Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da 2K Games, Mafia III è un gioco d'azione e avventura uscito il 7 ottobre 2016 per PlayStation 4 · Pegi 18+

·

Siamo nel 1968 e dopo anni passati in Vietnam, Lincoln Clay ha scoperto una verità: famiglia non è con chi sei nato, è per chi muori. Tornato a casa a New Bordeaux, Lincoln vuole lasciarsi alle spalle il suo passato criminale. Ma quando la sua famiglia adottiva, la mafia nera, viene tradita e sterminata dai gangster italiani, Lincoln intraprende un cammino di redenzione e vendetta per eliminare in stile militare i malavitosi responsabili. Tra violente sparatorie, combattimenti a mani nude e frenetici inseguimenti in auto, servirà tutta la sua conoscenza della vita da strada. Sporcandosi le mani in compagnia della gente giusta, però, è possibile dominare la malavita... dopo aver affrontato qualche scelta difficile.

NEW BORDEAUX, UNA NEW ORLEANS REINVENTATA: Un vasto mondo aperto, dominato dalla malavita, con ambienti e suoni d'epoca.

UN ANTIEROE LETALE: Vesti i panni di Lincoln Clay, un orfano e veterano del Vietnam che ha giurato vendetta a chi ha sterminato la sua famiglia adottiva.

LA VENDETTA A MODO TUO: Scegli il tuo stile di gioco preferito, dalla forza bruta ad armi spianate alle tattiche da cacciatore, per abbattere la mafia italiana.

UNA NUOVA FAMIGLIA SORGE DALLE CENERI DI QUELLA VECCHIA: Costruisci un nuovo impero criminale, decidendo quali sottoposti premiare e quali tradire.

6.8

Recensioni

16 utenti

ghejoxx

ghejoxx ha pubblicato un'immagine nell'album 100 Days riguardante Mafia III

Day 90: A game that you bought in the last year

Preso per via del fatto che trovai la collector ad un prezzaccio.

Onestamente, da come ne avevo sentito parlare mi aspettavo molto peggio. Il gioco ha sicuramente diversi difetti (pure troppi) ma anche diversi pregi, e tutto sommato devo dire che non mi è dispiaciuto affatto.

PsychoBreak

PsychoBreak ha pubblicato un'immagine nell'album Ultimi acquisti riguardante Mafia III

Regali graditi ed inaspettati :D

CGcarmineCG

CGcarmineCG ha scritto una recensione su Mafia III

Cover Mafia III per PS4

L'accessorio prima dell'essenziale

Nuovo giro e nuovo protagonista Questa volta tocca a Lincoln Clay, ragazzo afroamericano reduce dalla guerra in Vietnam.
Dopo una settimana dal suo rientro a casa, mentre si sta riabituando alla sua vita da civile ed aver svolto un lavoretto importante, succede il patatrac che da inizio alla storia del nuovo Lincoln Clay.
Il gioco è "il classico" open world, di stampo criminale, ambientato a New Bordeaux, città fittizia della Louisiana riconducibile a New Orleans. La città che fa da sfondo agli eventi l'ho trovata davvero molto bella e ben diversificata. Sa offrire scorci davvero molto belli, che si tratti del Bayou fantom che è la zona "campagnola" e paludosa dove ci sono anche i coccodrilli, sia che si tratti dei quartieri civilizzati passando ovviamente da quelli poveri a quelli più ricchi.
la storia del gioco è quantomeno interessante. Sarei un bugiardo se non dicessi che avrei preferito una classica storia sulla mafia italiana, esserne più dentro impersonando un personaggio, emergente o già affermato, appartenente ad una famiglia ma tutto sommato l'ho apprezzata. Lincoln l'ho trovato abbastanza anonimo, però alcuni personaggi secondari mi sono piaciuti, soprattutto Donovan, un ex compagno di Lincoln in Vietnam che lo aiuta contro la famiglia Marcano.
Il gioco però soffre di un problema piuttosto grave ovvero il fatto che per il 70% del gioco ci sembrerà di giocare a roba secondaria che in realtà è essenziale per poter proseguire. All'inizio, quando Lincoln Clay è il signor nessuno, ci sta che per riconquistare un quartiere bisogni agire in prima persona e sgominare i racket ecc... uno ad uno ma rifare le stesse cose quartiere dopo quartiere diventa stucchevole e ripeto, farlo è obbligatorio per sbloccare una missione principale per quartiere più una bonus ogni tanto. E questo senza considerare le vere missioni secondarie come i favori ai propri generali. Un pò troppo secondo i miei gusti. Davvero un gran peccato perchè le missioni principali sono molto belle e diversificate proponendo un'ottima qualità strutturale.
I collezionabili sono davvero molto belli e curati e si passa dalle immancabili riviste di Playboy a dipinti o copertine di album musicali ed altro.
Un'altra cosa davvero ben curata è la ricostruzione della storia reale in gioco con trasmissioni radio che passeranno interviste con John Edgar Hoover, passando alle prove di allunaggio o ancora ai discorsi razziali ambo le parti in base al trasmettitore radio. E questo si riflette anche nei discorsi per strada o ancora nei comportamenti della polizia, assente e poco reattiva nei quartieri neri e molto più presente e reattiva nei quartieri bianchi e con frasi del tipo "Il soggetto ha aperto il fuoco" anche se non avremo esploso un colpo ma solo perchè il protagonista è nero. Davvero una cosa che mi è piaciuta.
Tra rose e fiori vengono fuori altri problemi tecnici, si va dal caricamento di elementi di gioco mentre si va avanti, piuttosto fastidioso ma sorvolabile (anche perchè è presente per lo più nel Bayou fantom riguardo l'erba dei campi), a problemi d' intelligenza artificiale piuttosto importanti per nemici, polizia e passanti. Ovviamente i problemi di intelligenza artificiale di nemici e polizia si ripercuotono molto sull'esperienza delle missioni, con la polizia praticamente assente durante le sparatorie ed una volta che si è rintracciati basterà scappare a piedi, giuro non scherzo, se si scappa a piedi è molto più facile, basterà scavalcare due staccionate e si potrà scappare in tutta facilità, passando a nemici abbastanza deficitari, piccolo esempio se dietro un riparo si fischia, un solo nemico verrà a controllare e lo si elimina, poi si fischia nuovamente e si potrà eliminare il suo compagno senza problemi potendo eliminare alle volte anche 4 o 5 nemici senza muoversi da un riparo (stile 2007/8).
E' davvero apprezzabile la cura riposta nel titolo ma come non si mette una cravatta se non su una camicia, non ci si dovrebbe concentrare sulle cose secondarie quando l'impianto strutturale del gioco è deficitario. Occasione persa, forse solo a metà se la scena post credit si rivelerà essere l'incipit di Mafia 4.

7.2

Voto assegnato da CGcarmineCG
Media utenti: 6.8 · Recensioni della critica: 7.6

Neaples79

Neaples79 ha scritto una recensione su Mafia III

Cover Mafia III per PS4

Droppato...

Non sono riuscito ad andare avanti, troppa ripetitività.
Peccato perché il titolo é curato sotto molti aspetti.
Magari in un futuro remoto gli potrei dare una seconda chance, chissà...
6 politico.

Giuseppe _Vincent Van_

Giuseppe _Vincent Van_ ha scritto una recensione su Mafia III

Cover Mafia III per PS4

Bello ed imperfetto, come gli anni 70.

Se c'è una cosa che non ho ancora ben capito della gente,è perché si ostinino a paragonare mafia a gta,voglio dire sono due titoli che sin dai presupposti hanno obiettivi differenti,il primo ha l'obiettivo di raccontare una storia,servendosi di un mondo vasto come scenario,il secondo invece utilizza una storia come pretesto per esplorare un mondo enorme e molto più variegato,va da se dunque che il primo avrà dalla sua parte una storia ed una narrazione molto curati e lineari,mentre di contro nel secondo prevarranno gameplay,e varietà di gioco, prediligere un'approccio piuttosto che un'altro è un fattore strettamente personale. Chiarito questo sono pronto ad esporre la mia opinione circa l'interessante crime game proposto da 2K. Iniziamo col dire che il lavoro di ricostruzione storica svolto da Hangar è encomiabile,sia per quanto riguarda il semplice aspetto grafico,che il livello artistico e "sociale", New Bordeaux è una citta viva e pulsante,piena di gente che gironzola per le strade discutendo dei fatti propri,e cosa più interessante,commentando i vari avvenimenti dell'epoca,oltre che le vostre scorribande,i passanti infatti non sono dei semplici manichini piazzati li per far scena,ma reagiranno attivamente alle vostre azioni,commentando,fuggendo,e nei casi estremi chiamando le forze dell'ordine,inoltre li vedrete reagire in vari modi anche al variare delle condizioni atmosferiche,con i passanti che apriranno gli ombrelli al primo acquazzone,o correndo al riparo coprendosi come capita. Inoltre troveremo gruppetti di musicanti,lavoratori,casalinghe,ognuno preso dai propri impegni,il tutto favorisce l'immersione in un epoca certo splendida dal punto di vista artistico,ma socialmente marcia e corrotta,ed proprio da questo lato oscuro che prendono spunto gli sceneggiatori per raccontare la storia di Lincon Clay,un ragazzone afroamericano che al rientro dal Vietnam viene risucchiato in una spirale di violenza da cui può uscire fuori solo in un modo,massacrando chiunque gli si pari innanzi. Ecco dunque che ci vengono messi in mano gli strumenti necessari a compiere la nostra vendetta,delle auto,e tante armi,in entrambi i casi avremo modo di modificare a nostro piacimento parecchie caratteristiche sia estetiche,che funzionali,tuttavia mentre per quel che riguarda le armi la varietà non manca,sul fronte dei veicoli si sente la mancanza delle moto,ed è un peccato,perché le strade della vasta mappa ben si sarebbero prestate ad essere percorse in sella ad un Harley Davison. Graficamente il gioco ha alti e bassi,offrendo scorci splendidi,ma anche soffrendo di imperdonabili bug grafici,che rovinano in parte l'ottimo lavoro artistico svolto dagli sviluppatori,l'illuminazione dinamica in particolare è fonte di gioie e dolori,se da un lato i riflessi dei lampioni sulle auto,uniti ai fari che proiettano delle credibili ombre sull'asfalto,rendono il mondo di gioco quasi tangibile,dall'altro l'inspiegabile ed eccessiva saturazione che si avverte al calar del sole contribuisce a rovinare in parte l'esperienza,c'è tuttavia da dire che il problema è stato in parzialmente risolto con una delle svariate patch rilasciate nel corso di questi mesi,bisogna ammettere infatti che gli sviluppatori non si sono tirati indietro,ed hanno costantemente supportato il gioco,ora rilasciando delle patch correttive,ora arricchendo il gioco di nuovi contenuti,per cui da questo punto di vista non ci si può proprio lamentare. Il gameplay del gioco è come anticipato complementare alla storia, e di conseguenza piuttosto lineare,ciò significa che,per quanto sarete liberi di scegliere quale dei quattro alleati favorire maggiormente,ciò non influirà particolarmente sulla trama,che procederà pressoché invariata fino alla fine,dove sarete messi di fronte ad un bivio,che deciderà della vostra sorte e definirà il finale. Fondamentalmente si tratterà di liberare varie zone dall'influenza del villain di turno,partendo dai pesci piccoli,salendo sempre più, sino ad arrivare alla testa del serpente,una volta ucciso il "luogotenente " acquisirete il quartiere da lui controllato insieme alle sue attività. Questo sistema si ripeterà a più livelli nel gioco,fino a quando non diverrete praticamente i padroni di new Bordeaux. Le meccaniche di gioco sono fondamentalmente quelle di un open world,con elementi da third person shooter,quest'ultimo elemento è decisamente più curato e divertente rispetto a quanto visto in altri titoli del genere,con coperture distruttibili,e la possibilità di passare in qualsiasi momento da un'approccio stealth,ad uno shooter e viceversa. Le sparatorie sono molto frenetiche e brutali,i nemici reagiranno in maniera molto realistica ai colpi,roteando su se stessi,accasciandosi,zoppincando e strisciando,a seconda dei casi,inoltre è presente un ottimo sistema di istant kill,decisamente brutale ed appagante,specie quando viene eseguito su di un nemico che vi ha dato parecchio filo da torcere. Menzione d'onore spetta alla colonna sonora,splendidamente curata,è senza paura di smentite la miglior soundtrack mai sentita in un VG,circa 300 brani,tra originali e licenziati,tutti splendidamente selezionati,alcuni dei quali riarangiati in chiave moderna. Come avrete capito questo nuovo Mafia presenta diverse luci ed ombre,se da un lato la cura per i dettagli è maniacale (tanto per fare qualche esempio,le stazioni radio perdono frequenza quando si è dentro una galleria,o ancora Lincon batte le mani a tempo sullo sterzo ascoltando la musica...)dall'altro non sempre gli sviluppatori sembrano essere stati in grado di mantenere le loro stesse aspettative,e questo si traduce in fastidiosi bug,ed effetti grafici non sempre riusciti,che tendono a rovinare l'esperienza. In conclusione un gran titolo,che avrebbe potuto mirare ben più in alto,ma che a causa di uno sviluppo non ottimale,deve accontentarsi di essere un gioco bello,ma non imperdibile.
P.S. perdonate l'uso improprio della punteggiatura ma ho un fortissimo mal di testa,e una voglia di rivedere il testo,pari a zero😖

8

Voto assegnato da Giuseppe _Vincent Van_
Media utenti: 6.8 · Recensioni della critica: 7.6

Non ci sono interventi da mostrare.