Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da 2K Games, Mafia III è un gioco d'azione e avventura uscito il 7 ottobre 2016 per PlayStation 4 · Pegi 18+

·

Siamo nel 1968 e dopo anni passati in Vietnam, Lincoln Clay ha scoperto una verità: famiglia non è con chi sei nato, è per chi muori. Tornato a casa a New Bordeaux, Lincoln vuole lasciarsi alle spalle il suo passato criminale. Ma quando la sua famiglia adottiva, la mafia nera, viene tradita e sterminata dai gangster italiani, Lincoln intraprende un cammino di redenzione e vendetta per eliminare in stile militare i malavitosi responsabili. Tra violente sparatorie, combattimenti a mani nude e frenetici inseguimenti in auto, servirà tutta la sua conoscenza della vita da strada. Sporcandosi le mani in compagnia della gente giusta, però, è possibile dominare la malavita... dopo aver affrontato qualche scelta difficile.

NEW BORDEAUX, UNA NEW ORLEANS REINVENTATA: Un vasto mondo aperto, dominato dalla malavita, con ambienti e suoni d'epoca.

UN ANTIEROE LETALE: Vesti i panni di Lincoln Clay, un orfano e veterano del Vietnam che ha giurato vendetta a chi ha sterminato la sua famiglia adottiva.

LA VENDETTA A MODO TUO: Scegli il tuo stile di gioco preferito, dalla forza bruta ad armi spianate alle tattiche da cacciatore, per abbattere la mafia italiana.

UNA NUOVA FAMIGLIA SORGE DALLE CENERI DI QUELLA VECCHIA: Costruisci un nuovo impero criminale, decidendo quali sottoposti premiare e quali tradire.

7.2

Recensioni

9 utenti

Tittigram

Tittigram ha scritto una recensione su Mafia III

Cover Mafia III per PS4

Boh dopo averlo quasi finito posso dire che e' una MERDINA TRIPULINA. Francamente nel 2016 doveva vincere facile e invece FA CAGARE COME E PIU' DI UN KG DI CIOCCOLATA MANGIATA INSIEME.
PRO
Divertente per le prime 2 ore
trama molto carina
doppiaggio buono
Si spara
Armi realistiche e ambiente realistico
CONTRO
ia ridicola
ambienti riciclati
guida e poliziotti mediocri
tecnicamente appena passabile
missioni secondarie da brivido
nemici tutti gemelli siamesi
insulso e banale il peggiore dei 3.
Fatevi un piacere e giocate allo ZURG piuttosto.
Un titolo a tripla carpazione energetica super cazzola integrale con integrazione di minchiate e bug insulsi e una spruzzata di Nseven.
W la pheega

Vagitarian

Vagitarian ha scritto una recensione su Mafia III

Cover Mafia III per PS4

Mafia III. Un grande titolo o un gioco mediocre?
Entrambe le cose.
Tanta potenzialità vanificata per motivi non chiari. L'opera di Hangar 13 è prima di tutto un'occasione mancata, poi un bel gioco zeppo di pregi ma al contempo minato da numerosi difetti evitabilissimi. Ma andiamo con ordine.
Mafia III ci mette davanti a un'opera matura decisamente cinematografica, complice il montaggio che riesce a rendere coinvolgente una trama che di nuovo non offre nulla, ma che riesce a rapire grazie a nutrito numero di personaggi caratterizzati in maniera davvero egregia, credibili e dotati di personalità, merito anche del doppiaggio, praticamente perfetto, pieno di sfumature che si vanno inevitabilmente nella controparte italiana (opzionabile, buona nel complesso ma neanche lontanamente comparabile all'eccellenza di quello originale), che aumenta ulteriormente il carisma di ogni singolo personaggio, tra i fiori all'occhiello della produzione, ulteriormente elevata da una colonna sonora zeppa di classici e piccole perle che renderanno la permanenza a New Bordeaux un vero piacere, oltre che più lunga del dovuto, merito dell'ottima caratterizzazione in grado di renderla un autentico gioiello da esplorare in lungo e in largo (stimolati anche dai collezionabili, tra Playboy, vinili ecc, sinonimo della cura certosina riposta su determinati aspetti), fino al fangoso Bayou, coi suoi coccodrilli a infestare le acque, utili per far sparire i nemici storditi.
Il motore grafico rende tutto alla grande, personaggi in primis, fotorealistici come pochi. Idem per la città e la palette cromatica scelta, con colori ricercati capaci di portarti a quegli anni semplicemente guardando il cielo per pochi secondi, sensazione che raramente si riesce a donare, rendendolo un affresco del passato in movimento, minato però da errori di programmazione (molti dei quali già sistemati) che portano ambiente e luci a cambiare improvvisamente rovinando quanto di buono fatto limitando il senso d'immedesimazione risultando brutto da vedere nonché imperdonabile in questa generazione.
Stesso discorso per quanto concerne l'IA, arretrata e facilmente aggirabile nelle sequenze stealth, ottimo diverso per variare il gameplay ma che finiscono col facilitare il tutto creando situazioni quasi parossistiche, trovandosi a eliminare nemici su nemici senza muovere un dito limitandosi a chiamarli a sé. Peccato perché le sparatorie sono ben realizzate e impegnative. Per morire basta poco, eppure i tanti problemi tenici vengono a galla alternando momenti coinvolgenti a cadute di stile senza scusanti, come la polizia, praticamente assente durante qualunque conflitto, lasciandovi scorrazzare come folli senza mai intervenire, uccidendo a destra e a manca come nulla fosse, salvo poi prendervi subito a fucilate qualora sbagliaste manovra. Problema che affligge un po' tutto il mondo di gioco.
Se a vedersi tutto è bello e curato, basterà poco per rendersi conto che la città è abitata solo apparentemente. I cittadini paiono statuine del presepe tanto sono inutili nell'ambiente, privi di collocazione (basta un pugno per ucciderli). E' assurdo ma il precedente capitolo era decisamente più evoluto, curato e credibile sotto questi aspetti in apparenza marginali ma capaci di fare la differenza col trascorrere delle ore, vanificando qualunque sforzo del team, lavorando in bilico tra eccellenza e sciatteria. Niente mezze misure.
Eppure la voglia di giocarlo rimane, nonostante la ripetitività di fondo che porterà inevitabilmente a svolgere i medesimi compiti dalla prima all'ultima missione, tutto grazie come detto ai personaggi e alla narrazione capace di stimolare portandoti a progredire senza sosta, lasciandoti un senso di vuoto una volta portata a termine. Anche se quella determinata missione l'avevi odiata perché simile alla precedente, ne vorresti un'altra, anche solo per vedere come evolvono i rapporti tra i protagonisti (oltre a sbloccare armi e miglioramenti).
Lo adori e ne rimani deluso. Una missione dopo l'altra.
E' difficile farsene un'idea precisa anche una volta terminato.
Mafia III è bello. Molto. Eppure ci sono tanti di quei difetti imperdonabili perché stupidi e figli di una mancanza d'impegno che ti fanno maledire tutti quei dettagli che lo rendono grande perché necessitavano della medesima cura.
Eccellenza e mediocrità convivono in un titolo imperfetto ma capace di lasciare un segno tangibile del suo passaggio, nel bene e nel male.

+ Personaggi ben caratterizzati, sfaccettati e credibili
+ Colonna sonora eccellente. Doppiaggio perfetto
+ Mappa di gioco curata nei minimi dettagli
+ Trama interessante, ben costruita e scorrevole
+ Elementi di contorno ricercati e curati nel minimo dettaglio...
+ Graficamente valido...

- ...a scapito di tutto il resto
- ...non fosse per i problemi che lo affliggono
- IA generale insufficiente
- Mondo di gioco vuoto, popolato solo in apparenza
- Eccessivamente ripetitivo a lungo andare

Jungleman

Jungleman ha pubblicato un link riguardante Mafia III in L'angolo delle offerte

Mafia 3 ps4 a 32 sterline spedito (36 euro, circa) su the game collection , multilingua ovviamente sisi

Non ci sono interventi da mostrare.