Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Ninja Theory, Hellblade: Senua's Sacrifice è un gioco d'azione e avventura uscito nel dicembre 2016 per PlayStation 4 · Link: hellblade

·
8.5

Recensioni

8 utenti

Bikolore

Bikolore ha pubblicato un'immagine nell'album Shot! riguardante Hellblade: Senua's Sacrifice

Markox

Markox ha scritto una recensione su Hellblade: Senua's Sacrifice

Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

Tra psicosi e oscurità

Un gioco davvero interessante, intrigante, a lunghi tratti dark e pienamente misterioso.
Non ascoltate i pareri negativi, giocatelo e fatevi la vostra opinione solo alla fine, perchè Hellblade merita di essere giocato per la sua diversità rispetto ad altri titoli.
Non aspettatevi action o roba simile, perchè è tutt'altro: un mix tra enigmi, combattimenti (un po ripetitivi) e la conoscenza di cosa vuol dire psicosi.
Una grafica praticamente perfetta, solo qualche bug qua e là.
Durata di 8-10 ore vissute intensamente, all'interno di una trama veramente particolare e forse unica fino ad ora nel mondo dei videogiochi.
Non è un gioco da 10 (ha i suoi difetti), ma è originale, e quindi, come detto prima, va giocato.

FeelTheFury
Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

The world is just illusion trying to change you

PREGI:

-Narrazione fra le migliori su piazza
-Emotivamente un pugno nello stomaco dall'inizio alla fine
-Personaggio principale caratterizzato divinamente
-Recitazione di primissimo piano, Melina Juergens in pimis
-Il miglior comparto sonoro mai sentito in un videogioco.Il Binaural 3d è semplicemente perfetto.
OST poche ma ottime.
-Graficamente uno spettacolo da vedere ed espressioni facciali senza eguali
-Photo mode degna di nota, alcuni filtri sono davvero fantastici

CONTRO:

-Per lunghi tratti un walking simulator, con tutto quello che ne consegue
-Enigmi carini ma tutti uguali, una dose maggiore di varietà avrebbe sicuramente colmato in parte quel senso di monotonia che inesorabilmente dopo metà gioco si farà viva
-Combat system buono e bello da vedere ma anche qua una maggiore varietà sarebbe stata gradita
-Senza delle ottime cuffie si perde una buona metà di quello che il gioco offre

SINTESI:

Come fa un gruppo risicato di persone a tirar fuori un capolavoro?Chiedere a Ninja Theory.
Il Team Inglese rischia con il suo progetto più ambizioso e sbanca.
Hellblade è uno dei titoli più unici degli ultimi anni, uno story driven che però riesce, imho, a non annoiare grazie ad una narrativa potente dei collezionabili bellissimi da ascoltare ed un'atmosfera pressante che ti tiene incollato dall'inizio alla fine.
Inutile dire che tutto ciò viene coadiuvato dal fiore all'occhiello dell'intera produzione, e cioè un comparto sonoro assurdo.Non esagero nel dire che in 20 anni e passa di videogiochi mai avevo sentito una cosa del genere.Il sistema Binaural ideato dai Ninjas è diabolicamente e magicamente opprimente durante tutta l'epopea di Senua che VOI vivrete in prima persona.Roba da pelle d'oca insomma.
Di difetti come scritto sopra il gioco ne ha, ma se riuscirete a sorvolare sopra la natura da WS come ho fatto io vivrete un'esperienza unica dai temi maturi e da un susseguirsi di emozioni che raramente si possono provare in un videogioco.

Compratevi un paio di cuffie e partite con Senua...o forse è meglio di no?
"Please don't go I want you to stay"

Un applauso più che sentito a questi ragazzi

PS. Guardatevi il documentario una volta finito il gioco.

9

Voto assegnato da FeelTheFury
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 8

Neve Valkoinen

Neve Valkoinen ha pubblicato un video riguardante Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

Ma che cristo di occhi ha

Hellblade: Senua's Sacrifice | Dev Diary 25 | Becoming Senua

In this episode, our lead actress Melina Juergens recounts her personal journey in becoming Senua. Discover how her experiences with deep character immersion developed her understa..

PlayStation Bit

Hellblade: Senua's Sacrifice, disponibile la guida ai trofei

Ecco Senua, una ragazza dal passato tormentato, che vive in un ambiente tipico da mitologia nordica, in quello che sarà un vero open world, combattendo contro forse il più temibile dei nemici, la sua .. · Leggi tutto l'articolo

Cthulhu

Cthulhu ha scritto una recensione su Hellblade: Senua's Sacrifice

Cover Hellblade: Senua's Sacrifice per PS4

Un viaggio tra le leggende Norrene e l'oscurità della mente

Il viaggio di una ragazza guerriera fino al regno dei morti per salvare il suo amato, questo è l’incipit di base di Hellblade, il punto è come questo viaggio verrà affrontato, cosa è reale? Dove ci porterà questo viaggio? La cosa affascinante è che tutto ciò che vediamo farà parte della mente, delle esperienze, credenze, superstizioni tipiche della mitologia Norrena, inculcate nel tempo nella mente di Senua ed incarnate davanti ai nostri occhi a causa della malattia mentale di cui è affetta, ma tutto questo sarà davvero solo il prodotto della sua mente? Un dubbio che si instillerà anche nella nostra di mente, abituati come siamo al fatto che tutto ciò che normalmente vediamo corrisponde a realtà.
Ogni cosa del mondo che ci circonda, tutto ciò che vediamo va rispecchiare il più fedelmente possibile i sintomi della psicosi, non a caso gli sviluppatori non solo si sono affidati ad importanti psichiatri ma hanno ascoltato (e fatto testare il gioco) persone che hanno affrontato esperienze di questo tipo, affette da queste turbe, nulla è lasciato al caso, il mondo che si modifica, si carica di colori o oscurità, simboli che compaiono d’improvviso, gli stessi enigmi ambientali sono studiati nei minimi particolari per rispecchiare il più fedelmente possibile quello che accade quando si è affetti da questa malattia, enigmi che seppur non siano di una varietà estrema riescono sempre ad incuriosire e a tratti stupire il giocatore, stessa cosa dicasi per il sonoro, le voci che Senua sente costantemente sono state registrate in modo da garantire un sonoro “tridimensionale” e dare la sensazione che provengano direttamente dalla nostra testa (consigliato giocarlo con un paio di cuffie), ma fanno parte della sua stessa personalità, le sue paure, dubbi, contraddizioni e non solo, a volte ci saranno anche di supporto, inserendosi attivamente nel gameplay, durante i combattimenti, avvertendoci di un nemico alle spalle o consigliandoci di utilizzare il “focus”.
Anche durante le fasi di “camminata” vi saranno momenti davvero interessanti e inaspettati ma sempre coerenti con il tema principale, l'atmosfera che si genera è avvolgente, inquietante, onirica.
Arriviamo quindi al combat system, visuale molto ravvicinata, due tasti d’attacco che permettono di creare una serie modesta di combo ma con una buona sensazione d’impatto dei colpi, una parata che se effettuata con il giusto tempismo può respingere gli attacchi nemici e contrattaccare, una schivata e la possibilità di rallentare per qualche secondo i nemici tramite il cosiddetto “focus” (che andrà caricato combattendo), buona la varietà dei nemici ed interessanti i boss, ci ritroveremo all’inizio con due, massimo tre nemici contemporaneamente per poi ritrovarci letteralmente circondati a gioco inoltrato, in generale il sistema di combattimento diverte e funziona.
In conclusione quello che tratta realmente Hellblade è un tema molto delicato e attuale, non si limita a rappresentare tramite esperienza interattiva gli effetti della malattia mentale nell’affascinante contesto della mitologia nordica, ma affronta i problemi che essa comporta in una società, l’esclusione, gli abusi, che vanno a rafforzare le sofferenze, i traumi, come se non bastasse la tortura che una persona affetta da psicosi deve subire ogni giorno, ogni momento della propria vita.

Azazel

Azazel ha pubblicato delle immagini nell'album Hellblade Senua's Sacrifice riguardante Hellblade: Senua's Sacrifice

Hellblade sempre più faigo sisi

Non ci sono interventi da mostrare.