Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato e prodotto da Bethesda Softworks, The Elder Scrolls V: Skyrim è un gioco di ruolo uscito l'11 novembre 2011 per Xbox 360 · Pegi 18+

·

Sono passati 200 anni dalla fine degli eventi narrati in The Elder Scrolls IV: Oblivion.
Vista la mancanza di un erede al trono l'impero sta soccombendo, perdendo territori a favore delle popolazioni Elfiche. Gli Spadaccini ormai sono sull'orlo dell'estinzione dato che senza un imperatore da proteggere non hanno scopo nella vita: molti sono morti, altri sono stati imprigionati, altri ancora uccisi.
Nella regione di Skyrim, la più a nord del Tamriel scoppia una guerra civile a seguito dell'assassinio del Re, tale guerra è l'ultimo degli eventi profetizzati negli Elder Scrolls.

9.1

Recensioni

102 utenti

Myggdrasil

Myggdrasil ha scritto una recensione su The Elder Scrolls V: Skyrim

Cover The Elder Scrolls V: Skyrim per Xbox 360

Mi piacerebbe riscrivere una recensione più accurata di questo gioco.
Non credo che Skyrim necessiti di alcuna presentazione. Stiamo parlando di uno dei titoli più popolari di sempre nella storia del medium. Tutti, bene o male, hanno dato un parere a riguardo. Cercherò di essere molto breve nello spiegarvi perché questo gioco mi piace molto e perché ogni tanto sento il bisogno di rigiocarci ancora oggi, a distanza di sei anni.
Credo che Skyrim sia un gioco narrativamente perfetto. Non perché abbia una trama emozionante o particolarmente originale, ma perché, per tutto il tempo, si ha l'impressione di essere al centro di un mondo vivo e pulsante, di essere per davvero i protagonisti di una seconda vita. Non ci sono cutscenes che interrompono l'azione, avremo sempre il controllo del nostro alter ego. Si gioca senza fine, si racconta una storia in una maniera possibile solo tramite il videogioco.
Ultimamente sono diventato un fanatico dell'essenzialità: se nel gameplay c'è una funzionalità inutile, per me diventa un errore.
In Skyrim (e negli Elder Scrolls in generale), però, sono proprio le azioni inutili a mozzare il fiato. Tipo sedersi su una sedia, o cucinare, o persino dormire.
La sensazione di poter interagire sempre con l'ambiente circostante, di poter fare di tutto, o quasi, è splendida. Il mondo di gioco è vasto, ma ha una sua coerenza geografica e, soprattutto, presenta degli npc dotati ognuno di una propria memoria personale nei nostri confronti.
Questo per me, in un gioco di ruolo occidentale, è importantissimo. Un po' mi dispiace che sia stata eliminata la ruota di dialogo presente in Oblivion che, per quanto realizzata abbastanza male, era comunque un quid in più per quanto riguarda l'immersione del giocatore nell'ambientazione di Tamriel.
Il sistema di sviluppo del personaggio è semplice e naturale, permette un buon livello di personalizzazione e presenta un sacco di abilità legate sia al combattimento corpo a corpo, che alla magia, che all'arte della persuasione e dell'oratoria.
Skyrim è un gioco di ruolo adatto a tutti, sia a chi non ne ha mai giocato ad uno, sia a chi invece ne ha giocati parecchi. Ha un'ambientazione straordinaria e un sacco di informazioni sulla storia del mondo in cui è ambientato. Teoricamente è un gioco infinito, ci sono un sacco di missioni secondarie, anche se un sacco non basterebbe a contenerle tutte.
Potrete giocare di ruolo, a più livelli di interpretazione. Volete essere dei ladri? Potete farlo. Imparare a tirare con l'arco e guadagnarvi da vivere grazie alle pellicce delle vostre prede? Potete farlo. Essere dei fabbri? Potete farlo. Diventare dei negromanti cattivoni che in battaglia si fanno aiutare da una coppia di Daedra incazzati? Potete farlo. Volete essere dei Manto della Tempesta che combattono per Skyrim, o degli Imperiali decisi a reprimere la rivolta? Potete farlo. Volete pipparvi un po' di skooma? Potete farlo.
Potete anche sposarvi.
Il punto, ecco, è che si possono fare tante cose, ma non tutte sono approfondite. Io direi che è anche ovvio così. Bethesda ha puntato molto sulla quantità e sull'immersione del giocatore in un'esperienza parallela. Ha dovuto scegliere e ha scelto la libertà.
Ovvio che ci sono giochi di ruolo con una trama più complessa, o con un sistema di combattimento migliore, o con un sistema di sviluppo più complesso (per quanto continui a ritenere quello di Skyrim molto valido). Un esempio potrebbe essere il sottovalutatissimo Risen, per dirne uno. Pochi titoli, però, sono in grado di restituire le stesse emozioni che si provano quando, viaggiando sulla strada che porta da Riverwood a Whiterun, si scorgono per la prima volta i tetti del palazzo di Dragonsreach; o quando si giunge in cima alla Gola del Mondo e si riesce ad osservare l'intera mappa sotto la luce di un'intensa aurora boreale; o quando, semplicemente camminando, gli alberi fanno largo alla tundra gelida.
Senza queste cose, Skyrim non funzionerebbe. Se non ci fosse quest'ambientazione così sobria, elegante e selvaggia allo stesso tempo, non sarebbe stato lo stesso.
Perché, lo ripeto, in giro potreste trovare di meglio, ma io resto fermamente convinto che un appassionato di fantasy che passa le giornate a leggere, rileggere e ririleggere Tolkien, Howard, Moorcock, Salvatore e compagnia cantante non possa desiderare niente di meglio da un videogioco.
Poi, beh, ci sono i bug. E poi c'è quello che, per me, è l'unico difetto serio del gioco, ovvero il level design. Orientarsi nella mappa senza usare gli indicatori può essere impossibile. Peccato. Questo rovina un bel po' di cose ed è il motivo principale per il quale ho abbassato il voto di mezzo punto. Ultimamente sono proprio fissato con l'orientamento nell'ambientazione. Non li sopporto più, questi indicatori. Fatemi guardare intorno e fatemi imparare a camminare con le mie gambe e con la mia testa.
Skyrim dà il meglio di sé quando si viaggia senza meta e ci si imbatte in storie grandi e piccole, in situazioni a volte surreali, a volte divertenti, a volte drammatiche, ma sempre capaci di farci dimenticare che c'è un mondo anche da questa parte dello schermo.

9

Voto assegnato da Myggdrasil
Media utenti: 9.1 · Recensioni della critica: 9.5

Game Legends

Confermato The Elder Scrolls V: Skyrim per Nintendo Switch

Durante la presentazione Nintendo Switch, che ha avuto inizio questa mattina alle ore 5.00, abbiamo finalmente ricevuto la conferma che The Elder Scrolls V: Skyrim sarà disponibile per la console. .. · Leggi tutto l'articolo

let92

let92 ha scritto una recensione su The Elder Scrolls V: Skyrim

Cover The Elder Scrolls V: Skyrim per Xbox 360

Anche se non sono riuscito a terminarlo, lascio comunque la mia recensione a questo magnifico gioco perchè se la merita.
Mi mancavano poche missioni per terminare la storia principale, ma ho voluto continuare a fare cose secondarie perchè poi una missione principale mi mandava qualcosa in casino che ora non ricordo xd
Il gioco è immenso, così come i paesaggi magnifici che si andranno ad esplorare e lo stesso vale anche per la caratterizzazione del personaggio.
Non metto 10 solamente per alcuni bug presenti e i molti porconi tirati mentre si tentava di scalare le montagne perdendoci ore rotfl

Game Legends

PlayStation 4: arrivano le mod per The Elder Scrolls V: Skyrim e Fallout 4

Arrivano ottime notizie per tutti gli appassionati di Fallout 4 e di The Elder Scrolls V: Skyrim, in possesso di una Playstation 4. Infatti, solo poche ore fa, Bethesda attraverso il suo sito ufficial .. · Leggi tutto l'articolo

Lupus

Lupus ha pubblicato un'immagine nell'album Skyrim riguardante The Elder Scrolls V: Skyrim

E dopo anni si ricomincia la Legendary di Skyrim finché non esce la remastered :,).
Titolo che ho amato tantissimo ai tempi

Non ci sono interventi da mostrare.