Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni

Sviluppato e prodotto da Square Enix, Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni è un gioco di ruolo uscito il 14 febbraio 2011 per DS.

"Non crediamo che sia l'aver vissuto l'epoca d'oro dei 16 bit e dei JRPG a spingerci a promuovere a pieni voti l'approdo dell'ultimo Dragon Quest sul glorioso DS: anche valutato con i canoni odierni, che poi non differiscono molto da quelli di allora vista la stagnazione del genere di riferimento, il prodotto Square Enix supera a pieni voti tanto l'esame giocabilità, grazie ad un combat system snello e flessibile, quanto quello longevità, considerando che, dedicandosi ad alcune delle quest opzionali non si faticherà a raggiungere le 70 ore complessive di gioco." da spaziogames.it

9.3

Recensioni

4 utenti

m4ddok

m4ddok ha pubblicato un video riguardante Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni per DS

Cerco info su Dragon Quest, approccio per la prima volta la saga sul ds con il remake del sesto capitolo che sta per arrivarmi... poi leggo che è anche conosciuto come "dai"... cerco un altro po'... eh scopro che non è vero che è il mio primo approccio! Questo cartone lo ricordo benissimo, ma immaginate all'epoca internet era fantascienza, i titoli dragon quest non arrivavano... come si faceva a sapere di cosa si trattasse? *_*

I Cavalieri del Drago

Sigla iniziale in italiano dei Cavalieri del Drago

Ion.

Ion. ha pubblicato un'immagine nell'album Acquisti riguardante Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni

Come facevo a dirgli di no a 9.90

FabryPxL
Cover Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni per DS

Questo è uno di quei jrpg old school che non si scordano,per il sottoscritto il più bel capitolo della trilogia di Zenithia pubblicata su NDS anche se la massa osanna solo DQ V.
A differenza di quest'ultimo(e del quarto molto più frammentato) lo ritengo decisamente più completo e maturo,non solo per la longevità che tocca davvero picchi da record ma l'idea del viaggiare tra due mondi,il real e il dream world sebbene non implementata per la prima volta nel genere e quindi non esclusiva dona al gameplay uno stimolo affascinante e davvero ben implementato per apprezzare l'esplorazione e l'approccio trasognante del titolo.Poi ci sono le classi a fare la differenza,un job system esaustivo per i completisti e se la trama fosse stata costruita un attimo meglio ci troveremmo a parlare di un capolavoro assoluto.Per quanto mi riguarda un capolavoro comunque.

Zenithian
Cover Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni per DS

Eccomi qui a scrivere la mia prima recensione amatoriale su un videogioco. Per farlo, ho scelto proprio Dragon Quest VI, titolo finito questa mattina all'una, in modo da poter scrivere delle riflessioni più o meno "a caldo". Partiamo subito con la trama, ossia il punto forte di questo gioco, e, in generale, dei DQ che ho giocato. Assolutamente nulla da eccepire: semplicemente eccezionale. Ho apprezzato il parallelismo tra il mondo reale e quello dei sogni: andare in un mondo per svolgere una missione che ci darà la via d'accesso ad un luogo nell'altro e viceversa, ma soprattutto ho apprezzato i grandi colpi di scena presenti poco prima dello scontro con Lacertow ma anche dopo la """fine""" del gioco (a buon intenditor...) e il modo in cui viene stravolta dopo la sconfitta dello Stregodemone e vengono aggiunti nuovi obbiettivi e nuovi misteri (come il ritrovamento del corpo di Carver che, secondo me, da il via ad un importante sviluppo per il background del personaggio, soprattutto il protagonista, cioè noi stessi). Per quanto riguarda i personaggi, che sono il secondo piatto forte, non posso dir altro se non che vi è presente un ottimo cast, con personaggi di tutte le personalità: l'orgoglioso (Terry), lo stratega (Francis), la protettiva (Milly), la spensierata (Ashlynn) e l'amicizia fatta personaggio, Carver. Nota di merito per quest'ultimo personaggio ma anche per Terry, grazie a quel velo di mistero che lo avvolge fino ad un certo punto nella storia.
Passiamo alle OST: sempre fantastico il Main Theme "Overture", intramontabile, un evergreen. Ho apprezzato molto il cambio del Battle Theme, molto più dinamico e coinvolgente (senza togliere niente a quello precedente) ma anche altri come "The Saint" o "Melancholy", che infonde tristezza e malinconia al primo ascolto, assolutamente stupendo.

Molto divertenti e varie anche le sub-quest: dalle classiche mini-medaglie che adesso saranno ben 100, alla sfilata di bellezza e allo Slimpoli, li ho apprezzati tutti, che sono anche molto impegnativi, tra l'altro.
Dulcis in fundo dei pregi, ma non per minor importanza, abbiamo una novità: le Vocazioni! Sono un davvero ottimo strumento per "personalizzare" i propri personaggi secondo le loro potenzialità, permettendo delle strategie di combattimento davvero vaste e sempre estremamente variabili, soprattutto quando il personaggio possiederà delle magie/abilità apprese dalle altre vocazioni, creando anche, come prodotto finale, un guerriero misto (un guerriero-mago, per esempio).
Abbiamo anche una difficoltà più alta rispetto a DQ IV e V, tant'è vero che ho dovuto qualche volta ricorrere all'aiuto di Internet per andare avanti in alcuni momenti. Anche la longevità è aumentata, con una ventina di ore di gioco in più (almeno per me, dovute anche all'allenamento pre-boss finale).
Piccola nota per il finale: so che avete pianto pure voi. E' stato un duro colpo che si è fatto sentire, eccome. Mi è davvero piaciuto tantissimo, soprattutto per la ventata di speranza che porta con la schiusura dell'uovo nel castello che, secondo me, contiene il Drago di Zenithia che governerà poi sul castello (DQ VI è un prequel /discuss).

Note negative? Beh, anche qui ci sono, seppur siano solo due, per me: in primo luogo, ho trovato molto fastidioso il fatto che non ci sia una mappa per gli abissi del mare, causando, a volte, un frustante giro-giro tondo per tutto l'oceano. E, sapete, con mostri che appaiono frequentemente non è una gran cosa. E, infine, il motore grafico che, secondo me, sente il peso degli anni. Nonostante mi piaccia lo stesso, avrei apprezzato di più se avessero realizzato il gioco con lo stesso motore grafico di DQ IX, che rende anche le battaglie più coinvolgenti e il rende il mondo di gioco molto più vivo e intenso (come l'VIII). E poi, scusate, volete mettere che si può pure vedere il personaggio bello figo a 360°? Tuttavia questo remake è stato sviluppato da Arte Piazza e non da Level-5, ma fa lo stesso. Rimane comunque un gioco di alto livello qualitativo che soddisfa sotto tutti gli aspetti: epico, vasto, difficile, emozionante, divertentissimo da giocare. Dragon Quest VI, per me, è un brillantissimo esponente del tema "viaggio alla ricerca di se stessi", essendo questo anche uno degli obbiettivi della storia.
Consigliato a tutti, compratelo subito, spolpatevelo e godetevelo.
Voto: 9,5 meritatissimo

NEGs
Cover Dragon Quest VI: Nel Regno dei Sogni per DS

Recuperato oggi a pochi soldi al gamestop, ed ha ancora il codice club da grattare sisi c'era pure il 9 e la sposa del destino, ma ho optato per recuperare prima questo.

Non ci sono interventi da mostrare.