Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Mark condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Mark, aggiungilo agli amici adesso.

Mark

Più che uno sfogo è una riflessione. Riflettevo sul figlio della mia compagna e sulla sua adolescenza. Ormai ha 12 anni e a mio parere né lui né i suoi coetanei (per quel che ho avuto modo di vedere) stanno vivendo la loro giovinezza.
Alla loro età avevo mille interessi. Disegnavo, giocavo a più non posso, collezionavo carte, guardavo TONNELLATE di film e anime di ogni genere (quelli che andavano in onda al pomeriggio su Italia 1, si insomma avete capito), mi ritrovavo quotidianamente con gli amici per -appunto- giocare, scambiare carte, fare giochi da tavolo o più semplicemente per fare un giro in bici al fiume, si insomma il tempo libero volava senza che me ne accorgessi, avevo SEMPRE qualcosa da fare, avevo solo l imbarazzo della scelta.

A 12 anni adesso... non fanno un cazzo. Ma veramente un cazzo. Non hanno interessi o passioni che si possano definire tali, si stancano subito di qualsiasi cosa, gli amici vanno e vengono (servono perlopiù per passare il tempo e rompere la monotonia di tanto in tanto)... Le forme di divertimento ricorrenti al giorno d'oggi sono:

-stare ore davanti alla TV sostanzialmente a fare zapping, senza seguire veramente nessun programma/anime se non rari casi
-cazzeggiare sul PC/smartphone (solitamente su YouTube a guardare canali di dubbio gusto fatti per i gggiovani tipo Favij e simili)
-giochicchiare ai giochi visti nei suddetti canali, magari tentando di imitare i relativi youtuber

BASTA
Tutto il resto è divertimento mordi&fuggi, nel senso che qualsiasi altro hobby dura uno o due giorni prima di diventare noioso e venire abbandonato.
So che sembrano stereotipi ma GIURO, è quello che sto notando da qualche mese a questa parte, anche vedendo i figli di altri parenti e/o conoscenti.

Non dico che la mia infanzia fosse perfetta e che rappresentasse un esempio da seguire, ma ero felice, ERAVAMO felici, avevamo tante cose divertenti che ci tenevano impegnati e che ci tengono impegnati tutt'ora, ho letteralmente AMATO la mia infanzia e la mia adolescenza.
I ragazzi di oggi invece.. cosa ricorderanno della loro adolescenza? È tutto così triste. Tento di coinvolgerlo in qualcosa di diverso che facevo alla sua età, tipo appunto fare giochi da tavolo, girare in bicicletta, giocare in coop a robe d altri tempi tipo Crash Bash e simili... Ma dura qualche giorno e poi basta. Hanno poco interesse, poca inventiva, poca fantasia, poco stimolo. Sono pigri da fare schifo. Non sembrano neanche ragazzini, sembrano dei piccoli anziani in pensione. Non so. Non è uno sfogo, è più una riflessione su quanto siano cambiate le cose in una sola generazione.

Mark
Mark

Primo impatto di un fan di vecchia data? Spiazzante ed emozionante ma con un filo di perplessità. Il vecchio cacciatore conservatore e tradizionalista che è in me certi cambiamenti ancora fatica a digerirli... ma nel profondo mi sembra di essere tornato bambino, mi sento come ai tempi del primo Monster Hunter <3

Non ci sono interventi da mostrare.