al lancio) e con tutta l'onesta di questo mondo affermo che L.A. Noire è uno dei giochi più interessanti di questa gen. Per me che sono amante del periodo storico (la Los Angeles che tanto ho amato in Black Dahlia o L.A. Confidential) finalmente era giocabile e a portata di mano. Quello che avevo davanti alle mani era un'avventura grafica free roaming con sequenze investigative amalgamate allo sparatutto in terza. Un mix che sulla carta può risultare confusionario, ma che in effetti funziona, e anche bene. Il sistema di cattura delle espressioni facciali su cui tanto hanno lavorato è veramente magnifico, e funziona molto bene. L'unico problema è per quelli che devono leggersi i sottotitoli che potrebbero causare la perdita di qualche smorfia sul volto dell'interrogato, impedendoci di dare il nostro giudizio corretto. Altra nota dolente è la longevità, il gioco infatti dura troppo (problema inverso del 90% dei giochi di oggi). La formula regge bene per le prime 10/12 ore di gioco, dopo sarà solo la storia a portarci avanti. In definitiva si tratta di un gioco particolare, che si spera trovi una sua incarnazione anche nella nuova generazione e che si pone a pieno titolo in quella pletora di titoli da provare a tutti i costi.

L.A. Noire è uno di quei giochi che rientravano pesantemente nella mia valutazione all'epoca dell'uscita di PS3 e Xbox 360, quando il gioco era ancora sotto Sony. Purtroppo le poche informazioni che già presagivano tempi biblici mi fecero capire l'antifona. Ora dopo anni ho potuto gustarmelo appieno (con una recensione alquanto tardiva, visto che l'ho preso al lancio) e con tutta l'onesta di questo mondo affermo che L.A. Noire è uno dei giochi più interessanti di questa gen. Per me che sono amante del periodo storico (la Los Angeles che tanto ho amato in Black Dahlia o L.A. Confidential) finalmente era giocabile e a portata di mano. Quello che avevo davanti alle mani era un'avventura grafica free roaming con sequenze investigative amalgamate allo sparatutto in terza. Un mix che sulla carta può risultare confusionario, ma che in effetti funziona, e anche bene. Il sistema di cattura delle espressioni facciali su cui tanto hanno lavorato è veramente magnifico, e funziona molto bene. L'unico problema è per quelli che devono leggersi i sottotitoli che potrebbero causare la perdita di qualche smorfia sul volto dell'interrogato, impedendoci di dare il nostro giudizio corretto. Altra nota dolente è la longevità, il gioco infatti dura troppo (problema inverso del 90% dei giochi di oggi). La formula regge bene per le prime 10/12 ore di gioco, dopo sarà solo la storia a portarci avanti. In definitiva si tratta di un gioco particolare, che si spera trovi una sua incarnazione anche nella nuova generazione e che si pone a pieno titolo in quella pletora di titoli da provare a tutti i costi.

9

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 9.0

Cover L.A. Noire per Xbox 360

Odi et amo.
Il Team Bondi insieme a Rockstar Games ha fatto un lavoro eccezionale per quanto riguarda la grafica. Impossibile non apprezzare la cura dei dettagli dei personaggi così come è impossibile negare la bellezza della Los Angeles degli anni '40, città vastissima in cui occorre oltre mezzora per arrivare da un capo all'altro. Ma tutto questo, parliamoci chiaro, era necessario? Perché sperperare 3 DVD per una città tanto grande quanto tanto vuota dove puoi solo guidare e chiedere le indicazioni stradali al tuo collega sul sedile del passeggero? Perché incentrare tutti gli interrogatori in 3-4 movimenti facciali a volte troppo evidenti che ti fanno perdere la voglia di giocare? Perché non c'è nulla di secondario che sia decente a parte quei ladri da fermare messi a nastro in ogni caso del gioco? La trama è bellissima, coinvolgente e ti fa vivere le vicende di Cole Phelps dall'inizio fino alla fine, dove ne esce da vero eroe americano. Ed è proprio per questo che si doveva migliorare il contesto in cui si giocava, l'ambientazione. Renderla più calda, più accogliente e varia, non dispersiva e monotona. Non t'immedesimi purtroppo. Rimane comunque un ottimo videogioco ma ha delle carenze in punti cruciali e dei "troppo" dove non servono che, appunto, abbassano drasticamente il voto di una storia da Oscar.

Odi et amo.
Il Team Bondi insieme a Rockstar Games ha fatto un lavoro eccezionale per quanto riguarda la grafica. Impossibile non apprezzare la cura dei dettagli dei personaggi così come è impossibile negare la bellezza della Los Angeles degli anni '40, città vastissima in cui occorre oltre mezzora per arrivare da un capo all'altro. Ma tutto questo, parliamoci chiaro, era necessario? Perché sperperare 3 DVD per una città tanto grande quanto tanto vuota dove puoi solo guidare e chiedere le indicazioni stradali al tuo collega sul sedile del passeggero? Perché incentrare tutti gli interrogatori in 3-4 movimenti facciali a volte troppo evidenti che ti fanno perdere la voglia di giocare? Perché non c'è nulla di secondario che sia decente a parte quei ladri da fermare messi a nastro in ogni caso del gioco? La trama è bellissima, coinvolgente e ti fa vivere le vicende di Cole Phelps dall'inizio fino alla fine, dove ne esce da vero eroe americano. Ed è proprio per questo che si doveva migliorare il contesto in cui si giocava, l'ambientazione. Renderla più calda, più accogliente e varia, non dispersiva e monotona. Non t'immedesimi purtroppo. Rimane comunque un ottimo videogioco ma ha delle carenze in punti cruciali e dei "troppo" dove non servono che, appunto, abbassano drasticamente il voto di una storia da Oscar.

8

Voto assegnato da Wreckin Ra
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 9.0

Cover L.A. Noire per Xbox 360

ottima trama anche se a tratti noiosa e complicata da seguire gamplay innovativo ma troppo teleguidato

ottima trama anche se a tratti noiosa e complicata da seguire gamplay innovativo ma troppo teleguidato

Cover L.A. Noire per Xbox 360

Grafica: 9
Sonoro: 9
Gameplay: 8
Trama: 9
Longevità: 9
Gioco atipico, unico nel suo genere. Grande atmosfera, ottimi personaggi e storia che si sviluppa in modo coinvolgente e credibile. Il livello di dettaglio dei volti non lo si può riscontrare in nessun altro gioco, ma questo non vale per il resto di quello che si vede su schermo, seppur di ottima fattura. Casi assolutamente vari e assolutamente gratificanti. Peccato per una legnosità a volte molto fastidiosa del protagonista che non poche volte tenderà ad incastrarsi in piccoli rialzi o vicino ad una porta o una scala.

Grafica: 9
Sonoro: 9
Gameplay: 8
Trama: 9
Longevità: 9
Gioco atipico, unico nel suo genere. Grande atmosfera, ottimi personaggi e storia che si sviluppa in modo coinvolgente e credibile. Il livello di dettaglio dei volti non lo si può riscontrare in nessun altro gioco, ma questo non vale per il resto di quello che si vede su schermo, seppur di ottima fattura. Casi assolutamente vari e assolutamente gratificanti. Peccato per una legnosità a volte molto fastidiosa del protagonista che non poche volte tenderà ad incastrarsi in piccoli rialzi o vicino ad una porta o una scala.

Bacheca

Uhm, non ci sono interventi da mostrare.