Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Altar condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Altar, aggiungilo agli amici adesso.

Altar

ha scritto una recensione su Splatoon

Cover Splatoon per Wii U

Calamari, inchiostro ed un'arsenale di armi

Un gioco colorato e divertente; multiplayer affollato ancora oggi e tanto divertimento.
Peccato solo per la modalità in single player: abbastanza corta e non offre molte alternative.

Altar

ha scritto una recensione su Warhammer 40.000: Space Marine

Cover Warhammer 40.000: Space Marine per PS3

Che la mattanza abbia inizio !

Ogni tanto fa bene evitare titoli particolarmente elaborati per dedicarsi a qualche gioco "passatempo".
E' quello che avviene proprio giocando a questo Warhammer 40000: Space Marine; episodio appartenente alla famosa saga sviluppatasi in prevalenza su PC, ma che non disdegna saltuariamente di fare capolino anche su console casalinghe.

Senza soffermarsi sulle origini della saga o citarne la matrice fantasy originale, analizziamo i vari aspetti del gioco....
La grafica appartiene in toto alla generazione PS3/X360, con una buona dose di dettagli e poche sbavature, almeno per quanto riguarda il character design e le architetture dei vari livelli: molto caratteristiche e con quel senso di devastazione costante tipico di un pianeta in guerra. Peccato però che il gioco altro non è che un semplice percorso obbligato le cui uniche deviazioni sono rappresentate da una manciata di cunicoli o stanze in cui reperire i servoteschi, ovvero delle registrazioni audio sparse per i vari livelli: unici collezionabili presenti (e nemmeno nascosti bene).

L'audio non brilla particolarmente: musiche piuttosto scarne e per nulla memorabili, effetti sonori migliorabili, doppiaggio blando e spesso fuori sincrono. Nulla su cui soffermarsi più di tanto.

Nonostante questa mole di difetti e qualche sporadico bug (nulla di troppo grave comunque), siamo di fronte ad un prodotto che si lascia giocare senza troppe pretese. Mischie furibonde e sparatorie adrenaliniche saranno dietro ad ogni angolo e non mancheranno di intrattenere e divertire. La varietà di armi è oltretutto discreta e abbastanza fantasiosa.

Tirando le somme: Warhammer 40000: Space Marine è un prodotto che non si eleva oltre l'appellativo di semplice "giochino". Forse con qualche accorgimento in più nei punti giusti si sarebbe anche distinto; anche se nella generazione in questione di TPS migliori se ne trovano diversi.
Comunque per il giusto prezzo non stona troppo in collezione.

Altar

ha scritto una recensione su Streets of Rage 4

Cover Streets of Rage 4 per PC

A volte ritornano........ A SUON DI PUGNI !

La saga di Streets of Rage è una di quelle che ha segnato in maniera indelebile svariate generazioni di giocatori, sia che parliamo della vecchia guardia, che delle nuove leve del gaming; che: curiose di provare titoli considerati leggendari hanno trovato il modo di giocarlo ed innamorarsene allo stesso modo dei giocatori cresciuti con il Mega Drive. Facendo parte dei primi citati, mi sembra più che doveroso scrivere "qualche" riga in merito al lavoro svolto da Lizardcube per riportare alla luce una saga che purtroppo sembrava ormai dormiente dopo l'ascesa all'Olimpo.

Ovviamente passare un titolo del genere su poligoni, sarebbe stato un terno al lotto, specialmente dopo il tentativo di Ruffian Games (accantonato in fase embrionale) ed un progetto cancellato per Dreamcast, la serie sarebbe stata con buona probabilità: denaturata. I ragazzi di Lizardcube invece hanno ripescato alcune idee che originariamente furono accantonate per il continuo della serie su Saturn (NON prendiamo in considerazione Fighting Force) ed hanno concentrato il loro lavoro su un'evolutiva grafica in 2D a base di sprites ad alta definizione.

Il risultato tecnico ottenuto è di notevole fattura nonostante la nuova veste grafica sia completamente lontana dalle origini, ma del resto sono passate ben 4 generazioni ormai.
Con una grafica del genere, l'audio non poteva certo essere da meno: con dei buoni effetti sonori e delle musiche stilisticamente affini al resto della serie, oltretutto..... alcune sono state personalmente curate dallo stesso Yuzo Koshiro, anche se forse non proprio all'altezza di quelle a cui ci ha abituati in passato. In più, per i nostalgici sarà anche possibile ascoltare alcune delle vecchie hit della serie.

Purtroppo però non tutte le ciambelle riescono col buco: infatti nel gameplay risiede una nota dolente. A seconda del personaggio che sceglieremo, il gioco sarà più o meno difficile; ad esempio: controllando Axel i punteggi delle combo dovranno essere molto alti per garantirci un buon voto alla fine del livello, e spesso e volentieri le nostre serie di colpi saranno bruscamente interrotte dagli attacchi avversari a causa della lentezza del personaggio nello schivare. Mentre se il nostro giocatore sarà Blaze: le combo richieste potranno essere più corte ed il nostro alter ego sarà più difficile da interrompere, vista la sua incredibile versatilità. Un divario non indifferente che mina l'esperienza di gioco, nonostante l'idea alla base funzioni bene.
Ma non è tutto: ci saranno alcuni boss con dei pattern di attacco impossibili da evitare, e vista la scelta stilistica dei programmatori di eliminare alcune delle movenze dal precedente gioco, come la rotolata o la corsa (tranne per il personaggio di Cherry e le versioni di SOR 3 dei personaggi sbloccabili) questi particolari scontri di fine livello risultano spesso frustranti.

Si potrebbe sintetizzare dicendo che i problemi del gioco sono legati alle sole scelte stilistiche ed a diverse omissioni da parte del team di sviluppo. Ad esempio: perché rendere Shiva del terzo capitolo sbloccabile nel gioco e non dare la possibilità di controllarlo con la nuova veste grafica, dato che è presente ? Stesso discorso per un altro paio di personaggi.
Non mi spiego nemmeno il perché ne manchi uno dal roster. Futuri Dlc ? In tutta sincerità credo di no.

Tirando le somme: il titolo in questione è un ottimo picchiaduro con tutti i suoi pregi e difetti, non solo per il fattore nostalgia della saga in se, ma anche perché spesso si sente la mancanza di giochi del genere, in un panorama videoludico permeato di grafiche in 3 dimensioni pompate, sparatutto ed open world.
Si rivela essere un perfetto successore del secondo episodio, ma qualche passo indietro rispetto al terzo; cosa che i veterani della saga noteranno con maggior rilievo. Senza contare che al giorno d'oggi il migliore esponente della serie è probabilmente un progetto amatoriale uscito qualche anno fa, pur non essendo ne ufficiale ne sviluppato da professionisti.
Vale comunque in ogni caso i soldi spesi.
Speriamo solo che Lizardcube non si fermi qui.

Altar
Cover Kirby and the Rainbow Paintbrush per Wii U

Dall'aspirabriciole al giramento di.......Kirby!

La pallina rosa mangia-poteri di Nintendo torna con un altro spin-off della serie, e questa volta invece di succhiare via i poteri dagli avversari sarà necessario guidarla tramite uso esclusivo del pennino.... come se fosse una pallina da flipper.

Kirby e il Pennello Arcobaleno ci catapulterà in un mondo fatto di plastilina colorata, attraverso una manciata di zone a tema, nella quale dovremo raccogliere: stelle per il punteggio, scrigni nascosti per sbloccare gli extra della galleria e risolvere qualche enigma ambientale per raggiungere la fine del livello; niente di più.
Per fare ciò, tramite l'ausilio del pennino Wii U dovremo disegnare su schermo delle strisce arcobaleno per far muovere la nostra "pallina".....senza l'ausilio di altri tasti.

Tecnicamente ci sono delle idee buone (seppur riciclate...... ve lo ricordate SkullMonkeys ?) e non mancano i momenti divertenti e le sessioni interessanti; il guaio è che si tratta di un titolo che lascia il tempo che trova, ed una volta finito (circa una decina di ore per completarlo al 100%), finirà sullo scaffale a prendere polvere. Oltretutto, vi consiglio vivamente di giocarlo quando siete tranquilli (meglio se allegri) o il paddone della vostra Wii U potrebbe seriamente correre il rischio di volare contro il muro più volte..... a causa di alcuni livelli veramente rognosi. Non sto nemmeno a menzionarvi le sfide extra del gioco..... dato che alcune le ha create Satana in persona.

Comunque non è un titolo da cestinare a priori; solo vi consiglio di essere arcisicuri prima di acquistarlo.

Non ci sono interventi da mostrare 😔