Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Vagitarian condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Vagitarian, aggiungilo agli amici adesso.

Vagitarian
Cover Uncharted 4: Fine di un Ladro per PS4

Videogame spettacolare + Colossal cinematografico = Uncharted 4

I Naughty Dog si sono superati.
Il divario tra cinema e videogioco si è fatto ancor più labile e, per quanto mi riguarda, a livello di spettacolarità, Uncharted 4 si pone un gradino più avanti di qualunque blockbuster prodotto negli ultimi anni, rendendolo un'esperienza di come non se n'erano mai viste (e giocate) prima, miscelando i due "media" in un esplosivo mix in grado di appagare ogni senso.
L'esperienza mutuata con TLOU si percepisce sia dalla maturità con quale viene affrontato il concept, meno caciarone dei precedenti, ma soprattutto pad alla mano, migliorando notevolmente il feeling generale, oltre a fornire mappe di più ampio respiro rispetto ai corridoi dei precedenti (dimenticateli pure, qui siamo su un altro pianeta).
La cura riposta anche nei più piccoli particolari è impressionante.
Il comparto grafico è allucinante, mai visto nulla di simile. Dettagli, effetti luce, direzione artistica, profondità visiva... E' come trovarsi lì. Spesso infatti capiterà di fermarsi unicamente per ammirare quei panorami mozzafiato belli quanto quelli reali. E tutto migliora non appena si entra nel vivo dell'azione, tra inquadrature impossibili enfatizzati da una regia maestosa, mai superflue e sempre uniche, ragionate e spettacolari in un escalation di stupore, infusioni di adrenalina e suggestive camminate in molteplici paradisi naturali.
L'aumentata libertà di gioco permette più approcci e la migliorata gestione delle sparatorie e sequenza stealth (buone ma nulla di eccezionale) rende più immersivi e appaganti gli scontri, alternati a sequenze platform in maniera piuttosto equa che va però a limitare il senso stesso di avventura e libertà essendo altamente prevedibili, per quanto suggestive, problema che si presenta però solo alla seconda run, dove lo stupore iniziale viene (parzialmente) accantonato meditando a freddo sulla componente action, ancora preponderante, forse un pelino troppo, vista anche l'aumentata longevità, più corposa delle precedenti, tra ammiccamenti al passato e le riuscite fasi di guida che donano ampio respiro al tutto.
Non tutti i capitoli sono riusciti, alcuni troppo lunghi, altri un po' spenti, ma nel complesso l'avventura si rivela ugualmente appagante, grazie anche al piglio narrativo più serio e maturo, ma non aspettatevi momenti emotivamente provanti o indimenticabili alla TLOU.
In compenso Uncharted riesce ad essere sia il miglior videogame che il miglior film (interattivo) del genere attualmente sul mercato, da consigliare a occhi chiusi praticamente a chiunque, detrattori inclusi, affinché li aprano (gli occhi) e comprendano quanta magnificenza racchiude questo colossal, nuovo standard dell'action/adventure nonché metro di misura per i titoli che verranno.
Non me la sento di definirlo un Capolavoro poiché privo (o meglio, ne ha le caratteristiche ma non mostra i muscoli come in altri comparti) di alcuni elementi capaci di classificarlo come tale, ma Uncharted 4 è e rimarrà un mezzo capolavoro anche per le generazioni a venire. Fidatevi.

Vagitarian

Vagitarian ha scritto una recensione su DOOM

Cover DOOM per PS4

DOOM è tornato, pronto a far piazza pulita della concorrenza, spazzando via a suon di fucilate tutto ciò che gli si para davanti riducendolo in poltiglia.
Non c'è storia.
Tanti anni sono passati, ma alla fine il desiderio di tutti noi si è avverato. DOOM è di nuovo qui, vivo e vegeto, più sanguigno che mai.
Non ci sono molte parole da spendere. Ne bastano poche per riassumere il concetto di gioco e ancora meno per elogiarne la qualità.
DOOM è un'iniezione di adrenalina dritta nel cuore. Non appena sfiori il grilletto lo stantuffo viene premuto, liberando una scarica di energia interiore degna di una divinità.
E poi via, a macellare senza pietà tutto e tutti, senza porsi domande (non c'è tempo per pensare, è tutto troppo veloce), tra bordate di chitarre elettriche e secchiate di sangue in viso, in un escalation di violenza, divertimento, tentativi, affrontando con testardaggine ogni avversità senza mai lasciarsi scoraggiare. Non rientra nell'ottica di DOOM. Ogni cosa va affrontate e crivellata di proiettili. Questa è l'unica maniera per aprirsi un varco e raggiungere l'agognato traguardo.
Questo (e molto altro) è DOOM. Divertimento allo stato puro.
C'è davvero altro da aggiungere?

Vagitarian

Vagitarian ha scritto una recensione su The Deadly Tower of Monsters

Cover The Deadly Tower of Monsters per PS4

The Deadly Tower of Monsters è un divertente e divertito omaggio a un cinema che ormai non esiste più, fatto di idee bizzarre e strampalate, recitazione imbarazzante e effetti speciali di gommapiuma con qualche sequenza in stop-motion (se proprio si voleva strafare), dove l'approssimazione regnava sovrana ma nonostante tutto grazie a qualche folle intuizione, ma soprattutto alle folli locandine, più curate dell'intera produzione, che portavano gli spettatori a immaginare di trovarsi dinnanzi a chissà quale colossal, si riusciva ugualmente a salvare la "baracca" portandosi a casa un gruzzoletto sufficiente per girare un'altra pellicola e un numero sempre maggiore di appassionati, per nulla scoraggiati dalla povertà di mezzi e messa in scena, rendendo tali pellicole dei piccoli classici, tra lo stupore di produttori, registi e attori.
The Deadly Tower of Monsters è tutto questo, ma sottoforma di videogame, una sorta di avventura vecchio stile dove l'omaggio al Trash regna sovrano, tra citazioni e ammiccamenti a pellicole cult, il tutto grazie al geniale escamotage di presentarlo come un "commento del regista", portandoci a rivivere l'intera epopea del film, con tanto di succosi e esilaranti retroscena, guidati dalla voce narrante, vero traino della produzione, povera e minimale nel gameplay com'è giusto che sia, ma ugualmente divertente nonostante i limiti, che strapperà più di una risata invogliando il giocatore a recuperare alcune di queste pellicole e riscoprire un mondo ormai dimenticato ma che ha fatto scuola, generando proseliti (privi però del medesimo spirito) ancora oggi.

7

Voto assegnato da Vagitarian
Media utenti: 8.1 · Recensioni della critica: 7.8

Vagitarian

Vagitarian ha pubblicato un'immagine nell'album Collezione

Non ci sono interventi da mostrare.