Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da SuperMassive Games e prodotto da SCEA, Until Dawn è un gioco d'azione e avventura uscito il 25 agosto 2015 per PlayStation 4 · Pegi 18+

Quando un viaggio in una capanna sperduta lascia otto amici dispersi sul crinale di una montagna, eventi sinistri fanno sospettare ai protagonisti di non essere soli...

In preda alla paura e con tensioni che minacciano l'equilibrio all'interno del gruppo, vesti i panni di ognuno degli otto personaggi terrorizzati mentre cerchi indizi sull'identità del folle killer. Prendendo decisioni da cui dipendono la vita o la morte, grazie al sofisticato sistema con effetto farfalla, ogni tua minima azione influenzerà in modo importante il corso della storia e il destino di ogni personaggio.

Con interpretazioni da brivido di un cast di Hollywood che comprende anche Hayden Panettiere, animato grazie alla potenza di PS4, saranno le tue azioni a decidere chi riuscirà a sopravvivere alla montagna.

8.3

Recensioni

108 utenti

Oldboy

Oldboy ha pubblicato un'immagine nell'album Collezioni e acquisti riguardante Until Dawn

A 10 € con il buono sconto di Amazon ci stava tutto. sisi

Johnlocke07

Johnlocke07 ha scritto una recensione su Until Dawn

Cover Until Dawn per PS4

They didn't get to laugh it off!!Nope, no no no! They're gone cit.

Esclusiva ps4 Until Dawn è un più che discreto titolo interattivo, in quanto tale ( tengo sottolineare) segue lo stesso filone dei giochi di Cage, ( heavy Rain & Beyond Two Souls) The Walking Dead e Life is Strange, ma è stato il primo a sposarsi, e anche piuttosto bene, con il tema del Survival Teen Horror. ( Obscure non è una avventura interattiva)

Survival in quanto obiettivo primario sarà quello di far sopravvivere gli 8 personaggi che utilizzeremo nella misteriosa Blackwood Pines ove ha preso luogo la scomparsa di Beth e Hannah Washington.
Teen poichè tale evento coinvolse e sconvolse gli 8 giovani amici che decideranno di riunirsi dopo un anno dall'accaduto.
Horror per gli elementi tipici, clichè della narrazione, certo non parliamo di ansia e angoscia come quella constata in un Silent Hill, bensì quell'atmosfera tipica dei Teen B movie costellati da Jump scare, talvolta funzionali, talvolta eccessivi, talvolta ficcati a caso.

Dai Supermassive Games non bisogna pretendere oltre di quanto fornito, per tutti coloro che decideranno di provarlo dovrebbero avere una propensione, una passione sia per il genere di gioco sia per il tema trattato, il clichè narrativo non è da bocciare bensì da premiare in quanto Until Dawn riesce a simulare, esplica in maniera coerente, concreta tutto ciò che può rendere divertente e non emozionante, la visione di questo racconto, tra i più classici che ci possano essere, ma riuscendo anche a sorprendere, perchè no!?

Aspettarsi personaggi profondi, ipercaratterizzati o carismatici per quanto possa essere positivo in un prodotto che vuole raccontarti qualsiasi tipo di storia, non sarà mai e non è questo lo scopo che si prefigge Until Dawn, difatti trovo che uno dei massimi pregi sia proprio la recitazione degli attori scelti che impersonano gli 8 protagonisti, personalità sicuramente ben distinte l'una dalle altre, di cui non faticherete a cogliere i lati del loro carattere......dai quanti di voi avranno schifato Emily? ( l'ho vista la percentuale online asd )

In particolare cito l'attore Rami Malek <3 che con Joshua è stato bravissimo e credibile, Hayden Panettiere con Sam ,così come con Claire in Heroes, stereotipa eroina, Peter Stormare che con lo psichiatra è stato perfetto e Galadriel Stineman con la schietta e curiosa Ashley <3 è stata una rivelazione.

I personaggi nel contesto di Until Dawn funzionano, poi è chiaro che se inseriti in un Metal Gear Solid o in un Evangelion asd sono da cestinare tutti dal primo all'ultimo rotfl, naturalmente se giocate il titolo in italiano, tutto quello cui ho menzionato sarete voi stessi a prenderlo e cestinarlo, tra i peggiori doppiaggi che abbia mai udito, sconsigliato in italiano.

Until Dawn fa del suo sistema a scelte, il suddetto e solo per alcuni, discutibile effetto farfalla, il suo perno, ove parte di esse, specie nella prima metà di gioco, sono poco incisive andando a modificare più le relazioni interpersonali tra i personaggi, nella seconda parte invece bisognerà fare più attenzione in quanto gli 8 protagonisti sono più soggetti a lasciarci le penne nel più cruento dei modi asd.... vale anche per i quick time event che non risulteranno invasivi ma può bastare un errore -.- Non sarà facile farli sopravvivere tutti alla prima partita, difatti io ne avevo salvati 3/8, poi l'ho rigiocato per farli sopravvivere tutti e scoprire tutto mediante le altre azioni, tuttavia il finale non subisce chissà che tipo di variazioni, così come tutta la storia, insomma le scelte funzionano, ma non aspettatevi risvolti di trama eccessivi.

Lessi che diverse persone sono state un po deluse dall'elemento sovrannaturale che ha preso via via la trama, celato, ma evidente dall'inizio, mmm invece a me è garbata sisi poichè sono riusciti ad incanalare al suo interno 2 storie parallele ove in una prevale l'aspetto deviato psicologico, nell'altra figura una parte della mitologia dei Nativi Americani, nulla di epico, emozionate, sensazionale o originale, semplicemente un classico della letteratura e del cinema dell'orrore, purtroppo però devo essere d'accordo con chi ritiene lo sviluppo della seconda parte un po troppo sbrigativo e affrettato nella fase finale.

Ho apprezzato nel gioco l'inserimento di svariati collezionabili, che incidono molto nei dialoghi, quanto più un personaggio scoprirà qualcosa quanto più potrà essere usato in una conversazione rendendo il tutto quanto più realistico possibile, caso inverso i vari totem che sono sparsi e nascosti in giro che rivelano in base al colore una rapidissima premonizione che può verificarsi o meno, una future interessante, ma non sfruttata a dovere, l'unica cosa che può tornare utile che collezionando tutti i totem si avrà accesso a un filmato che consiglio di vedere.

Tecnicamente Until Dawn fa quasi faville, graficamente buono e questo è un pregio non da poco per un videogioco interattivo soprattutto dalla digitalizzazione alle animazioni dei personaggi, curate anche le ambientazioni, cali di frame rate e bug non pervenuti. Colonna sonora nulla di particolarmente eccelso fa il suo lavoro da contorno, bella la song nella intro.

C'è tanto lavoro dietro e i vari contenuti speciali che si sbloccano nel menù di volta in volta lo dimostrano, si insomma Until Dawn è un buon gioco da cui non bisogna pretendere troppo, vira principalmente verso un tipo di target di appassionati del genere e del tema, quindi non parliamo di veri e propri difetti quanto più di LIMITI... Until Dawn ha dei limiti cui bisogna prenderne atto fin dal principio, ma non trovo giusto penalizzarlo in assenza di un qualcosa che non necessita, lo scopo degli sviluppatori è stato raggiunto e dalla critica giustamente premiato, quanto a me avete capito che mi sono divertito asd anche se più lo si gioca e più ho notato che perdeva un po del suo classico fascino, come forse è anche giusto che sia.
( per ora 8.3 nell'indecisione tra 8 o 8.5)

8.3

Voto assegnato da Johnlocke07
Media utenti: 8.3 · Recensioni della critica: 8.1

Zazandre

Zazandre ha scritto una recensione su Until Dawn

Cover Until Dawn per PS4

Molto coinvolgente, iniziato e finito in giornata. Spoiler Bella la leggenda del wendingo, raccontata bene e fatta vivere ancora meglio. Forse però di troppo, dato che la trama sarebbe stata sicuramente più appassionante se si fosse trattato unicamente di Josh

Non ci sono interventi da mostrare.