Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Alerage condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Alerage, aggiungilo agli amici adesso.

Alerage
Cover Final Fantasy Fables: Chocobo Tales per DS

Un gioco incentrato sui Chocobo che non sia sulle corse?

si . . . e funziona alla grande.
Final fantasy Fables: chocobo tales (da ora abbreviato FFF: chocobo tales) per quanto mi riguarda è uno spin-off portatile perfetto, per la sua leggerezza, per la sua natura portatile, ma specialmente per la sua innocenza.
Eh si parliamone chiaro, sono terribilmente fuori target, già dai primi minuti di giochi si capisce quale sia il target del titolo . . . nonostante qualche accenno a gioco inoltrato a tematiche più meste, è ovvio che il target siano i bambini o poco più, ma il bello di un prodotto del genere è proprio che, nonostante la semplicità. può essere fruito da chiunque.

Era un giorno tranquillo e soleggiato alla fattoria chocobo, era ora della fiaba e Shirma la proprietaria della fattoria si accingeva a radunare i suoi chocobo per la fiaba, quando ad un tratto arriva Croma, un mago nero amico di Shirma, che ha trovato un nuovo libro al mercato e leggendolo ai chocobo evoca per sbaglio il malvagio signore delle tenebre, Bebuzzu!
Che come prima cosa, rapisce e imprigiona gli amici di Shirma in alcune carte, tranne un chocobo . . . per l'appunto noi.

FFF: chocobo tales si presenta con una visuale a volo d'uccello (ricordiamo la triste ironia dietro queste parole, visto che i chocobo non sanno volare), genere? non lo so, non è di certo un rpg nonostante ci siano parecchie impostazioni tipiche del genere, ma non è neanche un avventura o un gioco d'azione, la maniera più facile per descriverlo è vederlo come un'insieme di minigiochi scollegati tra loro, ma che hanno in comune l'essere usati come device narrativi e non, per il proseguimento del gioco in tutte le sue sfaccettature, l'unica ricorrenza è un gioco di carte con cui si sfidano i vari malfattori, un gioco parecchio semplice, ma molto accattivante.
In breve si costruisce un mazzo di 15 carte, ogni carta ha 4 cerchi, ognuno posto su un lato della carta, se nel cerchio c'è una spada, vuol dire che "la carta attaccherà da quel lato" mentre se c'è uno scudo vuol dire che "la carta difenderà da quel lato", ovviamente ci sono svariate combinazioni tra scudi, spade e cerchi, ad ogni turno il giocatore sceglierà una carta da mandare in campo dalla sua mano di 3 carte e l'avversario farà altrettanto, quando avverrà lo scontro tra le creature evocate, si compareranno i cerchi sui rispettivi lati, se uno attacca e l'altro difende, quest'ultimo non perderà punti vita, se entrambi attaccano dallo stesso lato i danni sarannò dimezzati, se uno attacca e l'altro non ha nulla, si becca i danni, ad ogni fine turno le carte usate si trasformano in cristalli, ogni carta può avere degli effetti speciali che può essere attivato ogni qualvolta un attacco va a segno o riesce una difesa a volte anche al costo di cristalli.

sul comparto tecnico non c'è molto da dire, è semplicemente il massimo che ci si può aspettare dal ds e da un gioco della serie di final fantasy, da notare la fine selezione di brani che accompagnano tutto il gioco, presi in prestito e a volte riarrangiati da altri capitoli di FF.

In breve, è così bello che se avessi un figlio gli racconterei le storielle di questo gioco come fiaba della buonanotte, come? dovrei farglielo giocare? suvvia non esageriamo, è troppo bello per metterlo nelle mani di un incauto bambino . . . il mio tesssssoro.

8

Voto assegnato da Alerage
Media utenti: 7.9