Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Altar condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Altar, aggiungilo agli amici adesso.

Altar

ha scritto una recensione su La Torre delle Ombre

Cover La Torre delle Ombre per Wii

Quando l'originalità la fa da padrona !

Vedere in calce ad una cover la piccola ape della Hudson può destare strane sensazioni nell'animo dei giocatori della vecchia scuola; cosa che accade proprio con questo titolo. Noto anche come "A Shadow's Tale" o "Lost in Shadow".

"La Torre delle Ombre" non è un semplice gioco raro per Wii, ma un particolare mix di ansia ed originalità. Tutto è strutturato come un'avventura platform in cui non ci muoveremo normalmente saltando da una piattaforma all'altra, ma dovremo sfruttare continuamente: prospettive, giochi di luce e perfino le stesse trappole di cui sono disseminati i livelli, per poter raggiungere la cima della torre e riprenderci una volta per tutte il nostro corpo. Questo perchè non agiremo nel mondo normale, bensì sullo sfondo del gioco all'interno della dimensione dell'ombra.

L'originalità dell'ambientazione (che comunque ricorda moltissimo ICO e Shadow of the Colossus) e la tipologia del gameplay giocano un ruolo fondamentale per quanto riguarda l'apprezzamento di un titolo simile. Non per altro, ma nonostante l'idea pazzesca che sta alla base: la realizzazione tecnica soffre di diversi punti alquanto discutibili; ma procediamo per gradi......
Graficamente, come già accennato poco fa, il paragone con perle come ICO e SotC è inevitabile; sembra quasi che si parli di 3 fratelli separati alla nascita, sia nel bene che nel male, il che significa: ambientazioni scarne, giochi di luce particolari (che possono non piacere) ed una palette cromatica molto povera. Ovviamente si parla sempre di "stile", ma forse qualche accorgimento in più non avrebbe guastato.

Gameplay e sonoro rappresentano la vera nota dolente di questo prodotto. Infatti il sistema di salto e buona parte del battle system andrebbero rivisti, soprattutto dal punto di vista dei tempi di reazione del nostro alter ego: spesso e volentieri in ritardo. Fortunatamente, la gestione degli enigmi ambientali a mezzo del Wiimote è gestita in maniera decente ed originale. Arrivando al comparto audio: le musiche sono quasi del tutto assenti e gli effetti sonori risultano piuttosto scialbi; tutti elementi che a lungo andare risultano frustranti e tendenti a dare una sensazione di disagio continuo.

La longevità, resta ancorata saldamente alla soggettività del titolo (per farla breve: "o si ama o si odia"), questo perchè ci vorranno dalle 8 alle 20 ore circa per completare l'avventura, dipende poi da quanto si vuole esplorare e cercare ogni singola "memoria", ovvero gli upgrade per accrescere il peso della nostra ombra (barra di energia). Ma una volta completato, probabilmente finirà su uno scaffale a prendere polvere, dato che non offre spunti di rigiocabilità e nemmeno uno straccio di extra sbloccabile.

In conclusione: La Torre delle Ombre è un titolo che non offre troppo dal punto di vista videoludico, se non un'idea molto difficile da scimmiottare. Merita uno sguardo se siete alla ricerca di titoli particolari e dal sapore cult. Personalmente vi consiglierei di provarlo prima di valutarne l'acquisto.