Ludomedia è il social network per chi ama i videogiochi. Iscriviti adesso per iniziare.
Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Si, ma per viaggiare, non di sicuro per giocare a Goat simulator! 🤣

 

@Leferry covid dal 2020 intendo con graduale perdita di impiego e retribuzione.
Nel 2010 mi ero licenziato per andare in Giappone, dove ho vissuto un mese. L'idea era quella di trovare un modo per ritornare anche in pianta stabile, ma poi 2012 cataclismi e maremoti che l'hanno colpito mi hanno fatto desistere e rimandare ulteriormente.
Piantare tutto e fare baracca e burattini non necessita solo di un innata forza di volontá, ma anche di un quasi totale distaccamento dalla societá e dai beni materiali, elemento quest'ultimo davvero di difficile messa in pratica per chi come me è da quasi una vita intera amante videoludico e collezionista.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Sì, dopo subito che mi sono diplomato, ho recuperato il tempo per giocare tutti i videogiochi, guardare anime e serie TV, poi accidenti il lavoro e impegni del cavolo sisi, ogni tanto prendo il distacco da tutti, anche per riflettere su come fare per avere quello che voglio veramente :(

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

Si, spesso, per tirarmi su di morale, per disintossicarmi dallo stress, dai problemi, dalla vit frenetica, ho fatto un periodo, non un anno, mi è servito moltissimo. Mi ero licenziato e ho viaggiato con un bel gruzzolo in tasca per l' ITALIA, molto bello ed utile.

Risposta scelta dall'autore della domanda
1 Utilità

È sempre stato un pensiero fisso, soprattutto quando ero più giovane e avevo uno spirito più "ribelle". Volevo evadere, scappare da tutto e da tutti e ricominciare da zero, magari senza tornare ma costruendomi un nuovo futuro altrove. È un pensiero che ho tutt'ora ma ormai sono cresciuto e ho un lavoro. Chissà se in futuro lo farò. Mai dire mai.

Avete mai pensato di prendere un anno sabbatico? Di staccare da tutto e tutti?