Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

God Wars Future Past - recensione

Proprio ultimamente stavamo discutendo in redazione della mancanza di giochi di ruolo tattici come accadeva fino a dieci anni fa o anche più. Tra open world e sparatutto, ben pochi hanno fatto capolino nelle line-up dei vari publisher, salvo qualche mostro sacro come XCOM, gli indie di successo come Shadowrun e il prossimo Mario+Rabbids, più o meno lontani come impostazione alle colonne nipponiche del genere, che al solo citare Final Fantasy Tactics, Disgaea e il mai troppo sottovalutato Tactics Ogre, oggi ricordiamo versando un paio di lacrime.

Se avete ben presente i personaggi bidimensionali super deformed in combattimento su arene divise in quadrati perfetti, God Wars Future Past vi riporterà dritti in quell'ambiente dalla visuale isometrica. Anche se noi lo abbiamo giocato su PS4, il titolo nasce per PlayStation Vita, habitat decisamente più adatto al gioco in questione.

Tradizionale fino al midollo, God Wars Future Past è votato agli amanti delle tipiche storie giapponesi e propone il classico plot fatto di nobili, meno nobili e demoni che si scontrano in mistici intrecci nel pieno dell'era feudale del sol levante. Aspettatevi dunque fanciulle in kimono e guerrieri armati di cappello di paglia e lancia, più tutta la carrellata di poteri e creature magiche che da sempre contornano queste produzioni.

Continua la lettura su www.eurogamer.it

Eurogamer.it · RSS 28 giugno alle 17:10

Scrivi un tuo commento