Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Su Paul Joestar

Universitario in crisi costante, nato con Nintendo, ma cresciuto a pane, PlayStation e jrpg. Inguaribile sostenitore di PS Vita, accanito fa .. Leggi tutto

Paul Joestar condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Paul Joestar, aggiungilo agli amici adesso.

slumpolo

Torna disponibile Xbox One S e Minecraft a 239 Euro spedizione compresa (non è l'affare del secolo ma...)

Pick a Quest - RPG Community

Pick a Quest - RPG Community ha pubblicato un'immagine nell'album News riguardante God Wars: Future Past

#GodWars: Future Past, RPG strategico di casa NIS, ha una data d'uscita occidentale!
Il titolo arriverà in Nord America il 28 Marzo e il 31 dello stesso mese anche in Europa per PS4 e PSVita (sia fisico che digitale).
Il gioco avrà sia il doppiaggio inglese che giapponese con sottotitoli in inglese.

Un po' ironico, visto che l'uscita giapponese è confermata per Aprile X°D
-Viv

Xbox One

Xbox One ha pubblicato un link riguardante Voodoo Vince per Xbox

Gli sviluppatori Beep Games hanno confermato che la remastered di Voodoo Vice è prevista per l'inizio di quest'anno, a breve sarà annunciata la data. Voodoo Vice Remastered è la riedizione del videogioco uscito sul primo modello di Xbox. Il videogioco uscirà in esclusiva Xbox One e Windows 10.

Fonte : Mondoxbox.com

Paul Joestar

Paul Joestar ha pubblicato un link

Strategy-jrpg? Hai la mia attenzione

WalterWhite

WalterWhite ha pubblicato un'immagine nell'album Others

UAU

Paul Joestar
Cover Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls per PS Vita

Lo spin-off che non ti aspetti

Ambientato tra il primo e il secondo capitolo della saga, questo spin-off si caratterizza per il brusco cambio di gameplay e per una maggiore crudeltà del contesto. Nessun Class Trial per scovare colpevoli di omicidio stavolta, ma vere e proprie stragi di persone da parte di bambini. Si, bambini. Bambini che si fanno chiamare "Warriors of Hope", con l'obiettivo di uccidere tutti gli adulti di Towa City e creare una loro personalissima versione dell' "Isola che non c'è"(concedetemi questa licenza). La protagonista, Komaru Naegi, si ritroverà catapultata in questo orrore praticamente senza preavviso e senza nessuna capacità di sorta. Per sua fortuna avrà una (due?) partner d'eccezione... Evito di dire altro sulla trama, che personalmente ho trovato convincente e degna della saga. Non raggiungiamo i colpi di scena e, soprattutto, il carisma dei personaggi dei due capitoli principali, ma si difende bene.
Idem la colonna sonora, che generalmente ripresenta i brani del primo capitolo, con qualche aggiunta originale e qualche Remix discretamente riuscito.
Passando al lato gameplay, vorrei fare una premessa: bisogna prendere il titolo come una visual novel con elementi molto presenti da tps e non l'opposto. Perchè ho letto tante critiche sul fatto che l'azione sia molto spezzettata... Verissimo, ma ricordatevi di star giocando ad una saga di visual novel, genere che fa dei lunghi dialoghi e del carisma di trama e personaggi i suoi punti forti.
Detto questo, passiamo alla descrizione.
Il gioco si presenta come un tps lineare e dal ritmo lento.
Komaru e la sua partner dovranno farsi strada in una disastrata città invasa da bambini fuori di testa e centinaia di Monokuma. Si, a quanto pare ne esistono tantissimi e sono tutti agli ordini dei bimbetti. Per sua fortuna Komaru ha una speciale pistola lasciatale dalla Future Foundation, la quale le permette di sparare proiettili informatici dai vari e sorprendenti effetti. Ne esistono 8, tutti differenti, strambi e ben introdotti ed utilizzati all'interno del gioco. Interessante è l'aggiunta dei game corner, speciali stanze rompicapo in cui dovremo usare l'ingegno e determinati proiettili per liberarci in un sol colpo dei Monokuma presenti. In caso di insuccesso si entrarà in battaglie decisamente svantaggiose. Va detto che sono spesso enigmi molto semplici, ma verso l'ultima parte vi daranno qualche difficoltà. Presenti molti collezionabili, alcuni folli come l'assolutamente assurda storia delle calzette e altri utilissimi per approfondire rapporto, passato e personalità delle 2 ragazze. Questi in particolare daranno vita a tantissimi dialoghi in pieno stile Danganronpa, molto molto apprezzati dal sottoscritto.
Longevità nel giusto mezzo dei due generi presenti, tra le 15 e le 20 ore un po' per tutti.
Poteva mancare il fanservice secondo voi? Ovvio che no! Già il fatto che si guidi una scolaretta con la solita, cortissima gonna scolastica giapponese, dovrebbe far riflettere, ma fidatevi, si raggiungono picchi assurdi. Due in particolare, un minigioco e una boss fight decisamente in stile Senran Kagura. Non mancano anche dialoghi "piccanti", le splendide, assurde fantasie della partner e un personaggio con il complesso di Lolita... Ma porca miseria, che ci trovate in quelle bambinette senza forme? Vabbè...
Digressione personale a parte, Danganronpa Another Episode: Ultra Despair Girls è uno spin off che rende giustizia alla saga di cui porta il nome, sebbene il gameplay possa sembrare di primo acchitto legnoso, impacciato e fin troppo spezzettato... Effettivamente è così, ma fidatevi, ci si fa subito il callo.
Anche perchè si può utilizzare Genocide Jack!
Genocide Jack! Devastante!

8.1

Voto assegnato da Paul Joestar
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 8

Paul Joestar

Paul Joestar ha aggiornato la sua collezione

Paul Joestar

Paul Joestar ha pubblicato un'immagine nell'album tshabalala

Ah beh, se pago e posso giocare i giochi del Nes allora...😅

Paul Joestar

Paul Joestar ha pubblicato un link riguardante RIGS: Mechanized Combat League per PS4

Sto 2017 è iniziato davvero male per noi videogiocatori...

Non ci sono interventi da mostrare.