Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Assassin's Creed: Brotherhood

Sviluppato e prodotto da Ubisoft, Assassin's Creed: Brotherhood è un gioco d'azione e avventura uscito il 31 marzo 2011 per PC Windows · Pegi 18+

·

Assassin's Creed torna per offrire un'esperienza per giocatore singolo ancora più emozionante e coinvolgente che vede Ezio nuovamente impegnato nella dura lotta contro i Templari. Ora Ezio è diventato un leggendario maestro della setta degli Assassini e per sconfiggere il suo nemico deve raggiungere Roma, la più importante città italiana.

8.1

Recensioni

30 utenti

InfamousG

InfamousG ha scritto una recensione su Assassin's Creed: Brotherhood

Cover Assassin's Creed: Brotherhood per PC

Il 3 capitolo della celebre saga di Assassin's Creed va a limare ciò che di buono è stato fatto col capitolo precedente appena un anno prima. Vengono qui introdotti una serie di elementi, come le colombaie per le missioni dei propri accoliti e i numerosi pezzi di equipaggiamento, che verranno poi ripresi anche nei capitoli futuri. Per il resto il titolo non si discosta troppo dai capitoli precedenti. La trama resta avvincente con un incredibile colpo di scena finale, mentre graficamente siamo sugli stessi identici livelli del capitolo precedente (con una magnificente realizzazione di Roma). Il titolo prende quindi un po' meno del capitolo precedente dato che, pur essendo complessivamente migliore, non vanta l'impatto dell'introduzione di Ezio.
P.S. nota di PROFONDO demerito: la versione PC è un disastro, funestata da piccoli crolli di frame-rate continui (su un i5-4690, 16 GB di Ram e una RX 480 Nitro+... inaccettabile) e da alcuni gravi crash che hanno violentemente compromesso la mia esperienza di gioco. Se avessi dovuto includere una valutazione tecnica più approfondita il titolo non sarebbe oltre il 7, ma c'è da dire che non tutti hanno riportato questi problemi, quindi mi auguro siate più fortunati di me.

PlayArs

PlayArs ha pubblicato un'immagine nell'album Random riguardante Assassin's Creed: Brotherhood

Pad frantumato tra 3... 2... 1... asd

SlowFix

SlowFix ha scritto una recensione su Assassin's Creed: Brotherhood

Cover Assassin's Creed: Brotherhood per PC

Altro titolo della saga davvero molto valido sotto quasi tutti gli aspetti...apparte qualche imperfezione o cali di framerate, ha una storia lineare raccontata per filo e per segno, senza tralasciare dettagli.

Che dire, anche questo non smentisce la saga degli assassini, gran bel titolo.

Hwoarang92
Cover Assassin's Creed: Brotherhood per PC

Cos'è la fratellanza
La struttura di Assassin's Creed Brotherhood riprende nelle fondamenta del secondo capitolo. La storia si dipana ugualmente attraverso le ben note sequenze genetiche, con il tassello successivo visibile sulla mappa mediante un apposito punto esclamativo, le missioni secondarie rappresentate da icone differenti e le sezioni di Roma che diventano disponibili man mano che si procede nell'avventura. Le prime novità che saltano all'occhio sono rappresentate dalla possibilità di cavalcare all'interno della città e dal fatto che ogni missione (principale, secondaria o extra) può essere rigiocata in qualsiasi momento mediante il menu DNA. In realtà c'è un'ulteriore e fondamentale differenza, ogni sequenza può essere infatti completata al 50 oppure al 100% in relazione ad una condizione secondaria che deve essere portata a compimento. Per esempio: Completare la missione entro un certo lasso di tempo, senza essere scoperti, uccidendo l'obbiettivo con la lama celata o con la balestra e così via. Il "premio" che si ottiene si traduce in rigiocabilità, varietà e anche in ricordi aggiuntivi che compaiono sulla mappa di gioco. Abbandonata Monteriggioni (che apparirà più di una volta durante l'avventura) tutta la sezione "micromanageriale" di Ezio Auditore e della sua confraternita è stata estesa a Roma nella sua interezza. E' disponibile un nuovo covo ma adesso il concetto di guadagno ruota attorno al restauro di alcune strutture presenti all'interno della città, a partire dalle varie botteghe per arrivare alle strutture imponenti di cui sopra, le quali una volta restaurate ad un costo variabile permettono di generare degli introiti che vengono depositati infine a cadenza regolare in botteghe che fungono da banco. Ogni distretto contenente negozi e strutture va però liberato dall'influenza dei Borgia, bosogna quindi uccidere il capitano in comando e appiccare il fuoco presso la rispettiva torre adornata di vessilli appartenenti ai tanti nobili. Al di là delle varie missioni secondarie di gilda e fazione, le cripte del secondo capitolo hanno come alter ego in questo le sei sale di Nerone, ognuna delle quali nasconde una chiave per accedere alla tomba di Romolo. Questi santuari propongono principalmente lunghe e piacevolissime sezioni platform dove il controllo di Ezio è un vero e proprio balletto tra sporgenze e appigli, e dove il tutto è armonioso e naturale a patto di giocare un po' con la telecamera manuale per evitare di fare un salto nel vuoto. A fare poi da supporto all'introduzione di pistola e paracadute in fatto di invenzioni tecnologicamente avanzate, in Brotherhood non manca la presenza di Leonardo con ulteriori archibugi decisamente letali. Il problema è che in questo caso li ha sviluppati sotto minaccia per i Borgia, ed ecco quindi comparire altre missioni dove Ezio deve prima bruciare il progetto e poi impossessarsi dell'invenzione stessa per avere la meglio degli avversari e distruggerla in ultima battuta. Quindi ci ritroviamo frangenti di gioco divertentissimi dove è possibile governare cannoni navali, carroarmati rudimentali piuttosto che deltaplani. Queste sezioni sono anche una "scusa" per proporre al giocatore ambientazioni differenti da quelle di Roma: si va infatti a fare visita al Castel dell'Ovo a Napoli, al Monte Circeo, alla Valnerina ma anche Firenze e Venezia, ovviamente in configurazione ridotte ma piacevoli da vedere e affrontare.

Ezio Auditore e gli Adepti
A chiudere il cerchio descrittivo abbiamo la possibilità per Ezio di assoldare letteralmente adepti assassini, che una volta allenati possono essere richiamati per fare il lavoro sporco senza allertare le guardie, grazie ad un'apposita barra posta subito dopo quella dell'energia. Acquisiscono esperienza, salgono di livello e mediante apposite colombaie sparse per la mappa di gioco è possibile assegnare ad ognuno alcuni punti abilità piuttosto che mandarli in giro per l'Europa a completare missioni che restituiscono quantitativi differenti di soldi, oggetti e punti esperienza, in base al livello di difficoltà e alla fattibilità. Detto questo, Assassin's Creed Brotherhood si porta dietro ancora una volta due difetti storici della saga: L'intelligenza artificiale innanzitutto, praticamente identica e ancora una volta non convincente in fase di individuazione di Ezio piuttosto che nei combattimenti. La situazione migliora nelle missioni che vanno portate a termine senza essere scoperti, ma anche in questo caso esistono diversi "trucchetti" per fregare l'intelligenza artificiale nella maggior parte delle occasioni. Di riflesso il livello di sfida del gioco è piuttosto basso, ci si deve mettere proprio di impegno per morire ed è chiaro ancora una volta come il titolo Ubisoft punti tutto sull'esperienza di gioco e sul divertimento per accalappiare il giocatore fino al suo completamento.
Assassin's Creed Brotherhood migliora praticamente ogni aspetto del precedente capitolo nella misura in cui rimane estremamente divertente, dispone di una varietà incredibile ed elimina quasi tutti i punti di noia presenti in passato, senza contare le piacevoli aggiunte e l'impianto narrativo che anche in questo caso prevede un finale col botto. Intrighi all'ombra del Colosseo Facendo un confronto diretto, probabilmente l'avventura principale può essere portata a termine in un quantitativo di ore inferiore (10-15) rispetto al secondo episodio.

Non mi sono dimenticato del comparto tecnico!
Roma è bellissima da vedere con la sua varietà, vegetazione e i luoghi conosciuti. L'eccellenza l'abbiamo nella realizzazione delle strutture più imponenti e negli interni ad esempio di San Pietro, dove le texture sono davvero eccezionali. I modelli poligonali dei personaggi sono ugualmente migliorati così come gli effetti di luce e il ciclo giorno/notte, l'impatto complessivo è ancora più piacevole e in generale ci troviamo di fronte ad uno dei titoli più validi sotto questo punto di vista nel panorama videoludico. La situazione è migliore rispetto al passato soprattutto in chiave desync dello schermo, ma non sono rare le situazioni in cui il frame rate scende attorno ai 20/25 fotogrammi per secondo. La sensazione è che la situazione sia simile a quanto visto col secondo capitolo rispetto alla versione per Xbox 360. Il doppiaggio è ovviamente in italiano ed identico a quello dell'episodio precedente, la colonna sonora ancora una volta di primissimo piano soprattutto in occasione dei combattimenti o nei brani originali come quello che accompagna il giocatore nel distretto del foro romano, davvero un piacere da ascoltare.

Floriina

Floriina ha pubblicato un'immagine nell'album AC riguardante Assassin's Creed: Brotherhood

La ho da circa tre anni,un po' rovinata

gamerpersempre
Cover Assassin's Creed: Brotherhood per PC

Stupendo come il 2, anche se nel precedente la trama, l'azione, le sfide e i colpi di scena erano amalgamati in modo sublime, mentre in questo seguito la trama si disperde molto xchè le sfide sono almeno raddoppiate e ciò distrae troppo il giocatore dagli eventi che coinvolgono Ezio a Roma, pertanto sarebbe consigliabile svolgere prima la trama e poi dedicarsi alle sfide secondarie, per tutto il resto questo gioco è impeccabile sotto tutti gli altri punti di vista: Mi auguro di poter giocare ad altri 100 capolavori così!

9.8

Voto assegnato da gamerpersempre
Media utenti: 8.1 · Recensioni della critica: 8.9

Non ci sono interventi da mostrare.