Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Level-5, Ni no Kuni II: Revenant Kingdom è un gioco di ruolo uscito il 22 marzo 2018 per PlayStation 4 · Pegi 12+ · Link: store.playstation.com

·

Esplora un mondo splendidamente realizzato e vivi una storia emozionante in una nuova avventura RPG. Il celebre sviluppatore giapponese LEVEL-5, si è riunito ancora una volta l’ex artista dello Studio Ghibli, Yoshiyuki Momose, per la realizzazione dei personaggi, e Joe Hisaishi, per la composizione delle musiche, nella nuova avventura di Ni no Kuni. Nel mondo di Ni no Kuni II: REVENANT KINGDOM, i giocatori entreranno nel regno di Ding Dong Dell, dove gatti, topi e umani un tempo vivevano in pace e armonia. Ma dopo un violento colpo di stato, Evan, il ragazzo re di Ding Dong Dell, viene scacciato dal suo regno. Ni no Kuni II: REVENANT KINGDOM narra la storia di questo re destituito e del suo viaggio per ricostruire il suo regno e riunire il mondo intero.

8.6

Recensioni

6 utenti

darkman
Cover Ni no Kuni II: Revenant Kingdom per PS4

Questo titolo risulta un vero piacere ad essere giocato oltre ad essere un vero piacere per gli occhi e per le orecchie ( le musiche sono molto belle )
Lo stile fiabesco del gioco piacerà a molti, il titolo presenta un sistema di combattimento semplice e lineare ( anche se forse una difficoltà tarata verso il basso se affrontate i nemici con il livello richiesto non avrete problemi ).
Le cose da fare nel titolo son molteplici far crescere il regno, aumentare il numero dei cittadini, completare le missioni secondarie eliminare le creature del maleficio ( le uniche che possono creare problemi se affrontate con un livello sotto il richiesto ) oltre a completare l'avventura principale.
La crescita dei personaggi, del regno insieme alle storie dietro alle missioni secondarie son piacevoli anche se per raggiungere il platino potrebbe arrivare un pò di noia.
L a durata dell'avventura base richiede circa una quarantina di ore ma se volete platinare il gioco ne servono almeno il doppio:
La gestione del regno insieme alle battaglie campali all'inizio potrebbe non piacere ma alla fine risulta una piacevole plus del titolo che si apprezza molto volentieri.
speriamo che i DLC aggiungano alcuni particolari per rendere ancor di più epica l'avventura .
Tra i contro del gioco possiamo mettere la difficoltà non eccessiva ( era preferibile poter scegliere un livello maggiore ) , personalmente la vista dall'alto non mi è piaciuto molto ma son gusti personali;

redsquirrel87
Cover Ni no Kuni II: Revenant Kingdom per PS4

Finito e platinato, è ora di scrivere due paroline di commento su questo nuovo capitolo: Ni No Kuni 2 è stato sicuramente un bel gioco nel suo insieme, ma francamente seppur da un lato è palesemente curato e ben fatto tecnicamente (ho adorato certi paesaggi e città), dall'altro ho trovato alcune cose troppo fisse sulla media. Mi riferisco innanzitutto alla storia, sicuramente ben fatta, però al tempo stesso troppo "breve". E attenzione non sto dicendo che sia poco longevo, anzi (ci ho passato più 60 ore solo per finire la storia principale, dedicandomi spesso alle secondarie e allo sviluppo del regno prima di procedere xd), però nella sua interezza la trama mi è parsa semplice, lineare, se vogliamo anche un po' banale e soprattutto coincisa. Non c'è stato alcun "plot twist" per intenderci (apparte il finale ma vabbé, evito per chi deve ancora giocarlo) e tutto è andato avanti nella normalità più assoluta. Nessun allungamento di brodo, niente info più approfondite sui compagni, nessuna "traversa" di trama, tutto sempre dritto per la strada principale fino alla fine, molto velocemente. Come si suol dire, una storia senza infamia né lode, rimane sempre sulla sufficienza senza fare il minimo saltino verso l'alto. E poi, il punto più dolente, la difficoltà di gioco. Ovviamente non sto scoprendo l'acqua calda, visto che è stata la nota dolente di tutte le recensioni e dei commenti di chi l'aveva giocato, ma non posso non ribadire anche io che veramente fino alla parte finale il gioco non presenta alcuna difficoltà che richieda un minimo di impegno nel cercare migliori strategie, miglior equipaggiamento o anche stare fermo a livellare un po'. E in un RPG questo è un bel difettuccio, seppur ben coperto dal resto.
Per il resto invece ho apprezzato molto la modalità di sviluppo del regno e dell'equipaggiamento, un po' meno i cioffi francamente. Anche il party "secondario" non è che mi abbia fatto impazzire e difatti ho passato i 3/4 del gioco sempre con i soliti 3 a combattere. Le missioni secondarie sono veramente una marea e hanno abbastanza varietà, anche se poi essendo sul serio tantissime (più di 170) appunto si finisce ovviamente per ripetere lo stesso schema alla fin fine, quindi alla lunga un po' di "noia" si comincia a sentirla, non oso immaginare se se le si lascia quasi tutte per il post-game xd
Insomma, concludendo che mi sto dilungando anche troppo per i miei standard lol, Ni No Kuni 2 è stato sicuramente un bel gioco che mi ha tenuto piacevolmente occupato per decine di ore, però non ha quel "pizzico" di qualcosa che potesse farlo risaltare e ricordare a lungo. Per fortuna si mantiene sempre ampiamente sopra la sufficienza, ma non si smuove da lì nemmeno in meglio, qualcosina di più si poteva anche fare.

Cloud Of Darkness
Cover Ni no Kuni II: Revenant Kingdom per PS4

Ni no Kuni II: Il Destino di un Regno è senza dubbio uno dei più grandi progetti mai realizzati da Level-5. La trama, in pieno stile fiabesco, ricorda molto i film del famoso Studio Ghibli, che in questo nuovo capitolo, a differenza del predecessore, non è stato chiamato in causa per la realizzazione grafica. La trama, seppur molto godibile da un punto di visto narrativo, non regala nessun tipo di sfida, complice una scarsissima IA e una difficoltà a dir poco disarmante contro i boss. Allo stesso però abbiamo apprezzato il combat system semplice e frenetico ed il suo lato gestionale del regno, che a quanto visto sembra essere davvero il cavallo di battaglia di questo nuovo capitolo. Consiglio il titolo a tutti coloro che amano questo genere di giochi ma soprattutto a chi ha giocato il primo capitolo, uscito nel 2013.

8.5

Voto assegnato da Cloud Of Darkness
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.7

redsquirrel87

Un consiglio per evitarvi ore e ore di livellamento post-game: per salire velocemente di livello non seguite il solito classico consiglio che si trova sul web (di sconfiggere a ripetizione il boss finale skippando le cutscene) ma più semplicemente utilizzate le creature del maleficio! Mi spiego meglio: dopo aver fatto fuori le canoniche 50 (il che vi darà già di suo un bel po' di esperienza) si sbloccheranno altre 10 creature più forti, in particolare la numero 57 (Iris si chiama) ha la particolarità che durante lo scontro evocherà altre mini creature a lei simili ma decisamente con meno HP. Ebbene, concentratevi solo a schivare i colpi (infatti fino a livello 90 circa vi ucciderà con 1 colpo solo, se vi becca asd ) e aspettate che evochi queste "mini" copie. Uccidendo quelle otterrete una marea di EXP che vi porterà, questo fino al livello 85-90 circa, a salire di 1 livello per ogni 1-2 creaturine uccise sisi Ah e soprattutto all'inizio, dopo averne uccise un paio, fuggite dalla battaglia (prima che di morire completamente rotfl ). Così facendo potete uscire dal combattimento sani e salvi, conservare l'EXP guadagnato, utilizzare una stele per il salvataggio che è proprio lì accanto e quindi ricurarvi del tutto, pronti per riaffrontare di nuovo il combattimento tutte le volte che volete.
Questo significa che arrivare al lvl 100 vi porterà via al max un paio d'ore, decisamente un guadagno pesante rispetto alle 6-7 ore che richiede il vecchio metodo del boss finale solo per arrivare al livello 95 sisi

Grafein89
Cover Ni no Kuni II: Revenant Kingdom per PS4

Un Jrpg vecchio che rimoderna ciò che non dovrebbe

Il primo Ni no Kuni non era un capolavoro: il sistema di ottenimento dei famigli era troppo casuale e snervante, la trama pur facendo intravedere temi maturi restava per la gran parte una favoletta per bambini e allo stile bellissimo non faceva seguito un level design adeguato ai tempi. Nonostante tutto ciò nel complesso restava godibile come jrpg classicamente inteso.
Il seguito non riesce però a migliorare alcunché: cambia il sistema di combattimento divenuto ora simile ad un Dinasty Warrior qualsiasi; la trama ancora non riesce ad approfondire le tematiche mature sottintese infarcendosi invece di retorica; e lo stile, anche senza studio Ghibli al seguito, rimane sì, superbo ma ancora accompagnato da un level design fatto di città che non sono altro che corridoi di gente immobile; e l'aggiunta della gestione regno/battaglia campale finisce per essere un minigioco neanche troppo ben approfondito.
Non cercate insoma qui la classicità dei jrpg perché ne rimarreste delusi.

Non ci sono interventi da mostrare.