Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da BioWare e prodotto da Electronic Arts, Mass Effect: Andromeda è un gioco di ruolo uscito il 23 marzo 2017 per PlayStation 4 · Pegi 18+

·

Diventa il Pioniere e trova una nuova casa per l'umanità in questo spazio inesplorato e potenzialmente ostile. Sarai tu a tracciare la rotta da seguire, esplorando gli angoli più remoti della galassia di Andromeda per svelare misteri, scoprire incredibili mondi alieni e guidare la specie umana alla ricerca di una nuova casa. Potrai arricchire e personalizzare l'esperienza di gioco con un sistema di progressione profondo e flessibile, oltre a comandare la tua squadra in battaglie ricche d'azione usando armi avanzate, abilità speciali e moltissimi nuovi assi nella manica.

8.2

Recensioni

16 utenti

RedAngelDevil

RedAngelDevil ha pubblicato un link riguardante Mass Effect: Andromeda per PS4

Bene 👍👍👍

MrIvan

Che dire di questo Mass Effect: Andromeda. L'ho trovato molto molto carino. Meno epico rispetto ai precedenti ma la narrativa è davvero carina, ho apprezzato soprattutto la gestione dei compagni di squadra e le loro quest di fiducia ahsisi . Il fatto che il protagonista sia molto più cazzone rispetto a Shepard rende il gioco imho più figo rotfl rotfl

Tecnicamente parlando è un disastro, una merda di dimensioni apocalittiche che cristo santo dovrebbero licenziare tutti quelli che lo hanno programmato con il culo (e non parlo delle animazioni facciali, anzi quelle non sono un problema). Fortunatamente è giocabile tranne qualche freeze che può capitare in una determinata mappa.

Il gameplay è il migliore della serie PUNTO, nulla da dire al riguardo.

Quindi si, sono soddisfatto delle 60 ore spese in questo gioco, ma va detto che tecnicamente questo gioco è un porcile, seppur questi problemi FORTUNATAMENTE non vanno ad intaccare quasi mai la fluidità e la freneticità del gameplay, se no lo avrei bocciato e avrei sputato in faccia ad ogni dipendente Bioware.

Fil

Fil ha scritto una recensione su Mass Effect: Andromeda

Cover Mass Effect: Andromeda per PS4

Mass Effect Andromeda: Storia di una famiglia di immigrati

Scrivere questa recensione è stato più difficile del previsto, le aspettative per Mass Effect: Andromeda erano piuttosto alte nonostante il web ne abbia decretato il fallimento prima della sua release. Tutto ciò che volevo era un titolo che mi rapisse allo stesso modo in cui ci è riuscita la trilogia originale, che per me è stata una rivelazione. Grazie all'intelligentissimo escamotage adottato per giustificare Andromeda, ci si poteva aspettare di tutto da questo nuovo capitolo della saga, ed il pensiero di potere esplorare una nuova galassia mi ha intrigato fin da subito.
Ci troveremo così ad impersonare il Pioniere, il cui ruolo è quello di trovare un modo per colonizzare i pianeti designati dall'iniziativa e garantire così un nuovo inizio per l'umanità. Le cose non vanno per il verso giusto, una volta giunti nell'ammasso di Heleus ci si imbatterà subito con i problemi che affliggono questa galassia: il Fagello e i Kett. La trama proposta è lontana dai toni epici che hanno accompagnato l'epopea di Sheppard ma tutto sommato si rivela godibile grazie all'ottima caratterizzazione dei comprimari e al ritmo di gioco abbastanza sostenuto.
Ho apprezzato tantissimo la nuova specie con cui avremo a che fare, gli Angara, che risultano piuttosto interessanti. Si tratta di una razza dal passato ignoto, stremata dal conflitto con i Kett e divisa tra diffidenti ed estremisti nei confronti delle razze arrivate con l'iniziativa. Per tanto sarà fondamentale ottenere la loro fiducia.
Riguardo ai Kett, mi hanno incuriosito dal punto di vista della loro struttura sociale, ma il loro leader, l'Arconte si è rivelato un villain poco carismatico. Onestamente non mi ha lasciato nulla e se lo si paragona a personaggi come Saren risulta insulso. Se la trama principale non riesce ad essere memorabile è anche colpa della pessima gestione dell'Arconte, le cui motivazioni sembrano ridicole.
Le novità principali apportate rispetto al passato sono state l'inserimento dei vari pianeti in un contesto sandbox e il passaggio totale all'azione per quanto concerne il gameplay. Su quest'ultimo punto, tutte le mie paure sono state spazzate via non appena ho avuto modo di superare qualche scontro a fuoco perché Mass Effect non è mai stato così bello da giocare. Le coperture automatiche funzionano, l'aggiunta del jetpack rende tutto ancora più dinamico e l'enorme numero di poteri sbloccabili permette di creare il proprio stile di gioco, premiando la creatività. Da questo punto di vista, mi è dispiaciuto infatti poter equipaggiare solo tre poteri alla volta. Non è più possibile impartire ordini ai compagni circa l'utilizzo dei poteri, ma onestamente non mi è sembrata una gran perdita poiché la loro IA si è sempre rivelata di buon livello.
Veniamo dunque al punto cruciale di questo gioco, che io considero fallimentare. Potremo esplorare Andromeda, una nuova galassia di cui sappiamo davvero poco, e se il punto forte di questa produzione non doveva essere l'epicità della narrativa, gli sviluppatori avrebbero dovuto puntare tutto sul fascino della nuova ambientazione. Dei cinque pianeti colonizzabili, almeno 3 possiedono caratteristiche relative ad ecosistemi visibili sul nostro pianeta, come deserti e ghiacciai. Insomma, non avrei mai preteso cascate che vanno al contrario, capaci di sfidare le leggi della fisica, però, considerando le possibilità dettate dall'ignoto, avrei voluto visitare pianeti assurdi, originali, qualcosa che mi lasciasse a bocca aperta per lo stupore. Così non è stato. Il flagello ha devastato i pianeti rendendoli inospitali dal punto di vista climatico, ma sarebbe stato comunque plausibile trovare le rovine di civiltà perdute, in modo che il giocatore potesse ammirarne i resti, studiarli e perché no, utilizzare quei resti come punto di partenza per i propri insediamenti. L'unica cosa che si trova su tutti i pianeti sono invece i Relictum e le cripte, che non approfondirò in questa recensione per evitare spoi.ler, ma che reputo poco originali, davvero, si poteva fare molto di più. Al di là dei problemi (comprensibili) che hanno afflitto lo sviluppo del titolo, avere delle buone idee o della creatività non costa nulla, richiede solo buone capacità.
L'altro elemento che mi sento di criticare è la gestione sandbox di questi pianeti. L'esplorazione è piatta, inesistente. In fin dei conti si finisce sempre per andare da un punto A ad un punto B come nella prima trilogia, con l'unica differenza che avremo più strada da percorrere. I pianeti non hanno mordente perché ci sono tante distese sconfinate e pochi punti d'interesse che possano invogliare il giocatore ad esplorare. Il risultato è quindi che si tenderà sempre a seguire l'indicatore della quest attiva senza troppe complicazioni. Per fortuna il Nomad, il veicolo con cui potremo spostarci, è finalmente una goduria da controllare.
Arriviamo dunque alle quest su cui c'è molto da dire. Nelle settimane precedenti all'uscita del gioco, saltavano fuori le dichiarazioni degli sviluppatori in cui dicevano che non erano stati commessi gli stessi errori di Dragon Age Inquisition, che si erano ispirati a The Witcher 3 e che ogni quest aveva una propria valenza dal punto di vista narrativo. Insomma, con queste premesse, Andromeda sarebbe potuto essere un capolavoro. Purtroppo le cose non stanno proprio così, le fetch quest ci sono e in quantità elevata, certo, spesso sono ben argomentate dal punto di vista logico e rispecchiano effettivamente problemi che potrebbero verificarsi in quella data situazione, ma in termini ludici si traduce tutto nell'andare in un posto e raccogliere un certo numero di oggetti o cose analoghe. Poi ci sono le quest che effettivamente ricordano The Witcher, la sua parte peggiore, quella in cui si seguono degli indizi, in questo caso con lo scanner, fino ad arrivare in una certa zona per fare una strage di nemici, è una procedura che può stancare nel lungo periodo. Le quest strutturate meglio sono quelle della storia principale, in cui si fa un po' di tutto e quelle utili ad ottenere la fiducia dei propri compagni, che spesso si concludono in zone piccole, delimitate, come i primi Mass Effect per intenderci, sono quelle che funzionano e divertono più delle altre. Anche sul fronte della scrittura ho percepito alti e bassi, le situazioni di tensione in cui si possono evitare i conflitti sono veramente poche e alcune di queste si concludono davvero in modo banale.
Ho apprezzato molto il loot system e il crafting, anche se quest'ultimo è gestito in modo abbastanza confusionale. Credo anche che ci sarebbe potuto essere un aspetto gestionale magari relativo ai membri dell'iniziativa da risvegliare. Sono presenti tre categorie: militare, scientifica e commerciale, sbloccando le capsule per ciascuna di queste categorie si ottengono dei bonus, ma avrei preferito una gestione meno passiva di questo elemento, che in termini pratici si riduce nell'andare a riscuotere ogni tot ore gli item ricavati.
Tirando le somme, avrei preferito che Mass Effect: Andromeda offrisse più qualità e meno contenuti. Ho impiegato circa 85 ore per completare tutte le quest principali (quindi relative alla storia, alleati e quelle dei pianeti) più diverse fetch quest dall'impatto assolutamente nullo e ammetto di aver faticato parecchio nell'impresa. La mia esperienza è stata frammentata dall'esaltazione scaturita dal gameplay frenetico e divertente, ma al contempo ho provato una grande pesantezza a causa dei difetti sopra elencati ed è un peccato, perché a livello narrativo ho apprezzato molto i temi trattati come quello dell'immigrazione e tutte le sue conseguenze che, dal punto di vista sociale si rivelano più attuali che mai. Credo comunque che il sistema open world in Mass Effect avrebbe potuto funzionare, ma con una struttura di gioco totalmente diversa da quella proposta.

Fablink182

Fablink182 ha scritto una recensione su Mass Effect: Andromeda

Cover Mass Effect: Andromeda per PS4

Pathfinder

Mass Effect Andromeda è un gioco unico nel suo genere, che vi porterà molte emozioni ma anche qualche delusione, anche se non di troppa rilevanza.
Il Gameplay è stato cambiato in positivo, ci saranno molte abilità su cui sviluppare il proprio personaggio quindi prenderà una parte molto ruolistica.
Ma le cose più rivoluzionarie sono il Jetpack e il Nomad, il Jet è molto utile per spostarsi durante i combattimenti e ti fa anche divertire parecchio, puoi pure sparare in aria per qualche secondo senza dover scendere, mentre il Nomad è una macchina che puoi potenziare e che ti aiuta a spostarti nel mondo di gioco.
Il sonoro come sempre è eccezzionale, come in ogni capitolo di Mass Effect.
La storia ti prende fin dall'inizio e ti spinge ad andare avanti per scoprire nuove cose ma ammetto di essere stato deluso da questa, soprattutto nel finale, che mi ha lasciato ben poco, ma sicuramente con un nuovo capitolo potrebbero migliorare dato che hanno lasciato qualche punto interrogativo.
Il gioco è pieno di cose da fare, infatti ci ho giocato almeno 70 ore, ed è difficile che io stia così tanto su un gioco, anche se comunque molte missioni secondarie non sono eccezzionali.
Il personaggio principale è stato ben caratterizzato e anche i componenti della nave, infatti mi sono molto affezzionato a tutti quanti durante il gioco, anche se chi più e chi meno.
I mondi di gioco sono vasti e totalmente esplorabili, in questa cosa è stato fatto un gran lavoro, e anche il fatto di doverli esplorare e poi crearci un avamposto è davvero tanta roba.
Il multiplayer è classico come il 3, va a ondate, e ci sono diversi livelli di difficoltà, ammetto di non averci giocato molto, ma non perché non è bello ma per il fattore tempo.
Andromeda è stra consigliato per tutti i fan dei precedenti Mass Effect e non ascoltare le varie voci negative, anche perché questo è un gioco da giocare per poterlo giudicare.

MrIvan

Ci sto nerdando un bel po (sono tipo a 20 orette di gioco circa) e......ha degli evidenti problemi tecnici (della grafica sbattecazzi, non è cosi pessima come tutti dicono) come cali di fps quando si affrontano tanti nemici tutti in una volta.

Ma posso dire con certezza che Andromeda piscia e caga in testa a tutta la trilogia di Shepard per quanto riguarda il sistema di combattimento e la gestione delle abilità, veramente stra-divertente da giocare e molto più dinamico rispetto ai precedenti capitoli.

Adoro pure l'esplorazione delle mappe alla Dragon Age Inquisition. Esistono anche qui fetch quest da rottura di palle, ma vedo che perlomeno li hanno conditi con un minimo di dialoghi e approfondimenti, quindi non mi lamento. Per la Main Quest non dico nulla perchè è ancora troppo presto, probabilmente darò un opinione a fine gioco.

Anche la componente ruolistica sembra fatta discretamente meglio rispetto a Mass Effect 3 che era veramente gestito con il culo.

In sintesi: IMHO critiche totalmente infondate, come gameplay lo ritengo il miglior capitolo della saga (poi per la componente esplorativa dipende se apprezzate lo stile alla Dragon Age Inquisition o meno)

ReDoctor33

ReDoctor33 ha scritto una recensione su Mass Effect: Andromeda

Cover Mass Effect: Andromeda per PS4

..vai coi dislike!

Non scrivo tantissime recensioni ma dopo 65 ore e il 96% di completamento solo in single volevo dire la mia, anche in virtù della shitstorm che ha accompagnato l'uscita di questo gioco. Sottolineerei che la stampa non l’ha stroncato, è una cosa partita dalla community, quindi ecco cosa credo che sia successo: criticone medio compra Andromeda e lo lancia. “Eh ma non è come me l’ero immaginato io sin da quando portai a termine la vecchia trilogia; effettivamente io non so manco disegnare i cerchi su paint però se tutti si lamentano delle animazioni mi sa che lo farò anch’io; eh ma sta da 8 ore circa a spiegarmi delle meccaniche neanche così complesse o innovative, mi sa che è tutto così, ora lo vendo e vado a scrivere da qualche parte sul web che è melma sostenendo di averlo finito”.
In realtà il gioco è molto buono nel complesso ma credo che non si riesca ad apprezzarlo sin dalle primissime sessioni di gioco oppure limitandosi alla sola main quest. In fondo la serie di ME ha sempre cercato di coinvolgere il giocatore puntando sulla narrazione, sulla caratterizzazione dei personaggi e delle varie razze aliene. Per fare ciò, anche questo capitolo ci propone tantissime missioni: ci sono le operazioni prioritarie che portano avanti la trama, poi un mare di secondarie (se ne sblocca una ogni 10 passi) che aprono una quantità imbarazzante di subquest.. ovviamente sono così tante che alcune sono riuscite e alte meno. Infine ci sono gli incarichi aggiuntivi, in genere missioni di raccolta, scansione o consegna che ci vengono assegnate da alcuni tizi in giro per Andromeda; queste sono quelle meno riuscite, nell'80% dei casi vi annoieranno e non porteranno avanzamenti di trama rilevanti.
Per quanto riguarda la componente action, il feeling con lo shooting è molto buono e molto personalizzabile: oltre ad avere i soliti diversi tipi di armi (pistole, fucili di assalto, a pompa, e di precisione) si possono sbloccare delle abilità speciali che modificano il nostro approccio in battaglia, dei poteri che vanno un po' a sostituire le classi dei tipici gdr e sono suddivisi: combattimento, biotici e tecnologici. L'unica cosa alla quale bisogna abituarsi è il sistema di coperture, perché il personaggio si copre in automatico, non c'è un tasto specifico, quindi all'inizio può risultare un po' macchinoso.

In merito ai difetti tutti si sono lamentati delle animazioni, in realtà queste non sono così scandalose (ma va detto che non so com'erano prima della patch correttiva). Il vero problema di Andromeda secondo me riguarda una certa mancanza di uniformità riscontrabile a livello tecnico per cui si passa da un prodotto degno dell’attuale gen a momenti caratterizzati da bruschi cali di frame rate e ritardi nel caricamento delle texture. Anche il level design soffre della stessa problematica per cui abbiamo fasi di gioco riuscitissime che si alternano ad altre abbastanza dimenticabili. Altra cose che non ho gradito è stato l'eccessivo backtracking interplanetario che a tratti può diventare snervante.
Altra polemica diffusa ha riguardato la mancanza del doppiaggio in italiano. Non ne parliamo, un inglese di una facilità disarmante, a volte non ho dovuto neanche leggere i sottotitoli. E come ho scritto qui su ludo per GTA e TW3 nessuno si è lamentato dell'eng sub ita. Gli anime ve li potete vedere così, Mass Effect non va bene...ok..
Concludendo, è ovvio che non stiamo parlando del miglior gioco al mondo. Non è un'esperienza irrinunciabile (e visto la quantità che offre il mercato videoludico quasi nulla lo è) ma davvero non capisco quando la gente si applica così tanto in negativo su un gioco.
Francamente Mass Effect mi ha divertito e dopo le prime fasi di gioco è riuscito a coinvolgermi. Attualmente si trova sui 35 euro e se siete amanti degli action gdr, in barba alle critiche, non posso che consigliarvelo..

Fablink182

Mass Effect Andromeda é davvero un gran gioco, ho passato 70 ore a giocarci, e ci ritornerò a breve sicuramente.
Per me é un degno nuovo inizio, hanno migliorato tantissime cose dal capitolo precedente e hanno aggiunto nuove Feature interessanti! Di sicuro non meritavano questo attacco.
Ma tutto é nato dal doppiaggio e dalle animazioni facciali che hanno fatto scalpore anche a chi non fregava un cazzo del gioco e ha fatto di tutto per distruggerlo.

Non ci sono interventi da mostrare.