Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Quanto contano per voi i trofei/achivement in un titolo?

Io personalmente come meccanica l'ho sempre trovata un po' una fesseria perché ti rovina tutto il piacere della scoperta e a giocare seguendo le azioni prestabilite dagli obiettivi si arriva a giocare meccanicamente secondo me è infatti ho disattivato tutte le notifiche e mi sono trovato più libero di scoprire i titoli che mi piacciono.

Risposta scelta dall'autore della domanda
5 Utilità

Posso postare un video con i tuoi stessi dubbi per parlarne assieme? :D
Per rispondere alla domanda comunque, una volta ne ero mezzo dipendente.Ora mi fanno piacere ma se capitano bene sennò pazienza, mai più condizionato dagli achievements e gioco meglio :)

 

@Leferry comunque il mio periodo di dipendenza credo sia durato neanche 3 mesi, diciamo che gli unici titoli che ho platinato proprio perché pensavo fosse figo farlo sono stati i souls ma poi come al solito ci si rende conto che il platino non è fatto bene, platinare un titolo non significa conoscerlo in ogni sua parte.
Es RED DEAD REDEMPTION 2 che sto giocando in questi giorni è un titolo enorme, talmente enorme che lo stesso 100% del titolo si raggiunge non facendo tutto ciò che c'è ma facendo alcune azioni per ogni componente del titolo.

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

alla base? zero
non sono d'accordo sul tuo pensiero, non penso siano fesserie e qualsiasi giocatore che non sia un trophy hunter raramente va a vedere i trofei prima di aver completato il titolo, quindi il gioco se lo gode come vuole lui e non arriva a giocare meccanicamente come dici tu.
Io faccio così: finisco il titolo, se mi è piaciuto, se ho voglia di rigiocarlo magari vedo i trofei che mi mancano e decido se platinarlo o no, però i trofei devono essere divertenti o almeno interessanti da sbloccare, un bioshock dove mi son divertito molto a sbloccare il trofeo di finire il gioco alla difficoltà massima senza usare le camere della vita, fantastico, un bloodborne che per arrivare alla fine dei dungeon chalice devi battere dei boss fortissimi mentre hai dei malus ai punti vita, cioè veramente figo, poi abbiamo l'altra faccia della medaglia, i trofei noiosi, brutti, prendo 2 giochi che mi son piaciuti molto, witcher 3 e dragon age inquisition, li ho entrambi finiti alla massima difficoltà, mi sono divertito molto, non li ho platinati invece perché alcuni trofei fanno cagare, in inquisition devi completare una quantità di roba secondaria super pallosa che non mi è neanche mai passato per la mente farlo, witcher 3 invece ha trofei in cui devi fare azioni improbabili in combattimento, ma non devi farle una volta, devi farle tipo 20 volte, già è raro riuscire a farle una volta non esiste che io mi metta li a perder tempo per ste cazzate, poi lasciamo perdere i giochi che hanno i trofei sui collezionabili, io in assassins creed 2 avevo sbloccato tutti i trofei tranne quello di prendere le 100 piume in giro per la mappa.
quindi per me i trofei se ben studiati sono un grande plus per il gioco, ti spingono a viverlo in maniera differente, interessante, è divertente farli, invece se sono brutti e pallosi li lascio li, chissene

 

Per meccanicamente io intendo proprio questo, che se non ci fossero i trofei molti giocatori non sono spinti a rigiocare o a giocare in maniera differente, e questa è la cosa che mi delude di più, non avere creatività.
io in red dead redemption 2 che sto giocando in sto periodo ho fatto un botto di cagate solamente per vedere cosa succedeva a volte sbloccando anche trofei o segreti ma per l'appunto secondo me è molto più bello un approccio di questo tipo che del tipo o l'ho finito, ora vediamo se ci sono suggerimenti su come giocarlo in altro modo... Limita la crescita di chi ci gioca e la fruizione del titolo per me.

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Inizialmente credevo che il fatto di non aver mai avuto il benché minimo interesse verso trofei /achievement dipendesse dal fatto di essere semplicemente di una generazione dove questi non esistevano: a pensarci bene però sono probabilmente l'evoluzione di quello che c'era quando ero bambino io nei primi anni '80, ovvero il "punteggio" con gli arcade ("quanti punti fai?" o "Guarda, ha battuto il record!"), e anche in questo caso non ho mai avuto interesse;
l'unica cosa che mi interessava / interessa in un videogame è il progredire della base narrativa.

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Di solito gioco un titolo senza pensare troppo ai trofei. Mi godo la storia ed il gioco. Poi se il titolo merita, ho voglia di rigiocarlo, continuare a esplorare, approfondire la trama tramite collezzionabili che non ho trovato, allora butto anche l'occhio ai trofei e magari se riesco lo platino.

 

@RedWolf no, intanto che ci sono guardo anche i trofei che mi mancherebbero e se son fattibili senza impazzire. Alcuni a volte son anche divertenti.

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

io cerco di platinarlo quando è possibile per me...quando devo iniziare un gioco guardo la lista trofei e cerco di capire se sarà fattibile o meglio lasciar perdere (magari prendendo comunque qualche trofeo). Per alcuni giochi (ad esempio heavy rain e detroit) dopo aver finito l gioco ho accantonato il platino perché piuttosto palloso. Non concepisco l'idea però di comprare un gioco esclusivamente per i trofei, io compro (o riscatto col plus) i giochi che mi interessano davvero e poi guardo i trofei

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Mi diverto a platinare alcuni giochi. É un pò come quando finivi il gioco al 100%. Ma non ne faccio una malattia, se il gioco mi diverto a platinarlo lo platino altrimenti no. C'é gente che si preclude alcuni giochi perché difficilissimi da platinare, o perché senza trofei se dei primi tempi di Ps3 o perché su console non Sony. Per me cmq la cosa fondamentale é godersi il titolo

 

Esatto per il goderselo, è la cosa che mi spaventa di più è proprio il precludersi titoli perché non li si può platinare

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Per me che sono sempre stato un completista, rappresentano una sorta di riconoscimento, l'importante è che non diventino una droga e che non ci condizionino sull'acquisto di un dato videogioco.
Penso inoltre che avere molti platini non è sinonimo di essere un buon videogiocatore, questo è solo un plus, le cose veramente importanti sono altre

 

@Siegfried a me quello lo hanno dato le speed run, ne ho viste alcune e mi ci sono perso su re 2 e una volta che ho ripreso a giocarlo in modo normale ho notato che mi veniva più naturale schivare zombie o scappare tranquillamente

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Personalmente ricordo che ai tempi della ps3 ero un po' un fanatico dei trofei in quanto cercavo di platinare qualunque cosa mi passava per mano e che reputavo per me fattibile. Il tutto per me era davvero molto appagante e l'accumulare platini stava diventando per me una vera e propria droga. Con l'arrivo poi di ps4 ho effettuato un netto cambio di rotta. Questo perchè mi sono reso conto che per fare imprese simili per prima cosa il tutto mi portava via davvero un sacco di tempo e con tutta la roba che avevo da giocare devo dire che era un bel problema. Secondariamente ti confesso che a volte per fare certi trofei ho raggiunto livelli di stress davvero fuori dal comune. Io ho sempre pensato che il videogioco debba essere una passione ed un divertimento,non una tortura. Di conseguenza non ti dico che adesso non platino più nulla,ma la quantità di titoli a cui mi dedico per fare ciò è davvero irrisoria rispetto ad un tempo. Inoltre adesso mi dedico a platinare solo titoli che o sono talmente semplici che si fanno quasi ad occhi chiusi oppure titoli che davvero mi sono rimasti nel cuore e che ho apprezzato,a patto ovviamente che non abbiano trofei troppo impossibili. :)

 

sisi stessa cosa che ho avuto io per un periodo, però ora io ho deciso proprio di toglierli per tornare proprio a una fruizione completa senza nessun intralcio come era una volta

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Quelli servono ad aumentare la longevità e rigiocabilità di un tipo. Poi sta alle persone se rovinarsi un titolo o discriminarlo per dei trofei evitando l'acquisto.

 

@RedWolf Infatti ho detto alcune non tutte. Che c'è di peggio Sono assolutamente d'accordo microtransazioni DLC Season Pass giochi annuali e commerciali, tutte spazzatura.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Vedo i trofei semplicemente per quello che sono: un'aggiunta, qualcosa di facoltativo con cui cimentarti per provare un po' di tutto di un gioco.
Solitamente sono uno a cui piace completare tutto al 100%, trofei inclusi, ma non ne faccio una priorità. L'importante è che mi diverta nel farlo, altrimenti lascio stare.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Io sinceramente non trovo niente di male nei trofei, è una sorta di riconoscimento per quello che fai nel gioco, poi giustamente dipende anche da che imprese o azioni ti viene chiesto di fare, o anche dal gioco in sé, perché magari c'è un gioco difficile da platinare ma bello che rigioco volentieri per il gusto di giocarlo, o magari dopo la prima run di un gioco, pur avendo un platino semplicissimo da prendere, lo accantono perché noioso... Un esempio è gran turismo 6, platino relativamente facile, ma con trofei veramente idioti, che per prenderli tutti non dovevi neanche finire completamente la carriera, ma poi dovevi percorrere una quantità sproporzionata di chilometri, trofeo che ho ottenuto lasciando la console accesa e incestrando il grilletto con un elastico per far camminare l'auto, comunque unica eccezione tra i platini fattibili ma noiosi da prendere che ho portato a compimento

 

@RedWolf si, anche gli extra sbloccabili in stile "vecchia scuola" erano belli da ottenere, ma ci sono giochi recenti che hanno sia trofei, sia una corposa quantità di extra sbloccabili, quindi le due cose possono tranquillamente coesistere, poi sta al giocatore decidere se giocare per sbloccare tutto ma magari non prendere il platino, oppure ottenere un platino che magari non ti fa sviscerare fino in fondo un gioco, nessuna delle due cose è obbligatoria da fare ai fini del divertimento o della soddisfazione personale

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

sono uno stimolo per completare un gioco che mi piace/diverte. Mai trofei per forza. :)

 

È proprio con questo che io non mi trovo... Se devi trovare uno stimolo a giocare e rigiocare qualcosa per me vuol dire che non ti piace.
Es ho finito e rifinito titoli come i Resident evil, senza mai ottenere il platino mentre ho platinato titolo come far cry e se mi chiedessero vuoi rigiocare Resident evil 4 o far cry 3 di sicuro prenderei sempre la prima scelta

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Per me parecchio, abbastanza dal resistere all'acquisto di alcuni giochi

 

@RedWolf a volte mi capita di farlo, anche perché non mi piace vedere la sfilza infinita di giochi che magari non posso platinare o 100%izzare per via di futili motivi. Ma non é sempre cosí, ovviamente asd

 

@Jack River anche a me dava fastidio un po' quando cacciavo I trofei, ma poi dopo aver platinato alcuni titoli(certi che neanche mi piacevano ma solo perché davano il platino) ho capito che era una perdita di tempo

Quanto contano per voi i trofei/achivement in un titolo?