Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Cover Spec Ops: The Line

Sviluppato da Yager Development e prodotto da 2K Games, Spec Ops: The Line è uno sparatutto in 3a persona uscito il 29 giugno 2012 per Xbox 360 · Pegi 18+

·

Spec Ops: The Line è uno sparatutto bellico ambientato in un futuro prossimo nella città di Dubai. "Il parco giochi più elitario del mondo" è stato vittima di una serie di cataclismatiche tempeste di sabbia. Nel ruolo del Capitano Martin Walker, i giocatori viaggeranno attraverso bellissimi ed al tempo stesso tragici luoghi in questo avvincente sparatutto in terza persona pieno di indicibili situazioni. Spec Ops: The Line porterà una narrazione avvincente all'interno di uno sparatutto militare, mentre i giocatori lotteranno attraverso Dubai alla ricerca del Colonnello John Konrad e del suo battaglione disperso, il “Dannato 33esimo”.

8.4

Recensioni

23 utenti

Recensioni

8.4

Media dei voti
23 recensioni degli utenti

nick block

nick block ha scritto una recensione su Spec Ops: The Line

Cover Spec Ops: The Line per Xbox 360

E' davvero un gioco valido... lascia spazio a tematiche più profonde del mero spara spara al cattivone. Ci sono temi come l insubordinazione, i traumi dovuti alla vita militare, il giusto che si separa dal vero, la guerra e la sua sostanziale inutilità. Spec ops THE LINE e' un bel concentrato di ignoranza antipatriottica, uno spaccato in un mondo che noi videogiocatori di solito affrontiamo con l immersione e l'ingenuità di bambini viziati.
Il game play non è né da infamia ne' da lode... la disponibilità di arsenale non è da meno, e più di una volta le ambientazione, tutte tendenzialmente ariose e " vere" (ci troviamo a Dubai) lasciano spazio anche a un piccolo tatticismo con le 2 AI alleate, soldati ai quali impartire o meno semplici ordini.
I nemici sono tendenzialmente incostanti. A volte troppi, in posti troppo stretti. A volte invece si superano i chilometri in pochi secondi.... insomma qualche piccolo problema di bilanciamento, e anche il sistema di copertura, alla GEARS, fa un po acqua. Tecnicamente e' molto buono. Tutto questo però diventa presto secondario, a fronte di una trama che parte si' piano, ma che sviluppa e va ad aumentare la curiosità del giocatore fino allo sciogliersi della storia.
Una bella mattonata che non ha venduto quanto doveva. P.s. I trofei sono facili
Se non la vere preso ai tempi, ve lo consiglio. E' davvero particolare

8

Voto assegnato da nick block
Media utenti: 8.4 · Recensioni della critica: 7.4

Leonerd

Leonerd ha scritto una recensione su Spec Ops: The Line

Cover Spec Ops: The Line per Xbox 360

Curioso. Sto scrivendo questa recensione il 4 luglio. Curioso perché questo titolo è un asprissima critica ai valori militari e patriottici americani che proprio in data odierna vengono festeggiati nel paese a stelle e strisce.
Nonostante i problemi di gameplay, il gioco riesce infatti a mostrare la crudeltà che si cela dietro la guerra, fin troppe volte resa spettacolare nel mondo dell'intrattenimento (soprattutto quello videoludico).
La scene impressionanti ( non nel senso buono) sono davvero tante e sempre più struggenti.
Penso che la scena del fosforo bianco non la dimenticherò mai, per non parlare del finale.
Su un opera del genere eviterò di parlare di gameplay e grafica, ma voglio fare un piccolo plauso al doppiaggio italiano.
E infine, come perla finale, la storia del cecchino nella pagina iniziale: un storia nella storia davvero toccante, che con poche immagini mi ha colpito non poco.
Purtroppo Spec Ops: The Line non ha avuto il successo che meritava, rimanendo così in un angolo e restando fuori dagli occhi del grande pubblico. Un po' come la crudeltà della guerra nascosta da spettacolarità e finzione. Curioso.

Non ci sono interventi da mostrare.