Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover ICO & Shadow of the Colossus Classics HD

Sviluppato da Team Ico e prodotto da SCEE, ICO & Shadow of the Colossus Classics HD è un gioco d'azione e avventura uscito il 28 settembre 2011 per PlayStation 3 · Pegi 12+

"A fine settembre gli scaffali saranno già pieni di titoli di grande richiamo, con altrettanti in arrivo, e la collection di ICO e Shadow of the Colossus si ritroverà ancora una volta a dover combattere tra tanti blockbuster, proprio come Wander contro i colossi, dotato unicamente del coraggio delle proprie idea e di una forza interiore più unica che rara. L'adattamento di questi due indimenticabili capolavori è stato inoltre realizzato con tutti i crismi del caso, dotando i due titoli del supporto ai pannelli Full HD e ad una riuscitissima stereoscopia, valori aggiunti uniti ad una confezione che dovrebbe contenere filmati inediti tutti dedicati ai fan. Una collection da non perdere, oseremmo dire anche più interessante ed emozionante di quanto l'intero periodo prenatalizio sta per proporci." da spaziogames.it

8.7

Recensioni

42 utenti

Daniel21

Daniel21 ha pubblicato un'immagine nell'album Collezione ps3 riguardante ICO & Shadow of the Colossus Classics HD

Colpaccio al gamestop 😍

SnesRulez
Cover ICO & Shadow of the Colossus Classics HD per PS3

Con tutto l'hype generato dall'uscita di The Last Guardian ho deciso di recuperare la mia Ico HD Collection dallo scaffale e finalmente finire entrambi i giochi di Team Ico, per convincermi eventualmente un giorno a recuperare The Last Guardian.

ICO [Voto: 6/10]
Ico è il primo titoli creato da Team Ico, uscito nel 2002 su Playstation 2. In questo gioco impersoneremo Ico, un ragazzino con le corna, bandito dal suo villaggio e imprigionato in un enorme castello come sacrificio. Per un caso fortuito riesce a liberarsi dalla sua prigione e incontrare Yorda, una ragazza con la quale decide di fuggire dal castello. L'impresa però non sarà semplice, in quanto svariati enigmi e creature d'ombra gli impediranno di ottenere la libertà. Devo fare subito un plauso per la grafica che grazie anche al ritocco in HD risulta più dettagliata e vibrante che mai. Il castello riesce davvero a risultare un'immensa prigione e il fatto che sia completamente vuoto unito all'assenza di musica fa molto per creare un'atmosfera di solitudine. Nonostante la bella grafica e atmosfera, la mia esperienza con Ico è stata parecchio problematica. Ico come genere è considerabile un puzzle platform, dove l'esplorazione e l'intuito la fanno da padrone per aprirci la strada nel castello. Ico si controlla discretamente, finchè il platforming rimane molto basilare non ci sono problemi, ma nei tratti in cui sarà necessario tempismo e precisione, la pesantezza e la scivolosità dei controlli di Ico si farà sentire non poco, fortune queste sezioni sono poche e raramente finisci con l'essere ucciso. Yorda sarà il nostro bagaglio per tutto il gioco, la ragazza non mostra alcuna volontà di voler lasciare il castello, ma Ico sapendo che il castello è un posto dove venivano compiuti dei sacrifici, decide di trascinarsela dietro per tutto il gioco in modo di poter fuggire assieme a lei. Yorda ha un potere particolare il quale ci sarà necessario per aprire alcune porte del castello e parte della componente puzzle del gioco sta nel trovare il modo di portare Yorda in contatto con suddette porte in modo che possa riuscire ad aprirle e permetterci di avanzare. Il castello è infestato però da creature d'ombra che faranno di tutto per portare via Yorda dalle braccia di Ico, quindi dovremo fare di tutto per tenerla vicino a noi e nei momenti in cui siamo costretti ad allontanarci, non allontanarci da lei per troppo tempo, altrimenti ci verrà portata via e questo risulterà in un game over. Yorda per alcuni può essere considerata un peso, a me sinceramente non ha creato problemi per la maggior parte, finchè si tratta di portarla fino alla prossima porta per procedere col gioco, ero abbastanza intrigato, erano i momenti in cui mi poteva essere portata via che ho odiato con tutto il cuore. I combattimenti sono sicuramente il punto più basso del gioco! Occasionalmente durante il gioco delle creature d'ombra si faranno avanti per rubare Yorda dalle braccia di Ico e riportarla nella sua prigione. A seconda della situazione potete ignorare le ombre e lasciare tranquillamente la stanza in cui vi trovate o essere costretti ad affrontarle. I combattimenti sono abbastanza basilari, colpisci un nemico X volte finchè non scompare, a seconda dell'arma che si utilizza ci possiamo mettere più o meno tempo. Ico inizierà il gioco con un bastone, che sarà la nostra arma standard per tutta la prima metà di gioco, e con esso sconfiggere i nemici può richiedere molto tempo e quando le ondate sono longeve, inizia ad essere stancante, specialmente quando i nemici prevedono il tuo attacco e decidono di schivare per la maggior parte del tempo, peggio ancora nell'eventualità in cui Ico viene colpito e passa molto tempo steso a terra senza poter reagire, tempo in cui i nemici possono portare via Yorda e causarti un game over. Certo, andando avanti ottenieamo armi che ci permettono di far fuori i nemici in fretta, ma proprio per questo durante la seconda metà incontriamo pochissimi nemici, la concentrazione maggiore è all'inizio con il bastone dove le battaglie si protraggono per un tempo infinito, al punto che sembrano messe apposta per rendere il gioco più lungo, piuttosto che offrire un vero e proprio ostacolo alla fuga di Ico. Per quanto alla fine il gioco sia relativamente breve, ho fatto molta fatica ad arrivare fino alla fine, perchè il gioco non mi catturava per niente durante la prima metà. La seconda metà, dove l'enfasi è solo ed esclusivamente sul platforming, è stato il punto dove il gioco ha iniziato a pesarmi meno, ma nonostante tutto.. non riusciva a catturarmi! Ico è spesso descritto più come un'esperienza che un gioco vero e proprio e posso capire questo punto di vista, ma cosa succede quando un esperienza non riesce a catturati? Ti lascia il nulla, ed è quello che ho provato io alla fine di Ico, nonostante il finale mi abbia sollevato un paio di domande. Forse ero troppo distratto dagli evidenti difetti per essere immerso nell'esperienza, fattostà che non riesco a vedere Ico come il capolavoro che tutti osannano.
Ora resta solamente da finire Shadow Of The Colossus, sono già a 11 colossi sconfitti e mi sta seriamente lasciando un impressione migliore rispetto al suo predecessore. Maggiori dettagli in futuro!
Scusate il megapapiro, ma volevo mettere bene in chiaro perchè per me, Ico è ben lontano dall'essere un vero capolavoro.

SHADOW OF THE COLOSSUS [Voto: 9/10]
Secondo titolo sviluppato da Team Ico e secondo titolo considerato un capolavoro a livello unanime... E questa volta posso ben capire il perchè! Un ragazzo si spinge nelle profondità di un tempio sperduto in una terra considerata proibita dalla sua gente, per esprimere un desiderio e riportare in vita una donna a cui è molto legato, la divinità del posto accetta di esaudire il suo desiderio a patto che il ragazzo sconfigga i 16 colossi che vagano per la terra. Di nuovo, una storia molto semplice che solleva domande sul finale, ma che funge più allo scopo di creare discussione tra i fan che altro. C'è chi apprezza molto questo modo di raccontare storie, io preferisco metodi più diretti. Parliamo ora dei due più grandi punti di forza del gioco: primo di tutti, la colonna sonora! Chiunque abbia composto questa merita ogni riconoscimento possibile, una grandissima orchestra che riesce a catturare perfettamente il trionfo e la tesione di questi maestosi combattimenti contro nemici colossali e che più di ogni altra cosa rimarrà impressa nella memoria del giocatore. Altro punto di forza è il gameplay, questo gioco si può classificare come una serie di boss fight a difficoltà crescente dove con ogni colosso dobbiamo sfruttare le nostre armi e l'ambiente per rivelare il punto debole del nemico e infilzarlo con la nostra spada. Dovremo ovviamente fare attenzione alla nostra stamina che ci darà un limite di tempo per rimanere aggrappati al colosso e alla barra della vita che seppur si rigeneri col tempo fa abbastanza in fretta a svuotarsi. Non c'è sensazione migliore in questo gioco che scoprire la tattica giusta per scoprire il punto debole del nemico, e nel caso ci si metta troppo il gioco si degnerà di darci un piccolo indizio in modo da non lasciarci del tutto nel buio. Essendo 16 immensi colossi è scontato immaginare che anche il mondo che esploreremo sarà immenso e per quanto vuoto possa essere, questa terra è davvero uno spettacolo da osservare e talmente vasta da racchiudere molti segreti specialmente per aumentare la nostra barra della vita e stamina per renderci combattenti più duraturi nella nostra avventura, il più grande problema è avere effettivamente la pazienza di esplorare questo mondo senza voler spezzare il pad. L'esplorazione è sicuramente il punto più problematico del gioco, per raggiungere i colossi basterà puntare la spada al cielo e un raggio di luce c'indicherà la direzione in cui dovremo dirigerci, e unito alla mappa del mondo dovremo ricavare da noi la strada per raggiungerlo. Punto interessante ma il cavallo che avremo a disposizione per esplorare il mondo è davvero rigido nei controlli, si blocca ad un minimo dislivello del terreno e riuscire a girarlo da fermo è un'impresa più difficile di abbattere uno dei colossi a momenti. Capisco perchè sia stato programmato in questo modo visto che l'utilizzo del cavallo è chiave anche in alcune battaglie e il nostro eroe è talmente versatile nei movimenti che bisognava trovare il modo di guidare il cavallo senza minare l'agilità del personaggio, ma abituarsi alla guida del cavallo è sicuramente la sfida maggiore di questo titolo. Ma è davvero un così grande difetto? Per me assolutamente no! Ci si fa l'abitudine, e la soddisfazione di abbattere un colosso va ben oltre qualsiasi problema coi controlli di quel dannato cavallo! Shadow Of The Colossus per quanto non sia un gioco per tutti, considerata la sua struttura di costante boss fight con storia al minimo, è un titolo che si merita di essere considerato un classico per Playstation 2. Mi sono davvero divertito giocandoci e spero che Team Ico in futuro possa ritentare questa struttura con qualche altro titolo.

Dunque... Dopo questa piccola maratona, comprerò The Last Guaradian? Probabilmente aspetterò un calo di prezzo. La struttura più simile ad Ico non mi convince e il metodo di racconto che usa Team Ico fa molta fatica a coinvolgermi. Credito a Team Ico per essere finalmente riuscita a portarlo a termine, ma ora come ora per me, ci sono giochi che meritano molto di più la mia attenzione.

RoxasTheKey
Cover ICO & Shadow of the Colossus Classics HD per PS3

Cosa dire di questi giochi
direi da iniziare dal fatto di essere stato un pir** ad aver aspettato il 2016 per giocarli per la prima volta
ovviamente ne avevo sentito parlare solo bene e ad oggi ne capisco il perchè.

Ico
L'ambientazione del castello forse è un po spoglia, ma notevole su un gioco per ps2 e il gameplay e il come è stato strutturato ad "enigmi" per tentare di uscire con la nostra cara e "loquace" Yorda mi ha intrattenuto meravigliosamente per tutte e 8 le ore di gioco (Si sono stato lentissimo e me ne sono reso conto solo dopo aver scoperto che il gioco si può completare in meno di 2 ore)
se vogliamo trovare una pecca direi l'IA di Yorda che anche se in effetti non parlavamo la stessa lingua era lentissima a capire come a camminare.
Nel complesso è stata davvero una bella avventura e davvero esaltante lo scontro finale.

Shadow of the Colossus
Impressionante!
Incontri il primo Colosso e tra un misto di paura e curiosità cominci ad esaltarti e continui ad esserlo per tutti gli scontri contro Colossi titanici ma lenti, piccoli ma molto veloci e alcuni che sembrano irraggiungibili.
Alla prima run trovare le strategie per sconfiggere alcuni colossi porterà via tempo mentre si ragiona e si tenta di evitare gli attacchi cosa che mette alla prova anche l'inventiva (nonostante i consigli del gioco).
Anche qui il gameplay è formidabile anche se non ho apprezzato la distribuzione delle azioni ai tasti in quanto moltissime ne usano solo 2 e ce ne sono altri che non servono a nulla (il mio indice destro ne ha risentito durante l'ultimo colosso).
Un'altra nota negativa e che mi servivano sempre almeno 3 tentativi per salire a cavallo (Agro <3).
anche qui ambientazioni incredibili sempre considerando a che console era destinato il gioco.
Completato in 9 ore e 40 minuti di cui un'ora e quaranta solo per raggiungere scalare l'ultimo colosso...

Sono giochi che CHIUNQUE dovrebbe giocare o come minimo provare!
Voto per ICO: 8
Voto per Shadow of the colossus: 9
A questa collection che non so quanto migliori i giochi dato che non li ho provati su ps2 metto una media dei 2: 8.5

8.5

Voto assegnato da RoxasTheKey
Media utenti: 8.7 · Recensioni della critica: 9

Enry7
Cover ICO & Shadow of the Colossus Classics HD per PS3

E' molto difficile per me dare un voto a questi titoli
Parto col dire che sono due opere d'arte e, proprio perchè lo sono non possono piacere a tutti

PREGI
Storie commoventi
Colonne sonore da ricordare
2 giochi in uno compresi nella collection

DIFETTI
Gameplay macchinoso
Grafica non proprio il suo punto forte (ma chi ha detto che lo deve essere?!)
Comandi imbarazzanti

Mi è piaciuto di più Ico per quanto riguarda la trama mentre SotC mi è piaciuto perchè ogni colosso doveva essere sconfitto in un modo diverso!

Strappa18

Grazie al gentilissimo commesso del mio Gamestop di fiducia, oggi ho fatto la spesa.
Tra roba che volevo recuperare da tanto tempo per motivi affettivi e giochi che mi incuriosivano da tanto, direi che per quest'anno siamo a posto.

Non ci sono interventi da mostrare.