Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Quantic Dream e prodotto da Sony Computer Entertainment, Beyond: Due Anime è un gioco d'avventura uscito il 9 ottobre 2013 per PlayStation 3 · Pegi 16+

·

"Beyond: Due Anime è il prodotto finale della visione videoludica di Quantic Dream: una commistione praticamente perfetta tra cinema e videogiochi, dove il giocatore può fare le sue scelte ma sempre all'interno di un disegno già definito. Rispetto ad Heavy Rain abbiamo una sceneggiatura più grandiosa ma meno coerente e amalgamata, che anche a causa dell'argomento trattato vive di alti e bassi seppur sempre con un altissimo valore produttivo. La recitazione, la regia e l'impianto tecnologico sono tra gli esempi migliori mai visti in un videogioco, in grado di creare un'empatia emozionale e visiva con la protagonista principale davvero incredibile. Chi è Aiden, cosa c'è nell'aldilà, quali sono le entità oscure che tormentano Jodie... Beyond cercherà di dare una risposta a tutte queste domande, non senza lasciare spazio ad un seguito: l'esecuzione è eccezionale, ma la narrazione, seppur ottima, ha qualche sbalzo di troppo che non permette di raggiungere al titolo l'agognato status di capolavoro." da Multiplayer.it

8.7

Recensioni

166 utenti

Eurogamer.it · RSS

Ex sviluppatori di Heavy Rain e Beyond: Two Souls formano un nuovo studio

Arrivano ottime notizie per tutti i fan dei titoli come Heavy Rain e Beyond: Two Souls: alcuni sviluppatori precedentemente al lavoro sui due giochi hanno infatti fondato un nuovo studio. Come svelat … · Leggi tutto l'articolo

Sigma Delta

Finito.
Non so, ma Heavy Rain mi aveva lasciato sensazioni molto migliori 😶

Alerage

Alerage ha scritto una recensione su Beyond: Due Anime

Cover Beyond: Due Anime per PS3

Magistrale, ma deludente

È difficile, è terribilmente difficile parlare di Beyond: Two Souls, senza spoilerare o dire banalità, non credo neanche di essere capace a sviscerare a dovere il titolo, ma cosa dovrei fare? lasciare queste 3 righe di testo? Nossignore, per quanto sia difficile, per quanto io non sia capace, devo parlarne, le sbavature, le imperfezioni presenti, mi lacerano, mi fanno letteralmente incazzare, perchè quest'opera è già capace di toccare l'animo umano e avrebbe potuto sicuramente fare anche di più, ma oltre questo, sa solo tediare l'animo in egual misura.

Non ho mai nascosto la mia ammirazione per quantic dream, Fahrenheit, l'unico altro gioco della casa che ho giocato al momento, per quanto risulti un calderone, è sicuramente un'esperienza avvincente, ma beyond . . . è semplicemente il prototipo di film interattivo perfetto, abbiamo una regia sopraffina, tutte le scene girate danno il loro massimo, gli attori, per quanto io abbia giocato il gioco doppiato, sono semplicemente talmente calati ottimamente nelle loro parti che vengono vanificate le precedenti incarnazioni attoriali, non ho visto molti film con Dafoe, infatti per me è associato a un certo Norman Osborn o comunque a un immaginario da Villain, ma vi assicuro che un Dafoe così non lo avrei mai immaginato, uno scienziato, un padre di famiglia, un "mammo" e un folle, tutto in un unico personaggio e in tutto questo abbiamo scene emozionanti e toccanti che si alternano a scene d'azione dalla spettacolarità hollywoodiana, ma ahimè abbiamo anche altro . . . abbiamo dei dialoghi, sicuramente eccellenti, ma che a seconda delle nostre scelte rivelano un montaggio un po' approssimativo e abbiamo dei capitoli non proprio funzionali alla trama, tanto che certi personaggi li rivedremo solo a fine gioco e neanche a seconda del finale che scegliamo, ma in particolare abbiamo un grandissimo velo di maya, il sistema di gioco, il velo che nasconde quanto sia limitato e poco curato l'albero decisionale su cui poggia tutto Beyond.

Ma sono cosciente di dovermi spiegare meglio e quindi qui devo spremermi le meningi per far uscire le mie assenti capacità di comunicatore . . .
Il gioco è diviso in capitoli e sono alla rinfusa per una scelta narrativa ben precisa, ogni capitolo ha una situazione A di partenza e una situazione B di arrivo, nella maggior parte dei capitoli tra la situazione A e la situazione B ci sono delle scene che a seconda delle nostre azioni e scelte sono saltabili, dialoghi, più o meno importanti, con scelte più o meno influenti e QTE che teoricamente a seconda dell'esito dovrebbero variare il corso della storia, ma la vera puttanata sta nel fatto che qualunque scelta tu faccia, qualunque QTE tu fallisca la situazione di arrivo NON cambia, a meno che non si tratti di salvare qualche vita, quello influirà sui finali del gioco, che teoricamente sono molti, ricordo che prima dell'uscita si vociferava di 24 finali o giù di lì, ora sulla wikia si parla di 11 finali realmente importanti beh, io personalmente parlerei di 6 finali importanti, gli altri sono solo variazioni abbastanza inutili , non solo questo una grossa fetta di questi finali vanifica completamente la scelta di narrare i capitoli in maniera confusa, ma non finisce qui, anche le scelte sentimentali in verità sono decisamente una buffonata, perchè puoi scegliere solo uno dei 2 tizi che il gioco ti presenta o 3 se vogliamo includere la scelta non-sentimentale dell'allegra famigliola di clochard, ma tutta la storia sul finale ruota attorno a Clayton, un collega della CIA, unica persona che seguirà Jodie fino alla fine e che bypasserà le scelte del giocatore, rendendo ogni scelta, ogni tentennamento, ogni rifiuto, completamente INUTILE.

Ma per me questi sono solo i difetti di Beyond, per quanto mi riguarda ha un grandissimo pregio, la trama che sfocia in una rivelazione finale così toccante da dare un nuovo significato a tutta la vicenda e non lo sto dicendo atteggiandomi ad intellettuale intenditore, provate a fare una seconda run dopo il finale, dopo mi direte quanto sono sensati i comportamenti di Aiden.

Sul fronte tecnico non c'è da dire nulla, semplicemente la punta più alta raggiunta su ps3 sia a livello meramente grafico che a livello estetico, le animazioni in-game sono curatissime, quelle che non convincono sempre al 100% piuttosto sono una piccolissima parte delle animazioni nei dialoghi, sul fronte della colonna sonora abbiamo un tema che nonostante sia memorabile e si presenti in vari arrangiamenti ogniqualvolta ce ne sia occasione, fa fatica ad imporsi proprio per l'immersione presente su schermo, tant'è che l'unica volta in cui risulta realmente godibile è nei titoli di coda.

In breve, avrebbe potuto essere il capolavoro di quantic dream e proprio per questo mi vedo a rivalutare Fahrenheit, abbassandogli il voto, perchè è sicuramente una spanna sotto a Beyond, adesso le mie speranze sono tutte rivolte verso Heavy rain e i progetti futuri della casa.

Non ci sono interventi da mostrare.