Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Secondo voi il videogame, puó fungere da sfogo e antistress ancor meglio della droga, alcool o sfoghi di violenza?

Io alle superiori ho avuto il peggior bullo in tutta la mia vita scolastica, insultandomi con frasi del tipo:"IO SONO STUFO DI STARE CON GLI HANDICAPPATI DI MERDA DIOBOIA!!" O sputandomi il fumo in faccia aspirato dalla sigaretta e a ripensarci mi veniva un'odio tremendo da trasformarmi in vegeta super saiyan contro beerus e fargli le peggio cose, ci rimanevo comunque sempre male ad avere uno cosí. Ripensandoci bene, ho preferito prendere doom per ps4 e tutto ció he vedevo lo ricollegavo a lui e mi ha aiutato tantissimo a espellere tutta la mia negativitá che avevo in corpo. Quindi la domanda che vorrei porvi, il videogame puó fungere da sfogo psicologico meglio delle altre 3 soluzioni citate sopra?

Devi accedere per votare.

Risposta scelta dall'autore della domanda
4 Utilità

Se funziona meglio non lo so ma funziona ed è legale a differenza delle altre soluzioni. Comunque tutti abbiamo avuto dei bulli a scuola, io ne ricordo ancora 3 dopo tanti anni. Io sono la persona più tranquilla del mondo, però superato il limite gli ho presi tutti a schiaffi e non mi hanno più disturbato.

 

Anche io sono molto tranquillo e paziente ma quando perdo entrambe non ce n'è per nessuno. Non uso la violenza fisica perché non mi piace ma preferisco le parole non volgari ma taglienti più di una spada come si suol dire. Ho sempre provato un senso di ribrezzo misto a pena per i bulletti: persone che si fanno forti per le loro debolezze su chi è più debole (ma in realtà più forte di loro), che tristezza...

 

@Drakon98 il bullo, per come la vedo io, é una persona che deve sfogare nei piú svariati modi la frustrazione che ha dentro di se o che gli é stata causata da qualcuno o qualcosa, contro un'altro

Risposta scelta dall'autore della domanda
3 Utilità

Videogiochi,sport,lavoro,vacanze,pochi ma giusti amici,donna giusta,hobbies....ognuno a modo loro soddisfano e rilassano e ti completano....e puoi iniziare a vivere il paradiso! Progetta il futuro attorno a queste cose e ignora o evita gente sbagliata lungo il tuo lungo e talvolta tortuoso percorso.

Risposta scelta dall'autore della domanda
3 Utilità

Droga, alcool, fumo, violenza, non sono mai soluzioni in nessun caso. Se il momento in cui videogiochi lo celebri come qualcosa di rilassante e divertente ben venga, usalo per sfogare anche la tua fantasia oltre che buttar fuori i cattivi pensieri. Dopo aver detto questo ti garantisco che ci sono molti modi costruttivi per stare meglio: essenzialmente qualsiasi cosa dove usi le tue energie per creare, ad esempio imparare a cucinare e mangiarti un bel pranzetto, o farsi una bella corsa, fare sport con amici... e il videogioco può semplicemente restare un hobby piacevole, scevro dall'essere un mero antistress. Può benissimo essere un momento intimo in cui resti a tu per tu coi tuoi pensieri (positivi)

Risposta scelta dall'autore della domanda
3 Utilità

Dato che la mia risposta precedente non è piaciuta, ti rispondo con serietà. La tua domanda non è molto chiara perché le premesse sono sbagliate. Consideri "soluzioni di sfogo" droga, alcool e violenza che sono gli estremi fallimenti del rapporto individuale con la società, quindi non una "soluzione" ma un ulteriore degeneramento. Il secondo punto che non funziona è correlare queste soluzioni distruttive ai videogiochi, cosa che non va affatto bene perché ciò mi fa pensare che tu stia soltanto procrastinando il tuo problema dedicandoti ai videogiochi in un circolo vizioso. La tua domanda forse è un'altra e non riguarda i videogiochi.

 

@Tonyredgrave98 Forse sono io che non ho la prospettiva giusta per capirti, ma ti ringrazio comunque per la tua comprensione. Sono felice per te se hai risolto i tuoi problemi.😉

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Secondo me si pero'trovando un certo equilibrio,voglio dire ci si puo'sfogare giocando ai videogiochi ma rendendosi sempre conto che e'sempre finzione ovviamente e trascorrendo quel paio di orette al giorno perche'trascorrendo troppo tempo se si ha troppa rabbia potrebbe capitare di rimanere troppo influenzati e volere mettere in pratica cio'che si fa virtualmente

 

@Tonyredgrave98 Anche io da ragazzino ho subito spesso del gran bullismo e in un'occasione anche fisico perche'sono stato picchiato da ragazzi piu'grandi solo per divertimento e non avevo nessuno su cui poter chiedere aiuto anche per la vergogna di raccontarlo quindi ti capisco

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

quindi ti fai fumare in faccia, insultare e magari anche farti prendere a spallate.
Poi torni a casa giochi a Doom e tutto ritorna al punto di partenza? :hmm:

 

@Time paradox non ne sarebbe valso la pena, e poi in seconda avevo giá beccato un rapporto facendogli male seriamente ma subito dopo ci fermammo visto che stava iniziando la lezione

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Certo. Penso che siano anche molto meglio delle altre soluzioni da te proposte, anzi quelle accantonale proprio che creano più problemi ancora asd . Consiglio anche il disegno, o lo scrivere ciò che ti succede e poi strappare il foglio alla fine (io almeno facevo così, che era un po' come "lasciar andare" le cose brutte).

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Di sicuro sono meglio dei 3 citati casi negativi
Però in alternativa ai videogiochi ti consiglio lo sport, a me è servito a tanto
Oppure semplicemente parla, parlane, discuti di questa cosa (senza incazzarti, in modo tranquillo e ragionato) e vedrai che quando rivedrai sti casi umani li saluti con l'auto propria e te che vai a lavoro (io almeno ho fatto così)

 

Infatti ho fatto tanta attivitá fisica in questo periodo e mi ha reso non solo il corpo ma la mente ancora piú sana😊😊, anche leggere libri e uscire piú spesso con i miei amici, bisogna come dico sempre variare e essere smepre di buon umore :D

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Cacchio, non sono consumatore di alchool, droga o violenza, ma così di primo impatto non mi sembrano cose molto efficaci come rimedio antistress, anzi mi sembran cose che creano stress, dopo la dipendenza sempre a fumare sempre a bere sempre a drogarsi, è peggio, i giochi come antistress? Si e no secondo me, un gioco molto divertente dove non devi usare la testa, dove ti rilassi è antistress, un gioco dove devi concentrarti devi seguire una storia devi ragionare non è antistress stai stressando e non poco il cervello, doom ci potrebbe stare come antistress, ma non penso alle difficoltà più alte dove ti fanno un culo gigantesco perché è molto difficile

 

Ma a me non interessava la sfida, interessava un gioco dove all'interno c'era solo odio, friutrazione e satanismo allo stato puro, l'ho giocato in modalitá "fighetta"(giusto per essere coerenti con il titolo😂), dopo averlo finito mi sono divertito tantissimo. Sul resto concordo su certi aspetti, sulla droga mai fatto, alcool bevo qualcosina con i miei amici ma mai avuto una sbronza

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Infine si Comunque il videogioco può essere una forma di sfogo, perlomeno non fai del male a te ne a nessuno. Nel caso che hai scritto ti sfogherai pure giocando a Doom Ma il problema di base non si risolve.

 

@Tonyredgrave98 non faccio fatica a credere che Doom ti abbia aiutato a sfogarti, basta guardare che tipo Gameplay abbia soprattutto la colonna sonora 🤣.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Siccome non ti conosco nn mi permetto di giudicare, posso dire che in base ad esperienze vissute, droghe, alcol e sfoghi di violenza non sono antistress... rilassarsi in vacanza, ascoltare musica, circondarsi di amici veri con cui parlare e condividere esperienze, questo aiuta.
I videogiochi sono un'hobby; quando passo troppo tempo su un titolo trascurando il resto so' di sbagliare, anche se sono consapevole che è un gesto che ripeterò in futuro... nonostante mi faccia star bene in quel lasso di tempo, non deve farmi staccare troppo altrimenti diventa nocivo.
Questo è il mio pensiero ma ognuno pensa e reagisce in maniera differente.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Qualunque forma di palliativo al benessere interiore può sfociare in una dipendenza e qualunque dipendenza fa male.
Qualcuna al corpo, qualcuna alla mente, qualcuna ad entrambe.
Questo accade sopratutto quando la dipendenza diventa un rifugio.
Non c è per me differenza tra uno che gioca 10 ore al giorno solo chiuso in casa ed uno che fuma erba per 10 ore al giorno, tra uno che mangia 10 volte al giorno ed uno che si spara 10 birrozze al giorno.
Qualunque sia il motivo, se "l abitudine" (al gioco, al cibo, all alcool, al fumo) diventa talmente radicata da occupare una parte rilevante della vita e inizia a causare la privazione da altri aspetti della comune esistenza umana, allora c è un problema.
Ma non vale per le sole attività comunemente definite da sfigato, vale pure per le attività ritenute da fighi.
Uno che passa 10 ore in palestra, uno che sta tutto il giorno su badoo a cercare la 30esima conquista, uno che passa la propria vita tra una associazione di volontariato e l altra è raramente trova il tempo per la propria famiglia, sono tutte persone che cercano riempitivi per spegnere il cervello e pensare ad altro.
Alle volte si fugge da qualcuno o qualcosa, altre volte si fugge semplicemente da sé stessi. Io penso che questa sia la malattia del nostro tempo, il voler spegnere il cervello a tutti i costi. È la malattia del benessere, perchè quando procurarsi il cibo comportava occupare tutta la giornata queste forme di fuga dal pensiero non erano diffuse come oggi.

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Guarda esistono vari modi di sfogarsi e non ne critico nessuno in particolare, a patto che esso non vada a ledere la salute delle persone che ti stanno attorno o la tua. Io per esempio amo i videogiochi, ma non sono mai stata la mia valvola per sfogarmi, generalmente se sono stressato o in pensiero per qualcosa non riesco a giocare. Il discorso è che in generale ho le giornate molto occupate e i giochi per me diventano quell'ora e mezzo di rilassamento totale, il momento che segna la fine della giornata e che mi aiuta a finirla bene. In questo senso magari per me non sono proprio uno sfogo, ma sicuramente fanno parte di quella piccole cose che mi aiutano a tenere un umore positivo, facendomi affrontare ogni giornata nel modo giusto e allontanandomi di conseguenza dalle pratiche negative da te citate.

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Ho votato certamente ma dipende dal gioco. Se giochi a The Impossible Game o Cuphead e non sei calmo e sereno come me, rabbia e frustrazione è più probabile che ti vengano piuttosto che andarsene. Sicuramente molto più salutari dei metodi qui sopra ma senza esagerare e con le dovute attenzioni.

Secondo voi il videogame, puó fungere da sfogo e antistress ancor meglio della droga, alcool o sfoghi di violenza?