Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Persona 4: The Golden

Sviluppato da Atlus e prodotto da Atlus, Persona 4: The Golden è un gioco di ruolo uscito il 21 febbraio 2013 per PlayStation Vita.

Il gioco permetterà al giocatore di personalizzare i propri personaggi, con nuovi costumi e vari accessori, mentre il sistema di combattimento sarà arricchito dalla possibilità di eseguire un attacco combinato con due membri del proprio party. Oltre a nuovi scenari e livelli di gioco sarà introdotto anche il sistema Everyone's Voice che tramite la connessione wireless permetterà di vedere cosa hanno fatto altri giocatori in determinati punti del gioco.

9.5

Recensioni

45 utenti

Pick a Quest - RPG Community

Pick a Quest - RPG Community ha pubblicato un'immagine nell'album Persona 4 riguardante Persona 4: The Golden

Esattamente 8 anni fa, #Persona4 ha fatto capolino con la prima versione per PS2 nella Terra del Sol Levante.
Una domanda semplice semplice, ma dalla risposta probabilmente difficile. Chi nell'Investigation Team ha fatto breccia nel vostro cuore?
-Viv

Pick a Quest - RPG Community

Pick a Quest - RPG Community ha pubblicato un'immagine nell'album Offerte : D riguardante Persona 4: The Golden

Sconti sconti e ancora sconti!
Preparate i vostri portafogli, sia su Steam che sul Playstation Store ci sono un sacco di RPG in saldo~
Un esempio? #Persona4Golden a 5,99€

→ Qui trovate la lista completa, approfittatene!
http://pickaquest.blogfree.net/?t=484813 ..
-Viv

Felix98

Felix98 ha scritto una recensione su Persona 4: The Golden

Cover Persona 4: The Golden per PS Vita

Prima di cominciare mi sembra d'obbligo una precisazione. Persona 4 Golden è uno dei miei giochi preferiti, pertanto mi sarà impossibile essere perfettamente obiettivo in certi fattori (anche perché da quando in qua le recensioni sono oggettive?), e inoltre una recensione non può rendere se il gioco non viene provato, stesso discorso che applicherei a titoli come Majora's Mask, per intenderci. Quindi, prendete questa recensione più come un parere, come una chiacchierata tra appassionati.
Partendo da una base di partenza già eccellente di suo, quei geniacci della Atlus sono riusciti a riportare in auge un prodotto tramite una restaurazione d'oro (che guardate il caso, è proprio il sottotitolo del remake), che gli vale non solo il titolo di miglior gioco uscito su PS Vita, ma vale anche da solo il motivo per acquistare la console portatile di Sony (a scanso di equivoci, ci sono parecchi titoli interessanti su Vita, e di certo appena finito questo non vi ritroverete certo con un fermacarte tecnologico).
Andiamo a vedere perché Persona 4 Golden andrebbe giocato da chiunque, a patto di conoscere un minimo di Inglese.

Nella tranquilla cittadina di Inaba girano strane voci su un canale TV che andrebbe in onda a mezzanotte di una serata di pioggia, denominato Midnight Channel. Si dice che, se si guarda lo schermo della propria TV esattamente nelle condizioni sopracitate, si riesca a scorgere la propria anima gemella attraverso lo schermo.
Tuttavia, una triste serie di omicidi sembra essere collegata a questo fenomeno.
Per pura coincidenza (si fa per dire), poco prima dell'inizio di questi omicidi si trasferirà ad Inaba un ragazzo proveniente dalla metropoli, che trascorrerà l'anno ospitato dallo zio, dato che entrambi i genitori sono fuori per lavoro. Stiamo ovviamente parlando del protagonista del gioco, che per comodità (e per canonicità) chiameremo Yu Narukami.
Yu, appena arrivato alla Yasogami High School, farà conoscenza di alcuni ragazzi, suoi futuri compagni di avventura, e da loro verrà a conoscenza del Midnight Channel.
Durante le investigazioni sul caso, il ragazzo verrà dotato di uno strano potere, che gli permetterà di manifestare la propria anima in forma fisica, detta anche Persona (per intenderci, sono simili agli Stand de Le bizzarre avventure di JoJo).
Tramite questo potere, inoltre, sarà capace di entrare nella TV ed esplorare il TV World, un mondo estremamente pericoloso che sembra essere legato agli omicidi.
Yu e i suoi amici dovranno andare fino in fondo alla questione, affrontando mille peripezie... e il loro lato che non vogliono accettare.
Ho tralasciato volutamente alcuni dettagli della trama, anche perché dovete avere voi il piacere di scoprirli.

Superata l'introduzione, di circa 5-6 ore, si verrà subito catapultati nel vivo del gioco. Cercherò di descrivervi i vari aspetti del gameplay.
Ah, prima di continuare, a differenza della versione portatile di Persona 3, per forza di cose privata di alcune meccaniche come l'esplorazione della città, Persona 4 Golden ripropone il titolo originale in tutto il suo splendore, senza alcun taglio, arricchendolo come non mai, anche se sui fattori aggiuntivi di questa versione ci torneremo dopo.
Il gioco si divide in due parti ben distinte, nella città di Inaba e all'interno del TV World.
Ad Inaba il giocatore potrà esplorare la città, relazionarsi con gli altri personaggi, lavorare part-time, bighellonare in giro e altro.
Ogni azione farà scorrere il tempo, e ovviamente ci saranno specifiche azioni che si potranno e non si potranno compiere in determinati momenti della giornata (esempio banalissimo, di mattina non potrete andare subito a letto, e di sera non potrete andare a fare un giro in moto).
Relazionarsi con le altre persone permetterà non solo di scavare più a fondo nella loro personalità e nel loro passato, presente o futuro, ma ad ogni personaggio corrisponderà un Arcana, ovvero una tipologia di Persona. Più saremo legati a quel personaggio, più i Persona ad esso collegati saranno potenti (ci torneremo più avanti).
Questi legami vengono detti Social Link.
Ovviamente in determinati giorni si verificheranno determinati eventi, ad esempio il festival scolastico o la giornata in spiaggia, nonché altri eventi determinanti per lo sviluppo della trama, e molti di essi saranno anche ricchi di gag esilaranti che vi stamperanno un sorriso in volto. E tutto grazie a dei dialoghi ben scritti e mai tediosi, anche se totalmente in lingua Inglese.
All'interno del TV World, il gioco acquisisce connotati completamente differenti dalla fase esplorativa nella città.
Infatti, nel TV World il giocatore e il party esploreranno i dungeon che gli si pareranno davanti, avvicinandosi sempre di più alla risoluzione del mistero del Midnight Channel.
I dungeon si sviluppano in maniera casuale, con i nemici visibili sulla mappa. Il giocatore dovrà farsi strada tra essi e trovare le scale, che lo porteranno al piano successivo, fino ad arrivare al boss.
Purtroppo i dungeon sono l'unico vero punto debole del gioco, visto che possono risultare parecchio ripetitivi, nonostante siano esteticamente ispirati.
Il combat system è il più classico a turni, ovviamente dotato dei consueti comandi per gli attacchi melee, per difendersi, per fuggire e per gli oggetti. Il party può essere controllato sia dall'intelligenza artificiale (impostando le tattiche) che dal giocatore stesso.
L'unico punto di rottura rispetto ai turni classici riguarda la sezione "abilità" (o skill), vere e proprie magie di attacco e di supporto, che varieranno a seconda del Persona equipaggiato.
Equipaggiando un Persona (solo per il protagonista, dato che gli altri personaggi ne avranno uno fisso), verranno determinate sia le abilità che le statistiche del personaggio.
Vi è presente anche un sistema di fusioni che permette di ottenere altri Persona fondendo quelli già in possesso.
Ogni Persona corrisponde ad un Arcana (Magician, Chariot, Hierophant, Hermit...), così come i Social Link. Più saranno profondi i Social Link corrispondenti a un determinato Arcana, più saranno potenti i Persona che ne verranno fuori.
Nemici e Persona stessi hanno resistenze e debolezze (come i Pokémon), e colpendole si avrà la possibilità di agire un'altra volta nello stesso turno, permettendo combinazioni devastanti.
Ovviamente va ponderato accuratamente il momento in cui andare nel TV World, dato che appena usciti si dovrà tornare forzatamente a casa precludendo al giocatore la possibilità di esplorare la città di Inaba di notte, di lavorare part-time o sviluppare i Social Link.
Giocandolo accuratamente e senza nemmeno completare tutto il catalogo dei Persona, ho raggiunto la soglia delle 160 ore di gioco, ma state certi che lo rigiocherete, anche grazie alla funzione di New Game + che manterrà intatti alcuni fattori.
Inoltre, la versione Golden contiene nuovi Persona, nuovi eventi, nuovi personaggi e persino un nuovo finale, oltre ad altri accorgimenti, che tendono il potenziale acquirente a preferirla rispetto all'originale per PlayStation 2.

Dal punto di vista tecnico si vede che il gioco è un remake da PlayStation 2, specie dando un'occhiata ai modelli dei personaggi.
Ciononostante l'immagine è pulita, non risulta mai sgradevole da guardare e alcuni modelli possono tranquillamente reggere il confronto con produzioni Atlus più recenti, come Catherine.
Il gioco inoltre vanta una delle colonne sonore più belle e frizzanti che si siano mai sentite in un videogioco, dai battle ai field theme, grazie alla maestria di Shoji Meguro.

Non vi è un solo motivo, Inglese a parte, per cui non si debba provare Persona 4 Golden se si è possessori di PlayStation Vita.
Inoltre, come detto all'inizio, è anche il motivo principale per acquistarla.
Un titolo profondo come pochi, la cui trama e personaggi vi cattureranno dall'inizio alla fine.
Allora su, andate a provarlo e immergetevi anche voi nel TV World... ma non tentate di imitare Yu e compagni, specie con televisori troppo costosi!

Pick a Quest - RPG Community

Pick a Quest - RPG Community ha pubblicato un'immagine nell'album Persona 4 riguardante Persona 4: The Golden

"I thought my life’d finally have meaning if I was ‘special’ to someone. But I really didn’t need it… It’s not what you have, or what you can do. Just being born, living your life… before you know it, you’re already special to someone."

Chi compie gli anni oggi? I fan di #Persona4 l'avranno già capito, quindi tanti auguri al mio Magician preferito, Yosuke!
Non ho dubbi in questo caso, il figlio del proprietario di Junes è indiscutibilmente il mio personaggio maschile preferito di questo capitolo. Yosuke è un personaggo adorabile che rimane nel cuore di molti per la sua sfortuna, il suo essere impulsivo finendo così spesso nei guai la sua ironia che mi fa sempre morire. Non è tutto però, infatti lo adoro soprattutto per la lealtà dimostrata nei confronti dei suoi amici e si merita davvero il titolo di Brosuke.
Oh e dimenticavo, quale personaggio doppiato da Yuri Lowenthal non risplende? xd

Concludiamo il post con i tre theme del ragazzo ♫
"The Hero from Junes" (P4Arena)
https://www.youtube.com/watch?v=KIUNXieF ..

"Your Affection" (Never More version)
https://www.youtube.com/watch?v=g1mrrwhG ..

"Backside Of The TV" ( P4DAN, Lotus Juice Remix)
https://www.youtube.com/watch?v=gCTBPlJZ ..
-Viv

nutella_R

Ma come possono pretendere che io studi e faccia l'esame di maturità con Persona 4 da finire?
Che coraggio, oh.
Ci sono PALESI priorità nella vita!

talesofmanu

talesofmanu ha pubblicato un video riguardante Persona 4: The Golden per PS Vita

LOOP.
E ansia. tanta.
asd

[Persona 4 OST] 10 - Who's there?

Album: Persona 4 OST Composed By: Shoji Meguro, Atsushi Kitajoh, Ryuta Kozuka Arranged By: Shoji Meguro, Atsushi Kitajoh, Ryuta Kozuka

Non ci sono interventi da mostrare.