Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Xehanort89 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Xehanort89, aggiungilo agli amici adesso.

Xehanort89

Xehanort89 ha scritto una recensione su Crash Bandicoot 3: Warped

Cover Crash Bandicoot 3: Warped per PSX

Crash Bandicot è stata sicuramente la miglior serie platform vista su Psx, riuscendo presto a diventare un classico della console Sony e ad entrare nella mente di molti giocatori (e non) tanto da accostare ancora oggi (sebbene erroneamente) il suo nome al marchio PlayStation.
Come il precedente episodio, l'inizio di questo nuovo capitolo è direttamente collegato alla conclusione di Crash Bandicoot 2. La distruzione della stazione spaziale di Neo Cortex ha accidentalmente distrutto un antico monumento, al cui interno era stato rinchiuso il malvagio stregone Uka Uka secoli addietro dal fratello Aku Aku. Desideroso di vendetta si allea a Neo Cortex per mettere in atto un nuovo diabolico piano, che questa volta vedrà al centro dell’attenzione il cosiddetto Tornado del tempo, in grado di permettere veri e propri viaggi temporali.
Attraverso una Warp Room molto più ampia rispetto a quella del secondo episodio, saremo in grado di accedere a cinque differenti mondi i quali includeranno altrettanti livelli e un boss finale ciascuno.
Fin qui nulla di particolarmente diverso da quanto già visto, tuttavia questo episodio presenta al suo interno non poche e sostanziali novità.
Proprio la varietà dei livelli è la prima cosa che balza all'occhio. Sebbene il numero totale di stage (escludendo le arene per i boss) sia ancora una volta di 25, la differenziazione delle ambientazioni porta un pizzico di novità e curiosità. Lasciandosi le località dei primi due episodi alle spalle, grazie alla trovata dei viaggi temporali saremo in grado di viaggiare non solo attraverso il tempo ma anche tra i continenti!
Passeremo dal Medioevo alla Muraglia Cinese attraversando il Sud America in epoca preistorica e i fondalo dell’Oceano Pacifico; visiteremo l'Arabia Saudita e l'Egitto, fino a giungere in una città del futuro. Un mix azzeccato, mai banale e mai uguale, il tutto riprodotto con molti particolari e colorato da tinte sempre vivaci e mai cupe.
Si può infatti tranquillamente dire che da un punto di vista tecnico, con questo episodio, la serie raggiunge su Psx il top della sua espressione con una grafica molto curata e variopinta.
Ai classici livelli platform e a quelli bonus ancora una volta presenti, se ne aggiungono altri che aumentano particolarmente la varietà del gameplay nei quali potremo pilotare un JetSki, un aereo durante la seconda guerra mondiale o una moto sulla Route 66. Si tratta di fasi diverse dal solito e tra loro (per terminare il livello con la Harley dovremo per forza arrivare primi o in quelli col biplano dove dovremo abbattere un certo numero di aerei nemici) che spezzano la ripetitività dell’azione ed aggiungono molto più divertimento.
Inoltre alcuni di essi potranno essere affrontati esclusivamente dalla sorella di Crash, personaggio che, sebbene già apparso, non era ancora stato possibile controllare.
Un'altra novità di prim'ordine è il fatto che in questa terza avventura, dopo la vittoria contro un boss, ci verrà data la possibilità di usare delle abilità extra. Crash eseguirà il doppio salto, rotolerà più a lungo riuscendo anche a planare o sparerà con un bazooka!
Tutte queste novità unite ad un gameplay classico e ben collaudato e ad una bellissima grafica hanno fatto di questo terzo episodio una vera e propria killer application per la prima console di casa Sony facendolo diventare, col tempo, un vero e proprio classico.
Crash Bandicot 3 è, senza troppe pretese, un ottimo platform che proprio come il secondo capitolo riesce ancora oggi a divertire e coinvolgere in ore ed ore di pura giocabilità. Sicuramente è il miglior episodio della serie che sia stato mai pubblicato e, secondo il mio modesto parere, anche uno dei migliori platform mai creati!!!

9.4

Voto assegnato da Xehanort89
Media utenti: 9.2

Xehanort89
Cover Crash Bandicoot 2: Cortex Strikes Back per PSX

Crash Bandicoot è senza alcun'ombra di dubbio una delle icone più importanti del mondo videoludico, paragonabile a teste di serie come Super Mario o Sonic.
Nel 1997, sulla scia del successo del primo episodio, Sony e Naughty Dog decidono di dare un seguito alle avventure del peloso e arancione essere antropomorfo, riuscendo non solo a bissare i risultati del primo episodio, ma anche a migliorarsi.
La vicenda riprende esattamente dalla fine del primo episodio. Questa volta
Cortex è alla ricerca di 25 cristalli da utilizzare per attivare un cristallo gigante situato all’interno di una caverna e per farlo ricorre a Crash, il quale ignora le vere intenzioni del malvagio scienziato.
Seppur molto semplice la trama, il fatto di dover raccogliere tutti i cristalli, sconfiggere cinque boss ed ottenere altre gemme di differente colore a seconda degli obbiettivi che dovremmo affrontare per ottenerli donano al gioco una certa longevità non indifferente, regalando ai videogiocatori ore e ore di divertimento.
Graficamente si notano diversi miglioramenti rispetto al primo episodio e i livelli risultano essere più strutturati, con una maggiore varietà di nemici da eliminare e una maggiore varietà nelle scelte stilistiche, con l'aggiunta di accessori da utilizzare nel corso di alcuni di essi come un piccolo motoscafo o un (a tratti antipatico) jetpack. Ad essi si aggiungono poi i livelli bonus che si presentano come nel primo episodio in due dimensioni ma che questa volta si potranno attivare liberamente senza dover sbloccare attraverso la raccolta di card.
Una delle novità più importanti in questo secondo capitolo è sicuramente la presenza della Warp Room, la stanza del teletrasporto da potremmo raggiungere tutti i luoghi in cui sarà possibile recuperare i cristalli. In totale le stanze sono cinque e ognuna di esse presenta altri cinque livelli da affrontare prima di poter sfidare i boss presenti in caverne poste tra un piano ed un altro.
Anche il salvataggio cambia rispetto al precedente episodio. Ora basterà avvicinarsi ad una parete per accedere allo slot della memory card ogni volta che vorremmo anche tra un livello e l'altro.
Il gameplay di base rimane invece invariato (salto, corsa, giravolta) ma decisamente megliorato rispetto al primo.
Crash infatti sarà più reattivo ai nostri comandi e le azioni da esso eseguite molto più precise!
Se per il primo infatti il peso degli anni si fa sentire in maniera abbastanza evidente, con questo secondo capitolo ad oggi il salto appare meno traumatico. 
Crash Bandicoot 2 risulta ancora oggi uno dei migliori giochi della serie. Ironico, divertente, colorato e mai sotto tono, estremamente fruibile e spassoso da giocare ancora oggi. Un gioco che ha fatto la storia di una console (assieme ad altri, sia ben chiaro!) e che ha consacrato Crash come una delle leggende del mondo platform degli anni ’90. Essenziale!

9

Voto assegnato da Xehanort89
Media utenti: 9.2

Non ci sono interventi da mostrare.