Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato e prodotto da Atlus, Radiant Historia è un gioco di ruolo uscito il 22 febbraio 2011 per DS.

"Atlus ci regala nuovamente una piccola perla, un gioco che ogni possessore di Ds non dovrebbe lasciarsi scappare. Ottima trama, ottima realizzazione, grande accompagnamento sonoro: assieme a Dragon Quest IX, il miglior rpg disponibile per il Dual Screen Nintendo. Il titolo è disponibile soltanto in America, e quindi gli utenti più convinti dovranno ricorrere all'importazione, e non lasciarsi spaventare dall'inglese (un inglese comunque poco complesso, con dialoghi sempre comprensibili). Radiant Historia è probabilmente il canto del cigno del sistema per quanto riguarda il genere d'appartenenza. Importatelo e godetevelo senza riserve." da everyeye.it

8.6

Recensioni

7 utenti

LucaLink

LucaLink ha pubblicato un'immagine nell'album varie riguardante Radiant Historia

Giusto per ricordarvi che probabilmente non avete ancora giocato uno dei migliori jrpg delle ultime generazioni.

Johnlocke07

Johnlocke07 ha pubblicato un video riguardante Radiant Historia per DS

Yoko Shimomura... <3 asd

18 Where the Wind and Feathers Return - Radiant Historia OST

Track 18 - Where the Wind and Feathers Return Album - Radiant Historia OST Composed By Yoko Shimomura Want to know how i got this game and many other excellent RPGs for absolutely ..

Egon

Egon ha pubblicato un'immagine nell'album Collezione riguardante Radiant Historia

recuperato a 40 euro. Buono dai, e c'è anche il cd con la colonna sonora sisi
Spero arrivi in fretta xd

Johnlocke07

Johnlocke07 ha scritto una recensione su Radiant Historia

Cover Radiant Historia per DS

"Le cronache narrano la storia tracciata dall’uomo scolpita nei ricordi delle stelle. "

" Le cronache trovano queste storie per designare colui che le riscriverà. "

https://www.youtube.com/watch?v=1i8vY4jz ..


Vi ho sicuramente già parlato fin troppo delle meccaniche del gameplay, in particolare del battlesystem e di come questo gioco sia riuscito a spodestare, ridisegnare e ripresentare il concetto dei viaggi spazio temporali, già presentato da Chrono Trigger. Adesso che purtroppo questa incredibile esperienza concepita nel 2011, sia giunta per me alla sua conclusione, è doveroso e doloroso soffermarsi un po su tutti quegli aspetti che per me rappresentano una costante nei giochi di ruolo, per potergli attribuire tutti quei meriti che necessita di ricevere da ogni amante del genere, per le sue indubbie qualità.

Governare il tempo e tracciare una via per il futuro, sarà questo lo scopo per cui adempierà il giocatore con Radiant Historia, un ottimo JRPG classico sviluppato e prodotto da Atlus, con più di qualche idea brillante mai riscontrata in altri videogiochi analoghi, tanto più per una console portatile quale il Nintendo DS.
Sul piano della storia, l’originale e il doppio intreccio narrativo congiunto è strutturato egregiamente e da un punto di vista del gameplay, l’ho trovato soddisfacente e perfetto per tutto quello che mi ha saputo offrire.

Nel continente di Vainqueur sta per accadere per l’ennesima volta un terribile cataclisma di proporzioni gigantesche, la suddetta desertificazione. Cosa faranno le 2 forze militari più potenti e imponenti per impedire il ripetersi di una tale sciagura che ridurrà il mondo in granelli di sabbia?
Alistel, fedeli e devoti del loro profeta Noah è in guerra da sempre contro l’armata di Granorg, governata dalla spietata e tiranna regina Protea. A questi 2 fondamentali regni, ne saranno affiancati altri, la neutrale calda e ospitale Cygnus, terra di gladiatori portentosi e Celestia, terra naturale sacra la cui dimora vede coinvolti le razze dei Satiri e dei Gutral in conflitto con gli umani. E proprio alla base di questa grande guerra protrarsi da secoli, di infinitesimali strategie di attacco, nel regno in cui conducono svariati esperimenti mediante una tecnologia denominata Taumatech, ad Alistel, vive l ’impavido, freddo e calmo agente Stocke, il nostro protagonista di questa articolata avventura, il quale entrerà in possesso delle misteriose cronache bianche.

Egli avrà una breve e terribile premonizione dovuta alla sua prima missione affidatagli dal suo superiore, Heiss. E proprio in quell’istante Stocke conoscerà i primi 2 suoi coraggiosi sottoposti e col tempo amici inseparabili, Raynie e Marco. Ancor prima di giungere a destinazione avverrà l’incontro con il carismatico generale Rosch, nonché il suo miglior amico; E la sola comparsa di Lippti e Teo, 2 personaggi avvolti da un alone oscuro e misterioso, non faranno altro che portare i giocatori a porsi tutta una serie di domande prematuramente nei soli primi 20 minuti di gioco.

La curiosità di scoprirlo, di analizzarlo, di conoscerlo, di approfondirlo, di viverlo NON deve e NON può venirne meno. Vi dirò, l’interesse che si può instaurare e l’empatia che si può provare è portata all’inverosimile, facendo non poco leva sulle mie corde emotive, attraverso un vero e proprio viaggio nel tempo, 2 mesi or sono, ho ricordato cosa provai rileggendo queste parole, fu e resta un esempio, la testimonianza dello strabiliante risultato che rendono Radiant Historia un videogioco davvero speciale.

http://www.ludomedia.it/Johnlocke07-1513 ..

. . .

Queste sono soltanto le premesse iniziali, di un quadro generale ben più ampio di quello che immaginiate, la storia si diramerà e si farà breccia attraverso 2 sottili e grandi linee temporali imperscrutabili. Sicuramente ciò che mi ha colpito di più all’interno della storia è la netta contrapposizione e l'interrogativo dei temi di speranza e disperazione; E veramente possibile scegliere di essere in grado di voler salvare un mondo distorto in cui la razza umana ha la bieca abitudine di tendere alla violenza, all’inganno, alla falsità, all'avidità, all’arroganza, alla menzogna, all’ ingiustizia e alla morte? O c’è speranza nel mondo? Per tutti coloro che credono fermamente nei valori di amore, libertà, uguaglianza, più evidente, di uno spiccato senso di PATRIOTTISMO e di ONORE, di una PROFONDA DEVOZIONE e coraggio, una ferrea predisposizione e fermezza al SACRIFICIO, complice solo di una composta determinazione, di una stima reciproca e di una trascendentale purezza d’animo. Sono scelte ardue, difficili, entrambe portano lo stesso pesante fardello. Può sembrare una precisazione banale e stereotipa, ma nel suo sviluppo queste scelte dubbiose le trovo ammirevoli, deplorevoli, struggenti, incantevoli e il tutto acquisisce dannatamente fascino. T__T
Una scelta tempestiva guidata dal mero istinto, potrà portare unicamente a una imminente catastrofe,che potrebbe essere allo stesso tempo l'ancora di salvezza del mondo e di tutti gli altri esseri che vi abitano. Il modo in cui essa verrà effettuata potrà cambiare drasticamente il destino di chi ci sta accanto, così come noi essere umani, anche Stocke avrà bisogno di tutto il nostro e il “ loro “ sostegno.

Ogni personaggio avrà un suo momento glorioso nel complesso arco narrativo, chi più di vitale importanza come la principessa Eruca di cui ne ho apprezzato la fermezza e lo spirito combattivo e risolutivo; ( dimenticatevi la principessina da salvare o da proteggere) O chi con qualche ruolo un po più marginale, vedi il conte Selvan e il colonnello Dias. I personaggi sono davvero tanti e favolosi e sebbene il videogioco sia verboso, ricco di dialoghi a volte troppo tediosi e prolissi, non tutti riescono ad eccedere in carisma e caratterizzazione, inoltre in alcuni punti avrei gradito maggior laconicità, ma un approfondimento generale di alcune situazioni lo trovavo necessario, vedi il rapporto di Marco con Mimel appena accennato, è evidente che avrebbe potuto dir di più, in ogni caso non è grave, ho dato libero spazio all'interpretazione quando serviva, d’altra parte ne ho pienamente condiviso lo stile artistico con cui ognuno di questi personaggi è stato rappresentato, rendendoli davvero uno più diversificato dell’altro, oltre ad aver mostrato carattere, vivi più che mai, perseguendo i loro obiettivi senza distogliere lo sguardo sotto la crudezza della guerra, talvolta vacillando seguendo i propri ideali di fedeltà, di protezione e di amore, ma con una grande forza d'animo che mi è difficile quantificare, da tali presupposti, devo ammettere che sono riuscito facilmente ad entrarvi in sintonia per la maggior parte.

Il design fa la sua bella figura, come alcune ambientazioni, ma d’altra parte il Budget utilizzato non dovrebbe essere così dispendioso come si può pensare, in quanto sia i dungeon non particolarmente complessi, in questo caso è un pro, nemici e ambientazioni riproposte diverse volte, in quanto è la struttura stessa in parte ad esigere quella che potrebbe portarvi a pensare che sia un po ripetitivo.
All’interno di ciascun nodo temporale in un determinato momento della storia ci sarà sempre data la possibilità di ritornare indietro e per tale sarà di vitale importanza cercare di finire il gioco al 100% portando a compimento gran parte del Sidequests molto importanti. Anche quelle che vi sembreranno missioni fine a se stesse, o tra le più insignificanti, in realtà prevedono progetti molto più grandi di cui potreste ignorare e questo inciderà pesantemente in modo negativo sulla vostra esperienza di gioco se non le portate a compimento, non commettete errori, piuttosto interagendo con tutti i NPC possibili sarà una ulteriore chance di ottenere il finale completo, ma se così non fosse è già qualcosa.

Sia lode ai 2 direttori di questo gioco che hanno osato e saputo nascondere BENISSIMO delle Sidequests , quasi impossibili da scovare, per esempio, una vi risulterà accessibile solo se farete 3 scelte prestabilite, di conseguenza ottenere in una prima botta sola il finale completo, avendo la certezza di aver portato a termine gran parte delle missioni, è il primo passo falso per realizzarlo. Se volete un consiglio posso dirvi solo di prendere nota di tutti gli eventi che innescate, in modo tale da ricordarvi precisamente dove avete lasciato in sospeso qualcosa che potrà servirvi soltanto in seguito. La mappa concettuale dei “ nodi temporali” e delle missioni segnalate nel menù, nella sua semplicità potrà apparirvi un po confusa quando sarà troppo ricca di eventi, stiamo parlando di oltre 200 eventi, inoltre chi ha PROBLEMI DI MEMORIA ( si mi riferisco a te :@ ) do lo spassionato consiglio di tenere un booknotes solo per Radiant Historia.

La longevità è molto buona, si aggira dalle 45 alle 50 ore, ma naturalmente cambia da persona a persona, anche se sono davvero pochissimi gli eventi che potrete pensare di trascurare. La colonna sonora è superba, di ottima qualità, alcuni brani sono molto evocativi e mi concederei sempre a un momento della giornata per ascoltarli in silenzio …. :’(

https://www.youtube.com/watch?v=Lw3e-TGM ..

parliamo di sole 25 tracce musicali gestite per tutto l’arco delle ore preannunciate al completamento. Sicuramente troppo, TROPPO ricorrenti, perché le musiche vi accompagneranno costantemente per ogni singolo evento o un Bad Ending. Detto ciò, concludo,
Radiant Historia, presentando pochi difetti ovvi, entra di diritto nella mia top ten dell’ultima generazione oramai trascorsa, l’ho preferito a molti JRPG. L'ho cominciato a scatola chiusa, senza sapere nulla, senza un perchè, mi sono fiondato su questo gioco, affidandomi completamente al giudizio e al parere di un mio amico che lo ha provato soltanto per pochi minuti, è normale che sia stato subito in grado di cogliere le potenzialità di questo titolo avendo fatto poco o nulla. Parlando di scelte, la sua è stata un'ottima scelta, mi ha portato in questo mondo che personalmente non riuscirei a dimenticarmi neanche volendo. Grazie. ; )
Consigliato a tutti gli amanti dei JRPG classici.
Straconsigliato per chi adora i viaggi nel tempo.
STRAMEGACONSIGLIATO per i delusi di Brevaly D. questo non vi deluderà, sicuramente. :)

https://www.youtube.com/watch?v=9sCm__Gc ..

9

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.9

Johnlocke07

E così dopo 16 ore di gioco, mi trovo qui a dover dare le mie prime vere impressioni di questo JRPG vecchio stampo, Radiant Historia.
Il Battle system lo adoro in tutto e per tutto, la difficoltà è bilanciatissima e i turni sono ben distribuiti tra alleati e nemici. Durante il combattimento ci sarà una tabella su schermo in alto che ne indicherà i turni per ciascun personaggio o nemico, partendo dall'alto fino al basso sarà quindi possibile sapere in anticipo chi attaccherà, dandomi tutta la calma e la possibilità di pensare e decidere la strategia da adottare, oltre ad essere richiesta una particolare attenzione per il posizionamento dei nemici sul campo, che influenzerà non poco la strategia. Le abilità, le stesse che saranno utilizzate in battaglia, sono abbastanza semplici da acquisire, in pratica più il personaggio aumenta di livello più ne apprenderà di nuove, certo si sarebbero potuti sforzare un po, ma non fa niente, rende il tutto meno pesante. Ammetto che in queste 16 ore, il gioco ha mostrato davvero poco i suoi difetti. I nemici sono visualizzati proprio come in FF XIII e si potrà passare alla schermata del combattimento una volta che si saranno avvicinati o una volta storditi con colpi di spada, dando l'assoluta priorità in battaglia, anche se purtroppo e per adesso non ho incontrato tutta questa varietà di mostri e la world map, proprio come in Chrono Trigger e Legend of the Dragoon, non è esplorabile, ma ci consentirà solo di passare da un luogo ad un altro. Le ost mi piacciono, anche se penso proprio di averne già udite la maggior parte, sono poche e alcune un po ripetitive..... appunto come i mostri. -.-
Le ambientazioni anche mi stanno piacendo, ma spero di vederne molte altre.
I dialoghi sono veramente tanti, i personaggi interessanti ed esteticamente hanno un proprio design ed un proprio fascino, mi piacciono davvero TUTTI, probabilmente perchè mi ricordano che sto giocando UN FANTASY!!!!!!! asd
Ho sempre preferito tale diversificazione in un JRPG.

http://firsthour.net/screenshots/radiant ..

http://images2.wikia.nocookie.net/__cb20 ..

http://img2.wikia.nocookie.net/__cb20120 ..

Tuttavia non eccedono ancora come vorrei in carisma e caratterizzazione, a giudicare sempre dall'ammontare di dialoghi presenti. Dico magari questo perchè sto cercando di tenere al minimo le aspettative dato che di potenzialità ne ha da offrire a 360° e ve ne accorgerete subito, pertanto una delusione sarebbe pesante e poco tollerata.
Stocke, protagonista freddo e pacato, entrerà in possesso delle cronache bianche, che gli permetterà di viaggiare avanti e indietro nel tempo, esattamente come in Chrono Trigger, solo che in questo caso il tutto sarà gestito in maniera mooolto diversa. Chrono Trigger permette di viaggiare in epoche spaziotemporali diverse e una volta che vi si sarà presa una decisione, la scelta selezionata condizionerà gli eventi della storia e il finale stesso e tale scelta sarà immutabile per tutto il corso della storia. L'esatto opposto si sta rivelando in Radiant Historia, ove appunto dinanzi a una decisione da prendere, ( generalmente tra 2 opzioni possibili) la scelta che compiremo potrebbe essere quella sbagliata o quella giusta, ad ogni modo, sarà data la possibilità di tornare quasi SEMPRE indietro e avanti nel tempo obbligandoci a seguire quell'unica possibilità di scelta che ci permette di proseguire nella storia. Non ho ancora ben capito quanto possa funzionare un sistema così da " libero arbitrio" che si sta rivelando in parte limitato.
La particolarità narrativa, che è la cosa che più sto apprezzando insieme al gameplay, consiste nel muoversi liberamente tra 2 linee temporali distinte e separate, in quest'unica storia se ne intreccia a sua volta un'altra, ed è veramente interessantissimo sapere a quali sorprese ed incombenze conducano entrambe, come è figo notare di come gli eventi dell'una possano condizionare gli eventi dell'altra. Anche in questo caso però ci saranno dei momenti in cui capiremo che per avanzare in una linea temporale ci occorre un potere o una abilità specifica che non avremo, costringendoci a cambiare quindi linea temporale. Probabilmente ciò che considero uno spunto interessante, può anche essere visto come un difetto o un limite della struttura stessa, in quanto il personaggio principale sembra avere sempre una scappatoia alla risoluzione del problema. " Non mi è permesso proseguire?" no problem vado in un'altra linea temporale e rimedio. Per adesso sto proseguendo ancora con la "storia alternativa" perchè degli eventi innescati hanno suscitato il mio interesse e quindi sta a mia completa scelta e discrezione gestirmi tra una linea e l'altra. Voglio sapere cosa succede in entrambe, quindi cerco di equilibrare bene il tutto, senza dimenticarmi cosa dovevo fare nell'una e/o nell'altra, sarà per questo che i dialoghi non cesseranno mai. Tornando indietro e avanti nel tempo mediante la creazione di alcuni nodi, ritorneranno tutti i dialoghi, ma fortunatamente sarà possibile saltare tutto premendo un tasto. Tornare indietro nel tempo diverrà fondamentale per portare a termine le Subquest lasciate in sospese con NPC e il tutto lo schema è strutturato a eventi che potrà essere consultato nel menù.

http://rpgrabbit.files.wordpress.com/201 ..

Onestamente non c'è stata ancora una scena varia e/o particolarmente nota che si lascia ricordare unicamente per questo titolo, il gioco pecca sicuramente di qualche limite per adesso, ma era proprio quello che fa al caso mio in questo periodo, un gioco strepitoso che appare articolato nella sua struttura, un gameplay classico, efficace e solido che ancora tutt'oggi diverte come non mai, delle ost che gasano ed emozionano nel punto giusto e un sistema che sicuramente mi invoglia a proseguire per capirci cosa diamine sta succedendo. E di cose da capire adesso sono davvero tante, tante. Vi piacciono i JRPG di una volta? Questo fa al caso vostro. Per ora non gli darei più e meno di 8.

Johnlocke07

Johnlocke07 ha pubblicato un video riguardante Radiant Historia per DS

Per stasera può bastare!!! Mi ha tenuto incollato fino a quest'ora, da non credere. Che sta succedendoooooo xd

15 The Red Locus - Radiant Historia OST

Track 15 - The Red Locus Album - Radiant Historia OST Composed By Yoko Shimomura Want to know how i got this game and many other excellent RPGs for ab..

Non ci sono interventi da mostrare.