Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Ubisoft Montreal e prodotto da Ubisoft, Assassin's Creed IV: Black Flag è un gioco d'azione e avventura uscito il 21 novembre 2013 per Wii U.

·

"Dopo le bruciature e le cadute tecniche, subite con AC:Revelations e ACIII, il mio approccio al gioco non è stato dei migliori, fortunatamente il titolo è risultato divertente come i primi capitoli, e mi ha piacevolmente sorpreso: Black Flag forse segna l'inizio di una risalita del brand degli Assassini, sebbene ormai la serie soffra dell'uscita a cadenza annuale.
Black Flag è sicuramente consigliato ai fan di lunga data, e a coloro che amano le ambientazioni piratesche: sebbene il basso livello di sfida potrebbe scoraggiare molti degli utenti, il titolo trae la propria forza proprio dal contesto in cui si svolgono le avventure di Edward, e dalle molteplici cose extra che si possono fare esplorando la vasta mappa di gioco." da mattsgames.it

8.9

Recensioni

7 utenti

Marcutyo

Assassin's Creed IV Black Flag Skull Edition Collector Wii U 12,90€ venduto da 3D Entertainment (affidabile) e spedito da Amazon

In alternativa 13,80€ venduta e spedita da Amazon

Giag

La flotta di Kenway nella sua semplicità è una ficata e mi ci sto facendo i grandi chiusini. Mi ricorda alla lontana le centinaia e centinaia di ore passate su Port Royale e Port Royale 2.

Sì ho già finito AC: BF su PC, quindi questa è la seconda partita, ma a causa di Uplay-culo l'ho scaricato aumma aumma e quindi, essendo una modalità online, non avevo mai provato la flotta di Kenway.

Giag

Giag ha pubblicato un'immagine nell'album Acquisti/Regali riguardante Assassin's Creed IV: Black Flag

Yarr

LuxMachina
Cover Assassin's Creed IV: Black Flag per Wii U

Dopo tanto tempo, sono tornato nel mondo di Assassin's Creed. Dopo il II fu la volta di Brotherhood, che divenne subito il mio preferito. Revelations fu duro da digerire, e non mi piacque molto. ACIII carino, ma mi aspettavo mooolto di più vista anche la campagna pubblicitaria di Ubisoft per il titolo. Sarà stato il 2012 l'ultimo anno in cui ho messo mano alla saga, per poi dichiararla come morta, per me.
Spinto dalla curiosità e dall'offerta in corso a GS, ho deciso di accaparrarmi il IV per WiiU e il risultato ha avuto un che di sorprendente.

-Trama e personaggi
PASSATO:
Partiamo dalla base: il setting storico. Ci troviamo nell'epoca d'oro della pirateria, e qui è tutta una questione di fascino che esercita sul giocatore. I pirati mi piacciono sì, ma ero molto X sull'ambientazione... finché non ho fatto qualche ora di navigazione e ho messo piede in città come L'Avana o tutte le isolette delle Indie Occidentali. Le sequenze filmate hanno aiutato molto a costruire davanti a me un'atmosfera spettacolare. Rum, oro, libertà... tutte cose che si combinano benissimo tra loro. Il feel del mare aperto mi ha conquistato subito, così come le personalità ad esso associate. Ci troviamo di fronte a una storia di proporzioni epiche, battaglie navali mozzafiato e personaggi carismatici e interessanti. Barbanera e James Kidd sono stati i miei preferiti insieme, ovviamente, al nostro protagonista. Edward Kenway è un pirata, se ne sbatte il cazzo di tutto ciò che riguarda Assassini e Templari. Vuole riempirsi le tasche, vivere da re, e va dove lo porta l'oro, oltre che il vento. Una personalità, però, dalle tante sfaccettature, uno sviluppo psicologico incredibile durante l'avventura. Edward è innegabile che ne abbia passate tante, di brutte. Ma non per sfortuna: durante tutta la storia possiamo notare come sia egli stesso la causa dei suoi stessi mali. Il suo carattere, le sue ambizioni, il suo stile, il suo agire senza curarsi delle vite e opinioni altrui, tutto per raggiungere i suoi sogni. Ed è proprio questo che lo rende un personaggio incredibile e tranquillamente il mio Assassino preferito della saga... proprio perché non diventa un Assassino FINO ALLA FINE.
Dico io, e allora? Si trova immischiato negli affari di entrambe le fazioni, si traduce in realtà in un punto di vista decisamente più interessante che vedere tutti i Templari come merda e tutti gli Assassini come eroi, sebbene credo che ci pensi Rogue a questo.
Qua vediamo un pov più neutrale, più esterno, più scazzato e, personalmente, molto più interessante.
"Ma un gioco con gli Assassini col protagonista che diventa tale solo alla fine che cazzata!!!!"
Beh, in Puella Magi Madoka Magica, un anime di ragazzine maghe, la protagonista diventa tale solo alla fine. Eppure è un buon prodotto. Quindi tacete che è meglio.
Abbiamo parlato molto del Capitano Kenway, ma non è di certo l'unico personaggio di nota. Ne avrete davanti di carisma, di epicità, in un gioco del genere, anche da parte degli antagonisti (sebbene Torres non mi sia piaciuto più di tanto, ho apprezzato molto di più Roberts e Rogers).
PRESENTE: Ero scettico sulla nuova ambientazione nel presente del gioco, all'inizio. Tuttavia, giocando ho trovato un che di intrigante nella faccenda dell'Abstergo Entertainment, e i momenti interessanti non sono mancati. Sottotono rispetto agli altri AC con Desmond, sicuro, ma comunque passabile.

-Gameplay
Qui c'è moolto da dire. Sebbene la base sia quella tipica degli Assassin's Creed, gli argomenti di discussione ci sono. Partiamo dalla terraferma. I combattimenti sono sicuramente più veloci e aggressivi rispetto agli AC precedenti, gli armamenti sono variegati e tornano tutti utili nelle giuste occasioni. Lo stile peculiare di Edward, due spade e quattro pistole, è reso benissimo in combattimento, uno stile veloce ma brutale e molto in catena, tra fendenti doppi e proiettili. Sebbene non sia davvero "difficile" (sono morto in battaglia praticamente solo due volte), è apprezzabile per quello che è. Le fasi stealth, con le zone di caccia del III in ballo sono pure buone, peccato che la bomba fumogena sia così OP da rendere ogni mappa chiudibile praticamente in pochi colpi, per fortuna che non ne ho abusato molto.
Le città sono molto grandi e costellate di forzieri, frammenti, testi di canzoni per la nostra ciurma e missioni secondarie anche su larga scala come la chain delle chiavi templari. Il problema di fondo che mi ha fatto dannare resta l'imprecisione del sistema in tutte le sue forme. Molte volte mi sono arrampicato dove non dovevo, ho fallito l'assassinio perché il gioco mi ha bersagliato un altro nemico che non era il mio, ogni tanto era difficile scendere dall'arrampicata... insomma, imprecisione generale che ha minato abbastanza il tutto, ma non eccessivamente.
L'altro difetto è la natura ripetitiva di molte missioni. Pedinare a destra e manca è stata la parte che ho apprezzato meno. Molte meccaniche sono state riproposte un po' troppo, ma si tirava avanti.
La parte in nave, al contrario, è spettacolare come poche cose, ed ero scettico a riguardo visto il sistema della nave nel III.
Qua è il cuore del gameplay, un mare aperto IMMENSO e navigabile, pieno di isolotti tutti diversi, città e forti, attività secondarie come l'arpionaggio, le immersioni...
Gli scontri in nave sono mozzafiato e adrenalinici, con un sonoro che fa la sua parte (ma di questo parleremo dopo), resi molto bene. Gli abbordaggi pure sono spettacolari da eseguire e convenienti, e meno male, il mio più grande desiderio da quando ho iniziato il gioco era la possibilità di poter abbordare i nemici xd
Abbiamo un gameplay vastissimo e pieno di possibilità, che non mi ha annoiato (quasi) mai.

-Grafica e tecnica
Andiamo, ditelo. "Eh ma tu giocavi su WiiU, che skifooo"
Sì, ho giocato su WiiU. E per quanto il comparto grafico non fosse pulitissimo, il gioco ha reso. Non mi ha lasciato deluso visto l'hardware della console, potevo aspettarmelo.
La resa tecnica come al solito è quella di AC: imprecisa, con qualche bug grafico ed errorini su cui si può tranquillamente passare sopra. Il più delle volte.

-Musica e doppiaggio
QUA VOLEVO ARRIVARE. QUA.
Ho ripetuto fino allo sfinimento quanto le battaglie siano stratosferiche... beh, buona parte dell'epicità la rende la colonna sonora DA URLO, azzeccatissima. Non ho intenzione di parlarne ancora, ve la lascio e basta. https://www.youtube.com/watch?v=JYVMnLUZ ..
Anche se, in gioco, rende diecimila volte meglio, anche perché troviamo abbinata al secondo punto della lista: il doppiaggio.
A rendere spettacolari gli scontri c'è anche il valido doppiaggio italiano. Distruggere una nave con Edward che grida "FUOCOOO!" con una traccia epica è... beh, epico come poche cose. Vi pervaderà la spettacolarità che è in grado di creare il gameplay (soprattutto navale) unito alle voci e alla musica. Anche fuori dalle navi, durante gli inseguimenti e le fughe non scherziamo.
Ma inseguire un nemico gridando "GABBIE, VELACCI, CONTROVELACCI!" non ha prezzo.

-Finale
Assassin's Creed IV è il ritorno in piena forza e in maniera un po' particolare di una saga da sempre intrigante.
La storia e lo sviluppo di Edward, resi BENISSIMO, mi hanno toccato il cuore e fatto riflettere molto. Tuttora ne sento la mancanza, e so per certo che quando giocherò Rogue, mi farà strano sentire la parola "capitano" su un altro personaggio che non sia Kenway. Mi farà strano governare quella nave, e soprattutto abbordare i nemici.
Perchè il vero pirata qui è Edward Kenway. E non lo posso sostituire.

simis1991

Non mi sono mai avvicinato alla saga di AC, ma devo dire che mi sta piacendo e non poco.. bellissima grafica, gameplay mica male.. sarà perchè è il primo vero AC che gioco? per me chi lo critica si è annoiato di vedere sempre le stesse meccaniche...ma da neofita posso solo dire che è molto soddisfacente..

Non ci sono interventi da mostrare.