Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Visceral Games e prodotto da Electronic Arts, Dead Space è un gioco d'azione e avventura uscito il 24 ottobre 2008 per Xbox 360 · Pegi 18+

·

"Dead Space è un ottimo gioco, potremmo dire quasi un capolavoro. Purtroppo un'eccessiva dose di backtracking penalizza il voto finale che, nonostante sia alto, poteva esserlo ancora di più. Il titolo EA è ufficialmente la sorpresa di quest'autunno 2008, un periodo in cui tra molti titoli importanti è difficile ritagliarsi un ruolo degno di nota. Dead Space lo fa egregiamente, grazie alla sua atmosfera da brividi, un gameplay variegato, un ottimo comparto tecnico e una storia molto interessante. Il nostro consiglio è quello di non lasciarvelo scappare, non ne resterete delusi." da spaziogames.it

8.8

Recensioni

41 utenti

loci the stray

loci the stray ha scritto una recensione su Dead Space

Cover Dead Space per Xbox 360

Dead space è un horror tps ambientato nello spazio, ovviamente la ripresa del tema di alien è forte, ma nessun gioco aveva ancora portato a questo livello la tipologia, neanche i giochi su alien fino ad allora usciti, dead space ha il merito di sfruttare nel migliore dei modi quell'atmosfera: sei tu, da solo, nello spazio, o meglio, davvero solo non lo sei, ma ciò non ti da gran conforto, forse avresti preferito starci da solo! È buio e a larghe sale si alternano stretti corridoi dove poco puoi fare in presenza di alieni: o spari o spari! Il gioco funziona davvero bene grazie all'atmosfera che crea e saprà tener incollato per quella 15ina di ore che dura.

8.5

Voto assegnato da loci the stray
Media utenti: 8.8 · Recensioni della critica: 8.6

Multiplayer.it · RSS

L'horror Perception, sviluppato da autori di Dead Space e BioShock, arriva anche su PlayStation 4

Perception: un horror "sonoro" in arrivo anche su PlayStation 4. Forse non lo ricordate ma di Perception si era parlato già un paio di anni fa: all'epoca il progetto si trovava su Kickstarter e aveva .. · Leggi tutto l'articolo

MarkShelter

MarkShelter ha pubblicato un'immagine nell'album Collezioni riguardante Dead Space

Gabe Logan

Gabe Logan ha scritto una recensione su Dead Space

Cover Dead Space per Xbox 360

Grazie al Games With Gold e grazie alla retro -compatibilità di One, ho deciso finalmente di recuperare e di avere il coraggio di iniziare il primo capitolo di Dead Space. Non sono un grandissimo amante del genere horror, infatti per questa prima run ho voluto giocarlo a difficoltà Facile. Questo per evitare subito i mostri e riuscire ad esplorare con tutta "tranquillità" le varie zone per raccogliere i collezionabili come gli Audio, i Text e così via.. Ho trovato la trama abbastanza convincente anche se di "gia visto", il gameplay bello frenetico e atmosfera incredibile. Gli effetti di luce, i suoni qualcosa da cardiopalma. Bella la componente Action/Fantascienza, un connubio davvero riuscito bene. Per quanto riguarda invece il potenziamento delle armi, dei rig, non mi ha entusiasmato la mappa e poi alla prima run pochi nodi e sono assolutamente andato alla ricerca di oggetti e collezionabili anche perché sono riuscito a prendere l'obbiettivo dei 75 documenti recuperati. Il finale non mi ha sorpreso più di tanto anche perché avevo iniziato a giocare il 2 su PS3 col Plus (..quando allora davano titoli interessanti...) ma l'avrei immaginato, dopo tutto per tutto il gioco la ragazza non si vede. Sono assolutamente curioso di re-iniziare il 2 visto che non sono riuscito mai a completarlo e poi continuare col 3 anche se, da quanto mi hanno detto è molto più sull'action. Questa prima run mi è durata 10.48.23 un ottima durata, contate che l'ho giocato a facile e con l'ansia, sopratutto con l'ansia! E con questa recensione è tutto.
Rendici di nuovo uno!

Eurogamer.it · RSS

Dead Space si aggiunge alla lista dei titoli retrocompatibili con Xbox One

La lista dei titoli retrocompatibili con Xbox One si arricchisce di un nuovo, terrificante titolo. Con un tweet sul proprio profilo, Major Nelson ha annunciato la disponibilità su Xbox One del primo .. · Leggi tutto l'articolo

Xbox One Center

Xbox One Center ha pubblicato un link riguardante Dead Space per Xbox 360

palkia34

palkia34 ha scritto una recensione su Dead Space

Cover Dead Space per Xbox 360

Qual'è la formula per un survival horror capace di sorprendere?
Un'atmosfera capace di mettere soggezione, ansia o paura di essere costantemente braccati tramite sia visioni che ascolti tremendi, la necessità di non sprecare le risorse che si trovano e nemici pericolosi e tremendi, che solo a guardarli esclami "OH CA**O!" (chi di voi non diceva questo quando in RE si trovava davanti un Hunter?).
Ecco, questo è il riassunto quasi perfetto dell'opera dello studio che divenne in seguito Visceral Games.
Dead Space è il videogioco che più si avvicina a riproporre le atmosfere e il terrore del capolavoro di Ridley Scott, Alien: Corridoi claustrofobici apparentemente tranquilli, appunto "apparentemente", mostri furbi che cercano anche di accopparti silenziosamente da dietro, il comparto sonoro e l'illuminazione che mettono continuamente soggezione allarmando il giocatore sia per prenderlo in giro che per fare sul serio. A tutto questo aggiungeteci un comparto tecnico che a quei tempi era da sballo totale, un tasso di violenza quasi rivoltante e visioni disturbanti di ogni tipo tra scritte col sangue, gente impazzita che si suicida e ovviamente I NECROMORFI.
In tutta la vita mai mi era capitato di ritrovarmi davanti uno schifo del genere (al massimo, forse, nei più terrificanti capitoli di Silent hill), i necromorfi sono i mostri più ripugnanti della scorsa generazione, capaci di far star male i più deboli solo a guardarli, già perché la vista non è il solo problema, le loro urla fanno accaponare la pelle (ma mai quanto i dannati stalker del 2, quelli non li batte nessuno).
Non ci si preoccupa solo perché sono orribili da vedere, i bastardi sono anche duri a morire , a difficoltà più alte esigono un sacco di piombo per crepare (soprattutto quelli più "avanzati" ), inoltre per eliminarli dovrete staccargli gli arti, quindi se in Silent hill e Resident Evil ve la siete spassata con gli spari automatici o semplicemente sparare in una direzione, adesso non dovete più, la precisione non è un'opzione, perché se non colpirete bene i nemici, questi vi faranno a pezzi e non ci metteranno certo un'eternità per venirvi addosso! Le tipologie sono tante e ben distribuite, in questo modo non avvertirete un fastidioso senso di ripetitività e soprattutto raramente avrete l'idea che l'azione stia prendendo il sopravvento sull'horror, anche perché contribuisce qualche puzzle piazzato per spezzare il ritmo.
La narrazione non sarà ricordata per l'originalità (perché alla fine molti colpi di scena sono prevedibili) o per personaggi carismatici (Isaac infatti è muto), ma il background della nave è scritto dannatamente bene, quello del motivo per cui è accaduta la disgrazia e della setta e essa legato è invece ispirato e stracarico di spunti.
Sulla longevità poco da dire, 12 ore, un buon numero per il genere, la rigiocabilità è alta, anche se chi non apprezza il concept difficilmente lo riprenderà in mano.
Se non vedete il 9 come voto è legato ad un difetto molto rompiscatole, il backtracking, un pò se dosato bene può piacere, ma il problema è che quasi ogni livello ne è pieno e questo può generare ripetitività nell'esplorazione e anche noia, perché non c'è un sistema di generazione procedurale dei nemici, quindi le aree già percorse potrebbero non riempirsi di nuovo.
In ogni caso un giocone di cui andare fieri, di questo potete starne certi.

Non ci sono interventi da mostrare.