Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Nintendo, Star Fox Zero è uno sparatutto in 3a persona uscito il 22 aprile 2016 per Wii U.

Star Fox Zero per Wii U è l'ultimo titolo della serie Star Fox. Fox, Falco, Peppy e Slippy si uniscono ancora una volta al team di mercenari della Star Fox.

In questo capitolo usi lo schermo della TV per pilotare la tua navicella, mentre ti servi della visuale dall'abitacolo sullo schermo del Wii U GamePad per abbattere i nemici. Avere due visuali diverse permette di mostrare liberamente più elementi sulla TV, rendendo le missioni a tutto campo un'esperienza elettrizzante con un feeling tutto nuovo.

Gli Arwing guidati da Fox e compagni possono ora trasformarsi in robot terrestri chiamati Walker. Potrai anche pilotare un nuovo veicolo simile a un drone, il Gyrowing, e un vecchio classico, il Landmaster, mentre procedi da un pianeta all'altro.

7.6

Recensioni

8 utenti

Altar

Altar ha scritto una recensione su Star Fox Zero

Cover Star Fox Zero per Wii U

Un grande ritorno !

Per chi come me ha seguito le avventure di Fox e soci da Starwing su SNES, questo è un vero e proprio colpo di cannone.
Platinum Games ha svolto un lavoro egregio, evolvendo la serie ma senza denaturare nulla. Il gioco è farcito di azione varia ed ottimi livelli... seppur qualcuno sia DECISAMENTE riciclato; inoltre la longevità e la rigiocabilità del tutto è molto elevata.
Le poche pecche risiedono nel sistema di controllo non propriamente immediato e nella mancanza di un livello subacqueo.... come in Lylat Wars; ma per il resto è divertente e garantisce un discreto livello di sfida. Uno Star Fox con tutte le carte in regola.

Altar

Altar ha pubblicato un'immagine nell'album Screenshots riguardante Star Fox Zero

" We're heading out..... All aircrafts reports"

Nigomonster

Nigomonster ha scritto una recensione su Star Fox Zero

Cover Star Fox Zero per Wii U

Star Fox Zero è, per molti versi, un titolo controverso. Nonostane abbia dietro lo sviluppo di uno dei team più talentuosi di sempre, Platinum Games, il gioco ha avuto infiniti problemi a trovare una sua audience, per via delle peculiari idee di gameplay e la forzata implementazione del gamepad. Ma questo significa che il gioco è da buttare ? Beh, dipende...

Star Fox Zero, come implica il nome, resetta la storia di Star Fox, riportandoci al centro della guerra per il controllo del sistema Lylat. Andross, un geniale primate che una volta lavorava per il pianeta Corneria, è impazzito e ha istituito il proprio esercito personale, prendendo il controllo del pianeta Venom e sferrando un attacco per ottenere il dominio della galassia. Fox McCloud, insieme al team Star Fox, composto da se stesso, il suo amico d'infanzia Slippy Toad, Falco Lombardi e il vecchio compagno del suo padre disperso in battaglia, Peppy Hare, dovranno affrontare un lungo viaggio verso il pianeta Venom per sventare i malvagi piani di Andross.

Il gioco si presenta come uno shooter a bordi di navette, che alterna sequenze su binari ad altre che permettono al giocatore di volare liberamente. Graficamente non è tra i migliori giochi per Wii U, anche per via dell'implementazione del Gamepad che forza la console a processare gli ambienti due volte nello stesso momento, il che significa una resa grafica più bassa di quanto il Wii U possa normalmente fare.

Questo non rende, almeno a mio parere, il gioco orribile, anzi, ci sono degli scorci veramente impressionanti, almeno a livello artistico, e la regia cinematografica delle battaglie, in parte compensa la mancanza di una resa grafica all'avanguardia. Visto che il gioco è sviluppato da Platinum Games, diciamo che la questione mi ricorda il primo Bayonetta, che mentre a livello puramente tecnico non era niente di impressionante, riusciva a difendersi grazie alla propria direzione artistica.

I boss in particolare sembrano essere un perfetto ibrido tra lo stile degli Star Fox più moderni e quello più semplice ed essenziale del titolo per Super Nintendo.

Ma ciò che ha completamente spaccato in due l'opinione pubblica è il gameplay che, come detto prima, fa un estensivo uso del gamepad. Mentre infatti sullo schermo principale l'azione sarà molto simile a quella di uno Star Fox tradizionale, sullo schermo del gamepad si avrà una visuale in prima persona dal punto di vista di Fox stesso. Tramite l'uso del giroscopio nel gamepad si potranno direzionare i colpi laser dell'Arwing anche senza muovere la navetta stessa.

La controversia nasce dal fatto che coordinarsi tra lo schermo del gamepad e quello del televisore non è per niente facile e, soprattutto nei primi momenti risulterà più che frustrante. Ma questo non significa che non si possa imparare ad usarli. In un certo senso mi sembra di essere tornato ai tempi del Wii in cui ci si lamentava che i controlli erano troppo complessi e poco intuitivi. E non fraintendetemi, lo sono!

Shigeru Miyamoto è un grande genio del game design, ma la sua ossessione di dover innovare a tutti costi a volte lo porta a forzare nei suoi giochi più recenti delle idee che rendono le cose più difficili anziché più divertenti.

Nonostante questo, però, una volta presa dimestichezza con i controlli, il gioco acquista una naturalezza che non credevo possibile e le battaglie, soprattutto nella seconda metà di gioco si faranno sempre più epiche ed intense, complici anche le battaglie contro mastodontici boss, la maggior parte dei quali offrirà una buona varietà di situazioni, grazie anche ad un gameplay che regala una regia molto cinematica alle battaglie, soprattutto nel caso delle sparatorie contro il Team Wolf, i rivali del team Star Fox, che si rivelano più agguerriti che mai.

La possibilità di trasformare l'Arwing in modalità bipede tra l'altro si rivelerà assolutamente utile persino nelle battaglie nello spazio aperto e, anzi, aggiungerà un dinamismo inaspettato alle battaglie, in cui si potranno sfruttare i vantaggi di entrambi le forme a proprio piacimento.

Un certo numero di livelli segreti e sfide aggiuntive regalano un pò più di rigiocabilità al titolo che altrimenti risulta abbastanza corto, ricordando un pò i primi titoli della serie.

La narrativa, seppur prevedibile è abbastanza godibile grazie all'atmosfera da cartone del sabato mattina ed una battaglia finale degna di questo nome. Difficile, piena di tensione ed epica al punto giusto...E inoltre quello che è. a mio parere, il miglior design di Andross fino ad oggi...Ma non voglio rovinare la sorpresa!

Inoltre la soundtrack, seppur non orecchiabile quanto altri esempi di casa Nintendo, dimostra funzionale per gli eventi su schermi e può vantare il miglior remix del team Star Wolf che abbia mai sentito.

Star Fox Zero non è per niente un gioco per tutti per via dei suoi controlli altamente controversi. Inutile nasconderlo, con questo gioco non ci saranno mezze misure...Finirete per odiarlo o amarlo per ragioni completamente diverse, il tutto dipende da quanto sarete disposti a prendere dimestichezza con i suoi controlli. Io l'ho apprezzato per quel che è, anche se consapevole dei suoi limiti. Di sicuro, io stesso spero che se avremo un seguito, potremo contare su dei controlli più tradizionali.

-------------------------------

Star Fox Zero is, for many reasons, a controversial title. despite having at its developement one of the most talented teams ever, Platinum Games, il gioco had endless problems to find its audience because of the peculiar gameplay ideas and the forced implementation of the gamepad. But does this mean that the game is bad ? Well, it depends...

Star Fox zero, as the name implies, resets the story of Star Fox, putting us back at the center of the Lylat system war. Andross, a brilliant ape who used to work for planet Corneria, went crazy and created his own army, taking control of planet Venom and launching a full-fledged attack to get the control of the galaxy. Fox Mc Cloud, together with the team Star Fox, formed by himself, his childhood friend Slippy Toad, Falco Lombardi and the old companion of his deceased father, Peppy Hare, will have to face a long journey to Venom to defeat Andross once for all.

The game presents itself as a shooter on board of spaceships that alternates on-rail sections with all-range ones. Graphics-wise it isn't among the most impressive Wii U games, especially for the implementation of the gamepad, which forces the console to render the game twice at the same time, which results in worse graphics than what the Wii U can normally do.

This doesn't make the game look horrible, at least in my opinion, there are quite a few impressive scenes to look at, at least art-wise and the cinematic direction of the battles, partly compensates the lack of a high-tech graphic look. Since the game is developed by Platinum, let's say that this reminds me of the first Bayonetta, which even if it wasn't anywhere impressive on a technical level, it stood up its ground thanks to its amazing art direction.

The bosses in particular seem to be a perfect hybrid of the style of most recent Star Fox games and the simpler and more essential one of the Super Nintendo title.

But what really split the public opinion in two was the gameplay that, as mentioned earlier, makes an extensive use of the gamepad. While on the TV screen the action will be more similar to the traditional Star Fox titles, the gamepad screen will offer a first-person visual from the point of view of the cockpit of the Arwing. Through the use of the gyroscope you'll be able to aim laser blasts even without moving the ship.

The controversy originates from the fact that coordinating between the gamepad and the tv screen isn't easy at all and, especially in its first moments, it'll result really frustrating. But this doesn't mean that you can't learn to use them. In a certain way I feel like I went back to the times of the Wii, when people lamented that controls were too complex and not intuitive at all...And don't get me wrong, they are!

Shigeru Miyamoto is a great genius of game design, but his obsession to always revolutionize things at all costs sometimes makes him, especially in most recent games, force game ideas that make things more difficult rather than more fun.

Despite this though, once the controls are mastered, the game earns an intuitivity that I didn't think would be possible and the battles, especially in the second half of the game will get more and more epic and intense, also thanks to the fights against huge bosses, most of which will offer a good variety of situations through a gameplay that will give us a very cinematic direction, especially in the fights against Team Wolf, the rivals of Star Fox, who came back more vicious than ever in this title.

The possibility to change the Arwing in bipedal mode will also result as surprisingly useful, even in space battles, adding an unexpected dynamic to the fights, in which you'll be able to use the pros of each form as you like.

A certain number of secret levels and additional challenges will give a bit of replayability to the title, which otherwise will result pretty short, reminding of earlier titles of the series.

The narrative, while predictable, is enjoyable thanks to the saturday morning cartoon-like atmosphere and a final battle worth of this name. hard, action-packed and epic...And also featuring what is, for me, the best Andross design ever...But I won't ruin the surprise!

The soundtrack, while not as catchy as some other Nintendo offerings, is functional for the events on screen and can boast the best remix of Star Wolf's theme I've ever heard.

Star Fox Zero is not a game for everyone, not at all, due to its highly controversial controls...it's useless to hide it, you'll either love or hate this game for completely different reasons, everything depends by how willing you are to master the unintuitive controls. I appreciated it for what it is myself, while aware of its limits. For sure, even I hope that, if we ever get a sequel, Nintendo will go for more traditional controls.

8

Voto assegnato da Nigomonster
Media utenti: 7.6 · Recensioni della critica: 7.7

Non ci sono interventi da mostrare.