Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da 2K Marin Studio e prodotto da 2K Games, BioShock è uno sparatutto in 1a persona uscito il 17 ottobre 2008 per PlayStation 3.

·
9

Recensioni

86 utenti

PLAYAMMU

PLAYAMMU ha scritto una recensione su BioShock

Cover BioShock per PS3

Bioshock è un videogioco curato nei minimi particolari, anche se per me non è stato il meglio a cui ho giocato parere strettamente personale forse questione di gusti,resta comunque un qualcosa che rasenta il capolavoro.Dopo un incidente aereo ci ritroveremo catapultati a raptur cittá subacquea fondata da Andrew Ryan dove i nostri obiettivi si modificheranno nel corso della storia in seguito a vari colpi di scena il comparto grafico è molto buono così come il sonoro, per i combattimenti è come un qualsiasi fps con aggiunta di tanti plasmidi tutti divertenti da utilizzare e provarne gli effetti.C e anche la possibilità di aggirare le macchine rivenditrice per abbassare il prezzo o vari nemici robotici per portarli dalla nostra parte e risolvere le situazioni piú intricate.La trama è buona si fa seguire e ha diversi colpi di scena, interessanti anche le storie della vita di raptur che potremo vivere tramite degli audiodiari.Per i trofei niente di frustrante anzi ê uno dei Platini che piú mi ha divertito, finirlo a difficoltà sopravvissuto senza camere della vita con il giusto equipaggiamento,una buona scorta di kit medici e soprattutto salvando spesso è fattibile.E ricordate un uomo sceglie uno schiavo obbedisce

PlayStation 3 l La stanza ufficiale

PlayStation 3 l La stanza ufficiale ha pubblicato un'immagine nell'album PS3 riguardante BioShock

Sono Andrew Ryan e sono qui per porvi una domanda: un uomo non ha diritti sul sudore della sua fronte?
No, dice l'uomo di Washington. Appartiene ai poveri.
No, dice l'uomo in Vaticano. Appartiene a Dio.
No, dice l'uomo di Mosca. Appartiene a tutti.
Io rifiuto queste risposte. Piuttosto scelgo qualcosa di diverso. Scelgo l'impossibile. Scelgo... RAPTURE! (Andrew Ryan)

Gamespot · RSS
Why Ken Levine Stopped Making BioShock Games

Why Ken Levine Stopped Making BioShock Games

Rolling Stone's Glixel today published a fascinating, in-depth interview feature with BioShock designer Ken Levine. One particularly interesting segment of the interview focuses on why Levine stopped .. · Leggi tutto l'articolo

PlayStation Bit
GamesCom 2016: pubblicati due nuovi video per la Collection di BioShock [UPDATE]

GamesCom 2016: pubblicati due nuovi video per la Collection di BioShock [UPDATE]

UPDATE: disponibile il trailer comparativo localizzato in italiano. Dalla GamesCom 2016 di Colonia gli sviluppatori di 2K Games hanno pubblicato due nuovi video sulla Collection di BioShock. In uno d .. · Leggi tutto l'articolo

CrikkoSunderland

E poi mentre gioco a Bioshock se ne escono con certi discorsi...
A:"Dobbiamo fottere Fontaine una volta per tutte!"
B:"Non sei tu che fotti Fontaine,è lui che fotte te"
*Crikko raccoglie una registrazione*
"Fontaine ce lo sta mettendo nel culo!!!"
Fontaine,a cosa ti sei ridotto? rotfl

Kiryu

Kiryu ha scritto una recensione su BioShock

Cover BioShock per PS3

Finito di nuovo, lo amo ancora più di prima. Rimango sbalordito davanti un lavoro del genere. Amo Rapture, penso sia una delle migliori ambientazioni che il settore videoludico abbia mai avuto modo di offrire. Un'utopia decaduta divenuta un nido di follia umana, la libertà divenuta distruzione inarrestabile. Rapture è un inferno circondato d'acqua, e ciò che si nasconde al suo interno, lontano dal resto del mondo, è tanto spaventoso quanto affascinante. E lo stesso posso dire delle storie che prendono vita in questo luogo. Solo nella città che muore sul fondo dell'oceano sono rimasto così affascinato da certi temi e impressionato dal modo in cui essi vengono trattati: ideali, sogni, ambizioni, delusioni, etica morale, i limiti della società, della psiche umana, dell'Arte. I personaggi di Bioshock rappresentano tutto ciò talmente bene che mi è impossibile dimenticarli. Andrew Ryan, la Tenenbaum, Steinman, Suchong, la Langford, Cohen e avanti così. Tutti questi personaggi hanno trovato un posto nel mio cuore, grazie ad un fascino che pochi altri cast possono vantare. Tutto questo dentro una città che è ormai solo l'ombra di un ideale appassito e che dimostra perfettamente quanto l'uomo possa far paura. Ogni aspetto di Bioshock sembra finalizzato al voler inquietare o disgustare ricordandoti sempre che tutto ciò che vedi è il frutto dell'operato umano. La colonna sonora è sfruttata al massimo, ogni volta che la sento ne rimango affascinato. Il modo in cui ti fa lentamente scendere in una spirale di ansia è da applausi. Qualsiasi cosa vedano i tuoi occhi, che sia un'ombra, un cadavere o una bambina che infilza una siringa nel corpo di un uomo morto, ti ricorda che stai camminando in ciò che era iniziato bene ed è finito nel peggiore dei modi. E ti ricorda anche che, nonostante tutto, anche tu ci sei dentro da capo a piedi, dentro quel folle posto. Sei tu quello che dà fuoco alla gente con uno schiocco di dita, e sei sempre tu quello che usa sciami di api che ti escono dalle vene come armi. Il modo in cui questo videogioco mi ha coinvolto è qualcosa di quasi inimitabile, non c'è nulla che non mi sia piaciuto o che non abbia trovato perfetto. Il basso livello di difficoltà stesso per me è un pregio, perché mi ha dato la possibilità di concentrarmi appieno nell'analisi di questo capolavoro. Non nego inoltre che anche il mero aspetto gameplay mi abbia divertito davvero tanto, grazie ad un certo margine di personalizzazione nello stile di gioco davvero apprezzato.

Fatevi un piacere e provate con mano un titolo che ha tantissimo da offrire e che probabilmente vi resterà impresso per tanto tempo. Date un'occhiata al luogo in cui anche il più puro degli ideali può trasformarsi nel peggiore degli incubi.

Non ci sono interventi da mostrare.