Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Mosca condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Mosca, aggiungilo agli amici adesso.

Mosca

Avete presente quella bella sensazione quando vorresti un gioco ma non hai abbastanza soldi per comprarlo ma qualcuno te lo regala?
Ecco, io no. Perché ho dei parenti così avanti che l'altra sera mio zio mi fa 'Albè vai un attimo in garage a prendere una roba'. Scendo in garage, trovo "Forza Horizon". Risalgo. 'Zio, ma che te ne fai di un gioco di auto se non hai una console?'. 'Ahahaha quindi l'hai trovato? È per te! Sapevo che lo volevi e visto che vai bene a scuola, ti meriti un bel premio!'

Vi giuro che non ho avuto il coraggio di dirgli che io volevo Zero Dawn.

Mosca

Mosca ha scritto in Ludomande

Sul Play Store esistono giochi horror decenti che noj si basino solo sul 'cammina nel buio fino a quando non compare uno che urla'?

Mosca
Mosca

Mosca ha scritto una recensione su Resident Evil 7 biohazard

Cover Resident Evil 7 biohazard per PS4

Matrimonio fallito

*Non ho ancora concluso il gioco*

Sarà un'impressione, ma con Resident Evil 7, che gode di un incipit perfetto, l'idea che ho avuto è stata quella di un tentato matrimonio tra due culture diverse, due generazioni con un approccio all'horror quasi opposto ed inconciliabile: la cultura gore anni '70 (di cui Non aprite quella porta fu il 'manifesto' definitivo e a cui infatti RE7 si ispira chiaramente) e la moderna messa in scena, nei videogiochi e nel cinema, dove i ritmi lenti sono diventati frenetici e l'ansia e il disgusto sono diventati spaventi ed eccesso di sangue, fino a costringere chi guarda alla sospensione dell'incredulità.

Chiariamoci: il gioco ha ritmo, un'apertura grandiosa che fa ben sperare e che tiene interessato il giocatore fino alla prima ora di gioco, circa. Poi, tra citazionismi, cliché narrativi, un protagonista che si mostra sempre più anonimo e vittima di eventi che potrebbe evitare e un gameplay via via sempre più tunnelloso e programmato, nella solita casa infinitamente grande e infinitamente uguale ad una di una qualunque altra produzione horror indie degli ultimi 5 anni, passando lentamente dall'essere disarmati e quindi vulnerabili (anche se ci amputano un braccio, ci sbudellano, ci tagliano l'intero palmo della mano e noi rimaniamo lì con nonchalance) all' imbracciare un mitragliatore, l'atmosfera diventa sempre meno tesa, il giocatore ormai conosce i suoi nemici, le loro mosse, sa quello che può aspettarsi, sa che le armi possono proteggerlo, che sparare colpi a caso contro i nemici è un buon modo per sfogare la paura, e così l'horror scompare, definitivamente.

Un elemento tipico di RE: gli enigmi.
Pochi, facili, ripetitivi.

A poco dalla fine di quest'avventura, la sensazione è quella di un gioco ottimo se parliamo di sonoro, alcune accortezze grafiche davvero gradevoli, un ottimo incipit, un doppiaggio decente (non è poco nel mondo dei videogiochi) e un'atmosfera inizialmente perfetta, ma dai personaggi piatti immersi in una storia che non riesce mai a decollare e avvelenata da un gameplay che, tentando di compiacere la fascia nerd over 30 anni a cui probabilmente uscirà una lacrimuccia e la fascia under 20 anni che urlerà "whoooo gioco dell'anno ci sono le armi, le porte che si chiudono da sole, peccato pochi jumpscare", ha fatto cagare me, che non rientro in nessuna delle due fasce, e quindi contento perché finalmente qualcosa di bello inizia a vedersi all'orizzonte, nel marcissimo panorama horror dei nostri tempi, ma deluso, sopratutto date le premesse, perché qualcosa di meglio poteva esser fatto..

Mosca

Mosca ha scritto una recensione su Battlefield 1

Cover Battlefield 1 per PS4

Seven nescion armi

Ho finito la campagna in due pomeriggi e la sensazione mentre scorrevano i titoli di coda è stata quella di una pisciata calda in bocca in pieno agosto. Banale, doppiato con il culo, libertà d'azione leggermente inferiore al gioco di Rambo. Sentimentalismi da "Sentieri" e di una brevità che appena inserisci il disco l'hai già platinato. Graficone che alza un voto altrimenti bassissimo.

Non ho giocato l'online, parlo solo della campagna.

Non ci sono interventi da mostrare.