Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Sviluppato da DONTNOD Entertainment e prodotto da Square Enix, Life is Strange è un gioco d'avventura uscito il 29 gennaio 2015 per Xbox One · Pegi 16+

·

Life Is Strange è una storia in cinque capitoli che si prepara a rivoluzionare il genere dei giochi a episodi. Il suo innovativo sistema di scelte e conseguenze ti permetterà infatti di riavvolgere il tempo modificando il passato, il presente e il futuro.

Vesti i panni di Max, una giovane studentessa di fotografia che salva la vita alla sua amica Chloe e si accorge di possedere lo straordinario potere di riavvolgere il tempo. Mentre indagano sull’improvvisa sparizione di una loro compagna di scuola, le due amiche si rendono conto che la cittadina di Arcadia Bay ha un lato oscuro.

Nel frattempo, Max comincia ad avere delle premonizioni, e fatica a comprendere le implicazioni dei suoi poteri. Scoprirà presto fino a che punto modificare il passato può compromettere il futuro.

8.6

Recensioni

5 utenti

simis1991

simis1991 ha pubblicato un'immagine nell'album Mercatino simis1991 riguardante Life is Strange

Ripropongo la vendita di questo bel gioco, in più regalo XIAOMI Mikey nuovo di pacca :0

20€ + ss

Myggdrasil

Myggdrasil ha scritto una recensione su Life is Strange

Cover Life is Strange per Xbox One

Quando Maxine Caulfield ritorna ad Arcadia Bay, la sua piccola cittadina natale, non ha la più pallida idea di cosa la aspetta.
E' consapevole di dover ricominciare da capo. Cinque anni a Seattle. Basta così poco tempo per stravolgere la vita di una persona. Ora è sola, cerca di inserirsi nella sua nuova scuola, la Blackwell Accademy.
Max ama la fotografia, un'arte per la quale mostra un talento notevole. E' felice di seguire le lezioni del professor Jefferson, un fotografo illustre ed acclamato da critica e pubblico. Ma è una ragazza introversa, insicura. Riesce a vedere il mondo solo tramite il suo obiettivo. Eppure, anche così non riesce a superare il timore degli altri. Sono lontani i giorni in cui, prima di trasferirsi, passava le giornate assieme alla sua migliore amica, Chloe. Cinque lunghi anni che appaiono eoni, ai suoi occhi da diciottenne. Non si sono più viste, né sentite.
E' tempo di andare avanti. O almeno è quello che pensava, forse. Finché, dopo un orribile sogno ad occhi aperti, Max si ritrova ad assistere, nel bagno della sua scuola, all'omicidio di una ragazza familiare. E scopre di poter riavvolgere il tempo. E salvarle la vita.
Questo, in breve, l'incipit di Life Is Strange, il gioco che ha consacrato definitivamente gli sviluppatori francesi di DontNod.
Il plot si destreggia benissimo fra drammi adolescenziali, thriller e sovrannaturale, senza che nessuno di questi elementi risulti mai fuori luogo.
E' raro vedere personaggi così vivi e pulsanti, in qualsiasi ambito. Che si tratti di un libro, di un film, di un'opera teatrale, poco cambia. Max, Chloe, Kate, Warren, Nathan e tutti i personaggi con cui avremo a che fare riusciranno a sfondare lo schermo. Svilupperemo per loro lo stesso tipo di impressioni che proveremmo per delle persone reali (forse anche di più, sigh).
La gioventù di Arcadia Bay è realistica. Vera. E' un gioco che parla soprattutto di loro. I giovani, con i loro sogni, le loro aspettative, i loro problemi, la loro crescita. Siamo fortunatamente lontani dagli stereotipi forzati e insulsi che la R.A.I. ci propone nelle sue fiction.
Riconoscersi in Max non è difficile, come non lo è comprendere i punti di vista degli altri personaggi.
La vita è strana, del resto, e non tutto quel che sembra è come appare. Può capitare che anche il più lurido dei barboni possa dimostrare delle qualità.
La trama rivelerà molte sorprese, alcune davvero sconcertanti, ma nessuna lo è quanto la bravura degli sceneggiatori.
Il gameplay è focalizzato sulla possibilità di riavvolgere il tempo per modificare lo spazio. Gli enigmi saranno tutti molto semplici. A metterci a dura prova, invece, saranno le varie scelte da compiere. Alcune sono davvero strazianti. Basti pensare a quella finale. E non dico nulla.
Arrivati al termine del quinto episodio si comprende cosa sono diventati adesso i videogiochi. Dovrebbero cambiargli nome. In Life Is Strange si gioca poco e si vive molto.
Così tanto che potrei mettermi a piangere.

9

Voto assegnato da Myggdrasil
Media utenti: 8.6 · Recensioni della critica: 8.8

Non ci sono interventi da mostrare.