Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Amadeus condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Amadeus, aggiungilo agli amici adesso.

Amadeus
Cover Dark Souls II: Scholar of the First Sin per PS4

L'Odissea Oscura del Maledetto

Una buona atmosfera, un livello di sfida ancora più complesso, una longevità piuttosto elevata e un sistema di combattimento, punto nodale dell'esperienza, che si completa alla perfezione con quello di crescita, garantendo un percorso di rara suggestione. Dark Souls II: Scholar of the First Sin è tutto questo e molto di più. Tecnologicamente è al di sotto degli standard qualitativi che ci si aspetterebbe da un gioco per PlayStation 4, ma per il resto rimane comunque l'edizione definitiva di un titolo eccellente, consigliata indiscriminatamente ai fan più incalliti che vogliono rivisitare il mondo di Dark Souls II sotto una luce un po' differente per approfondire ulteriormente la mitologia di questa affascinante saga, e a coloro che non hanno avuto modo di giocarlo e hanno quindi l'occasione di farlo assieme a tutti e tre i DLC rilasciati fino ad oggi.

Amadeus

ha scritto una recensione su Assassin's Creed

Cover Assassin's Creed per PS3

Niente è Reale, Tutto è Lecito

Assassin's Creed è un Action Adventure con elementi free roaming. Gli eventi narrati vanno dal "presente" al passato, in un intreccio sceneggiato in maniera strabiliante.

GAMEPLAY

L'avventura è divisa in 7 capitoli, ciascuno dei quali basato sul compimento di diversi assassini. Ogni omicidio è preceduto da una raccolta di informazioni sulle vittime designate, che ci porteranno a lunghe sessioni di esplorazione delle città o spostamenti a cavallo per il regno. La ricerca di un punto più d'osservazione più alto come una torre o la guglia di una chiesa aggiungerà nuovi obbiettivi e punti d'interesse sulla mappa, fondamentali per orientarsi data l'immensità delle aree esplorabili. I controlli sono abbastanza semplici, e una volta assimilati vi sentirete onnipotenti. Altaïr è un atleta instancabile, corre di qua e salta di là, si aggrappa a cornicioni per iniziare delle vere e proprie scalate fino a raggiungere, ad esempio, il punto più alto di una cattedrale. Per spostarvi da un punto all'altro nelle città potrete scegliere di affrontare le difficoltà di una corsa sui tetti oppure scendere in strada e immergervi tra le centinaia di persone che popolano i villaggi, con il rischio di attirare l'attenzione delle guardie. Entrambi gli approcci, hanno i loro pro e contro, e sono molto divertenti da affrontare. L'intelligenza artificiale della folla e delle guardie è un altro degli elementi che rende così avvincente Assassin's Creed. Avere un basso profilo farà in modo che le guardie non vi diano fastidio, così che potrete condurre le vostre indagini liberi per la città. Ma se verrete beccati facendo, ad esempio, cadere un portatore di giara o saltando su una bancarella il vostro status cambierà, la folla vi urlerà contro che siete un assassino e le guardie vi inseguiranno fin sopra i tetti. Il gioco permette, anche in questo caso, un'enorme varietà d'approcci come ad esempio uccidere il più vicino inseguitore o nascondersi in un covone di paglia. Man mano che l'avventura prosegue, Altaïr otterrà nuove armi e abilità. Col tempo, visto che le voci sulle imprese dell'assassino si spargeranno le guardie diventeranno sempre più nervose, agili e aggressive in combattimento. I combattimenti sono avvincenti, ma è inconcepibile il fatto che si usi solo un tasto per gli attacchi.

GRAFICA E TECNICA

Le città, così come il regno sono ambienti enormi rifiniti da mille dettagli ricchi di poligoni e texture discrete ed effetti di superficie decenti. L'illuminazione è sufficiente, la luce cambia a seconda del tempo passando da giornate solari a nuvolose. La componente artistica, tipicamente occidentale, è eccellente. La folla è composta da centinaia di modelli, ben caratterizzati e discretamente animati mentre Altaïr e le guardie sono modellati sufficientemente bene. Ogni tanto c'è qualche compenetrazione di troppo durante il collegamento tra due animazioni ma si tratta di piccoli difetti trascurabili in una produzione mastodontica come questa. Le scene d'intermezzo, realizzate con il motore grafico del gioco mostrano qualche difetto in più. I modelli dei volti sono discreti, e le loro animazioni facciali sufficienti. Nel complesso fanno il loro dovere e riescono ad essere assai evocative grazie alla regia dinamica, che vi permette di cambiare il punto di vista in momenti cruciali. La componente audio è di altissima qualità, ottime le musiche ispirate ed evocative così come gli effetti sonori.

COMMENTO FINALE

Ubisoft ha fatto centro, ha creato un sistema di gioco innovativo e divertente portando una ventata d'aria fresca nel mondo videludico. Una buona guocabilità insieme a una storia intrigante che affronta persino argomenti delicati attraverso alcuni personaggi affascinanti. Quello di Assassin Creed è un mondo vivo e incredibile, ricco di divertimenti per un assassino abile ed implacabile come altaïr.

Non ci sono interventi da mostrare 😔