Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

The Masked Warrior condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere The Masked Warrior, aggiungilo agli amici adesso.

The Masked Warrior

Sono settimane che mi chiedo se prendere o meno AC Origins, perchè leggendo alcuni pareri e vedendo alcuni gameplay l'interesse comincia piano piano a salire, ma alcuni dubbi permanevano...
Oggi peró mi arriva a sorpresa un pacco di Amazon, e recentemente non ho ordinato nulla, all'interno trovo un pacchetto regalo e un biglietto da parte dei miei per il mio compleanno (che è stato 4 giorni fa), e con mia sorpresa mi ritrovo proprio Origins!
Con questo regalo di compleanno in ritardo direi che la cosa è risolta alla radice ormai rotfl

The Masked Warrior

The Masked Warrior ha pubblicato delle immagini nell'album Dishonored riguardante Dishonored 2

The Masked Warrior

The Masked Warrior ha pubblicato un'immagine nell'album Fancazzismo

Meanwhile at Terracina...

FedeChief

Andando oltre al gameplay e al level design che sono superiori rispetto ai capitoli precedenti e sorvolando sulla mancanza di una vera boss fight finale, non ho digerito molto bene lo schieramento palese che questo gioco ha.

Non ho speso 50 euro per sentire un discorso su come usare l’espressione “avere la palle” come sinonimo di coraggio sia sessista perché si tira in ballo un organo maschile.
Non ho speso soldi per vedere scene esageratamente forzate in contesti che non richiedevano assolutamente quello che invece è passato su schermo.
Wolfenstein deve essere esagerato, violento e sopratutto ci deve essere un massacro gratuito di nazisti, ma qua si sfonda questa barriera e tante ottime situazioni si svalutano di colpo perché vogliono inserirci frasi o fatti che rimandano a quello che compiace i social justice warriors della rete.

Mi dispiace, ma schierare politicamente un gioco che non ha mai avuto questa facciata, non fa bene al prodotto.
Contestualizzare il tutto per rispecchiare delle idee attuali di una realtà circoscritta fa si che l’impatto che può avere si svaluti in breve tempo.
Basta che in un prossimo futuro cambi un valore, un qualcosa che attualmente esiste ed ecco che una buona parte di questo gioco e tutto l’intero finale perdono il loro senso.

Wolfenstein 2 è una critica fatta male ad un aspetto della società attuale, che vuole mantenere il suo stato di esagerato e grottesco che però cozza con l’intenzione di volersi schierare nella vita reale.

Peccato davvero, sopratutto dopo il bellissimo The Old Blood.
Non faccio una recensione perché le mie opinioni negative sulla narrativa andrebbero ingiustamente ad oscurare la bontà del level design e del gunplay di questo gioco e non riuscirei ad esprimere un voto che soddisfi me per primo.

Non ci sono interventi da mostrare.