Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da CDProjekt e prodotto da Atari, The Witcher è un gioco di ruolo uscito il 24 ottobre 2007 per PC Windows.

"Un titolo interessante e diverso, ricco di ispirazione e di atmosfera. Una trama intrigante, un protagonista carismatico e un mondo oscuro che vi stregherà." da ETMagazine.it

8.3

Recensioni

48 utenti

Game Legends

La sceneggiatura del pilot della serie di The Witcher è stata completata

L'annuncio di un adattamento televisivo dei romanzi di The Witcher ha suscitato non poche preoccupazioni tra i fan, ma la notizia è stata ampiamente apprezzata dalla maggioranza degli utenti. Proprio … · Leggi tutto l'articolo

Nappone

Nappone ha scritto una recensione su The Witcher

Cover The Witcher per PC

Ci sono due modi per considerare questo gioco:

1) Un action rpg che fallisce sotto numerosi punti di vista.
2) Una visual novel che calca molto sull'interattività e che ha uno strampalato mingioco ritmico che dovrebbe simboleggiare il combattimento.

Il primo capitolo della celebre saga di The Witcher risulta infatti fallimentare sotto molteplici punti di vista, in primis quello tecnico. Nel 2007 (anno del primo Bioshock per intenderci) ritengo inaccettabile la legnosità del mondo di gioco the witcher, il framerate ballerino e le animazioni in generale che sono davvero orripilanti.

I difetti però non si limitano al lato tecnico. Il sistema di combattimento è imbarazzante e si concretizza in un puro rhythm game se si vuol giocare da puro spadaccino ed un rhythm game con un clic fuori tempo ogni tanto se si vuol giocare da witcher utilizzatore di segni (una sorta di sistema di magia del gioco). Si capisce che che considerando questo gioco come action rpg il giocatore che tale tipo di titolo vuole giocare si trova di fronte ad un concerto di pessima fattura che probabilmente lo obbliga a chiedere il rimborso su steam senza aver neanche concluso il prologo.

Ebbene così facendo il sopracitato giocatore si perde però una perla grezza di rara bellezza, in quanto sotto la punta di quest'iceberg che sembra impenetrabile ci troviamo non di fronte altro ghiaccio, magari ancora più spesso, bensì di fronte al mare più puro e cristallino che i nostri occhi da marinaio abbiano mai visto.

L'ambientazione, la storia e l'atmosfera di the witcher lasciano infatti incollato (almeno fino alla palude, chi ha giocato il gioco capirà ;^) anche il giocatore più esigente che immerso in quel mondo magico fatto di intrighi a corte, guerre civili e personaggi mai semplicemente "cattivi" o "buoni" non potrà fare a meno continuare il titolo fino alla fine, per poi comprare una xbox 360 solo ed unicamente per giocare a the witcher 2.

La summenzionata immersione non è mai totale, non si impersona infatti un'avatar, non siamo di fronte ad un Baldur's Gate o un Planescape: Torment. Qui si impersona Geralt Di Rivia, personaggio ben definito, che si muove nel mondo di gioco come fosse un nostro avatar... Ma senza mai esserlo del tutto. Non potremmo mai infatti durante il nostro procedere nelle terre di Temeria prescindere dal carattere sarcastico e gioviale di Geralt, caratteristiche che perderà nei successivi capitoli rendendo di fatto questo primo capitolo un must have per i fan della saga che vogliono vedere un Geralt "diverso".

Sarebbe un delitto poi non menzionare il sistema delle carte, a parer mio la caratteristica migliore del gioco. Vai a letto con una ragazza e ottieni la carta nella quale ella si presenta con abiti succinti (o proprio senza abiti a seconda della versione che si gioca) senza mai sfociare nella volgarità, ma sempre ricamando attorno la concezione di nudo artistico.

In conclusione,
Ci troviamo di fronte ad un titolo bipolare: da una parte tutto ciò che riguarda la narrazione è creato in maniera perfetta; finanche le subquest presentano storie a sé dettagliatissime che potrebbero costituire sinossi di giochi a parte. Dall'altra ci troviamo di fronte una realizzazione immonda che addirittura mi sento di dire mina l'esperienza totale di gioco.

Gioco per pochi pazienti, ma must have per i fan della saga.

Emminsky

Emminsky ha scritto una recensione su The Witcher

Cover The Witcher per PC

È pesante

NOIOSO FINO ALLA MORTE. NOIOSOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO, lo finirò solo perché sono appassionata del 3, e voglio finire anche il 2. Anziché fare i videi su Youtubbbbe fra il primo AC e l'ultimo, fatelo su TW1 e TW3, loro hanno fatto dei passi enormi, visto che questo gioco è quasi una merda.

Eurogamer.it · RSS

La produttrice di Daredevil e The Defenders si occuperà anche delle serie di The Witcher per Netflix

Eravamo già a conoscenza del fatto che Netflix fosse al lavoro su una serie di telefilm dedicata a The Witcher, ma in queste ore il colosso americano ha diffuso nuove informazioni sul progetto. La pr … · Leggi tutto l'articolo

PlayStation Bit

Netflix: La saga di The Witcher verrà adattata da Lauren Schmidt Hissrich

La notizia riportata da Variety è ufficiale: Lauren Schmidt Hissrich adatterà per Netflix la saga fantasy di The Witcher. Tra i lavori di Hissrich si annoverano The Defenders, Daredevil e Power (ques … · Leggi tutto l'articolo

Non ci sono interventi da mostrare.