Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Tri-Crescendo e prodotto da Rising Star Games, Fragile Dreams: Farewell Ruins Of The Moon è un gioco d'avventura uscito il 16 marzo 2010 per Wii · Pegi 7+

"Dopo aver rischiato, per opinabili scelte di mercato, di restare confinato al solo Giappone, Fragile Dreams: Farewell Ruins of the Moon è arrivato finalmente anche in Europa. "Finalmente" perchè nonostante sia un titolo che a livello ludico in fin dei conti non offra niente di particolarmente originale o elaborato, trae la sua forza da un'atmosfera davvero suggestiva e da un impianto narrativo avvicentente, che catturerà ed emozionerà il giocatore fino ai titoli di coda." da GameSurf

8.5

Recensioni

11 utenti

Viv Cousland
Cover Fragile Dreams: Farewell Ruins Of The Moon per Wii

Link ai post formattati al meglio!

• Prime impressioni: http://pickaquest.blogfree.net/?t=525912 ..
• Valutazione finale: http://pickaquest.blogfree.net/?t=525912 ..

7.6

Voto assegnato da Viv Cousland
Media utenti: 8.5 · Recensioni della critica: 7.5

TheBrown98

trovare sto gioco è un po come trovare un post serio su ludomedia

Pazzo

Pazzo ha pubblicato un video riguardante Fragile Dreams: Farewell Ruins Of The Moon per Wii

"Fragile Feels"
... Madonna... Cosa ho finito...
Un altro di quei giochi impossibili da valutare come si deve. Non si può dare un voto ad una cosa del genere e, in questo momento, non saprei nemmeno che parole spendere per quest'opera...
Sarò banale nel dire cose come "non è solo un videogioco, è una vera ed emozionante esperienza di vita", o "uno degli esempi di videogioco in cui il punto focale non è il puro gameplay" ecc... ma, beh... lo è.
Ci voleva proprio un'altra avventura "straziante", soprattutto dopo quel Silent Hill Shattered Memories giocato in questa stessa console... cosa mi sta offrendo questa Wii, mamma mia... mi sta uccidendo nell'animo proprio...
Quindi... che dire di altro se non: è solo bello.
E solo le musiche dovrebbero farlo capire... che al solo sentirle portano feels assurdi.
Sono estasiato...
Vado a riprendermi...

[Wii] Fragile Dreams: Credits

WARNING: WILL CONTAIN FULL SPOILERS! Well, that concludes this game. It was, quite frankly a great experience. I am truly grateful to actually having..

undead73

undead73 ha pubblicato un'immagine nell'album SHOP riguardante Fragile Dreams: Farewell Ruins Of The Moon

10 euro nuovo da Gamestop. Notare che invece l'usato dello stesso gioco lo vendono 30 euro fermosi strana politica del GS asd

Pazzo

SPOILAH
...
...
...
...
...
...
...
Era un fottuto robottino/radio
era
un
FOTTUTISSIMO
RO-BOT

PERCHE' CRISTO PIANGI E LO SOTTERRI SETO???
...
E PERCHE' CRISTO PIANGO ANCHE IO???

Gilly
Cover Fragile Dreams: Farewell Ruins Of The Moon per Wii

Avete presente quando un videogioco è sinonimo di arte? E' il caso di Fragile Dreams. Quando credi di essere l'unico sopravvissuto, solo, senza un apparente motivo, cercando spiegazioni senza mollare, perché sai che in un mondo decaduto esiste ancora qualcosa o qualcuno per cui lottare, allora è proprio quello che riesce a dare la forza per andare avanti. Che senso avrebbe lasciarsi andare e non poter condividere le esperienze più comuni e semplici con nessuno, come un paesaggio al tramonto? Questa rappresenta una delle domande che si pone spesso il protagonista, con cui, senza rendersene conto, riesce a darsi una spinta per continuare. Non importa le difficoltà che accompagneranno il lungo viaggio, anche una verità sottile può dare la forza per proseguire. Questa è la storia di Seto. Un ragazzino dalle caratteristiche contrastanti, fragile e con una grande forza d'animo, un comune ragazzino, non è agile, non è forzuto, non ha apparentemente nessuna caratteristica da eroe. Eppure è un personaggio che sa esprimere tanto al giocatore, il quale risulterà essere sempre più calato nella parte del protagonista e nella storia generale. Sembra di essere avvolti continuamente in una storia fantastica, con continui colpi di scena, pura poesia (dalla storia alle musiche che accompagnano varie parti del gioco), ogni situazione meriterebbe di essere approfondita e scoperta poiché spesso durante le nostre ricerche ci ritroveremo degli oggetti come indumenti, tazze e altri oggetti che racconteranno le speranze, i sogni, i rimorsi e le storie - spesso toccanti - di molti che non avrebbero voluto abbandonare questo mondo. Ciò spesso induce a girovagare la vasta area di gioco, alla ricerca di tutti gli oggetti secondari, oggetti essenziali per la sopravvivenza o magari notizie riguardanti il mondo del gioco. Durante le sessioni di gioco, inoltre, si faranno dei simpatici incontri con alcuni gatti che si scopriranno essere essenziali per proseguire e con i quali si potrà anche interagire. E' presente la componente horror, e potrebbe essere definito ancora più horror di molti giochi recenti, solo per il fatto di ritrovarsi spesso in aree totalmente buie che potranno essere illuminate con una torcia, spazi stretti e angusti, spesso la difficoltà sarà anche affrontare parecchi nemici in spazi così piccoli. O evitarli. Infatti potrebbe capitare di avere più ansia nel non sentire rumori o non veder comparire niente, in lunghi corridoi bui, che per i nemici stessi. Quindi sì, è presente una minima componente horror e quasi di sopravvivenza, anche se, cercando di procedere in modo equilibrato non sorgono problemi di scorte riguardanti l'equipaggiamento. Tuttavia, c'è un continuo cambiamento di ambientazioni, dalle più cupe a quelle più colorate e dagli splendidi paesaggi e giochi di colori come negli spazi aperti. Si possono ritrovare delle parti riprese da un qualunque rpg, dunque, dall'equipaggiamento all'avanzamento di livello, ma allo stesso tempo è ben lontano dal poter assumere tale definizione. Ciò che da i primi istanti di gioco mi ha ricordato, è sicuramente un altro gioco, Rules of Rose, dal personaggio molto lento, dal gameplay a quel pizzico di horror. I mostri, le situazioni, le ambientazioni, sono delle più varie, ed è sempre una gioia per gli occhi e per il gameplay mai noioso. In ogni caso quello che ho detestato sono i comandi assegnati, davvero quasi ingestibili certe volte per un personaggio che alla fin fine (e va bene così) non ha nessuna capacità particolare e quindi è parecchio lento nel correre e nel camminare così da evitare gli attacchi. Quindi la scelta della combinazione tra wiimote che funge da telecamera e mira allo stesso tempo e il nunchuk, non è stata delle migliori.

Non ci sono interventi da mostrare.