Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da Bungie e prodotto da Microsoft Game Studios, Halo 3: ODST è uno sparatutto in 1a persona uscito il 22 settembre 2009 per Xbox 360.

"Halo 3: ODST è un cazzotto in faccia a quanto gli amanti della serie hanno imparato ad adorare, e nel contempo a tutto quanto li ha resi tali: le atmosfere noir di New Mombasa si prestano bene come base a una netta evoluzione narrativa e a qualche variante nel design dei livelli, pur mantenendo inalterata la giocabilià, come sempre ai vertici del genere. Sebbene non manchino alcune piccole sbavature l'offerta è quindi ghiotta, fregiandosi di un comparto multiplayer pensato per tutti, grazie alla modalità Firefight, e comprensivo di tutto quanto espresso in ambito competitivo dalla serie su Xbox 360. Non farà cambiare idea ai detrattori, ma gli appassionati, che sono ben di più, lo adoreranno." da multiplayer

7.7

Recensioni

35 utenti

Paul Joestar

Paul Joestar ha scritto una recensione su Halo 3: ODST

Cover Halo 3: ODST per Xbox 360

Occasione sprecata?

Espansione stand alone di Halo 3, ODST tenta un approccio differente rispetto alle campagne dei suoi predecessori.
Ambientato tra il secondo ed il terzo capitolo della saga, questa volta non comanderemo Chief o l'Arbiter, bensì combattenti appartenenti agli ODST, uomini scelti, duramente addestrati e pronti ad entrare in azione come ultima difesa della Terra.
Muovendoci in un hub centrale (la città di New Mombasa) dopo l'avvenimento iniziale, dovremo andare a caccia di indizi per ritrovare i nostri compagni perduti. Ogni indizio porta a dei flashback, che ci permetteranno di impersonare i membri dell'unità e comprendere ciò che hanno dovuto passare.
Graficamente parlando, il gioco si porta dietro tutti i difetti di Halo 3, non aspettatevi quindi un dettaglio tecnico di prim'ordine, anzi...
Eccellente invece la resa di New Mombasa, più che altro per l'atmosfera generale e le luci negli ambienti notturni.
Passando al gameplay, notiamo senza dubbio un buon level design, che ci permetterà più volte di trovare vie nascoste con le quali evitare combattimenti o iniziarli in punti favorevoli. Per il resto, abbiamo lo stesso shooting di Halo 3, ma senza la possibilità di impugnare 2 armi e con salti e colpi fisici ridotti, segno distintivo del fatto che un ODST è pur sempre un normale essere umano.
Sfortunatamente non ho granchè di buono da dire su storia e personaggi, ok che ambientazione e momento non permettessero chissà che sviluppi (anche se l'ultima sezione è importante), ma nessuno spicca davvero... Carina invece la storia che ascolterete mediante le registrazioni, cercate di trovarle tutte.
Altalenanti le sezioni di gameplay. Ce ne sono alcune davvero molto scenografiche e divertenti, altre invece si affrontano sperando nel flashback successivo.
Plauso come sempre per la soundtrack, anche in questa espansione non delude e regala ottimi brani.
Insomma, Halo 3 ODST è un buon dlc, ma con troppi alti e bassi che a tratti minano il divertimento. Resta comunque un acquisto più che consigliato per il prezzo (5€) al quale viene venduto. Non è un Halo al livello dei predecessori, ma vi divertirete comunque

7.5

Voto assegnato da Paul Joestar
Media utenti: 7.7 · Recensioni della critica: 8.4

Romanthekid

Romanthekid ha scritto una recensione su Halo 3: ODST

Cover Halo 3: ODST per Xbox 360

Welcome in the ODST!

Annunciato come Halo 3: Recon, quello che doveva essere un DLC o espansione che dir si voglia di Halo 3 si è rivelato un titolo molto interessante, che ho giocato con piacere per ben due volte (la seconda nel remaster uscito per i possessori della Halo: Mster Chief Collection).

Questo capitolo si pone tra gli avvenimenti di Halo 2 e Halo 3 e vede una squadra di ODST (forza d'elite della UNSC) impegnata in uan missione di recupero in una New Mombasa sotto il controllo delle forze covenant. A differenza degli altri capitolo stavolta non vestiremo i panni di uno Spartan, ma di un ODST che, nonostante il severissimo addestramento, rimane un essere umano in tutto per tutto. Questo implica che dobbiamo scordarci salt di 5 metri da terra e una resistenza sovraumana. Inoltre i medikit acquisiscono una notevole importanza per la rigenerazione della vita, un po' come accadeva nel primo capitolo.

A livello di gameplay cambia molto poco. L'idea di essere un ODST è buona, ma a parte una salute e una forza più bassa il feeling rimane quello degli altri Halo. La struttura ci vede girovagare inj un HUB centrale composto dalla città di New Mombasa alla ricerca dei nostri compagni di squadra. La narrativa si basa molto sui flashback che sono le vere e proprie missioni di gioco. Come sempre la possibilità di giocarlo con tre amici è sempre gradita e aumenta il divertimento di tutta la campagna.

Il motore di gioco è quello di Halo 3, quindi non molto all'avanguardia per il suo periodo d'uscita. Tuttavia a livello stilistico il gioco si difende benissimo, e l'hub notturno di New Mombasa aiuta molto a coprire le magagne tecniche, che però spuntano nei livelli diurni, specialmente per quanto riguarda le animazioni dei personaggi.

Un ottimo spin off/DLC/Espansione o come lo volete chiamare. Di sicuro è un tassello obbligatorio per ogni fan di Halo che si avvicina alla serie principale.

8

Voto assegnato da Romanthekid
Media utenti: 7.7 · Recensioni della critica: 8.4

Non ci sono interventi da mostrare.