Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Syberia 3

Sviluppato da Microids, Syberia 3 è un gioco d'avventura uscito il 20 aprile 2017 per PlayStation 4.

·
6

Recensioni

1 utente

GamesArk.it

GamesArk.it ha pubblicato un'immagine nell'album GamesArk.it riguardante Syberia 3

RECENSIONE - Syberia 3

A 13 anni dai fatti del secondo capitolo e a 9 dal suo annuncio, Microids e Benoit Sokal tornano insieme per continuare le avventure di Kate Walker.

Fateci sapere cosa ne pensate!

http://www.gamesark.it/mostra_rece.asp?c ..

New_Neo

New_Neo ha scritto una recensione su Syberia 3

Cover Syberia 3 per PS4

L'attesa si è sciolta come neve al sole...

Quest'avvventura tanto attesa dalla comunità dei punta e clicca si troveranno davanti a qualcosa di diverso e purtroppo di meno coinvolgente.

L'atmosferà in parte c'è, ma il cambiamento sia tecnico che d'interfaccia va purtroppo a minare pesantamente sulla normale fruizione del titolo Microids e di Benoit Sokal. Quello che è intollerabile su console (almeno su PlayStation 4) è il framerate che raggiunge picchi anche di 10 fotorgrammi al secondo con un comparto grafico che a stento arriva ai livelli dell'attuale generazione.

Nonostante un po' di pesantezza della nuova interfaccia, gestibile con il Pad, dopo un po' si riesce a farci la mano e a proseguire. Gli oggetti all'interno dell'inventario non saranno molti e soprattutto non potranno essere combinati tra loro, mentre l'interazione con il nuovo scenario tridimensionale sarà automatico ogni qualvolta ci avviciniamo ad un punto d'interesse. Ma tale estensione degli scenari, diventati tridimensionali, vanno a cozzare con un vuoto d'interazione appensantito da continui spostamenti allentati anche da caricamenti pesanti che non sfruttano l'abbondanza di memoria a disposizione.

Gli enigmi sono quasi interamente basati sui meccanismi e la difficoltà si attesta a livello medio con un bel rialzo vers la fine del gioco.

A salvare il tutto ci sono le ottime musiche di Inon Zur che aiutano a non perdersi d'animo con le problematiche descritte.

Insomma, tanta attesa ed un sviluppo fortemente travagliato ha macchiato un titolo raccontato discretamente bene, ma non avente nessun colpo di scena memorabile e le sequenze che collegano i vari punti della trama abbastanza ovvie e poco coinvolgenti. Anche il finale purtroppo ne esce un po' con le ossa rotte.

Non ci sono interventi da mostrare.