Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Atlus e prodotto da Deep Silver, Catherine è un puzzle game uscito il 10 febbraio 2012 per PlayStation 3 · Pegi 18+

·

"Catherine è un titolo unico, una ventata d'aria fresca nel panorama videoludico. E' sicuramente un prodotto che verrà ricordato anche nelle generazioni successive, magari come capostipite di un genere o forse come isolato e folle esperimento di Atlus. Tuttavia non è un gioco esente da difetti, una cura maggiore per le sessioni pre-notturne avrebbe giovato alla varietà di gioco, inoltre le due modalità extra non godono del multiplayer online." da ...] Una perla del mondo videoludico che fortunatamente arriverà anche in Europa nei prossimi mesi, da provare assolutamente. [Spaziogames.it

8.7

Recensioni

95 utenti

Johnlocke07

Johnlocke07 ha pubblicato un'immagine nell'album 100 Days Videogame Challenge riguardante Catherine

Day 04: A great puzzle game

Superare i blocchi della vita: Vincent è un ragazzo comune che non riesce ad assumersi le responsabilità che la vita gli riserva giorno per giorno, non riesce ad affrontare i doveri di coppia e piuttosto preferisce rimanere fermo dove si trova... l'incontro con Catherine lo scombussolerà notevolmente. asd Mi piacque molto, tanti finali, ingegnoso nel gameplay, anche se le sfide a tempo non saranno mai il mio forte. Belle le serate allo Stray Sheep Bar, in cui potevi parlare con gli amici, con le persone, ordinare dei drink, rispondere ai messaggi e giocare a Raperonzolo. Purtroppo non sono mai riuscito a giocare con qualcuno, sarebbe stato divertente.

Kiryu

Kiryu ha scritto una recensione su Catherine

Cover Catherine per PS3

Counting the sheep, get sucked in my sheets

Finalmente ho messo a posto le idee per buttare giù due righe riguardo il capolavoro di ATLUS. Catherine è un puzzle game che brilla sotto praticamente ogni punto di vista, un gioco folle che consiglio a tutti di recuperare se avete una ps3/360. Il titolo narra il surreale viaggio di Vincent, un uomo immaturo e indeciso che dovrà trovare una risposta ai suoi - tanti - problemi d'amore, bloccato tra una fidanzata intransigente e un'amante che sembra uscita da un sogno per lui. L'aspetto narrativo è davvero ben fatto, la parte di gameplay assume tutto un suo ruolo metaforico che culminerà poi in molteplici possibili finali. Sia i finali che le strambe e variegate scelte che dovrete affrontare per raggiungerli riescono sempre a cogliere l'interesse, e alla fine, in un modo o nell'altro, il viaggio di Vincent finirà senza dubbio in modo soddisfacente. In tutto questo il gameplay non ne risente assolutamente, anzi: si rinnova di continuo e mette spesso a dura prova i nervi/riflessi del giocatore, soprattutto alla difficoltà più alta. In ogni caso, la soddisfazione di superare un livello è molta. Le boss battles prendono la follia standard del gameplay (sul quale non mi soffermo per lasciare la sorpresa) e ci aggiungono un tocco alquanto creepy, diventando il picco massimo di follia raggiunto dal lato metaforico del gioco. Uno dei pochissimi problemi del gioco sta appunto nel gameplay e si chiama telecamera: a volte diventava ingestibile e mi ha fatto perdere per delle minchiate. Graficamente, si difende molto bene. Presenta un buon numero di cutscenes anime style di ottima fattura, e al di fuori di esse una bellissima grafica in cel shading (uno dei miei stili preferiti in assoluto, quindi un punto molto importante per me). Inoltre, più in generale abbiamo un utilizzo dei colori ottimo, che aiutano anche a creare una bellissima atmosfera surreale negli incubi di Vincent e soffusa all'interno del bar. Alla colonna sonora abbiamo il maestro Shoji Meguro (Persona docet), quindi il risultato doveva essere come minimo ottimo. E infatti, così è stato. Pur non essendo molto corposa, la ost raggiunge livelli assolutamente rispettabili. Il doppiaggio inglese è veramente figo e se avete presente un po' quello dei Persona (non so per gli altri titoli di ATLUS), sapete che non scherzo. Il design in generale mi piace un sacco, soprattutto quello dei personaggi principali. Il gioco direi che dura il giusto per non diventare prolisso e, come avrete intuito dal voto, offre un'esperienza fantastica. Rinnovo il mio invito a recuperarlo in caso non lo abbiate già giocato, dubito che lo dimenticherete.

R3PL4Y

R3PL4Y ha scritto una recensione su Catherine

Cover Catherine per PS3

Piccola perla

Platform game davvero interessante, difficile e a volte frustrante sopratutto alla fine, si lascia giocare davvero bene, sopratutto grazie alla trama, che coinvolge il giocatore,buono anche il sonoro e il lato tecnico.In circa 9 ore si riesce a finire, il gioco dispone di diversi finali quindi è rigiocabile a più non posso, visto che i finali sono otto.

Non ci sono interventi da mostrare.