Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.

Corso di sicurezza fuori orario lavorativo e non retribuito

Sto lavorando come lavoratore dipendente sotto ad una cooperativa e questa appunto ha comunicato che dobbiamo svolgere il corso di sicurezza, ma fuori orario lavorativo e senza retribuizione.
Sono completamente protetto nel rifiutarmi della cosa o comunque proporre di farlo in orario lavorativo giusto?

in Ludomande

Risposta scelta dall'autore della domanda
4 Utilità

Purtroppo stiamo parlando del classico caso nel "limbo" tra ciò che è corretto e ciò che è conveniente... situazioni che soprattutto nel Bel Paese capitano all'ordine del giorno. Sotto il punto di vista di ciò che è giusto avresti ragione e saresti legalmente a posto nel rifiutarti di svolgere il corso in orari extra lavoro e non retribuiti (per legge è onere dell'azienda che ti ha assunto farti partecipare ai corsi necessari). Il problema sorge sotto l'altro punto di vista, quello della tua convenienza personale... si perchè se tu agisci come sopra è matematico che verresti poi preso di mira e tenuto d'occhio per subire angherie alla prima situazione in cui sporgi il fianco. Considerando questi aspetti il mio consiglio è quello di decidere come agire in funzione delle tue necessità. Se si tratta di un lavoro al quale puoi permetterti di rinunciare e magari hai già delle possibili alternative pianta la grana, diversamente porta pazienza e tieni duro 💪

 

Concordo in toto tutto il commento. Purtroppo si gioca sul ricatto e sulle conseguenze, in una situazione civile e normale sarebbero da prenderli a calci in culo

Risposta scelta dall'autore della domanda
2 Utilità

Grazie per le risposte, per gli interessati riporto come sono andate le cose rotfl:
Mi sono rifiutato di farlo e mi ha chiamato il capo della cooperativa chiedendomi spiegazioni, gli ho detto che io nel mio tempo libero non ho opportunità di farlo e che comunque mi rendo disponibile a farlo in orario lavorativo come è richiesto dalla legge, lui mi risponde "No, noi durante orario di lavoro lavoriamo, non possiamo permetterci di bloccare i lavoratori" al che io gli rispondo "eh va bene, posso anche accettare in questo senso il bisogno di farlo fuori orario, ma perchè questo non è retribuito?"
E la sua rispsosta "ehhhh, perché non ci sono i soldi, che poi, cosa vuoi che siano 8 ore di un sabato a fare questo corso" rotfl rotfl
Cosí semplicemente gli ho detto che non l'avrei fatto gratis e quindi ovviamente non posso piú lavorare dato che il contratto mi scadeva il 30 Aprile, ovviamente mi avvieró per la denincia. Capisco perfettamente chi ovviamente mi dice "vabbe, ma per sta stronzata perdere il lavoro non ha senso", forse avete ragione, ma sinceramente forse valuto i miei diritti ben superiori a tutto questo. Sicuramente ha giocato forza anche il sapere che tra 3 mesi ugualmente avrei lasciato il posto.

L'unica cosa che mi stupisce è quanto sia inusuale prendere posizioni, anche rischiose, per far valere i propri diritti. Nella cooperativa ci sono stati casi ancor piú gravi, gente che veniva chiamata in turni adiacenti e quindi obbligata a dormire 3/4 ore. Anche ad esempio il corso, se tutti gli operai si fossero rifiutati di farlo, mi pare ovvio che la retribuizione sarebbe arrivate all'istante, ma tant'è 🤷‍♂️

 

Da lì si capisce tutto il sistema Italia nel mondo del lavoro che ci sono datori di lavoro che sono dei furbi ricattatori e pensano solo alla loro tasca e non al bene dei dipendenti perché è inconcepibile che nel 2021 succedono ancora queste cose che non dovrebbero succedere.Ma anche i tuoi ex colleghi che non fanno nulla e una cosa vergognosa, praticamente tu sei stato l'unico a pagare perché era giusto fare il corso nei giorni lavorativi come da legge non è che la gente si sveglia una mattina e decide così, se no fuori orario ma retribuito.Adesso capisco tutto quello che sta succedendo però non si può più sentire che sti datori di lavoro pensano solo a sfruttare la gente e non pagare il giusto ad un operaio.Il discorso è sempre lì se fai le tuo ore e te ne vai non va bene invece se fai di più non pagato va bene si però solo per l'azienda e poi ci sono gli intoccabili che devono fare solo le proprie ore perché poi si stancano troppo e se fanno ore in più gli vengono pagate.Caro mio nella vita ci vuole anche fortuna cosa che a me non è successo perché vengo da una famiglia umile e quindi il lavoro non mi spaventa.Cmq tieni duro che la vita ti sorriderà

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Io lo feci nei giorni non lavorativi se Rifiutavo mi cacciavano

 

Vai tranquillo che ne conosco di gente che non ha voglia di lavorare ancora adesso in piena pandemia e secondo me campano meglio di me perché non hanno pensieri per la testa.Io sono quasi 6 mesi che sono in cassa integrazione e mi girano che non posso andare a lavoro.

 

Ci sta che per bisogno di lavoro tu l'abbia fatto, ma perché non denunciare in seguito? Questa è ugualmente protetta dal segreto di Stato e quindi all'arrivo degli ispettori del lavoro nessuno potrebbe sapere che sia stato tu a denunciare

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

In teoria questi tipi di corso vanno fatti negli orari lavorativi se così non fosse è giusto che l'azienda li paghi e a quanto pare se ti rifiuti potresti avere problemi siamo sempre al solito con ricatti e minacce da parte dei datori di lavoro.I vari corsi di sicurezza, antincendio o di primo soccorso sono corsi che obbligano le aziende a farle per la sicurezza del lavoratore ma è anche giusto che si fa' nell'orario lavorativo o in alternativa fuori orario ma pagato.Purtroppo da come ho capito lavori per una cooperativa dico purtroppo perché le cooperative sono la rovina di chi ci lavora soprattutto perché si guadagna poco o addirittura ti sfruttano.

Risposta scelta dall'autore della domanda
0 Utilità

Caro Mio, non sai quanti sono nella tua situazione purtroppo...da rappresentante sindacale be vedo a valanghe, e pensare che noi siamo qui propio per tutelare quelle persone e loro non chiedono aiuto per paura di ritorsioni che non arriveranno mai in nostra presenza...

Corso di sicurezza fuori orario lavorativo e non retribuito