Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Dioneamuscipula condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Dioneamuscipula, aggiungilo agli amici adesso.

Dioneamuscipula

Dioneamuscipula ha scritto una recensione su Steins;Gate

Cover Steins;Gate per PS Vita

Il tema dei viaggi nel tempo come non l'avete mai visto!

Ispiratosi ad un fatto realmente accaduto e poi divenuto leggenda metropolitana sul web, Steins; Gate non è altro che un grande trattato di fisica quantistica e neurobiologia, il tutto condito da cultura popolare "internettiana".

Sinceramente non ho mai visto un'opera che andasse così in profondità riguardo tale tema, neanche nei film e libri visti/letti finora. 40 ore vissute tra colpi di scena, risate e magoni. Parte come un diesel ma poi ti cattura inesorabilmente e non ti molla più.

Steins;Gate è stata la mia prima visual novel e devo dire che è davvero difficile considerarla un videogioco a tutti gli effetti. Diciamo che è un qualcosa che ha delle forti analogie con questo medium, ma che poi in altri aspetti si differenzia, soprattutto per la quasi totale assenza di un gameplay. Vestendo i panni del biologo evoluzionista, direi che è come se si stesse parlando del dominio degli Archaea, il quale viene storicamente diviso da quello dei Bacteria (film) ed Eukarya (videogiochi).

I personaggi sono caratterizzati ottimamente ed il doppiaggio è fenomenale, soprattutto quello del protagonista (Rintaro Okabe). Musiche molto belle, soprattutto quelle che vengono utlizzate nei momenti topici e/o tristi. Longevità elevata, 40 ore per finirlo al 100% e vedere tutti i finali (tra cui il true ending che è assolutamente GENIALE).

La storia mi ha veramente scosso, nel senso che in alcuni passaggi va così in profondità sia dal punto scientifico che da quello della comprensione dell'animo umano da sbalordirmi.

La frangia oltranzista dei "gameplay100%razzaariana" purtroppo non sarà in grado di godersi questo capolavoro di narrazione e un po' me ne dispiace. Quelli un po' più open minded invece, si troveranno di fronte, nè più né meno, una tra le migliori dieci storie videoludiche di tutti i tempi.

"This is the choice of Steins Gate, El Psy Kongroo!".

9.5

Voto assegnato da Dioneamuscipula
Media utenti: 9.4 · Recensioni della critica: 8.7

Dioneamuscipula

Se l'Atari rappresentò per me l'inizio, il "fuoco", il regalo di Prometeo agli uomini, il VR è stato come una sorta di Rinascimento o scissione dell'atomo.
Siamo dinnanzi alla vera rivoluzione videoludica degli ultimi 10 anni (ma anche 20). Dimentichiamoci dei film in 3d o del videogioco come l'abbiamo vissuto fino ad ora, qui si parla di immersione totale, vivere direttamente la cosa. Il VR ha ravvivato la fiamma (no, non quella Sabaku..) della passione.

Ringrazio ancora il mio amico Herman per avermi fatto provare qualche titolo. Un'immersione negli abissi tra le creature marine (erano vere lo giuro xd), combattimenti spaziali alla Starwars (che bella la terra vista dallo spazio), sparatorie da far west a bordo di un ottovolante e infine quella maledetta demo di Res 7.
No, ho dovuto chiudere dopo pochi minuti. Quella maledetta era reale, avevo voglia di scappare veramente e pararmi i colpi con le braccia, non credo sarò mai in grado di portarne a termine uno, si rischia l'infarto xd
Ora se ripenso ad alcuni giochi fatti negli ultimi anni con quella tecnologia, mi viene da dire "mamma mia cosa ci siamo persi".

Credo che tra qualche anno, quando la tecnologia sarà perfezionata ne vedremo veramente delle belle.

Costa si, ma fatevelo in qualche modo.

Non ci sono interventi da mostrare.