Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Bob90 condivide alcuni suoi interventi solo con i suoi amici. Se vuoi conoscere Bob90, aggiungilo agli amici adesso.

Bob90

ha scritto una recensione su Mario + Rabbids Kingdom Battle

Cover Mario + Rabbids Kingdom Battle per Nintendo Switch

Brava Ubi Milano

Potrei semplicemente dire che questo gioco è riuscito a farmi apprezzare la presenza dei Rabbids, li ho sempre trovati fastidiosi al livello dei Minions, sarà che il gioco è pregno di citazioni svariate tra cui una di Snoopy che non potete non notare. 😂
Tornando seri il gioco è ben fatto, uno strategico all'apparenza piuttosto semplice dove controlleremo un team di 3 PG a scelta (tranne nelle mondialità scorta) per combattere contro un esercito di Rabbidz.
La campagna ha una curva di apprendimento secondo me ideale per tutti i giocatori, il finale inoltre sblocca nuove sfide per chi cerca qualcosa di davvero impegnativo, per i veri completisti diciamo. 😃
Se ne avete la possibilità è decisamente da provare, si addice anche ad un uso "portatile".

Bob90

ha scritto una recensione su Metro Redux

Cover Metro Redux per PS4

Uno sparatutto su binari (della Metro)

Credo di aver già scritto non so quante volte quanto mi piaccia il tema apocalittico nei vari media,che siano film, libri, musica o appunto videogames, ciò mi porta a parlare di Metro Redux, edizione che include i primi due capitoli di quella che è diventata una trilogia di giochi con l'uscita di Exodus ispirata dall'omonima serie di romanzi scritta da Glukhovsky.
Nonostante non sia un appassionato del genere fps ho apprezzato Metro per come è riuscito a trasporre i temi originali del romanzo e viverli in prima persona è stato esaltante.
Metro non propone niente altro che una campagna curata nelle atmosfere sia sotterranee che nelle poche "uscite" alternando momenti di azione ad altri di tensione data la costante sensazione di essere osservati da qualcuno o qualcosa che potrebbe attaccare da un momento all'altro.
Parlando del lato tecnico questa edizione Redux soffre forse il passaggio generazionale ma tutto sommato non è una nota negativa che pesa troppo nel voto complessivo del titolo.

Bob90

ha scritto una recensione su Darksiders III

Cover Darksiders III per PS4

Darksiders è rinato dalle ceneri con...Furia.

Iniziata su PS3 quella di Darksiders è una saga per cui provo un profondo affetto, ironicamente dopo la pubblicazione del gioco in cui protagonista è "Morte" THQ fallisce portando con s'è nella tomba le Ip invendute dall'asta fallimentare, tra cui Darksiders.
Il resto è storia, Nordic Games (THQ Nordic) compra i diritti del gioco e dopo anni di silenzio ecco l'annuncio, Darksiders 3 esiste e a farlo è la Gunfire Games, in parte formata da ex membri originali di Vigil Games.
Protagonista di questo capitolo è Furia, il Cavaliere più impaziente dei quattro, insicuro di s'è e vogliosa di dimostrare il suo valore.
La storia si "accavalla" a quella di Guerra come potremo facilmente intuire dal prologo, incatenato di fronte al Consiglio per colpe che non ha.
Il terzo Cavaliere ha il compito di rintracciare e uccidere i 7 peccati capitali in nome dell'equilibrio.
Furia scoprirà ben presto che qualcosa non quadra e non gli è stato detto tutto, starà a lei decidere cosa fare dopo un percorso che la porterà a scoprire s'è stessa ed il suo reale valore, forse proprio grazie a questa graduale crescita che seguiremo in Furia mi ha fatto apprezzare il personaggio, un po' meno i 7 peccati che seppur siano decisamente caratterizzati in base ad alcuni manca di "Epicità", cosa che non è mancata in altre Boss del primo capitolo e del secondo.
Il combat system non è particolarmente elaborato come lo sviluppo del pg, abbiamo a disposizione l'attacco base con la frusta e quello secondario che cambia in base ai 4 poteri che verranno donati a Furia, totalmente assente la parata dovremo affidarci alla schivata che fatta con il giusto tempismo permette di eseguire il contrattacco, oltre ciò a disposizione c'è la trasformazione Caotica e la magia, differente per ogni trasformazione di Furia.
Davvero lodevole il level design, tutte le aree in qualche modo saranno raggiungibili a partire da Haven, mappe costellate di zone bonus da raggiungere dopo aver risolto enigmi ambientali sfruttando a dovere i 4 poteri diversi di Furia, niente di paragonabile comunque agli enigmi dei suoi predecessori.
Il gioco soffre di lunghi caricamenti, inopportuni se doveste incontrare qualche difficoltà dovendo ricaricare la mappa dopo ogni morte, caricamenti presenti anche mentre ci muoveremo da una zona ad un'altra, altri bug invece sono stati risolti piuttosto velocemente dopo le prime settimane dal D1.
Il doppiaggio italiano è piacevole quasi quanto quello originale, solo le cutscene fuori sincro rovineranno l'atmosfera del momento.
Non posso non nominare la incredibile OST del gioco alla quale ha lavorato Cris Velasco, compositore originale del primo capitolo (ma non del secondo) che nel suo curriculum vanta anche God of War e Bloddborne, mica noccioline.
Per concludere il gioco ha una storia a s'è ma è difficile apprezzarlo al 100% senza aver giocato i primi due titoli della serie...
Incrociamo le dita per l'arrivo di Conflitto.

Bob90

ha scritto una recensione su Xenoblade Chronicles 2

Cover Xenoblade Chronicles 2 per Nintendo Switch

Ah i slept like a baby!

Xenoblade l'ho apprezzato, tra i jrpg recenti che ho giocato forse solo Persona 5 mi è piaciuto di più.
Tra i suoi pro si possono considerare i Pg, ben caratterizzati e divertenti, il mondo con diverse regioni con caratteristiche uniche e le ost ispirate.
Il battle system l'ho trovato basilare ma comunque divertente nella pratica, ma credo abbia due problemi: il primo le meccaniche inizialmente non sono chiare poiché non sarà tutto disponibile fin da subito per motivi di trama sbloccando quindi nuove meccaniche capitolo dopo capitolo, secondo il sistema di risonanza dei Gladius che eccezione fatta per i Gladius legati a particolari quest dovremo trovarli in una lotteria stile "Loot Box".
Parlando dei Gladius è difficile da digerire il sistema di sviluppo, si tratta di un ventaglio di abilità passive su 5 livelli sbloccabili volta volta all'aumentare della fiducia tra Ductor e Gladius, e l'unico modo è "grindare" tale fiducia attraverso numerose battaglie, quest o più semplicemente comprare tonnellate di item di consumo che gradiscono.
La fatica sarà ricompensata comunque anche da quest uniche legate ai Gladius, valide perlopiù per i siparietti comici che verranno a crearsi tra Ductor e Gladius.
La trama è ingannevole, ti fa credere di essere lineare ma in realtà nasconde altro oltre la prima metà di gioco, concludendosi in un finale mozzafiato.

Ah, il doppiaggio a tratti è ridicolo quasi da fare imbarazzo, btw il gioco è ottimo quindi passateci sopra e fatevi pure una risata.

Non ci sono interventi da mostrare.