Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Ys VIII: Lacrimosa of DANA

Sviluppato da Falcom, Ys VIII: Lacrimosa of DANA è un gioco di ruolo uscito il 15 settembre 2017 per PlayStation Vita · Pegi 12+ · Link: store.playstation.com

·

Dopo otto anni Ys ritorna con un'avventura tutta nuova! Adol si risveglia dal naufragio spiaggiato su un'isola incantata. Assieme agli altri naufraghi da lui salvati, fonderà un villaggio per sfidare le terribili creature e le misteriose rovine che si trovano su quest'isola remota. Nel mentre, Adol comincia a sognare una fanciulla misteriosa dalla chioma blu. Risolvi con Adol il mistero dell'isola incantata e di Dana, la fanciulla dalla chioma blu, in Ys VIII: Lacrimosa of DANA!

8.6

Recensioni

1 utente

Pick a Quest - RPG Community

Gioia e gaudio: l'odissea della versione PC #YsVIII ha finalmente fine! In arrivo anche la patch di localizzazione attesa dai giocatori console.

-Ali

PlayStation Bit

Ys VIII: Lacrimosa of DANA – Recensione

Escludendo i, seppur ottimi, capitoli spin-off di questa saga, la storia canonica di Ys era ferma dal lontano 2009 con il suo settimo capitolo principale, Ys Seven. Ys VIII: Lacrimosa of DANA si è fat … · Leggi tutto l'articolo

Aoi Kurashiki
Cover Ys VIII: Lacrimosa of DANA per PS Vita

Il canto del cigno di Playstation Vita

E così la scena retail di Playstation Vita si chiude ufficialmente, a quanto pare le ultime due bombe gettate da NIS AMERICA su Playstation Vita saranno gli ultimi giochi retail ad uscire sulla console. Il supporto digitale continuerà, ma non a lungo, abbiamo ancora un Digimon Story Hacker's Memory, un Papers, Please in arrivo questa settimana, uno Stardew Valley nel 2018 ed un VA-11 Hall-A disponibile a breve, per non dimenticare Undertale uscito ad agosto.
Sì, sono giochi anche disponibili su Playstation 4, compresi anche YS VIII e Danganronpa V3, ma giochi simili giocati su una console portatile come Playstation Vita, almeno io, riesco ad apprezzarli di più. Non potrei mai giocare un Danganronpa V3 su PS4 per il semplice fatto che è un gioco pensato per Playstation Vita, è inevitabile pensare a PSVITA quando si legge Danganronpa, la console che ha dato il successo di questa saga.
Per YS VIII vale lo stesso identico discorso: è un gioco che gira bene su Playstation Vita, e quei pochi contenuti in più inclusi nella versione PS4 non giustificano un sovrapprezzo di 20 euro.
In ogni caso, ciancio alle bande.. YS VIII.
Non ho avuto modo di giocare i sette capitoli precedenti a questo, e non so se mai avrò modo di farlo, ma in ogni caso Lacrimosa of Dana si capisce tranquillamente senza i giochi precedenti, perdendosi però qualche riferimento.
La trama di YS VIII è interessante sotto due punti di vista: la parte iniziale è soporifera come la merda, la seconda invece ti da' una storia che quasi non ti aspetti. Il gioco inizia con il naufragio del nostro eroe, Adol Christin, sulla "Isle of Seiren", insieme ad altri personaggi che erano a bordo della Lombardia, nave su cui tutti i passeggeri si trovavano, distrutta poi da una creatura meesteeca.

La prima parte del gioco mi è piaciuta per il senso di esplorazione che il gioco trasmetteva, la sensazione di esser naufragi su un'isola altamente pericolosa ed abitata da bestie altrettanto meesteeche è tangibile. Si respira un'aria alla Robinson Crusoe di Daniel Defoe, insomma.
E' bello vedere anche crescere il gruppo di personaggio che va via via aumentando nella storia e con le missioni secondarie, ma ciò che ho ancora più apprezzato è stato il lento sviluppo del villaggio. I nostri personaggi si insedieranno con delle tende in un punto della mappa, che via via crescerà sino a diventare un piccolo villaggio molto memorabile (fungerà da HUB del gioco). E' proprio quindi il senso di esplorazione, misticità e crescita che contraddistingue questi primi capitoli del gioco, delle sensazioni davvero piacevoli che mi hanno aiutato ad immedesimarmi nel gioco, nonostante dei personaggi che si presentano come dei tipici cliché comici. Eppure in questa prima fase non aspettatevi altro: la trama partirà in modo molto soporifero, si riprenderà solo a partire dalla metà del gioco, la prima parte dedicatela all'esplorazione ed al gameplay, ma anche alle varie attività secondarie che ci sono. La mappa è immensa e la quantità di roba da fare è davvero molta, considerando che c'è anche la pesca e quindi potete fermarvi in ogni zona per pescare nuove tipologie di pesci. Poi ci sono comunque le missioni secondarie che migliorano (visivamente) il villaggio in cui si sviluppa la storia. Sparsi per la mappa ci sono poi altri naufragi dispersi che dovremmo recuperare se vorremmo procedere verso delle aree secondarie della storia. Non c'è da stupirsi se questo gioco è arrivato a durarmi 55 ore, ho completato tutte le missioni secondarie (tranne una che ho perso al capitolo 2 e non potevo più recuperare... sto ancora bestemmiando perché quella subquest mi ha tolto la possibilità di ricevere 3 trofei :(). Anche il gameplay mi ha lasciato molto soddisfatto, sei stili di giochi differenti per quanti sono i membri (intercambiabili) della squadra, con tantissime abilità da apprendere nel corso della storia.
Il mondo di gioco poi è un misto tra Xenoblade Chronicles I e Final Fantasy XV, ovviamente in versione molto ridimensionata, ma è palese l'ispirazione almeno al primo gioco. Un bestiario davvero grandissimo con tante specie di animali, ma soprattutto tanti boss diversi fra loro.
La seconda parte del gioco è sempre incentrata sull'esplorazione (si scoprirà la seconda parte della mappa, che credetemi, è molto più interessante della prima soprattutto per le scoperte che ci sono "dietro la montagna".), ma dando molto più spazio alla storia ed alla figura di Dana, coprotagonista di YS VIII. Non mi dilungo molto sulla trama se non per dirvi di esser pazienti, dovrete sopportare nei primi capitoli una storia con più bassi che alti, dei personaggi che sono degli stereotipi molto comuni.. ma tutto ciò si evolverà nella seconda parte del gioco.
La distribuzione della storia ed i suoi personaggi inizialmente soporiferi possono considerarsi dei difetti assieme ad un comparto tecnico sì eccellente per quanto riguarda il mondo di gioco (Ampio, variegato ed abbastanza pieno di dettagli considerando che gira su PSVITA), ma davvero scadente quando si guarda ai personaggi che mantengono delle animazioni pari alla generazione PS2. Questa non è una grande colpa che do' al gioco perché è, conti alla mano, ciò che Falcom, lo studio dietro la serie, può permettersi. Almeno hanno compensato nel rendere più interessante il mondo di gioco, che non si presenta come un mondo statico e fatto solo da poligoni, ma un mondo in cui ogni cosa è animata al giusto modo: erba, acqua, fogliame, alberi e quant'altro. Tutti elementi che contribuiscono a rendere piacevole l'esplorazione di questi luoghi, considerando che molti giochi portatili optano per un mondo immobile.
Non ho molto da dire, se non che probabilmente cercherò di platinarlo una volta smaltito il backlog. E' uno di quei giochi che ti lascia la lacrima quando finisce perché hai speso davvero ore piacevoli nel completarlo, ti sei affezionato a dei personaggi non perfetti ma che dopo 55 ore iniziano a mancarti. E' stato uno di quei giochi che una volta concluso mi ha lasciato il vuoto... "E mo che non esploro più la Isle of Siren cosa faccio?"
Eh boh...

Premio anche la struttura molto ordinata del gioco, la mappa molto grande è suddivisa in zone che ti segnano la percentuale di completamento e tutto ciò che ti manca per completare quel pezzo al 100%. Sono al 98,67 % di mappa sbloccata, quel 1,2 % sarà mio :(

8.6

Voto assegnato da Aoi Kurashiki
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.1

Aoi Kurashiki

Aoi Kurashiki ha pubblicato un video riguardante Ys VIII: Lacrimosa of DANA per PS Vita

Non c'è tema principale migliore per uno dei più nei JRPG su PSVita... e come canto del cigno di questa sfortunata console

Ys VIII: Lacrimosa of Dana OST - Lacrimosa of Dana −Opening Ver.−

Music: Lacrimosa of Dana −Opening Ver.− Composer: Yukihiro Jindo with Falcom Sound Team jdk Violin: Akiko Nagano Recording Engineer: Koki Tochio | Assistant Engineer: Tetsuya Matsu..

Non ci sono interventi da mostrare.