Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Naruto: Rise of a Ninja

Sviluppato da Ubisoft Montreal e prodotto da Ubisoft, Naruto: Rise of a Ninja è un gioco d'azione e avventura uscito il 31 ottobre 2007 per Xbox 360 · Pegi 12+

"Naruto: Rise of a Ninja è un prodotto bello da vedere, meno da giocare. Il gioco non è esente da alcuni importanti difetti che lo rendono ripetitivo, sebbene vanti un gameplay comunque abbastanza intuitivo. Ubisoft ha fatto comunque un buon lavoro, e si distingue per non aver trasformato un brand commerciale in un blasonato lavoro del momento di poca qualità. Si segnalano contenuti scaricabili dal market place come le voci originali giapponesi e demo che permettono di utilizzare altri personaggi di Naruto.Tutti i fan non avranno problemi a trascorrere del tempo divertendosi in maniera sincera davanti allo schermo, mentre gli altri ci pensino prima di affrontare il prezzo pieno, perchè potrebbe piacervi di più l'anime." da GameSource.it

7.2

Recensioni

14 utenti

Lagomorph

Lagomorph ha scritto una recensione su Naruto: Rise of a Ninja

Cover Naruto: Rise of a Ninja per Xbox 360

Narubisoft

Questo gioco mi ha sorpreso perfino prima di iniziare a giocarci, proprio perché è un gioco di Naruto uscito in esclusiva su una console non giapponese e sviluppato da...Ubisoft Montreal?
Ed essendo uscito con un bell'annetto di anticipo rispetto al primo Ultimate Ninja Storm, rappresenta anche il debutto del ninja arancione nel mondo dell'alta definizione(videoludicamente parlando, ovviamente).
E il risultato com'è? Vediamo:

Partiamo dal fatto che, pur essendo comunque un picchiaduro, possiamo considerare Rise of a Ninja anche un adventure game.
Questo perché nella modalità storia possiamo esplorare liberamente Konoha e svolgere diverse mansioni ben contraddistinte.
Innanzitutto, le missioni principali, che ci faranno procedere nella storia, poi quelle secondarie, che nella maggior parte dei casi chiedono solamente di andare a recuperare un oggetto in un determinato luogo affrontando qualche combattimento sulla strada per arrivarci.
Poi vi sono i nascondini di Konohamaru, le gare di velocità e le consegne del ramen, che richiederanno un'ottima conoscenza del villaggio della foglia per essere completate ai livelli più difficili.

E ricolleghiamoci quindi alla realizzazione della mappa: Konoha è ottimamente ricostruita ed è resa in modo tale da essere facilmente conoscibile a grandi linee ma molto più complicata da analizzare nei suoi punti più nascosti ed intricati. Geograficamente parlando, si estende sia orizzontalmente che verticalmente, e tramite la concentrazione del chakra potremo anche camminare su pareti e corsi d'acqua, aumentando esponenzialmente le possibilità offerte dall'esplorazione. Le poche aree esterne dal villaggio sono un po' più discontinue, ve ne sono di buone ma anche di più mediocri(come il paese delle onde).
Ciò in cui Rise of a Ninja riesce peggio è proprio la parte picchiaduro, abbastanza divertente ma legnosetta e con qualche problema concettuale. Innanzitutto, l'uso di qualsivoglia tecnica è reso fin troppo difficile visto che per iniziarne una dovremo stare fermi, eseguire i sigilli ed aspettare il caricarsi del chakra, e visto che i nostri nemici potranno interrompere la sequenza anche da lontano lanciando un kunai, gli unici intervalli in grado di farcene usufruire saranno quelli dopo la riuscita di una full combo con colpo spezzaguardia finale che manderanno i nemici al tappeto, ed iniziando subito il casting del jutsu potremo sfruttare i secondi che impiega l'avversario a rialzarsi. E considerate che i nemici più forti sfrutteranno adeguatamente parate, schivate e sostituzioni, quindi riuscire a far entrare un'intera combo sarà parecchio difficile.
E questo solo per dare il via alla tecnica, perché dopo di ciò ci sarà un minigioco(diverso per ogni mossa) che se falliremo ne annullerà l'attivazione, ad esempio nella tecnica della moltiplicazione si deve riuscire a premere i tasti che compaiono(tipo QTE) prima dell'avversario, che però nel caso del computer bara palesemente ed ha tempi di reazione disumani, quindi vi toccherà memorizzare i punti in cui si deve cliccare ed iniziare a premere in anticipo. rotfl
Le altre poche tinte che caratterizzano il battle system sono composte dalla Rabbia, una modalità attivabile dopo aver riempito una barra che si carica prendendo colpi e che ci permette per un limitato lasso temporale di fare il doppio del danno senza subirne a nostra volta. Poi ci sono i Memoclip, delle "vite" che si ottengono dopo determinati eventi della storia e che ci fanno ritornare in vita dopo una sconfitta, ogni Memoclip ha una durata in secondi nella quale possiamo premere ripetutamente A per ricaricare più HP possibile.
Passando ai personaggi, seppur siano ben differenziati tra loro, sono solamente 11, un roster decisamente troppo risicato se consideriamo che gli Ultimate Ninja usciti anni prima su PS2 arrivavano anche a 50.

Stavolta la storia copre dall'inizio fino allo scontro con Gaara dopo la l'esame di selezione dei chunin, ripercorrendo anche alcune parti che in Ultimate Ninja Storm invece vengono saltate(tipo la saga del paese delle onde, una delle mie preferite. :( )
Purtroppo però, per la maggior parte le vicende vengono compresse e riassunte tramite un pezzentissimo e confusionaro montaggio delle scene dell'anime, che dubito che qualcuno che non conosca già le vicende raccontate possa comprendere anche solo in minima parte.
Considerando poi che l'anime di Naruto non era proprio il top della qualità e che gli intermezzi vengono anche riproposti in 4:3, il risultato è davvero deludente.

Ed ora, il punto meglio riuscito di tutta la produzione: il comparto tecnico e artistico.
Il villaggio della foglia è splendidamente ricostruito, ogni singola strada o edificio rientra perfettamente nei dogmi stilistici di Naruto ed i luoghi storici della serie come il palazzo dell'hokage o l'accademia ninja sono ottimamente riproposti ed integrati nel contesto. Inoltre la buona realizzazione in cel-shading è supportata da un ottimo sistema di illuminazione, che nei luoghi più alti offre scorci mozzafiato grazie alla lunga distanza visiva e all'applicazione dell' HDR.
Anche le texture sono nitide e le animazioni dinamiche e fluide, inoltre le tecniche sono ottimamente create così come le poche scene della trama realizzate col motore di gioco.
Le uniche pecche sono una povertà nella quantità dei modelli degli NPC, qualche sporadico bug(soprattutto clipping ed incastri) ed una telecamera che alle volte riesce a farsi davvero odiare.
La colonna sonora è un buon mix delle splendide tracce dell'anime e di altre create ad hoc per il gioco da Inon Zur, storico compositore con alle spalle lavori su nomi del calibro di Prince of Persia o Baldur's Gate, che benché non spicchino particolarmente, riescono comunque a catturare bene le sonorità tipiche del brand.
Il doppiaggio è fedele a quello non proprio spettacolare dell'adattamento americano del cartone, ma poteva andare decisamente peggio.

Altro grande difetto del gioco è la longevità, personalmente ho completato TUTTE le attività secondarie e raccolto una buona metà dei collezionabili ed ho comunque finito il gioco in una quindicina di ore. Andando sparati con la quest principale probabilmente ce ne vogliono meno della metà.
Perlomeno c'è il PvP sia online che in locale, quindi il problema viene meno. Una cosa che ho apprezzato moltissimo è la presenza di un mercante nel villaggio che con la valuta del gioco permette di comprare contenuti davvero interessanti come trailer, artwork, storyboard per lo studio delle tecniche ed anche i vari step dei processi di creazione di una delle cut-scene create col motore di gioco.

In conclusione, Naruto: Rise of a Ninja è un buon tie-in ed un gioco abbastanza divertente, ma che già sul medio-breve periodo comincia a diventare un po' ripetitivo. Mi sento comunque di complimentarmi con i ragazzi di Ubisoft per essere riusciti a cogliere e ricreare ottimamente lo spirito originale dell'opera, cosa non facile visto che stiamo pur sempre parlando di culture e mondi estremamente diversi.
E per questa recensione, ho voglia di reinserire i pro e contro, quindi:

PRO:
+ Stupenda realizzazione estetica e tecnica
+ Buon lavoro sulla colonna sonora
+ Ottimo lavoro nel riproposizione di Konoha
+ Discreto numero di attività secondarie...
+ Qualche contenuto extra interessante
+ C'è l'Online!

CONTRO:
- Battle system con diverse pecche
- Roster troppo spoglio
- Storia raccontata malissimo
- ...Ma con poca varietà
- Corto

7

Voto assegnato da Lagomorph
Media utenti: 7.2 · Recensioni della critica: 8

PlayStation Bit

Naruto Shippunden UNS 4 Road to Boruto: Storia rinnovata, una nuova Tecnica e la modalità Spettatore

Bandai Namco annuncia che il 3 febbraio i giocatori potranno provare una modalità Storia completamente rinnovata e interamente basata su BORUTO: Naruto the Movie, in cui ci saranno molte novità, tra a .. · Leggi tutto l'articolo

Non ci sono interventi da mostrare.