Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Call of Duty: Infinite Warfare

Sviluppato da Infinity Ward e prodotto da Activision, Call of Duty: Infinite Warfare è uno sparatutto in 1a persona uscito il 4 novembre 2016 per PlayStation 4 · Pegi 18+

·
6.7

Recensioni

7 utenti

redsquirrel87

Da Gamestop la Legacy di Call of Duty: Infinite Warfare a 35,98€ sia PS4 che X1 sisi
Amazon anche ha già adeguato: https://goo.gl/pzs3NK

pi4c3

Mai visto un gioco con tanti aggiornamenti..ogni volta che gioco giga su giga.. tiene mezza Playstation e poi non cambia un cazzo

PlayArs

PlayArs ha pubblicato un link riguardante Call of Duty: Infinite Warfare per PS4

Possiamo aspettarci un ritorno alle origini con il nuovo capitolo? Vediamo... A voi sono piaciuti gli ultimi usciti?

AmazingAlex

BREAKING NEWS(?): il Call of Duty che uscirà quest'anno tornerà al passato, abbandonando il set futuristico. Activision motiva la scelta così: "Abbiamo ascoltato la community e capito che il futuro non ha trovato il responso che volevamo. Infinite Warfare non è il successo che ci aspettavamo, Call of Duty 2017 tornerà al combattimento classico della serie"

OmegAlex

EDIT: Legacy edition a 26.67€ :O
LMAO

altri titoli interessanti tipo The Division a 10€!

Pinguino_N7
Cover Call of Duty: Infinite Warfare per PS4

Call of Duty Infinite Warfare

1) Introduzione
Prodotto da Infinity Ward e distribuito da Activision. Uscito in contemporanea mondiale il 4 Novembre 2016, è il sequel di Call of Duty Black Ops 3, ma cronologicamente è una nuova serie.
2) Storia
Saremo Nick Reyes, e dovremo difendere la terra dall'invasione dei coloni marziani. Ho apprezzato molto le battaglie spaziali, ma nel corso della storia ci sono pochissimi colpi di scena.
3) Sonoro
Che dire, l'audio delle armi è ottimo, mentre il doppiaggio ottimo.
4) Multiplayer
Molto deluso dal lato multiplayer, che sarebbe il fulcro di questo gioco, con il sistema di potenziamenti sembra quasi da free2play, cioè piu' paghi, e piu' vantaggi sull'avversario hai. Ci poteva stare se era un free2play, ma no su un gioco che paghi 70 euro. Bocciato in pieno il multiplayer.
5) Zombi
La modalità zombi mi è piaciuta molto, certo non raggiunge i livelli di treyarch, ma si fa aprezzare. Giocato in compagnia con amici regala molto divertimento.
6) Grafica
Discreta grafica, nella modalità storia i volti dei personaggi principali erano fatti molto bene, ma per il resto c'è ancora molto da lavorare, prima di raggiungere la grafica di battlefield IMHO.

6.2

Voto assegnato da Pinguino_N7
Media utenti: 6.7 · Recensioni della critica: 7.8

AmazingAlex
Cover Call of Duty: Infinite Warfare per PS4

C'è poco da fare: Infinity Ward non c'è più e quel che è rimasto ha poche idee. Call of Duty: Infinite Warfare riprende dal precedente Black Ops 3 tutto quello che riguarda il gameplay (corsa sui muri, exo-salti, scivolate e chi più ne ha più ne metta) innovando pochissimo la formula. Il comparto online ha un senso di deja-vù molto forte e l'aggiunta del crafting e delle squadre missione (comunque, quest'ultima, un'ottima aggiunta)non bastano a renderlo, pad alla mano, diverso da Black Ops 3. L'unica novità che mi permetto di salvare forse sono i Combat RIG, ovvero i nuovi Specialisti, che offrono varietà ma allo stesso tempo sembrano peccare un po' di origanilità (specie Iperluce e la sua Eraser, l'equivalente di Seraph e la sua Annihilator su Black Ops 3). L'offerta rimane ricca di contenuti, si, ma ha delle carenze sorprendenti: in primis, ovviamente, c'è la mancanza di classifiche, di emblemi personalizzati e del record di battaglia. Cose che sono tranquillamente presenti nella Remastered (a parte gli emblemi personalizzati, che non sono mai esistiti nell'originale) ma che qui, nonostante Infinity Ward ci lavori da 3 anni, non sono ancora presenti. Ma ciò che è già presente, invece, sono più di 15 varianti/armi nuove inserite nelle microtransazioni, ovvero le casse di rifornimento. L'aspetto pay to win qui è ancora più marcato rispetto al precedente capitolo, combinando le casse di rifornimento di Advanced Warfare insieme a quelle di Black Ops 3: fermo restando che si può avere tutto semplicemente giocando, il sistema è così random che difficilmente senza pagare troverete le varianti più forti (come un arma che rallenta i movimenti coi colpi al segno, una che aumenta il danno ai colpi alla testa, un'altra che quando attaccherete corpo a corpo l'avversario esploderà rendendo così inutile il fatto di dover colpire un nemico da dietro per ucciderlo in un colpo in corpo a corpo e così via). Il crafting delle armi, anche questa una novità, è praticamente inutile: i materiali che prenderete sono pochissimi e avrete un bonus solo aprendo le casse rare (ovvero quello che si pagano o costano 30 chiavi), che anche quello sarà random e potrebbe anche essere di 11 materiali (e non serve a niente). 81 livelli dopo (ovvero un prestigio e 26 livelli) ho solo 2571 materiali e per craftare la varianti più potenti ne servono 4000: e ovviamente non potrete creare subito quella, ma dovrete prendere le leggendarie precedenti che di materiali ne costano 2000. E' un sistema sbagliato, che spera venga al più presto rivisto. Il multiplayer ha poi un sacco di cazzate che rendono più snervante il tutto: uno scudo a cupola simile a quello su Star Wars che vi protegge mentre prendete un obiettivo (e da cui, almeno, non potete sparare), granate che creano buchi neri, una siringa che vi da un bonus di salute e chi più ne ha più ne metta. Infine il Time To Kill: c'è chi dice che si muore immediatamente, c'è chi dice che non è vero. Io, invece, ho una sola certezza: è completamente RANDOM. A volte ucciderete qualcuno soffiandogli addosso, mentre altre volte, pur prendendolo con tutti i colpi, morirete prima voi (e in pochissimo tempo). E' il cosìdetto problema "Ghosts", guarda caso l'ultimo titolo di Infinity Ward: anche qui si moriva in fretta ma se sparavi prima finivi spesso per morire tu. Questo perchè, come mai negli altri giochi, gli scontri a fuoco sono tutti basati sulla connessione: voi avrete sparato prima, ma guardando la killcam dalla prospettiva di chi vi ha ucciso non avrete sparato manco un colpo. Il multiplayer, nonostante stia provando a giocarci più spesso, è quindi secondo me un mezzo disastro, che deve essere bilanciato e sopratutto migliorato con l'aggiunta delle classifiche e altre funzioni (un'altra clamorosa è che quando completate le sfide non vi dice cosa avete fatto e non vi dice cosa avete sbloccato per averle completate, ma semplicemente un "Tutti livelli sfida completati"). Breve parentesi per campagna e zombie: la prima ha un ritmo spettacolare e da film di hollywood come al solito, inserisce alcune missioni secondarie e sezioni a bordo di gravita zero e navicelle Jackal e regala un'onesta storia di guerra in cui, secondo me, vi affezionerete ai personaggi. Il difetto maggiore di questa parte è probabilmente il cattivo, l'ammiraglio Kotch (Jon Snow, in pratica), che è probabilmente il peggior villain mai esistito dentro Call of Duty dato che non si vede mai e non serve a niente. Gli zombie sono una piacevole deviazione da quelli di Treyarch: meno seri ma più irriverenti, con una riuscita ambientazione anni 80 (con tanto di David Hasselhoff e musiche di quei tempi) e tante cose fare tra easter egg e minigiochi dentro il parco di Spaceland. Per fortuna qua, rispetto al precedente, non si deve fare un enorme easter egg prima di poter potenziare le proprie armi e quindi regala meno frustrazioni. In conclusione, Infinite Warfare è la dimostrazione che Activision debba fare un passo indietro, andare via dal futuro e tornare ad un approccio classico e pieno di contenuti (mappe, modalità e oggetti multiplayer) mentre segna, probabilmente, il punto più basso di Infinity Ward insieme a Ghosts. Le casse di rifornimento non se ne andranno mai purtroppo, ma la piaga degli Exo e della corsa sul muro può ancora essere fermata.

7.7

Voto assegnato da AmazingAlex
Media utenti: 6.7 · Recensioni della critica: 7.8

Non ci sono interventi da mostrare.