Ludomedia è il social network pensato per chi ama i videogiochi. Crea il tuo profilo adesso per iniziare.

The Elder Scrolls V: Skyrim è un videogioco per Xbox 360 appartenente al genere Gioco di ruolo. Sviluppato da Bethesda Softworks e prodotto da Bethesda Softworks, è uscito il 11 novembre 2011 · Pegi 18+ · Anche su PC, PS3

Sono passati 200 anni dalla fine degli eventi narrati in The Elder Scrolls IV: Oblivion.
Vista la mancanza di un erede al trono l'impero sta soccombendo, perdendo territori a favore delle popolazioni Elfiche. Gli Spadaccini ormai sono sull'orlo dell'estinzione dato che senza un imperatore da proteggere non hanno scopo nella vita: molti sono morti, altri sono stati imprigionati, altri ancora uccisi.
Nella regione di Skyrim, la più a nord del Tamriel scoppia una guerra civile a seguito dell'assassinio del Re, tale guerra è l'ultimo degli eventi profetizzati negli Elder Scrolls.

Cover The Elder Scrolls V: Skyrim per Xbox 360

Un gioco fantastico! Come al solito nei giochi Bethesda anche in Skirim il mondo di gioco è "libero" perché uno può fare quello che vuole, direi uno dei pochi Gdr fantasy in cui non ti annoi stando un'oretta in città, forse è stato uno dei miei giochi preferiti (insieme ad altri giochi) su Xbox 360, la trama è veramente lunga, divertente, interessante, ma la quest principale è niente in confronto a tutte le sotto-quest presenti. Nel gioco ci sono varie razze da scegliere nell'editor personaggio ma queste non sono molto importante poi nel gioco (lo sono solo un po' all'inizio) infatti un Orco che dovrebbe essere principalmente un guerriero può diventare esattamente uguale ad un Elfo Alto in fatto di magia e viceversa, questo può essere un vantaggio ma anche uno svantaggio. La mappa è veramente varia, bella e comunque di una certa grandezza, ci sono molte città, dungeon ecc... Che rendono l'esperienza di gioco molto elevata e divertente. Controlli molto azzeccati e comodi. Un reparto audio eccellente specialmente in fase di combattimenti. Il Combat System di elevata importanza in questo gioco è fatto molto bene, anche grazie alle varie armi o incantesimi, gli urli sono poi il bonus per rendere quasi perfetto questo sistema di combattimento. Parlando dal reparto tecnico il gioco non è elevatissima ma comunque in giochi come questo non si nota e non dà fastidio più di tanto, la grafica è mediamente accettabile ma alcune Texture non sono fatte benissimo ma in ogni caso questo non causa molti problemi. Il gioco può avere qualche piccolo Bug o Crash ma io non ne ho riscontrati molti e perciò l'esperienza di gioco non ne ha risentito moltissimo. Anche le "perk" sono fatte bene e rendono fantastico il combat-system. E poi che dire, è un gioco dove puoi fare quello che vuoi.

PRO:
-Tantissime scelte e libertà d'azione
-Combat-System fatto molto bene
-Trama e sotto quest fantastiche
-Ambientazioni fatte molto bene e tutte bellissime
-Reparto Audio molto buono
-Finalmente un vero fantasy

CONTRO:
-piccole incertezze grafiche (a me non hanno dato fastidio ma può essere fastidioso per alcuni giocatori)

-piccoli Crash

Voti:
-comparto tecnico: 8
-trama, longevita e rigiocabilita: 9.8
-Comparto sonoro: 9.7
-vari aspetti del gameplay: 9.7

Come al solito vi ringrazio della lettura, ciao a tutti e buona lettura!!

Un gioco fantastico! Come al solito nei giochi Bethesda anche in Skirim il mondo di gioco è "libero" perché uno può fare quello che vuole, direi uno dei pochi Gdr fantasy in cui non ti annoi stando un'oretta in città, forse è stato uno dei miei giochi preferiti (insieme ad altri giochi) su Xbox 360, la trama è veramente lunga, divertente, interessante, ma la quest principale è niente in confronto a tutte le sotto-quest presenti. Nel gioco ci sono varie razze da scegliere nell'editor personaggio ma queste non sono molto importante poi nel gioco (lo sono solo un po' all'inizio) infatti un Orco che dovrebbe essere principalmente un guerriero può diventare esattamente uguale ad un Elfo Alto in fatto di magia e viceversa, questo può essere un vantaggio ma anche uno svantaggio. La mappa è veramente varia, bella e comunque di una certa grandezza, ci sono molte città, dungeon ecc... Che rendono l'esperienza di gioco molto elevata e divertente. Controlli molto azzeccati e comodi. Un reparto audio eccellente specialmente in fase di combattimenti. Il Combat System di elevata importanza in questo gioco è fatto molto bene, anche grazie alle varie armi o incantesimi, gli urli sono poi il bonus per rendere quasi perfetto questo sistema di combattimento. Parlando dal reparto tecnico il gioco non è elevatissima ma comunque in giochi come questo non si nota e non dà fastidio più di tanto, la grafica è mediamente accettabile ma alcune Texture non sono fatte benissimo ma in ogni caso questo non causa molti problemi. Il gioco può avere qualche piccolo Bug o Crash ma io non ne ho riscontrati molti e perciò l'esperienza di gioco non ne ha risentito moltissimo. Anche le "perk" sono fatte bene e rendono fantastico il combat-system. E poi che dire, è un gioco dove puoi fare quello che vuoi.

PRO:
-Tantissime scelte e libertà d'azione
-Combat-System fatto molto bene
-Trama e sotto quest fantastiche
-Ambientazioni fatte molto bene e tutte bellissime
-Reparto Audio molto buono
-Finalmente un vero fantasy

CONTRO:
-piccole incertezze grafiche (a me non hanno dato fastidio ma può essere fastidioso per alcuni giocatori)

-piccoli Crash

Voti:
-comparto tecnico: 8
-trama, longevita e rigiocabilita: 9.8
-Comparto sonoro: 9.7
-vari aspetti del gameplay: 9.7

Come al solito vi ringrazio della lettura, ciao a tutti e buona lettura!!

Dato che avevo problemi a prenderlo via amazon contatto un mio amico e domani prendo la legendary nuova(pari al nuovo diciamo dai asd ) per 12€
Fierezza B]

IL RETROGAMER

IL RETROGAMER ha pubblicato un'immagine nell'album PUNTI G MIGLIORI XBOX 360 riguardante The Elder Scrolls V: Skyrim

Che eroe!

Cover The Elder Scrolls V: Skyrim per Xbox 360

Skyrim è un gioco mastodontico, enorme, dall'esplorazione quasi infinita.
La storia originale, (nella quale vedi impersonare il dragon born (sangue di drago) un discendente di una stirpe di uomini in grado di parlare la lingua draconica e usare le parole in potenti urli), coinvolge da subito come alcune trame secondarie. Centinaia di missioni, tra principali e secondarie, rendono il gioco longevo come pochi altri giochi rpg occidentali riescono a fare. L'open world ti fa prendere parte ad un mondo meraviglioso fatto di persone di ogni razza e genere, giganti licantropi vampiri e draghi. Il punto forte del gioco, infatti, sono i combattimenti con le lucertole sputafuoco che, con un cavo hd, è possibile coglierne dettagli meravigliosi: le ali che si sciupano dopo svariati attacchi su di esse, sangue sulle loro scaglie di svariati colori.
In un mondo fantasy che si rispetti, non poteva non mancare la magia, la quale si diversifica in molti rami, dalla distruzione all'illusione e persino l?alchimia.
La meccanica e l'uso degli urli non solo è importante ma in alcuni casi fondamentale. Anch'essi sono di vari tipi e poteri. Lo stordire o addirittura far volare via un nemico con l'urlo "Fus-ro-dah" può essere usato sia per attaccare che per fuggire nei casi più disperati. Creare una pioggia di fulmini o addirittura di meteoriti, ti farà sentire potente (ammettiamolo).
Ma nonostante tutti questi punti a favore, sono le meccaniche ed il gameplay a lasciar l'amaro in bocca.
Il combat system è semplice, solo 2 tasti per fare 2 cose: il grilletto destro per usare arma o magia nella mano destra, quello sinistro per pararsi o usare arma/magia nella mano sinistra. Non c'è il brivido di schivare i colpi avversari (cosa che potrebbe essere utilissima ad un ladro/assassino che viene beccato) o il fare delle combo tra magie e armi o arma e arma etc etc.
I bug e glitch non mancano in un mondo così vasto, e vedere cavalli che (in pratica) scalano pareti più o meno verticali, sono cose che struggono l'animo di un videogiocatore serio, come il mettere la difficoltà al massimo e vedere che a certi livelli, il mondo è lo stesso sotto i tuoi piedi. La troppa vastità può scocciare nell'esplorazione a lungo andare.
é un gioco che comunque consiglierei, perchè le sue belle ore di gioco divertenti le offre, ma nella lunga durata può annoiare.

Aggiornamento dopo altre svariate ore di gioco e riflessione:
Riflessione che porta solo a portare ad una aggiunta a ciò che già scrissi. Parliamo in primis delle riflessioni negative.
Iniziare con un personaggio fatto prigioniero solo perchè si è trovato nel luogo sbagliato al momento sbagliato, poteva avere un senso... se il personaggio avesse avuto un background. Il fatto che sia come un fungo spuntato dal nulla può far storcere il naso a chi certe domande se ne fa. Di fatti, bastava, durante una side quest data da un npg della stessa razza scelta, mettere in un drop nel luogo di missione un bigliettino con su scritto una piccola storia (o meglio un diario) che cambiava in base alla razza scelta.
Altro fattore negativo sono i pochi bonus e malus dati alle varie razze potevano essere più numerose e ben diversificate una all'altra. Mettiamo il caso di un personaggio felinide che poteva avere un bonus in danni da caduta o furtività ma guai a toccare l'acqua o il sentirsi subito stanco.
Però c'è da dire la cosa positiva di una riflessione iniziata dall'argomento DLC. Ultimamente si sente dei dlc "D'obbligo" dei giochi, che solo grazie ad essi si riesce veramente a completare un titolo, ma skyrim offre DLC nel vero senso della parola: sono solo espanzioni, belle e con un mucchio di cose in più, ma non sono d'obbligo per gustarti appieno il titolo. Ovviamente consigliati per le varie aggiunte (come cavalcare i draghi o divenire il signore dei vampiri) ma non obbligatorie

Skyrim è un gioco mastodontico, enorme, dall'esplorazione quasi infinita.
La storia originale, (nella quale vedi impersonare il dragon born (sangue di drago) un discendente di una stirpe di uomini in grado di parlare la lingua draconica e usare le parole in potenti urli), coinvolge da subito come alcune trame secondarie. Centinaia di missioni, tra principali e secondarie, rendono il gioco longevo come pochi altri giochi rpg occidentali riescono a fare. L'open world ti fa prendere parte ad un mondo meraviglioso fatto di persone di ogni razza e genere, giganti licantropi vampiri e draghi. Il punto forte del gioco, infatti, sono i combattimenti con le lucertole sputafuoco che, con un cavo hd, è possibile coglierne dettagli meravigliosi: le ali che si sciupano dopo svariati attacchi su di esse, sangue sulle loro scaglie di svariati colori.
In un mondo fantasy che si rispetti, non poteva non mancare la magia, la quale si diversifica in molti rami, dalla distruzione all'illusione e persino l?alchimia.
La meccanica e l'uso degli urli non solo è importante ma in alcuni casi fondamentale. Anch'essi sono di vari tipi e poteri. Lo stordire o addirittura far volare via un nemico con l'urlo "Fus-ro-dah" può essere usato sia per attaccare che per fuggire nei casi più disperati. Creare una pioggia di fulmini o addirittura di meteoriti, ti farà sentire potente (ammettiamolo).
Ma nonostante tutti questi punti a favore, sono le meccaniche ed il gameplay a lasciar l'amaro in bocca.
Il combat system è semplice, solo 2 tasti per fare 2 cose: il grilletto destro per usare arma o magia nella mano destra, quello sinistro per pararsi o usare arma/magia nella mano sinistra. Non c'è il brivido di schivare i colpi avversari (cosa che potrebbe essere utilissima ad un ladro/assassino che viene beccato) o il fare delle combo tra magie e armi o arma e arma etc etc.
I bug e glitch non mancano in un mondo così vasto, e vedere cavalli che (in pratica) scalano pareti più o meno verticali, sono cose che struggono l'animo di un videogiocatore serio, come il mettere la difficoltà al massimo e vedere che a certi livelli, il mondo è lo stesso sotto i tuoi piedi. La troppa vastità può scocciare nell'esplorazione a lungo andare.
é un gioco che comunque consiglierei, perchè le sue belle ore di gioco divertenti le offre, ma nella lunga durata può annoiare.

Aggiornamento dopo altre svariate ore di gioco e riflessione:
Riflessione che porta solo a portare ad una aggiunta a ciò che già scrissi. Parliamo in primis delle riflessioni negative.
Iniziare con un personaggio fatto prigioniero solo perchè si è trovato nel luogo sbagliato al momento sbagliato, poteva avere un senso... se il personaggio avesse avuto un background. Il fatto che sia come un fungo spuntato dal nulla può far storcere il naso a chi certe domande se ne fa. Di fatti, bastava, durante una side quest data da un npg della stessa razza scelta, mettere in un drop nel luogo di missione un bigliettino con su scritto una piccola storia (o meglio un diario) che cambiava in base alla razza scelta.
Altro fattore negativo sono i pochi bonus e malus dati alle varie razze potevano essere più numerose e ben diversificate una all'altra. Mettiamo il caso di un personaggio felinide che poteva avere un bonus in danni da caduta o furtività ma guai a toccare l'acqua o il sentirsi subito stanco.
Però c'è da dire la cosa positiva di una riflessione iniziata dall'argomento DLC. Ultimamente si sente dei dlc "D'obbligo" dei giochi, che solo grazie ad essi si riesce veramente a completare un titolo, ma skyrim offre DLC nel vero senso della parola: sono solo espanzioni, belle e con un mucchio di cose in più, ma non sono d'obbligo per gustarti appieno il titolo. Ovviamente consigliati per le varie aggiunte (come cavalcare i draghi o divenire il signore dei vampiri) ma non obbligatorie

Bacheca

Uhm, non ci sono interventi da mostrare.