Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Borderlands: The Handsome Collection

Sviluppato da Gearbox Software e prodotto da 2K Games, Borderlands: The Handsome Collection è uno sparatutto in 1a persona uscito il 27 marzo 2015 per PlayStation 4 · Pegi 18+

·
8.3

Recensioni

11 utenti

Aoi Kurashiki
Cover Borderlands: The Handsome Collection per PS4

Recensione: Borderlands 2 - Borderlands The Pre-Sequel

Borderlands The Pre-Sequel: 7

Sapete, forse l'errore più grande è stato iniziare Borderlands The Pre-Sequel un mese dopo aver terminato quel grandissimo capolavoro di Borderlands 2. Mi son ritrovato davanti un gioco sì solido, ma che si presenta come una versione molto più ridotta di Borderlands 2 mantenendo lo stesso identico gameplay con solo pochissime aggiunte di rilievo: il salto gravitazionale che nient'altro è che un salto prolungato, e le armi laser. Finita qui la novità.
Animazioni, grafica, e molto altro sono tutte un riciclo di Borderlands 2 ed è una cosa che un po' mi è dispiaciuta, il gioco è praticamente un reskin del secondo capitolo in tema spaziale. La trama è sì carina, ma è strano il modo in cui viene narrata. Non c'è un vero e proprio climax discendente, un qualcosa che ti faccia capire "ok, le cose si stanno facendo serie, mi sto avviando verso la fine della storia", tutto ciò è assente. Tu giochi normalmente, segui la trama... ed all'improvviso il gioco finisce. Sul serio, stavo giocando, continuavo ad andare avanti ed all'improvviso dopo uno scontro finale mi ritrovo ai crediti dopo 25 ore di gioco. Ma sono state 25 ore secondo me realmente vuote, che mi hanno regalato pochissime emozioni. L'ironia della saga è sempre presente, senza dubbio, ma ho visto questo Pre-Sequel davvero senz'anima. Ho letteralmente amato stare dalla parte dei cattivi, che poi alla fine è proprio quello che uno spin-off deve fare: staccarsi dal filone principale per immergersi in un diverso punto di vista, e su questo il gioco ci riesce. Ma l'essere un copia incolla del secondo capitolo, l'esser un'esperienza breve e tutt'altro che memorabile, avere un mondo di gioco davvero anonimo con una direzione artistica molto ripetitiva (ripetitività assente nel secondo capitolo), sono tutti difetti che onestamente hanno gettato questo gioco un po' nel dimenticatoio.
Spero che si ritornerà al top con Borderlands 3, tutto sommato quella del pre-sequel è un'esperienza carina e merita di esser giocata anche solo per esser un alleato di Jack il Bello, per il resto.... non c'è paragone con Borderlands 2.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------
Borderlands 2, Captain Scarlett, Tiny Tina
Dopo 50 ore ho concluso la storia di Borderlands 2 e 2 delle 4 espansioni del gioco: quella di Scarlett e Tiny Tina, inoltre ho completato una quantità immane di missioni secondarie e....

Borderlands 2 è un capolavoro.
Praticamente quasi ogni aspetto di Borderlands 2 mi è piaciuto, fin quando ho dovuto smettere di giocarci poiché dopo 50 ore iniziavo ad avvertire un senso di pesantezza giocando l'espansione di Mr. Torgue. Onestamente l'espansioni di Sir Hammerlock e Torgue non m'ispirano assai...
In ogni caso, praticamente questa è la seconda volta che lo rigioco, la prima avvenne anni fa con la versione PSVITA che purtroppo non si è rivelata esser assolutamente ai livelli di questa.
I 60 fps, le texture migliorate, l'aliasing sparito, i bordi neri assottigliati rendono la Borderlands The Handsome Collection la miglior versione disponibile del gioco. Assolutamente fantastico.
Borderlands 2 è l'unico gioco occidentale che mi ha fatto seriamente gridare al capolavoro perché per me sono state 50 ore stupende.
Mi soffermo innanzitutto sulla trama principale: fuori di testa.
La trama non è nulla di complesso ed intricato, ma la leggerezza con cui è narrata e soprattutto l'ironia dietro la narrazione stessa è qualcosa che ti appassiona seriamente. I personaggi così come la storia sono fuori di testa, come non ci si può inammorare di Handsome Jack e Stallone da Culo, Moxxi, Scooter & sorella ma Claptrap prima ancora di tutti. Tutti personaggi adorabili per la loro follia e stupidità, Borderlands 2 sembra esser quasi una parodia di tutto. Seriamente uno dei pochi giochi che è riuscito a strapparmi delle grandi risate. Claptrap è qualcosa di adorabile.
Eppure una sola cosa che non mi è piaciuta nel gioco e purtroppo è una cosa che non riesco ad apprezzare di molti GDR occidentali, è che la storia viene narrata senza cutscene ma solamente con dialoghi di testo normali. E ok, fin qui l'idea mi va benissimo, ma nel momento in cui la storia o eventi mi vengono narrati mentre sono in battaglia e sto cercando di sopravvivere e quindi combattendo contro orde di nemici, io purtroppo non riesco a rimanere concentrato. Penso di essermi perso molte righe di testo per questa cosa durante la trama principale. La narrazione è il devasto totale comunque: ironia praticamente da ogni angolo, battute divertenti sparate a raffica, cioè Borderlands 2 è FOLLIA allo stato puro.
Oltre alla main quest ci sono seriamente un casino di missioni secondarie, ma proprio così tante che la storia principale la dimenticherete. Il bello è che sono subquest proprio belle da giocare e mai ripetitive (ovviamente se in una sessione di gioco ti fai 20 missioni secondarie un po' inizi a cagarti il cazzo giustamente), oltre ad avere obbiettivi quasi sempre vari, sono totalmente doppiate e quindi si possono sentire personaggi parlarci della lore del gioco e molto altro ancora. Seriamente un piacere completare le tonnellate di subquest che il gioco offre. A livello di contenuti è a dir poco titanico.

Ma ciò che contraddistingue Borderlands e contribuisce alla sua follia è anche la sua direzione artistica, le texture usate nel mondo di gioco e nei personaggi, i colori, è tutto al posto giusto ed è fantastico. Questa versione rimasterizzata enfatizza ancora di più la bellezza grafica del gioco che non si fonda tanto sul numero di poligoni, quanto sulle texture e direzione artistica che ritengo ancora più importanti. Mi è capitato di fermarmi alle volte ad osservare le palette cromatiche sgargianti dei paesaggi, vedere il tramonto sorgere ed il mondo spargersi di quell'arancio-violetto che rendeva tutto così bello. Ma anche il modo in cui sono disegnati i personaggi mi piace davvero, davvero troppo. Penso però che l'apice della direzione artistica oltre che nella storia principale sia stato raggiunto anche dall'espansione di Scarlett. Quell'ambientazione marittima che mi ha ricordato, non prendetemi in giro rotfl, Spongebob con i suoi colori. Alcune zone dell'espansione erano seriamente tra le cose più belle che ho visto ed i 186 screenshot fatti nel gioco ne sono la prova.

Per quanto riguarda il gameplay, spettacolare. Il gunplay è soddisfacente, la varietà di armi è quasi infinita ed ognuna è interessante da usare per via delle sue caratteristiche. La controparte RPG è stata ben bilanciata con quella shooter e non può che far piacere. Il level design nel mondo di gioco, le mappe, gli obiettivi delle missioni, la varietà di ogni cosa praticamente ha contribuito a rendere il gameplay a dir poco perfetto. Concorderete però che giustamente la varietà non può esser infinita ed io arrivato a 50 ore ho iniziato a sentire un po' di pesantezza causata dal fatto che l'espansione di torgue non mi stava convincendo poi molto.
Penso di fermarmi qui con Borderlands 2, giocando solamente la storia principale e le 2 espansioni, poi se mi dite che mi perdo tantissimo non facendo le ultime due espansioni allora ditemelo rotfl

Il comparto sonoro interessante, ma come molte produzioni occidentali mai sfruttato abbastanza.

Ora invece vorrei spendere due parole sulle due espansioni giocate.
Captain Scarlett pur essendo breve è stata veramente bella da giocare, il mondo di gioco ampio e bello mi è piaciuto, le subquest anche e soprattutto Scarlett mi è piaciuta molto.
Tiny Tina invece mi ha convinto meno nel mondo di gioco (non per il concetto quanto per la linearità essendo un corridoio praticamente) ma molto di più sulla storia che è narrata in una maniera fantastica, una parodia TOTALMENTE RIUSCITA del genere fantasy. Le frecciatine mandate ai finti gamer e a tutti i nerd eccetera sono seriamente stupendi. Il gameplay è soddisfacente ed è anche lunga come espansione. Sicuramente mi è piaciuta molto più di Scarlett,ma in generale la qualità è elevata.

Giocatevelo sto capolavoro che è seriamente imperdibile. Oggi penso di iniziare il The Pre Sequel invece sisi

8

Voto assegnato da Aoi Kurashiki
Media utenti: 8.3 · Recensioni della critica: 8.1

Aoi Kurashiki
Cover Borderlands: The Handsome Collection per PS4

Borderlands 2, Captain Scarlett, Tiny Tina

Dopo 50 ore ho concluso la storia di Borderlands 2 e 2 delle 4 espansioni del gioco: quella di Scarlett e Tiny Tina, inoltre ho completato una quantità immane di missioni secondarie e....

Borderlands 2 è un capolavoro.
Praticamente quasi ogni aspetto di Borderlands 2 mi è piaciuto, fin quando ho dovuto smettere di giocarci poiché dopo 50 ore iniziavo ad avvertire un senso di pesantezza giocando l'espansione di Mr. Torgue. Onestamente l'espansioni di Sir Hammerlock e Torgue non m'ispirano assai...
In ogni caso, praticamente questa è la seconda volta che lo rigioco, la prima avvenne anni fa con la versione PSVITA che purtroppo non si è rivelata esser assolutamente ai livelli di questa.
I 60 fps, le texture migliorate, l'aliasing sparito, i bordi neri assottigliati rendono la Borderlands The Handsome Collection la miglior versione disponibile del gioco. Assolutamente fantastico.
Borderlands 2 è l'unico gioco occidentale che mi ha fatto seriamente gridare al capolavoro perché per me sono state 50 ore stupende.
Mi soffermo innanzitutto sulla trama principale: fuori di testa.
La trama non è nulla di complesso ed intricato, ma la leggerezza con cui è narrata e soprattutto l'ironia dietro la narrazione stessa è qualcosa che ti appassiona seriamente. I personaggi così come la storia sono fuori di testa, come non ci si può inammorare di Handsome Jack e Stallone da Culo, Moxxi, Scooter & sorella ma Claptrap prima ancora di tutti. Tutti personaggi adorabili per la loro follia e stupidità, Borderlands 2 sembra esser quasi una parodia di tutto. Seriamente uno dei pochi giochi che è riuscito a strapparmi delle grandi risate. Claptrap è qualcosa di adorabile.
Eppure una sola cosa che non mi è piaciuta nel gioco e purtroppo è una cosa che non riesco ad apprezzare di molti GDR occidentali, è che la storia viene narrata senza cutscene ma solamente con dialoghi di testo normali. E ok, fin qui l'idea mi va benissimo, ma nel momento in cui la storia o eventi mi vengono narrati mentre sono in battaglia e sto cercando di sopravvivere e quindi combattendo contro orde di nemici, io purtroppo non riesco a rimanere concentrato. Penso di essermi perso molte righe di testo per questa cosa durante la trama principale. La narrazione è il devasto totale comunque: ironia praticamente da ogni angolo, battute divertenti sparate a raffica, cioè Borderlands 2 è FOLLIA allo stato puro.
Oltre alla main quest ci sono seriamente un casino di missioni secondarie, ma proprio così tante che la storia principale la dimenticherete. Il bello è che sono subquest proprio belle da giocare e mai ripetitive (ovviamente se in una sessione di gioco ti fai 20 missioni secondarie un po' inizi a cagarti il cazzo giustamente), oltre ad avere obbiettivi quasi sempre vari, sono totalmente doppiate e quindi si possono sentire personaggi parlarci della lore del gioco e molto altro ancora. Seriamente un piacere completare le tonnellate di subquest che il gioco offre. A livello di contenuti è a dir poco titanico.

Ma ciò che contraddistingue Borderlands e contribuisce alla sua follia è anche la sua direzione artistica, le texture usate nel mondo di gioco e nei personaggi, i colori, è tutto al posto giusto ed è fantastico. Questa versione rimasterizzata enfatizza ancora di più la bellezza grafica del gioco che non si fonda tanto sul numero di poligoni, quanto sulle texture e direzione artistica che ritengo ancora più importanti. Mi è capitato di fermarmi alle volte ad osservare le palette cromatiche sgargianti dei paesaggi, vedere il tramonto sorgere ed il mondo spargersi di quell'arancio-violetto che rendeva tutto così bello. Ma anche il modo in cui sono disegnati i personaggi mi piace davvero, davvero troppo. Penso però che l'apice della direzione artistica oltre che nella storia principale sia stato raggiunto anche dall'espansione di Scarlett. Quell'ambientazione marittima che mi ha ricordato, non prendetemi in giro rotfl, Spongebob con i suoi colori. Alcune zone dell'espansione erano seriamente tra le cose più belle che ho visto ed i 186 screenshot fatti nel gioco ne sono la prova.

Per quanto riguarda il gameplay, spettacolare. Il gunplay è soddisfacente, la varietà di armi è quasi infinita ed ognuna è interessante da usare per via delle sue caratteristiche. La controparte RPG è stata ben bilanciata con quella shooter e non può che far piacere. Il level design nel mondo di gioco, le mappe, gli obiettivi delle missioni, la varietà di ogni cosa praticamente ha contribuito a rendere il gameplay a dir poco perfetto. Concorderete però che giustamente la varietà non può esser infinita ed io arrivato a 50 ore ho iniziato a sentire un po' di pesantezza causata dal fatto che l'espansione di torgue non mi stava convincendo poi molto.
Penso di fermarmi qui con Borderlands 2, giocando solamente la storia principale e le 2 espansioni, poi se mi dite che mi perdo tantissimo non facendo le ultime due espansioni allora ditemelo rotfl

Il comparto sonoro interessante, ma come molte produzioni occidentali mai sfruttato abbastanza.

Ora invece vorrei spendere due parole sulle due espansioni giocate.
Captain Scarlett pur essendo breve è stata veramente bella da giocare, il mondo di gioco ampio e bello mi è piaciuto, le subquest anche e soprattutto Scarlett mi è piaciuta molto.
Tiny Tina invece mi ha convinto meno nel mondo di gioco (non per il concetto quanto per la linearità essendo un corridoio praticamente) ma molto di più sulla storia che è narrata in una maniera fantastica, una parodia TOTALMENTE RIUSCITA del genere fantasy. Le frecciatine mandate ai finti gamer e a tutti i nerd eccetera sono seriamente stupendi. Il gameplay è soddisfacente ed è anche lunga come espansione. Sicuramente mi è piaciuta molto più di Scarlett,ma in generale la qualità è elevata.

Giocatevelo sto capolavoro che è seriamente imperdibile. Oggi penso di iniziare il The Pre Sequel invece sisi

8

Voto assegnato da Aoi Kurashiki
Media utenti: 8.3 · Recensioni della critica: 8.1

Aoi Kurashiki

Indovinate quale utente faggot di PSVITA smetterà di lamentarsi del porting indecente di Borderlands 2 su PSVITA perchè ha comprato la Collection su PS4?

biriccone94

Segnalo sul ps store questo titolo a 11,99€ penso sia un titolo imperdibile per chi non lo ha mai giocato , sopratutto a questo prezzo .

Cremino Motta
Cover Borderlands: The Handsome Collection per PS4

Quando l'ironia è il fattore che ti colpisce di più.

Mi trovo combattuto a dare un voto a questa collection di Borderlands.
Son sempre stato curioso di provare i Borderlands e su PS4 son riuscito finalmente a recuperare dopo un pò di tempo il secondo capitolo e il The Pre-Sequel.
Ora cercherò di analizzare nel miglior modo possibile le due produzioni.

GAMEPLAY. Il gameplay era la cosa che più mi incuriosiva in Borderlands; elogiato praticamente da tutti credevo che esso non mi avrebbe deluso, e invece... Sia chiaro, non mi ha fatto schifo, ma mi sarei aspettato qualcosa di più.
Lodevole l'idea di mischiare le caratteristiche di un GDR con quelle di un FPS, ma non è che mi abbia chissà quanto entusiasmato. Gli ambienti in cui ci muoveremo son parecchio grandi e variegati. Divertente sì, ma a tratti noioso.

CONTENUTI. Qui bisogna solo che applaudire. Gearbox ci ha regalato due giochi immensi, soprattutto il secondo capitolo. Avremo una quantità illimitata di cose da fare. Stiamo tranquillamente oltre le 100 ore di gioco, ma si toccano con facilità anche le 200. Complimenti.

IA. La difficoltà di gioco non è particolarmente elevata, soprattutto nel 2. Le produzioni soffrono anche di alcuni problemi di bilanciamento: alcuni boss si possono tranquillamente affrontare da soli, altri invece richiedono almeno un altro giocatore in gruppo. Si poteva fare meglio.

TRAMA. I Borderlands non hanno mai cercato di catturare il giocatore con un'ottima trama. Ogni tanto assisteremo a dei discreti colpi di scena, ma nel complesso non avremo un comparto narrativo degno di nota. Ti aspetti che ci sia, ma non è importante.

LATO TECNICO. Giocheremo gli ambedue giochi a 1080p e 60 FPS. Non ho assistito a bug o cali di frame-rate particolarmente fastidiosi durante le mie ore di gioco; graficamente poi è molto colorato. Ottimo il lavoro svolto sotto questo aspetto.

STRUTTURA ONLINE. I giochi si possono giocare completamente in coop, con o senza amici, in un gruppo di massimo 4 persone. Il netcode non è particolarmente solido, ma si mantiene su livelli comunque buoni.

Incredibile invece il fattore ironia. I due borderlands, soprattutto il secondo, sapranno strapparci qualche risata grazie a dialoghi e scene particolarmente divertenti.

Voto The Pre-Sequel: 7,5
Voto Borderlands 2: 8,5

Non son rimasto deluso da questa collection, ma mi aspettavo qualcosa di più, indubbiamente. The Pre-Sequel non mi ha mai preso completamente, mentre il secondo capitolo ha saputo sicuramente fare il suo lavoro molto bene. Ora si aspetta il terzo capitolo, sperando sappia catturarmi più dei precedenti capitoli, permettendo magari di farsi attribuire un voto più alto dei suoi predecessori... chissà, un 9... voto che potrebbe tranquillamente raggiungere grazie alle solide basi ormai consolidate.

8

Voto assegnato da Cremino Motta
Media utenti: 8.3 · Recensioni della critica: 8.1

Non ci sono interventi da mostrare.