Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Immagine di sfondo Premi sull'immagine e trascinala per spostarla
Ground Zeroes

Snake è arrivato a Camp Omega arrampicandosi su una scogliera e inizia la propria missione, dirigendosi verso la vecchia prigione dove sono tenuti rinchiusi Chico e Paz. Qui trova alcuni prigionieri e Chico, ma non Paz, che deve quindi trovarsi da un'altra parte. Portato Chico in salvo a bordo dell'elicottero degli MSF, Snake ascolta l'audiocassetta che il ragazzo gli ha consegnato poco prima, sulla quale sono registrati tutti i suoni avvenuti durante il trasferimento di Paz. Grazie ad essi, Snake riesce a ricostruire il percorso compiuto da Paz e a trovare il luogo in cui è stata spostata: si tratta dell'edificio principale della base. Qui trova Paz legata e ricoperta dei segni lasciati dalle torture che ha dovuto subire. Portata in salvo anche lei sull'elicottero, Snake sale a bordo e abbandona Camp Omega.

Durante il viaggio di ritorno verso la Mother Base, Chico nota una cicatrice sulla pancia di Paz e avverte Snake, il quale capisce subito che all'interno della bambina c'è una bomba. Poiché non c'è tempo da perdere, il medico presente a bordo non effettua l'anestesia su Paz, ma le apre la cicatrice e ne ispeziona il ventre con le mani nell'intento di tirare fuori la bomba, mentre Snake e Chico cercano di tenere ferma la bambina che, come ovvio, si divincola e urla in preda a dolori lancinanti. Finalmente il medico riesce ad estrarre la bomba e la consegna a Snake, che a sua volta la getta fuori dall'elicottero, in mare. Poco dopo Huey chiama Snake, assicurandogli che tutto è pronto per l'ispezione dell'AIEA e che al suo ritorno essa sarà già terminata.

Ma quando Snake raggiunge la Mother Base, lo scenario che gli si presenta agli occhi è ben diverso da ciò che si aspetta: la base è in fiamme, molte piattaforme sono affondate, altre stanno esplodendo ed è in corso uno scontro a fuoco tra gli MSF e i soldati della XOF. Tra la confusione generale, Snake riesce ad avvistare Miller e scende per portarlo in salvo sull'elicottero, che decolla appena in tempo prima che la piattaforma affondi. Miller spiega che l'ispezione non era altro che una messinscena per permettere alla XOF di attaccarli. Intanto Paz si riprende e dice di avere una seconda bomba in corpo; nel tentativo di salvare Snake, Paz si butta giù dall'elicottero, ma la bomba esplode proprio in quel momento. L'esplosione ustiona Snake in faccia e fa perdere al pilota il controllo dell'elicottero, il quale va a schiantarsi contro un elicottero della XOF.

Dopo i titoli di coda si assiste a un dialogo tra Paz e Skull Face avvenuto prima dell'arrivo di Snake a Camp Omega: per motivi sconosciuti, Skull Face vuole uccidere Cipher e Paz gli rivela dove si nasconde, sperando che questo possa salvare Snake.

The Phantom Pain

Prologo: Risveglio

Il gioco si apre ad Outer Heaven, la nazione paramilitare creata da Big Boss, in un futuro imprecisato, mentre in sottofondo una battaglia infuria. Poi la storia torna al presente, con Big Boss in ospedale.

Nove anni dopo gli eventi di Ground Zeroes, Big Boss si risveglia dal coma in un ospedale di Cipro, ascoltando The Man Who Sold the World. A sorvegliarlo è un dottore, il quale resterà anonimo, che gli mostra una radiografia completa del suo corpo in cui al suo interno sono stati trovati 108 frammenti di varia natura infiltratisi in seguito all'incidente. Alcuni pezzi di metallo sono presenti anche nel cervello e gli hanno provocato danni e il suo braccio sinistro è stato mutilato, cosa che manda Boss in shock. Diverse settimane dopo l'ospedale viene attaccato dall'unità XOF, ufficialmente "un'unità anti-terroristica" controllata da un individuo, "Cipher/Zero", che irrompe nella struttura e stermina lo staff. Snake riesce a salvarsi grazie all'aiuto di Ishmael, un uomo dal volto bendato che afferma di aver vegliato su di lui durante i suoi nove anni di coma. Nella confusione Snake incontra anche un ragazzino dall'aria molto familiare. Intanto i due fuggono dall'ospedale servendosi di un'ambulanza, ma il veicolo si ribalta poco dopo a causa di un'esplosione. Snake si libera ma Ishmael è sparito, e in quell'istante incontra Revolver Ocelot, ora conosciuto anche come Shalasashka. I due ex-nemici fuggono a cavallo, inseguiti da colui che sembra Volgin in sella ad un cavallo in fiamme. Dopo essersi salvati, Ocelot rivela che è stato Kaz, vicario di Big Boss, a mandarlo lì e lo informa che ora è prigioniero in Afghanistan.

Capitolo I: La Vendetta

Dalle cassette si scopre che uno dei pezzi di metallo conficcati nel cranio di Snake fa pressione sul suo lobo frontale, provocandogli allucinazioni audio-visive che gli fanno dubitare della sua totale lucidità. Ocelot sostiene che il mondo si è riempito di forze militari private ispirate dai Militaires Sans Frontières, ormai ridotti ad un piccolo gruppo situato in una base poco fornita nel bel mezzo dell'oceano, la Mother Base. Inoltre scopre che la vecchia Mother Base venne attaccata con la probabile complicità di Huey.

Snake parte per salvare Kaz, prigioniero in un villaggio controllato dai sovietici. Porta in salvo l'amico e scopre che ha perso braccio e gamba destra. Ormai disillusi e desiderosi di vendetta, Snake e Kaz fondano un nuovo esercito, i Diamond Dogs, che non seguirà nessun ideale. Proseguendo con gli incarichi, Snake si imbatte, durante una missione di salvataggio, nell'Unità Nebbia, la stessa che lo aveva attaccato mentre salvava Kaz. Durante una tempesta Big Boss viene afferrato da un oggetto bipede metallica controllato da Skull Face, che però non lo uccide. Nel mentre, inizia a spargersi la voce che un cecchino, Quiet, tiene sotto tiro chiunque nel deserto, con Big Boss come presunto bersaglio designato. Intanto, Kaz riceve una richiesta d'aiuto da un certo Emmerich, che sembra voler disertare e per questo chiede aiuto ai Diamond Dogs. Egli si rivela essere Huey e Kaz manda Snake a recuperarlo così da poterlo interrogare. Arrivato sul posto, Snake scopre che Huey lavora per Skull Face e che quest'ultimo si è servito di Huey per creare un nuovo tipo di Metal Gear, il Sahelanthropus, che è il primo nel suo genere in grado di sostenersi su due gambe. Huey viene raggiunto da Snake nel suo laboratorio, dove ritrova l'IA di The Boss, ma lo scienziato dice a Snake che l'IA in questione è solo una macchina, e non una personificazione di colei che fu il mentore di Big Boss. Preso Huey, i due fuggono dall'eliporto servendosi di un Walker Gear, ma vengono inseguiti dal Sahelanthropus. Snake riesce a sconfiggere l'arma facilmente e fugge verso la base.

Huey viene interrogato brutalmente da Boss, Ocelot e Kaz. Lo scienziato nega il suo coinvolgimento con l'attacco alla Mother Base di nove anni prima e si difende dicendo che Skull Face lo fece rapire per lavorare al progetto. Rivela che la necessità di costruire un Metal Gear in posizione eretta veniva dal fatto che l'Afghanistan aveva un terreno particolare e che in questo modo sarebbe stato più efficace, permettendo ai sovietici di vincere nel giro di poco tempo. Scoprono inoltre che in Africa l'uomo sta costruendo qualcosa in grado di superare persino il Metal Gear. Ocelot inizia dunque a supporre che Cipher non sia coinvolto con l'attacco alla Mother Base essendo a quei tempi già ammalato, e che quindi il vero nemico sia Skull Face. Lo scienziato continua inoltre a respingere le accuse di Ocelot dicendo che aveva accettato l'ispezione per dimostrare al mondo che il loro corpo militare non rappresentava una minaccia.

Perlustrando un antico sito, Snake si imbatte nel famigerato cecchino Quiet, che si scopre essere una donna. Nonostante la buona mira di Quiet, Boss riesce a neutralizzarla e decide, su consiglio di Ocelot, di portarla alla Mother Base. Durante il viaggio di ritorno, la donna cerca di fuggire, ma di li a poco l'elicottero viene attaccato da un caccia nemico. A salvarli è la stessa Quiet, che prende il suo fucile e colpisce il pilota del caccia a seicento metri di distanza. Arrivati alla base, i soldati mal vedono la presenza della donna, ma Snake dà l'ordine di non attaccarla, garantendo inoltre che prenderà personalmente eventuali provvedimenti. Pur destando molti sospetti, Quiet è reputata da Ocelot come fondamentalmente affidabile. Huey, intanto, inizia a sospettare che il progetto che Cipher sta sviluppando in Africa abbia a che fare con la clonazione, e che la dottoressa Clark, che anni prima aveva assistito Snake sotto lo pseudonimo di Paramedic, vi sia coinvolta. Snake considera tuttavia l'idea assurda.

Kaz accetta una missione in Africa per conto di un filantropo. La missione è disattivare una pompa di petrolio che sta inquinando gravemente le acque circostanti, ma il vero motivo per cui accetta l'incarico è che Cipher possa essere coinvolto in qualche modo nella faccenda. Snake si dirige verso l'obiettivo, passando per un piccolo villaggio dove vengono addestrati i bambini soldato. Snake scopre che gli eserciti privati della zona sono muniti di Walker Gear, dei sofisticati armamenti che si scopre essere utilizzati da molti gruppi militari privati sparsi per il mondo. Kaz comprende che a trafficare queste armi è Skull Face e quindi ordina a Snake di distruggere alcuni Walker Gear in modo da poter spiare le comunicazioni tra eserciti e fornitori. Egli indaga su una spedizione di Walker Gear spacciata per un trasporto di risorse minerarie, sorvegliato dall'Unità Nebbia, confermando il coinvolgimento di Skull Face. Snake scopre inoltre che qualcuno sta sperimentando una sorta di virus da impiegare in una guerra batteriologica e che il capro espiatorio sono i Diamond Dogs.

I Diamond Dogs ricevono un nuovo lavoro: eliminare soldati ribelli in possesso di informazioni tenuti prigionieri in una miniera di diamanti. Una volta infiltratosi, Snake raggiunge i bersagli: sono bambini, che per paura di essere uccisi gli offrono dei diamanti. Kaz non si fa scrupoli e si prepara a registrare l'audio di Big Boss che elimina i bersagli per inviarlo al cliente, ma Snake finge la loro morte e li porta alla base, con disappunto di Kaz. Huey invita Boss, Kaz ed Ocelot nel laboratorio di ricerca per comunicargli che ha dato inizio ad un nuovo progetto: il Battle Gear, così da poter disporre anche loro di un armamento proprio. I bambini salvati nella miniera chiedono a Snake di salvare un loro compagno, tenuto prigioniero in un luogo pericoloso. Snake acconsente e giunto sul luogo scopre un laboratorio di ricerca con decine di cavie. Gli abitanti della zona sono afflitti dal parassita, tra cui il compagno dei bambini. Snake nota anche che vi è una piccola apertura nella gola delle cavie con dentro infilato un auricolare che trasmette in loop varie trasmissioni radio. Qui incontra Skull Face, che fa bruciare il capannone dall'Uomo in Fiamme. Dopo essere riuscito a fermarlo, Snake torna alla base e continua ad indagare sull'infezione insieme a Kaz, mentre la situazione tra Quiet e i membri della Mother Base si fa sempre più tesa. Analizzate le registrazioni, Kaz scopre che nelle trasmissioni fatte "ascoltare" alle cavie c'erano varie pubblicità o notiziari in tutte le lingue del mondo, tranne che in inglese. Snake scopre che un gruppo di bambini soldato si è dato al saccheggio, capitanato da un bambino chiamato White Mamba. Catturato White Mamba, il cui vero nome è Eli, lo porta con sé alla Mother Base. Kaz sospetta che sia il figlio di Big Boss e ne confronterà un campione genetico appena possibile. Alcuni Diamond Dogs, intanto, iniziano a mostrare i sintomi tipici della malattia. L'epidemia si sviluppa molto rapidamente e Kaz fa allestire una struttura di quarantena. Kaz scopre che l'unico uomo in grado di aiutarli è un vecchio di nome Code Talker, che si trova in una villa nella giungla e incarica Snake di trovarlo. Sconfitta l'Unità Teschio che presidia la zona, Snake si infiltra nella villa e incontra Code Talker. Egli è l'ideatore del virus, studiato per attaccare le persone che parlano lingue escluso l'inglese per adempiere all'obiettivo di Skull Face di effettuare una pulizia etnica. Il virus è stato portato sulla base dai bambini, che avendo corde vocali non ancora ben sviluppate, ne sono immuni. Code Talker rivela inoltre che Skull Face intende fornire bombe atomiche a tutte le nazioni, ma allo stesso tempo controllarle, così da vendere loro i Metal Gear.

Ocelot, Kaz e Snake interrogano di nuovo Huey per farsi dire dove trovare il nuovo Metal Gear. Rivelata la posizione, Snake si infiltra in un'enorme base controllata dall'Unità XOF. Qui Skull Face gli parla del suo vero piano: usare il virus per distruggere la lingua inglese e creare un mondo senza lingua franca. Mentre si trovano davanti il Sahelanthropus, Skull Face ordina all'Uomo in Fiamme di attaccare Snake, che però viene "ucciso" dal Metal Gear controllato dal "ragazzo fluttuante", che sembra volersi ribellare all'uomo. Snake abbatte il Metal Gear e finalmente, insieme a Kaz, si vendicano su Skull Face, mutilandolo a colpi di fucile, togliendogli gli stessi arti che Kaz aveva perso, ma non lo uccidono. Sarà infatti Huey a finirlo. Tornati alla base col Metal Gear, è evidente che il ragazzo fluttuante ha una certa influenza su Eli, al quale consegna una fiala del virus "ceppo-inglese" per poi sparire.

Capitolo II: La Razza

Kaz scopre che Quiet stessa è infetta. La donna viene torturata pesantemente, ma resta in silenzio, quindi Ocelot sospetta che mantenga il suo silenzio proprio per non far diffondere il parassita e la fa rilasciare. Rimasta sola con Code Talker, l'uomo comunica con lei in navajo, chiedendole se riesce a capirlo, e lei risponde di sì. Quiet rivela che Skull Face le ha iniettato il ceppo e che ha ucciso il dottore e l'infermiera che vegliavano su Big Boss. Snake viene mandato a recuperare un rullino fotografico contenente informazioni su Psycho Mantis. Scopre che il ragazzo può "vedere" una sorta di campo generato da sentimenti come la vendetta e che può trarne forza; infatti il risveglio di Big Boss venne percepito subito da lui, come quello di Volgin, anch'egli tornato in vita per vendicarsi di Snake e quindi non un'allucinazione. Ocelot vuole ulteriori informazioni su Huey e manda Snake a recuperare il Pod IA nel suo vecchio rifugio. Una volta riportato alla base, vi trovano dentro il cadavere di Strangelove, che si scopre essere stata uccisa da Huey stesso, con cui ha avuto addirittura un figlio, Hal.

Eli pianifica un'insurrezione contro i Diamond Dogs, tanto da convincere i bambini salvati da Snake a fuggire. Minaccia che, semmai Snake li riporterà indietro, l'insurrezione avrà inizio. Salvati tutti i bambini, Ocelot interroga Eli, ma quest'ultimo, con l'aiuto di Mantis, riesce a fuggire col Sahelanthropus e i bambini, prendono in ostaggio un pilota che li porta via. Intanto Ocelot comunica a Boss di avere i risultati per il test paterno e che l'esito è negativo, quindi Eli non è suo figlio. Alla Mother Base intanto c'è una nuova infezione. Il virus si è evoluto e oltre a diffondersi più velocemente, controlla anche l'istinto dell'ospite, spingendolo a cercare luoghi all'aperto per farsi beccare dai corvi e trasmettere la piaga. Boss è costretto ad uccidere i suoi compagni per impedire la propagazione dell'infezione. Indagando sul perché l'infezione si sia evoluta, scoprono che è a causa di Huey: lo scienziato ha esposto alcuni membri dello staff a radiazioni di raggi beta più alto del solito che hanno spinto i parassiti ad evolversi, nonostante incapaci di riprodursi dopo il vaccino. I Diamond Dogs sono furiosi: Huey viene processato e ritenuto colpevole, quindi Kaz dichiara la sua condanna a morte, ma Boss non è d'accordo e decide di esiliare Huey lasciandolo in mare con delle scorte ed un gommone.

Tempo dopo Boss viene informato della sparizione di Quiet: la donna è scappata in Afghanistan, dove è tenuta prigioniera dai sovietici che vogliono vendicarsi per i compagni morti. Snake raggiunge il luogo in cui è tenuta prigioniera e assiste ad un violento scontro tra Quiet ed i soldati sovietici, che vengono brutalmente massacrati dalla donna, la quale era stata resa "inoffensiva" a causa di una tuta da prigioniera che le copriva interamente il corpo, impedendole di respirare. C'è da dire che Quiet non aveva polmoni, e respirava attraverso la pelle, in una sorta di fotosintesi, grazie ai parassiti che le erano stati iniettati in seguito alla totale ustione del proprio corpo avvenuta durante l'attacco a Snake nell'ospedale di Cipro. La ragazza riesce a riacquistare i propri poteri nel momento in cui uno dei soldati le abbassa i pantaloni per violentarla, e così, avendo di nuovo le gambe scoperte, e potendo di nuovo respirare, Quiet riesce a difendersi e a neutralizzare (in modo brutale) i propri nemici. Riescono a sconfiggere la prima orda di nemici, ma Quiet viene ferita da un colpo di cannone, e i due compagni vengono attaccati da un contingente di veicoli corazzati. Dopo averli sconfitti, sfruttando una tempesta di sabbia , Snake porta Quiet fuori. Mentre sono appostati dietro una roccia, un serpente morde Snake al braccio e quest'ultimo sviene. Quiet si risveglia e tenta di comunicare con Pequod in lingua navajo, ma il pilota non comprende e le chiede di parlare in inglese. Quiet esita per paura di rilasciare il parassita, ma quando Pequod sta per ritirarsi in quanto non riesce ad avvistarli, la donna guida il pilota verso la sua posizione parlandogli in inglese. Al suo risveglio, Snake trova i suoi uomini pronti a portarlo via, ma non Quiet. Snake viene posto di fronte a due scelte: salire sull'elicottero o seguire Quiet. Scegliendo di seguire la donna, ella rivela i suoi sentimenti per lui.

Verità: The Man Who Sold The World

La storia del gioco ritorna al prologo in ospedale. Dei medici tentano di rianimare Big Boss, mentre Kaz chiede delle condizioni di una terza persona, stesa sul lettino a fianco. Si scopre in seguito che questa persona è in realtà l'ufficiale medico (uno degli uomini più valorosi di Big Boss) che, durante gli avvenimenti di Ground Zeroes, tentò l'operazione chirurgica per estrarre un pacco bomba dal ventre di Paz Ortega Andrade. Nel momento in cui Paz rivelò di avere una seconda bomba al suo interno, lei si gettò dall'elicottero nel tentativo di salvare l'elicottero e l'equipaggio, tuttavia l'esplosione danneggiò gravemente l'elicottero e scagliò detriti in ogni direzione. Il medico, nel tentativo disperato di salvare Big Boss, si pose di fronte a lui, schermandolo dall'esplosione. In seguito a ciò, perse il braccio sinistro e venne colpito da una miriade di frammenti, tra cui uno shrapnel metallico, conficcatosi nella parte destra della fronte, perforando la corteccia cerebrale. Dopo il risveglio dal coma, successivo a quello di Big Boss, Il dottore aveva cambiato il suo volto con un'operazione chirurgica per farlo assomigliare in tutto e per tutto a Big Boss e sia Ocelot che Kaz erano a conoscenza della cosa. Si scopre inoltre che Ismhael, il paziente bendato che aiutò il falso Boss a fuggire, non era altro che Big Boss stesso, incaricato di vigilare su di lui e proteggerlo in modo da conservare il suo "Phantom" (fantasma) e portare avanti la sua leggenda da dietro le quinte. Dopo l'incidente dell'ambulanza, infatti, Ocelot recupera il vero Big Boss (lasciando il sosia svenuto) e gli fornisce una moto con cui fuggire. In seguito alla fuga, Big Boss fonderà Outer Heaven.

L'intero piano era stato organizzato da Cipher stesso, che durante le vicende di Ground Zeroes si trovava ad Hell's Kitchen per proteggere il suo migliore amico. Cipher, ovvero il maggiore Zero, sembra non avere colpe nella distruzione della Mother Base, spiegando che altri suoi uomini se ne sono occupati senza che lui riuscisse a gestire la situazione. Si scopre inoltre che è stato Skull Face a far ammalare Zero: durante gli eventi di Ground Zeroes , Skull Face inviò a Zero una replica avvelenata di una spilla appartenente a The Boss, compiendo così la sua vendetta. Skull Face insisteva nel voler proseguire col progetto dei parassiti, ma Zero sosteneva che le prossime guerre si sarebbero combattute con la rete e non con le armi biologiche. Per organizzare il piano, quindi, Zero contattò Ocelot, che a sua volta si mise d'accordo con Kaz, arrivando addirittura a far visita al vero Big Boss in ospedale. Dopo l'incidente Ahab ebbe una sorta di vuoto, riempito da Ocelot con falsi ricordi, in modo che al suo risveglio credesse di essere Big Boss. Ovviamente Eli è il figlio di Big Boss e l'impronta genetica non era compatibile con lo Snake usato dal giocatore proprio perché Venom Snake controllabile in Metal Gear Solid V non è Big Boss, ma il medico coinvolto nell'incidente sull'elicottero.Un home computer Standard MSX Sony in accoppiata con un Bitcorder SDC-500, così come appaiono anche nel finale del gioco.La scena si sposta di nuovo ad Outer Heaven: il vero Boss rivela tutto ad Ahab tramite una cassetta intitolata "From The Man Who Sold The World", dicendogli che anche lui ha contribuito a creare una leggenda e che entrambi sono Big Boss. Ahab poi volta il lato della cassetta, dove vi è la dicitura "Operation Intrude N313" (l'operazione militare nel primo Metal Gear), e la inserisce nel registratore a nastro Sony Bitcorder SDC-500 che inizia a decodificare il messaggio arrivato dal vero Boss e a fianco al registratore, collegato ad esso, vi è un home computer Standard MSX (sistema sulla quale girava il primo Metal Gear); il messaggio è quasi profetico: l'operazione Intrude N313 sta per iniziare, e Solid Snake sta per arrivare ad Outer Heaven, dunque Ahab, il fantasma di Big Boss, dovrà prepararsi ad affrontarlo.

Il dialogo finale, tipico di ogni episodio di Metal Gear, vede Kaz e Ocelot parlare del futuro. Ocelot spiega che tutta la farsa è un'idea di Big Boss, e di come il suo "fantasma" dovrà diventare grande e potente per distrarre il mondo, mentre lui preparerà la vera nazione di Outer Heaven, a Zanzibar Land. Inoltre spiega che i due diventeranno un giorno nemici poiché passeranno rispettivamente dalla parte di uno dei figli di Big Boss; Kaz, ovvero Master Miller, diventerà infatti il mentore di Solid Snake, e Ocelot quello di Liquid Snake. Kaz, amareggiato e dispiaciuto dalla scelta di Big Boss, conferma tuttavia di essere d'accordo con lui e accetta, decidendo di volersi vendicare di Big Boss per averlo tradito.

Metal Gear Solid 4 dicembre 2015 alle 21:16

Condiviso da Samael Gore.Piace a 5 persone
Scrivi un tuo commento