Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Alerage condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Alerage, aggiungilo agli amici adesso.

Alerage

ha da qualche giorno che mi riecheggia in testa, la conosco da un annetto, l'ho scoperta mentre facevo "zapping" tra full album e cose, ricordo che lo stesso giorno ho scoperto altre band con una "frontlady" molto piacenti, tipo i Semblant (meh) e gli icon for hire (*conati*) e proprio per questo non ho osato approfondire per paura si rivelassero una mezza ciofeca come i semblant, chi ne sa di più? valgono un ascolto?

Once Human "Eye Of Chaos" Official Music Video

Eye Of Chaos Directed by Ron Thunderwood Assistant Paul Jordan Filmed at Tiger Lab Studios Pre-order the new album "Evolution" here: CD: http://smarturl.it/OHEvolution_CD iTunes: h..

Alerage

Alerage ha pubblicato un'immagine nell'album mah colleshon!

finalmente . . .

Alerage

Alerage ha scritto una recensione su Way of the Samurai 3

Cover Way of the Samurai 3 per PS3

Il costante miglioramento non è solo prerogativa dei samurai

Recentemente ho scoperto che Acquire oltre aver sviluppato metà dei titoli non-from software di tenchu, ha sviluppato anche questa serie e che dire? sono alla terza iterazione, dopo il primo capitolo giocato e bestemmiato nel "lontano" 2012 e il secondo gustato brevemente nel 2014, oggi posso dire che la serie matura di iterazione in iterazione e non mi dispiacerebbe che il seguito continuasse a migliorare questa formula già di per sè vicina alla "perfezione", ma sono qui per parlare di questo terzo capitolo e non voglio liquidare il tutto dicendo "splendido" e non oso neanche sviscerare eccessivamente il tutto, non ne sono capace e non mi è possibile proprio per la vastità del titolo in questione (basti pensare che il gioco ha una componente di "relazioni di coppia" di cui sono totalmente allo scuro), quello che posso fare è paragonare, raccontare e giudicare.

Iniziamo dal cruccio dei primi 2 capitoli, esiste finalmente un normale sistema di salvataggio, funziona e funziona a tal punto che si può fare save scumming.

La storia? abbiamo una trama un po' più complessa del secondo capitolo, il periodo storico trattato è precedente a quello trattato dagli antecedenti capitoli, avevamo il periodo edo e ora abbiamo il terribilmente inflazionato periodo sengoku, ma sapete una cosa? un periodo sengoku così non si è mai visto, solitamente quando si parla di periodo sengoku affiorano immagini di "tecmokoeiana" memoria e nomi come Nobunaga, Hideyoshi, Tokugawa, Hattori, Sanada e . . . maronn che durello, adesso voglio un musou . . . ma dicevo, son proprio questi i nomi che vengono in mente e l'immagine che ne consegue è quella di rappresentare in maniera maniacalmente grande le questioni interne di una intera nazione, ma no, way of the samurai non è così, l'unico nome che si sente echeggiare di sottofondo è quello di Nobunaga, siamo lontani dai conflitti veri e proprio, siamo in una realtà ristretta di un piccolo feudo chiamato Amana, che ha già molti problemi per i cavoli suoi, proprio perchè conteso all'interno da 2-3 clan e minacciato dall'esterno dal signore degli Owari, ed è proprio qui che prendono piede le nostre vicende piene di personaggi ideati a regola d'arte ed è qui che iniziano le scelte, dominare o supportare? e supportare chi? o sfavorire chi? famiglia o nazione? pace o guerra? vendetta o giustizia? . . .
una mole di scelte che portano a un numero di finali apparentemente e assurdamente alto (ma veritiero, GIUSTO BEYOND? GIUSTO?), 20 finali più uno nascosto e proprio per questo, questo capitolo, ora più che mai, ora che c'è una storia ramificata a dovere a supportare tutto, non ha perso la sua natura rigiocabile e la sua longevità variabile, ci sono sottotrame che richiedono a malapena mezz'ora e altre che ne richiedono 2 o 3, il tutto per un'ammontare di 40 e più ore tutte da scoprire.

Ma arriviamo a un punto cruciale del gioco, il sistema di combattimento, adesso più variegato e volendo più fluido, non perde lo smalto e anzi si rinnova e migliora anche dove il precedente capitolo "falliva", per intenderci il fatto che in way of the samurai 2 il personaggio inciampasse sui cadaveri dei nemici cadendo all'indietro non era propriamente un difetto, anzi è probabilmente voluto per forzare il giocatore a gestire al meglio gli spazi, ma c'èra una piccola cosa che rompeva il sistema di combattimento, i colpi non venivano subiti mentre si era a terra e adesso si può inciampare ancora? non lo so, non mi è capitato, ma i colpi li subisci a terra ed è anche possibile, per quanto sia limitata come cosa, fare una sorta di "juggling" con certe combo e come hanno contrastato questa cosa? con delle meccaniche di counter (all'acquire erano già anni avanti, altro che SOULS, levati dalle palle! ahahaha) che contro i boss hanno la mera funzione di prendere tempo e non sbilanciarsi, ma è contro nemici normali che sfodera tutta la sua potenza, perchè? non so in quanti abbiano presente genji per ps2, ma il kamui di genji è proprio quello che succede in way of the samurai 3, solo fatto meglio, in breve dopo un counter spunterà un qte (per nulla invadente) se lo si preme in tempo, si ha la possibilità di fare una instant kill che può sfociare in una instant kill a catena (ovvero dopo il primo, tutti gli altri nemici che si avvicinano avranno un qte che permetterà al giocatore di levarseli di torno uno dopo l'altro), semplificante? si, utile? di più, in certe situazione è doveroso usare le instant kill, perchè in certe situazioni i nemici sono infiniti! ma è inutile gridare alla semplificazione se poi i boss sono comunque coriacei.
In più si ha la possibilità di usare il "falso filo" delle lame in modo da non uccidere i nostri sfidanti e gustarci tutte le sfumature che possono affiorare risparmiando una vita.

Lo spostamento per le varie location di Amana, è gestito in maniera che si possa scegliere se andare a piedi o "teletrasportarsi" da un'altra parte, che a un primo sguardo può sembrare la soluzione più conveniente in ogni occasione, ma non è sempre la scelta migliore, il tempo in way of the samurai scorre e a volte "si fa prima" ad andare a piedi che col teletrasporto, tuttavia c'è da notare il fatto che la superficie calpestabile di questo capitolo è decisamente ampia rispetto a quella dei capitoli precedenti e gli stessi abitanti sono molti di più, seppur meno "rompiballe", pochi scippatori rispetto al 2, ma in compenso ci sono altri eventi a destra e a manca.

Sul fronte della musica abbiamo un lavoro ottimo e terribilmente scenico, mai una nota fuori posto, mai un tema lasciato al caso, il giorno ha temi più limpidi, la notte ha temi più enigmatici.

Sul fronte tecnico abbiamo lavoro altalenante, i modelli non sono complessi, le animazioni sono generalmente buone, ma quelle facciali in genere fanno pena, eccetto quelle di Shuzen Fujimori, si vede proprio da questo che hanno voluto dargli moltissimo carattere, texture slavate affiancate ad altre abbastanza dettagliata, telecamera che durante le instant kill va un po' a puttane e frame rate instabile anche nelle fasi più calme . . . ma me ne frega qualcosa? basta guardare il voto, NO.

Alerage

Alerage ha aggiornato la sua collezione

Non ci sono interventi da mostrare.