Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Portal

Sviluppato da Valve Software e prodotto da Electronic Arts, Portal è un puzzle game uscito l'11 aprile 2008 per PC Windows.

·

"Portal è un concentrato puro di giocabilità e idee originali. Un piccolo gioiello che, se possibile, rende ancora più prestigioso il valore globale di The Orange Box, la raccolta di giochi Valve Software all'interno del quale è contenuto. Peccato per la sua estrema brevità, ma siamo convinti che presto sentiremo ancora parlare di Portal: se non per il proliferare di MOD o livelli aggiuntivi, sicuramente attraverso il riutilizzo dei concetti di gioco che ha saputo introdurre." da Videogame.it

8.5

Recensioni

101 utenti

Recensioni

8.5

Media dei voti
101 recensioni degli utenti

ObsCorey89

ObsCorey89 ha scritto una recensione su Portal

Cover Portal per PC

Portal.. Come si cataloga un capolavoro? Se vogliamo definirlo FPS, allora sappiate che Portal è la mosca bianca in una generazione caratterizzata sempre più spesso da giochi di questo genere. Portal non sarà la solità esperienza “sparacchina”, ma un gioco unico nel suo genere. Rompicapo? Senz’altro, vi ritroverete ben presto a dover fare i conti con le leggi della fisica, ma procediamo con ordine.

Come nel caso di “Saw”, film che ha rivoluzionato il mondo del cinema horror solo pochi anni fa, Portal viene partorito dalle menti brillanti di alcuni studenti universitari. Nel 2005, Valve, software house americana, posa gli occhi sul freeware “Narbacular Drop” e decide di mettere sotto contratto i giovani che l’hanno prodotto. Ottime potenzialità e mezzi appropriati, la combinazione non poteva essere più azzeccata, solo 2 anni dopo l’Orange Box vedrà la luce e verrà acclamato dalla critica, perché oltre a Portal, già un capolavoro in sé, conterrà Half Life 2 e Team Fortress 2.

Centro di arricchimento di aperture science. Una stanza di pochi metri quadri, un timer e una voce fredda e computerizzata. Basta questo a Portal per catapultarci in un'altra dimensione. Il giocatore in pochi passaggi si ritroverà avvolto in una situazione quanto mai kafkiana, cosa più unica che rara nel mondo videoludico. La meta sarà la stanza 19, l’ultima di un percorso predefinito. Obiettivo farsi strada nelle varie camere tramite veri e propri portali, che noi stessi posizioneremo con un paio di “Portal Gun”, cercando di avere la meglio su trappole, rifiuti tossici, torrette e forza di gravità. Sembrerebbe tutto semplice e lineare, beh non lo sarà, potete starne certi. Il percorso spesso e volentieri ci riserverà sorprese più o meno gradite e colpi di scena inaspettati, mettendo anche a rischio la nostra stessa vita virtuale. Ma c’è il punto forte, ad accompagnarci durante il gioco ecco una vocina stranamente indefinibile. Amichevole? Disponibile? Sinistra? Angosciante? Difficile dare un aggettivo a GLaDOS. E’ un computer, una voce registrata, ma stranamente mai inespressiva che porterà il giocatore a porsi belle domande. Ha davvero dei sentimenti? Beh state tranquilli, non siete diventati pazzi… I suoi monologhi esprimeranno affetto e rabbia, incoraggiamento e meschinità, felicità e paura costringendovi a ragionare e talune volte a strapparvi un sorriso. E’ GLaDOS, il primo paradosso in Portal, il primo di una lunga serie. Si, una lunga serie, infatti non sarà l’unico, oltre a GLaDOS, avremo l’onore di incrociare torrette di sorveglianza, aggressive e spietate almeno fino a che non le avremo messe fuori uso, quando per l’appunto si faranno tutt’un tratto amichevoli, facendoci sapere che non provano rancore con diverse citazioni, caratterizzate da una voce consolatoria e infantile, ancora una volta una miscela tra l’oggetto freddo e inanimato che può essere un robot e parole calorose da cui traspaiono sentimenti genuini. Ecco perché il gioco, nonostante un unico personaggio effettivo (esclusa la protagonista) non peccherà in caratterizzazione. Questo insieme di situazioni al limite e di paradossi, mischiato a un esilarante autoironia robotica, ad un humour coinvolgente, a una serie assuefacente di livelli e ad un finale appassionante rende Portal un piccolo capolavoro.

Fatte queste premesse, c’è davvero bisogno di approfondire il lato tecnico? Beh buttiamo giù due righe. Il gameplay è semplice e diretto. La struttura è quella tipica degli FPS, visuale in prima persona e arma al braccio, i movimenti e il motore fisico risultano realistici, i portali “immagazzineranno” persino la forza impressa nel vostro corpo nel momento in cui ci entrerete, per poi rilasciarla al momento dell’uscita. La grafica è curata sufficientemente. Le ambientazioni spente “da laboratorio” avranno un cambiamento radicale col proseguire del gioco, comunque il contrasto con l’atmosfera fornirà un buon risultato. Il sonoro non eccelle durante il gioco, tuttavia la colonna sonora ”Still Alive”, divertente e orecchiabile, è un po’ la ciliegina sulla torta, infatti risulterà azzeccatissima, calzando come un guanto il tema del gioco. La perfezione non esiste, quindi eccovi il tallone d’Achille, la longevità. Il gioco vi porterà via più o meno 3 ore, però i livelli bonus e gli achievements riusciranno, in parte, a rimediare a questa lacuna.

Portal.. Come si cataloga un capolavoro? A questo punto la definizione perfetta è “must have”. Originalità e ironia con un buon gameplay e tante piccole “chicche” abbinati a un comparto tecnico sopra la media lo rendono un titolo da avere a tutti i costi. I monologhi di GLaDOS valgono da soli il prezzo del biglietto e vi accorgerete che niente è più appagante di infrangere i piani di un computer. Buona torta!

“This was a triumph, i’m making a note here, huge success” ♬

Raffaele Seifer Merola

Raffaele Seifer Merola ha scritto una recensione su Portal

Cover Portal per PC

Non mi va di fare una recensione approfondita, anche perché Portal è un gioco molto più difficile da spiegare che da giocare. Mi limiterò ad elencarne i pregi e difetti che ho trovato, aggiungendo qualche parere personale.

PRO
+ Idea di fondo geniale(Gameplay): Portal è un puzzle platform in salsa FPS, dove per farsi strada nei livelli bisogna usare l'ingegno e aprire dei portali per aggirare le trappole e gli impedimenti che ci proporranno i vari stage. Credo che sia il primo gioco mai creato su 'sti concetti, epico.

+ Ambientazione: Io ho un fetish per tutto ciò che è futuristico e Portal fa parte di sto genere. Niente di eccezionale, intendiamoci, ma l'ambientazione adottata (un laboratorio futuristico) fa bene il suo lavoro (anche se magari potevano caratterizzare meglio le varie ambientazioni)

+ Lo scontro finale è epico

CONTRO
- Trama: La trama di Portal lascia a desiderare, è molto frammentata e se non fosse per la voce fuori campo (che personalmente ho adorato) si capirebbe poco o nulla.

- Lineare e monotono: Come detto in precedenza l'idea dei portali è geniale, peccato che a me dopo qualche ora m'ha annoiato non poco. Il gioco (e molti livelli) sono praticamente uguali per tutto il seguirsi della storia. Magari ai tempi era una rivoluzione e risultava anche divertente, ma a me, giocandoci oggi, a tratti ha annoiato un bel po'

- Bug e problemi tecnici: Purtroppo Portal non è il massimo dell'efficienza tecnica. Ci sono alcuni bug fastidiosi e alcuni caricamenti sono un po' troppo lunghi

- Visivamente non il massimo: Graficamente mi aspettavo di più, il gioco è piatto (anche se a tratti sta cosa rende paradossalmente a dare più stile all'ambientazione minimale dei laboratori)

- Longevità: Portal dura pochissimo, davvero troppo poco.

VOTO FINALE 7: 'sto gioco ha delle idee di base geniali, peccato che col passare del gameplay, Portal, risulti noioso e scialbo in alcuni fattori (la trama su tutto). Insomma, personalmente è stato una delusione. Mi aspettavo molto di più a dire il vero. In ogni caso questo è un gioco che secondo me o si ama o si odia. Una chance gliela darei a prescindere

7

Voto assegnato da Raffaele Seifer Merola
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 8.9

Arcy

Arcy ha scritto una recensione su Portal

Cover Portal per PC

Come gioco è fatto bene,la storia è molto interessante,ti sa prendere particolarmente. il gameplay è quella classica dei giochi Valve(che non è male).Per chi non ci ha ancora giocato, gli consiglio di farlo il più presto possibile

Non ci sono interventi da mostrare.